Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Campus di musica, incontri di studio nella Sala Petrassi

Si terranno il 25 e 26 ottobre presso la Sala Petrassi del Campus Internazionale di Musica di Latina (via Varsavia 31) i tradizionali “Incontri di studio di musica contemporanea”, appendice del 48° Festival Pontino di Musica, appuntamento che richiama da sempre l’attenzione e la partecipazione di compositori, scrittori e artisti provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno parte degli incontri sarà riservata a un sentito Omaggio ad Aldo Clementi (1925 – 2011), compositore scomparso nel 2011, frequentatore storico del Campus di Latina che nel 2005 ospitò anche un’esposizione di suoi dipinti per festeggiare i settant’anni del maestro. Allievo di Goffredo Petrassi, Aldo Clementi ha partecipato nella seconda metà degli anni ’50 ai corsi di Darmstadt, ed è stato fra i fondatori dell’associazione di Nuova Consonanza; docente per oltre vent’anni dal ’71 al ’92 di Teoria musicale al DAMS dell’Università Bologna, primo premio del concorso della Società Internazionale di Musica Contemporanea nel 1963 e nel 1992 vincitore del Premio Abbiati, Clementi e la sua musica hanno sensibilmente contributo al fervore culturale e alla produzione musicale del Novecento italiano.

 

La giornata di giovedì 25 ottobre si apre alle ore 15.30 nella sede del Campus di Latina con la proiezione del documentario Collage blues per Aldo di Patrizio Esposito, progetto che risale al 2008 quando vennero registrate delle conversazioni con Aldo Clementi che sarebbero state successivamente raccolte in un volume al fine di essere pubblicate. “Il materiale video – racconta lo stesso Esposito -, avrebbe dovuto avere solo una funzione documentale, tuttavia al termine delle riprese, il materiale aveva assunto un corpo di notevoli dimensioni ed evidenziava una componente emotiva in alcuni casi straordinaria. Le testimonianze di persone, tutte legate alla figura di Clementi, sono diventate così un mezzo a sé stante, rappresentando sia una sintesi visiva delle tante ore di conversazione, sia un prezioso contributo al libro che raccoglie per intero tali testimonianze, oltre ad una serie di articoli scritti dall’autore su aspetti che riguardano sia la personalità, sia l’opera del compositore catanese”.

A seguire la tavola rotonda Omaggio ad Aldo Clementi che vedrà la partecipazione di Gabriele Bonomo, Mario Bortolotto, Patrizio Esposito, Stefano Gervasoni, Gianluigi Mattietti, Mario Messinis, Fausto Sebastiani, Alessandro Solbiati, Ivan Vandor.

La giornata si chiude con il concerto al Palazzo della Cultura di Latina, Teatro Cafaro, alle ore 20. In programma la prima assoluta di Folia per violino solo di Stefano Gervasoni, omaggio a Clementi, e la musica del maestro catanese: Fantasia su frammenti di Michelangelo Galilei per liuto, Aria (Dowland) per voce femminile, viola da gamba e liuto in prima esecuzione italiana e la prima esecuzione in versione integrale di Otto Frammenti da una “Ballade” di Charles d’Orléans per soprano, controtenore, organo, liuto e viola da gamba, una lunga composizione che ha impegnato Clementi in vari periodi della sua esperienza creativa dal 1978 al 1997 e che parte dalla ballata di Charles d’Orléans (1394-1465) Jemeurs de soif en couste la fontaine. Ne sono interpreti Lina Uinskyte (violino), Livia Rado (soprano), Alessandro Giangrande (controtenore), Silvia De Maria (viola da gamba), Elena Casoli (liuto), Filippo Perocco (organo), diretti da Marco Angius.

 

Venerdì 26 ottobre l’appuntamento è di nuovo alla Sala Petrassi del Campus Internazionale di Musica, alle ore 10 per la tavola rotonda Una nuova generazione alle porte? Uno sguardo alle nuove figure di compositori nati tra il 1975 e il 1985, dotati di alcune linee comuni e nuove, malgrado le loro diverse provenienze geografiche e culturali. Partecipano all’incontro Marco Angius, Maurizio Azzan, Gabriele Bonomo, Mario Bortolotto, Patrizio Esposito, Stefano Gervasoni, Marco Longo, Mario Messinis, Filippo Perocco, Seiichi Shimura, Alessandro Solbiati

In serata alle ore 20 al Palazzo della Cultura, Teatro Cafaro, concerto del Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli, dedicato a due compositori che nel 2012 festeggiano i loro ottant’anni e che con Clementi hanno condiviso lo stesso periodo storico: Giacomo Manzoni e Ivan Vandor. Si accosta alla loro musica quella in prima assoluta di tre compositori giovani e in un certo senso esordienti sulla scena musicale “ufficiale”, in quanto si tratta dei tre studenti (Maurizio Azzan, Marco Longo, Seiichi Shimura) selezionati al termine dei Corsi Internazionali di Sermoneta, per quanto riguarda la classe di composizione diretta da Alessandro Solbiati. “I loro lavori – racconta lo stesso Solbiati – apriranno dunque una finestra, una piccola finestra, sulla giovane musica europea, che però sarà certo in grado di suscitare curiosità e attenzione, in modo che nei prossimi anni si possa continuare una ricognizione e una riflessione più complete e approfondite”.

Biglietti: posto unico 5 euro. Informazioni: Fondazione Campus Internazionale di Musica, Via Varsavia, 31 – 04100 Latina, tel. 0773 605551, www.campusmusica.it; info@campusmusica.it

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.