Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Consorzi di bonifica, sciopero dei lavoratori

I lavoratori dei consorzi di bonifica di Campania, Lazio, Molise e Abruzzo incroceranno le braccia il prossimo 14 novembre per protestare contro la rottura della trattativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. Lo annuncia in un una nota la Flai Cgil, precisando come la decisione sia scaturita oggi al termine dell’assemblea interregionale dei delegati (Rsu/Rsa) di Fai, Flai, Filbi e dei lavoratori dei consorzi di tali regioni.

La giornata di sciopero si aggiunge a quella già proclamata dai lavoratori dei consorzi di Emilia Romagna, Toscana e Marche per il 6 novembre.

Il mancato rinnovo del contratto, spiega la Flai, si traduce «direttamente in perdita del potere di acquisto del salario dei lavoratori e priva i lavoratori della possibilità di definire miglioramenti della parte normativa del ccnl». I sindacati, prosegue la nota, «condannano il comportamento dello Snebi, la cui chiusura suona addirittura offensiva per i lavoratori che con il loro impegno garantiscono la sicurezza del territorio».

Dall’assemblea odierna, oltre allo sciopero, i sindacati hanno stabilito il blocco degli straordinari e delle flessibilità e la verifica della corretta adozione dei piani minimi di servizio che i singoli consorzi dovrebbero adottare.

Comments

comments

  • Cinico

    praticamente vorrebbero più soldi in busta paga?

  • crumiro

    essi lavorano troppo specialmente quelli dietro le scrivanie, andate a vedere poveracci il sudore esce da sotto le porte da quanto faticano.

  • Mario

    ahoooo ma che casso di lingua è: Flai Cgil poi Rsu/Rsa di Fai, ancora Flai, Filbi e per finire in bellezza dello Snebi !!!???!!!

    mi avevano detto di studiare l’inglese…..

  • AsR

    Questi del consorzio di bonifica, di Latina, dovrebbero licenziarli tutti, basta guardare lo stato pietoso dei canali intorno a LT,
    Si dovrebbero solo vergognare

  • lupino buzzo

    di questi tempi, avere lo stipendio garantito è già un traguardo !!

  • Anguilla

    Lo sciopero è diritto di tutti i lavoratori ed è giusto che anche loro facciano valere i loro diritti. Hanno anche loro una famiglia da mantenere. Però se penso a tutti i disservizzi del consorzio di bonifica, ai canali non puliti, alle chiuse ormai manovrate dai pescatori (stranieri) e che vengono tenute sbarrate anche quando ci sono le allerte meteo per le piogge eccessive, alla vergognosa tassa per la così detta “irrigazione di soccorso”, ecc. ecc. Mi viene da dire prendete una vanga e andate a spurgare i canali a forza di braccia, come si faceva prima, a cominciare ovviamente dal presidente del consorzio, e poi si vede per l’aumento di stipendio.

  • gianni

    ma se i canali fanno schifo sono pieni di piante e erbacce da far straripare ogni volta che piove le fasce frangivento non ne parliamo se fa vento devi stare attento che se passi de sotto ti cade una pianta sopra e sei fritto ma dove e tutta questa manutenzione e volete cosa il rinnovo del contratto ???? ma per favore !!!!!!!

  • cicerone

    L’ente più inutile e succhia soldi che esista! Basta girare in auto e guardare i vari canali, canaletti e affini. Pieni di sporcizia, di erba, di sterpaglia ecc… Meno male che le idrovore tengono, altrimenti saremmo tornati sott’acqua da tempo.
    E poi si beccano già una montagna di soldi. Perché non ci dicono quanto prendono di stipendio? Quasi tutta la tassa che ci fanno pagare finisce in stipendi, per la manutenzione restano due spiccioli e piangono miseria con la Regione per far pagare Acqualatina la quale poi ci alza le tariffe. Così ci fregano due volte, la prima con la tassa e la seconda con l’acqua.
    Ma tanto dietro ci sono i capoccioni dei sindacati degli agricoltori, i soliti sfruttatori di coloro che dovrebbero difendere, che si spartiscono i vari posti con elezioni farsa e non hanno proprio voglia di rinunciare a stipendi, indennità e emolumenti vari.

