Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Omicidio Vaccaro, ecco il video negato dai giudici

Tensione durante l’udienza di ieri del processo per l’omicidio di Matteo Vaccaro. I giudici hanno respinto la richiesta degli avvocati difensori di poter proiettare in aula il filmato girato sulla scena del crimine durante l’interrogatorio di uno dei testimoni, un carabiniere che effettuò le fotografie al parco Europa. Latina24ore.it pubblica in esclusiva il video.

I giudici, dopo l’opposizione del pm e delle parti civili, hanno respinto la richiesta definendo il video «ultroneo» ovvero superfluo. Il carabiniere ha poi parlato di una «scena del crimine ampiamente contaminata», riferendo di persone che entravano e uscivano dall’area delimitata.

La difesa sostiene che molti elementi non sono stati repertati, tra questi un pezzo di plastica non identificato (nella foto) e un sacchetto bianco appoggiato su una panchina. Ieri hanno parlato in aula i poliziotti che intervennero nella notte del 31 gennaio 2011 dopo l’omicidio di Matteo Vaccaro. Hanno ricostruito le varie fasi dell’indagine: perquisizioni, interrogatori, accertamenti. Fino agli arresti dei sei giovani accusati del delitto: Alex Marroni, Fabrizio Roma, Francesco D’Antonio, Matteo Ciaravino, Gianfranco Toselli e Paolo Peruzzi.

E’ emerso però un problema sui dvd delle intercettazioni. «Dove sono gli originali?» hanno chiesto gli avvocati difensori, rivolgendosi prima alla Corte e poi ai periti. Il presidente Pierfrancesco De Angelis ha ascoltato la risposta del perito che si sta occupando del caso: «Ci sono 39 dvd – ha detto il tecnico – molti dei quali sono indicati come copia con una scritta sopra». Non è ancora chiaro dove siano gli originali, tanto che il presidente della Corte ha chiesto al perito di depositare tutto il materiale dieci giorni prima della prossima udienza (fissata per il 20 novembre) in modo da renderlo disponibile per tutte le parti. Durante l’udienza si tenterà di dare una risposta al quesito, verificando direttamente se i dvd sono originali o se si tratta di copie. Ieri è stato affidato anche l’incarico tecnico per «ripulire» le intercettazioni che, a quanto pare, sono intaccate da non meglio precisati commenti esterni.

Comments

comments

  • Em

    Troppe parole, troppe cose, troppi appigli per delle persone che dovrebbero marcire dentro a vita.

  • Ben-ito

    E me la chiamate giustizia questa?

  • Barby

    Forse tanta gente invece di giudicare dovrebbe conoscere i fatti e poi parlare! Il male non si augura a nessuno, nemmeno al proprio peggior nemico. Penso che ogni essere umano abbia il diritto di potersi difendere, siamo in democrazia non in dittatura. Prima di sparlare pensate con il cervello

  • gianni

    Facciamoci un esame di coscenza……arrivati a questo punto, dopo tutti questi dubbi questi punti oscuri, conoscere la verità è fondamentale prima di puntare il dito su 6 ragazzi di 20 anni! Potrebbero essere innocenti.

  • Valentino Vaccaro

    Penso che alcune affermazioni pubblicate, se realmente dette, sarebbero di una gravità estrema.
    Prossimamente indicherò a quali affermazioni faccio riferimento.

  • vale

    L’unica certezza (non quella della giustizia terrena che deve ancora fare il suo corso)è che qui c’è un padre e una madre che cosi’ in un attimo si sono visti strappare la vita il futuro del loro giovane ragazzo ,non esiste ragione al mondo che possa giustificare un atto cosi’ atroce .Questa società diventa sempre più violenta e i ragazzi,(non tutti grazie a Dio)priva di valori .Io spero vivamente che gli sia inflitta una pena esemplare a questi bravi ragazzi ,e mi auguro davvero di non dover più leggere sui giornali questi orrori .

  • Barby

    Sig. Nessuno! Perché non si è’ nemmeno dato in nome, voglio rispondere a lei. Chi sarebbe lei per condannare a morte 6 ragazzi di 20 anni? Si sente Dio? Si vergogni, si faccia lei un esame di coscienza, e invece di augurare la morte alle persone si guardi prima allo specchio la mattina quando si alza, e mi dica se non ha mai peccato!?! Gente come lei non dovrebbe nemmeno esistere.

  • Cri

    Io su questo sito leggo cose sempre piú assurdo,ma come fate a dire che non dobbiamo puntare il dito contro sti ragazzi di 20 anni prima di rovinargli la vita!?! ma scherziamo? hanno rovinato loro la vita ai famigliari di matteo,hanno strappato la vita a un ragazzo di 30 anni che aveva una vita davanti!!e poi per cosa? per una cazzata per farsi vedere forti ragazzini di 20 anni che in 6 si sono sentiti forti ma che se stavano uno lontano dall’altro non valevano un emerito niente…ma per favore parlate di democrazia,di libertá di gioventú ma io li lascerei veramente lí a vita,ricordatevi che non stiamo parlando di un furto o una scazzottata ma di un OMICIDIO VOLONTARIO!! fatevelo anche voi che sostenete questi POVERI RAGAZZI un esame di coscienza perché volevo vedere se ammazzavano a voi uno della vostra famiglia se ragionavate cosí..

  • Osse

    A 20 anni giovani Agenti o Carabinieri devono pensarci molte volte se sparare con una pistola legittimamente detenuta .
    Altri si portano la pistola solo per gioco o per fare i guappi di carta pesta.?

MandarinoAdv Post.