Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina Scalo, pubblicato il bando per la gestione dell’info point

Pubblicato sul sito del comune www.comune.latina.it il bando di gara per l’affidamento del servizio di informazione ed accoglienza turistica del point di Latina Scalo, chiuso da fine febbraio per scadenza della convenzione in essere con il consorzio gestore. Al bando potranno partecipare soggetti privati e pubblici, incluse le associazioni culturali, e le agenzie di servizi turistici, regolarmente iscritte agli albi.

“L’aggiudicatario della gestione del point, importante punto per svolgere attività d’informazione e servizio, sia per i turisti sia per i visitatori del territorio – dichiara l’assessore – si dovrà impegnare a svolgere le attività di informazione turistica, promuovendo le attività turistiche, culturali, economiche ecc. del nostro territorio, dare informazioni sulla ricettività alberghiera, sulla ristorazione e prodotti tipici, le modalità di trasporto, i percorsi e itinerari di visita, con l’opportunità di rivendita di titoli per concerti, spettacoli, eventi sportivi e altro”.

Comments

comments

  • patroclo

    un bando per gestire una specie di cesso soffocante, ma chi ci dovrebbe lavorare là dentro ma soprattutto, chi dovrebbe andarci a chiedere informazioni ? dove sta Latina, a 9 km, e per andarci ? prenda l’autobus….

  • Italia

    E quello sarebbe un lavoro?? 8 ore senza fare un ca..o

  • piazza moro

    A parte il tipo di lavoro offerto, la mia domanda e’ ma quanti turisti scendono dal treno qui a Latina ? ho fatto spesso questa domanda ma non ho mai trovato risposte

  • BASTIAN CONTRARIO

    L’unica gara da fare è quella per l’abbattimento, ma quali informazioni turistiche…cosa c’è da vedere a BUCERTA (incrocio tra Bucarest e casERTA), ormai Latina non c’è più, il mare non c’è mai stato,le Terme una chimera finita male e..i paesi dei Lepini che fanno le Sagre con i prodotti provenienti da altre parti..Sezze senza carciofi, Maenza con le ciliegie di Caserta…MA QUALE TURISMO…via quel mostro di travertino davanti ad un edificio di fondazione.VERGOGNA!!!

  • kavalletta

    Al posto dell’info point andrebbe benissimo un cesso pubblico con annesso cartello del nome del grande promotore, Tiero.
    Allevierebbe tanti bisogni idraulici dei viaggiatori.

  • Dredd

    quelle poche bellezze naturalistiche le stanno massacrando, chi può venire da queste parti? …..a si si un idea, promuoviamo sabotino e le radiazione nucleari per abbronzarsi velocemente e gratis!!!

  • Cittadino di Latina

    Chi vive in un palazzo Incis a Latina (es: quelli di Viale Mazzini vicino il liceo classico), se deve rifare il muretto perimetrale deve sentire la Sovrintendenza.

    Questo perché, giustamente, si tratta di palazzi di fondazione (a mio avviso tra i più belli) e vanno tutelati.

    Ora mi chiedo, come è stato possibile costruire un affare del genere davanti la Stazione di Latina-Littoria.

    E questi sarebbero di destra … … …

  • Dredd

    ecco bravo CONcittadino di Latina, qualcuno lo domandi formalmente alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Latina e Frosinone, con sede a Latina Piazza Celli n°1.
    Oppure inviate una e-mail per avere chiarimenti.
    In quegli uffici ci sono i responsabili del procedimento, avranno avuto le loro ragioni per rilasciare il Nulla Osta al Comune di Latina.

  • Dredd

    quelli che segnano negativamente i commenti non hanno il coraggio d’esprimere il loro democratico dissenso?

  • italo

    premesso che non mi piace latina, che la citta’ è sporca , mal tenuta , piena di buche ecc ecc, pero’ mi sembra che un infopoint sia necessario per illustrare quelle parti della citta’ che salvo, piazza del popolo, piazza del quadrato, corso della repubblica , i borghi, e il circondario, norma , cori, bassiano ninfa.
    non siamo dei disfattisti!!!!