  • Cinico

    @ cicerone, l’ente non è inutile, anzi è essenziale per tenere all’asciutto l’Agro Pontino, le opere idrauliche della bonifica incominciano ad avere un secolo di vita, quindi bisognose di manutenzione ordinaria e straordinaria, ma come accade spesso in questa Italia dove tutto funziona al contrario, ci sono troppi burocrati dietro le scrivanie e pochi operatori effettivi a manutendere impianti ed opere idrauliche complesse e diffuse su un vasto territorio.
    Purtroppo le precedenti gestioni amministrative dell’Ente sono state inefficienti e spendaccione, se non addirittura disastrose, credo che abbiano ancora milioni di euro di debiti, chissà come li ripieneranno? Con altri sovvenzionamenti dello Stato cioe soldi dei contribuenti? Io saprei cosa fare per risanare l’Ente, prenderei i precedenti consigli d’amministrazione e farei rifondere i debiti con i loro averi personali.

  • Attila

    X cicerone. Per pulire i fiumi e canali ci voglioni i soldi e non le chiacchiere. Si mai domandato chi ci ha ridotti in queste condizioni? Per anni, attraverso stampa e televisione appartenente ad un piccoletto pedofilo e mafioso, ci ha fatto credere che in Italia si stava. Meglio che nel resto dell’Europa. Ma i politici stranieri la pensavano diversamente. Avevano ragione. Forse i soldi per la pulizia del canali, sono finiti nelle tasche dei facciendieri, evasori fiscali, affaristi, mafiosi e zoccole di alto bordo. Tutto questo grazie a chi ha sostenuto questo personaggio. Spero che non hai sostenuto la politica di quest’uomo, altrimenti la colpa è anche la tua. Saluti

  • vale

    io sono tra quelle che paga la tassa di bonifica sui terreni qualche anno fa andai al consorzio per avere delucidazioni su quel pagamento .la risposta del dipendente è stata questa tassa serve per tener puliti i canali e permettere ai proprietari dei terreni l’irrigazione .Il canalePAOLONE viene tombinato e pulito ogni 30 anni dentro c’è di tutto…………….ma la tassa la pago ogni anno. Dimenticavo io non usufruisco,dell’acqua pudrita per l’irrigo,pensate che anche le ranocchie non ci si fanno piu’ il bagno.

  • reporter

    Sono curioso di conoscere i nomi dei dipendenti tali Enti, poi sui giornali, e ancora come sono entrati in pianta organica?-
    Non ho mai visto un concorso pubblicizzato per accedere a tale lavoro.
    Qualcuno può fare chiarezza alle mie domande?

  • vale

    reporter per i miracoli non siamo ancora attrezzati ,comunque abbi fede……

  • Rex MIller

    X report. Dalle mie parti si dice che se non conosci nessuno, non puoi entrare a lavorare alla bonifica.

  • ben.ito

    x attila..
    ma ancora non ti hanno rottamato?
    eppur c’e’ molto fermento nel tuo partito,stanno facendo le rottamazioni.
    Porti un comunista vecchio,te ne danno due giovani.
    Ma tu farai parte sicuramente di quella elite’ gerarchica contraria al rinnovamento.
    Infatti sono 60 anni cioe’ dall’avvento della prima republica che vi spartite il bottino prima con la DC poi con IL PSI e il PDL.
    Caro comunista sfegatato ,prima di dire che Berlusconi ci ha ridotti in questo modo , informati .
    Togli le fette di mortadella dagli occhi

  • MarioLT

    Certo la mortadella se la dovranno pure togliere… ma che lavorino al Consorzio di Bonifica, non ditemelo … altrimenti inizio a ridere oggi e finisco slo quando sarà sciolto questo ente inutile .. o meglio questo carrozzone vero della ex DC, ex PSI.. ma dove sono quei ex? Naturalmente nel PDL… ma chi mai avrà fondato questo partito che ha raccolto tutta quella ‘ex’ monnezza?
    Cazzo!!! BERSANI, DI PIETRO e VENDOLA… sei così ignorante “comunista”!

  • MarioLT

    Pardonne… ma chi governa con gli ” ex socialisti e demiocristiani” negli ultinmi 20 anni?

  • ben.ito

    X Mario
    embe’ perche’ ho forse detto che il PDL NON HA MANGIATO?

  • vale

    BUON APPETITO

MandarinoAdv Post.