Website Security Test
Banner Bodema – TOP

La biblioteca di Latina Scalo sarà gestita da un’associazione culturale

Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un emendamento al bilancio di  previsione del Comune di Latina presentato dal Partito democratico sull’assegnazione della gestione della biblioteca di Latina Scalo a un’associazione culturale.

«La biblioteca di Latina Scalo – commenta il consigliere comunale del Pd Fabrizio Porcari – segue gli orari degli uffici comunali, quindi di pomeriggio è aperta solo martedì e giovedì. Un’associazione, integrando gli orari del Comune, manterrebbe aperta la biblioteca anche tutti gli altri pomeriggi della settimana, per offrire un servizio migliore e più completo. Perché la cultura sia fruibile a tutti, tutti i giorni della settimana».

Passato l’emendamento ora gli uffici dovranno istruire il bando di gara per l’assegnazione.

«Nel bando che sarà approntato dovrebbe essere specificato, a nostro avviso – sottolinea il consigliere Porcari – che l’associazione che si occuperà della gestione della biblioteca di Via della Stazione dovrebbe organizzare eventi tipo presentazioni di libri e incontri con gli autori, letture animate per bambini e corsi di scrittura.

Negli anni – conclude Fabrizio Porcari – ci siamo sempre battuti per il miglioramento di questo servizio, collocato in una bella struttura che si trova proprio al centro di Latina Scalo. Finalmente siamo riusciti ad ottenere un risultato importante che consideriamo un punto di partenza per il rilancio della biblioteca  anche come un luogo di incontro e di aggregazione per i ragazzi.

Crediamo, infatti, che biblioteca debba essere uno strumento attivo, un presidio di cultura e di scambio culturale».

Comments

comments

  • BASTIAN CONTRARIO

    ..Và benissimo la cultura di cui tutti vi riempite la bocca,ma quello che non avete proprio è la cultura della DEMOCRAZIA..continuante a coltivare i vostri orticelli,ognuno nel proprio partito e non avete coraggio di mettere in piazza una battaglia per l’Acqua Pubblica, dove con uno strumento DEMOCRATICO che si chiama REFERENDUM,abbiamo votato con maggioranza bulgara (leggi 94%) la scelta che questo bene prezioso non dovesse essere mai più privatizzato.Invece le vostre battaglia, solo per Al Karama (tutti delinquenti), l’acciarella (perchè il cemento che colerà in quella zona non sarà quello dei vostri “amici”) e tante altre idiozie per darvi un pò di visibilità.VERGOGNATEVI!!

  • piazza moro

    Curioso si vedere a quale Associazione venga assegnata, tanto a LT Scalo i soliti noti si conoscono

  • cinico

    @ de marco giuseppe, per il suo libro perchè non cerca i soldi attraverso gli sponsor invece che dalla politica o associazioni che fanno capo alla politica?

    Mi speiga perchè io contribuente dovrei pagare l’editore del suo libro?

  • boh

    anche io sono molto curiosa di sapere l’associazione culturale di cui si parla.ì, perché non viene comunicato pubblicamente il nome???????
    vogliamo risposte!!!

  • Emanuele Bonaldo

    DA QUELLO CHE HO CAPITO VERRA’ FATTO UN BANDO PUBBLICO. QUINDI ANCORA NON SI SA CHI SARA’ L’ASSOCIAZIONE CHE PRENDERA’ IN GESTIONE LA BIBLIOTECA. NOI COME ASSOCIAZIONE “TOR TRE PONTI” ABBIAMO MOLTI PROGETTI DA PORTARE AVANTI QUINDI DI SICURO PRESENTEREMO UN PROGETTO.

  • Utente

    Gestione politica? Speriamo di no….

MandarinoAdv Post.