  • Dredd

    @ ITALO, credo che nessuno sia contrario ad un INFO POINT per promuovere il territorio ed agevolare il turista, è il posto che non va bene, la stazione e la piazza sono un patrimonio storico e culturale sottoposto a vincoli paesaggistici ed architettonici, quindi …..

    Se la pubblica amministrazione non sa gestire o consevare tutelare valorizzare questa ricchezza allora il cittadino qualunque si sente autorizzato a fare quello che gli pare anche in Piazza del Popolo in pieno centro storico.

  • Paris

    per come si legge nel bando nella parte finale ” si possono vendere biglietti per eventi e spettacoli ” forse mi trasformo in mago_ indovino ……
    via dei pub………….auguri a tutti i concorrenti……..

  • Quantum

    per Dredd, infatti questa è come una piazza virtuale dove tutti o quasi chiaccherano bla bla bla parole che lasciano il tempo che trovano, come tra amici al bar del centro o sotto casa a lamentarsi (giustamente) dei disservizi, degrado urbano, delle ingiustizie, delle scelte sbagliate della amministrazione comunale con santa ragione intendiamoci, ma poi vorrei sapere quanti di loro approfondiscono l’eventuale problema per avere cognizioni e tentare di risolverlo.

    Quando fu approvato il progetto dell’info point, manifestai diversi dubbi con diverse persone in tutti gli schieramenti e con alcuni esponenti di tre associazioni locali, motivando tecnicamente la scelta sbagliatissima, dal punto di vista economico alcuni mi diedero ragione ma nessuno cercò di capire ed approfondire il problema dell’impatto paesaggistico dell’opera, quindi lasciai stare perchè troppe volte mi son trovato impegnato da solo in battaglie sacrosante.

    Ora il bla bla bla dopo che il danno è stato fatto non serve a nulla, sarebbe meglio prevenire che curare, ma in questa città pare non freghi niente a nessuno.

  • Cittadino di Latina

    Quantum ha perfettamente ragione.

    Purtroppo a Latina la partecipazione attiva è sempre stata una quasi perfetta sconosciuta. E chi ci ha provato ne è uscito spesso demoralizzato.

    Però non è detto che, anche da qualche chiacchiera da bar, possa prender piede qualcosa. D’altronde c’è poco da fare, questa è casa nostra.

  • Il PELO NELL’UOVO

    Cari politici, non nascondetevi dietro le quattro mura di cemento dell’infopoint costruite anche male e nel posto sbagliato. Questo infopoint è stato costruito abusivamente e bisogna abbatterlo , e state attenti ! perche’ vi puo’ cadere addosso schiacciandovi quella “capoccia” dura e ottusa che avete avuto per costruirlo a tutti i costi, dove non doveva essere costruito, facendo scempio di un piazzale antistante la stazione ferroviaria .
    L’infopoint , ripeto, bisogna abbatterlo ! per ripristinare il piazzale Lelia Caetani nato 80 anni fa cosi’ come era stato studiato e progettato dall’ Ing. Mazzoni. L’infopoint di latina scalo non serve e non servirà a niente. Il turista che viene a latina sa già dove andare, sa gia’ dove alloggiare, sa gia’ come muoversi,è gia’ informato. Grazie all’informazione di oggi che non è certo quella di 30 anni fa , internet ci permette con un click di conoscere gia’ tutto sui percorsi da fare ,

    Sarebbe stato molto piu’ comodo se nei locali dell’infopoint (visto che quelli delle ferrovie sono sempre occupati da barboni che dormono e bivaccano sui sedili della sala di attesa).

    Si fosse allestita una bella saletta biliardo e flipper per allietare l’attesa dei pendolari e non solo.
    E tra una buca e l’altra del biliardo e un game over del flipper, sgranocchiare qualche nocciolina e fusaglia , ospitando in un piccolo spazio dell’infopoint quel signore che li vende fuori dalla stazione con il triciclo e ombrellone e le luci a led. Questa sarebbe stata una bella idea.

    Il rilancio del turismo qualcuno ha detto che avverrà attraverso l’infopoint
    ma si rende conto questo politico incompetente della grande cavolata che ha detto.

    Adesso grazie a questo bando i problemi del turismo saranno risolti , creando nuovi posti di lavoro, con l’auspicio che non si applichi la solita politica del nepotismo abusivo.

MandarinoAdv Post.