Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Incidente in via Epitaffio, morto un ragazzo di 28 anni

Un ragazzo di 28 anni, Alessandro Iannarilli, è morto in un incidente stradale avvenuto questo pomeriggio lungo via Epitaffio, a Latina a pochi chilometri dalla sua abitazione di Latina scalo.

Poco prima delle cinque Alessandro viaggiava da solo a bordo di una Renault Clio di colore blu in direzione Latina, dalla parte opposta sopraggiungeva una Ford Fiesta, condotta da un altro ragazzo, di 36 anni. Una dinamica non semplice da ricostruire per gli agenti della polizia stradale: l’unica certezza è che le due auto si sono scontrate quasi frontalmente.

Coinvolto nell’incidente anche un ragazzo, rimasto per fortuna illeso che, a bordo di una Fiat Punto di colore bianco, provenendo da Latina scalo, ha impattato contro la Fiesta.

All’arrivo dei sanitari, il 36enne coinvolto nello scontro era cosciente: trasportato al pronto soccorso con un codice rosso ha riportato diversi traumi, tanto che la sua prognosi resta riservata. In seguito all’impatto è rimato incastrato tra le lamiere: per liberarlo si è reso necessario l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco.

Comments

comments

  • diego

    ma nooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!! via epitaffio maledettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!

  • Italo

    Vi prego sistemate le nostre strade…R.I.P.

  • diego

    ora cerco di fare un elenco delle vittime di via epitaffio a mia memoria:( aiutatemi anche voi)
    renault 5 gt turbo contro un albero, muoino 5 ragazzi, se non sbaglio era tipo il 92, valentino M. prende un albero alle 3 di notte e muore carbonizzato all’interno,
    Simone B. esce di strada e muore, Diego S. albero e si ribalta, diciassettenne in motorino vicno alla lancia, ancora ci sono i fiori, me ne ricordo almeno altri 2 ma non le circostanze…facciamo un elenco di questi poveri ragazzi: io ne ricordo 11. Se non sbaglio la settimana scorsa una ragazza ha rischiato la morte…. quanti altri ancora?

  • try

    si va bene ma la dinamica degli incidenti?
    esempio quelli sulla R5 Turbo li ricordo anch’io andavano ben oltre la velocità consentita, gli altri invece?

  • giovannic

    come ho detto precedentemente in un altro post invito il comune a mettere in sicurezza questa strada maledetta, non si può essere indifferenti a tanto. i nostri giovani vanno tutelati, POLITICI, ma come dobbiamo dirvi di mettere mano a quella mer…….a di strada? volete altri morti? citttadini tutti svegliamoci, manifestiamo il nostro dissenso con qualsiasi cosa. INVITO il signor Giovanni delle cave a farsi portavoce di questo grido di aiuto… ripeto non possiamo rimanere indifferenti all’ennesima tragedia, dieci giorni fa un’altra ragazza in quella maledetta strada è uscita di strada ed è andata a finire nel canale adiacente la via epitaffio e per fortuna non è deceduta…. POLITICI TUTTI, ricordatevi che quella strada la fanno anche i vostri figli, passatevi una mano sulla coscienza, spendete i soldi per metterla in sicurezza.

  • Il Giustiziere

    Se posso dire la mia, senza mancare di rispetto a nessuno, penso che oltre a sistemare certe strade(via epitaffio, tor tre ponti ecc..ecc..) bisognerebbe che tutti rispettassero i limiti di velocità, cosa che quando accadono certi incidenti, non pare siano rispettati, perchè un conto è fare un frontale a 50 km/h, un conto è farlo ad 80.

  • Alberto

    Io via Epitaffio la percorro tutti i giorni, e non mi sembra affatto pericolosa. Non ci sono curve, è bene illuminata. Il pericolo vero deriva dal comportamento che hanno tante persone alla guida: sorpassi azzardati, nessun rispetto per gli altri automobilisti, e così via.

    Invece che sistemare la strada che, ripeto, a mio avviso non ha particolare bisogno di manutenzione, forse qualche controllo in più da parte di carabinieri e vigili servirebbe ad evitare queste tragedie.

  • Marco

    io penso che alberto abbia ragione..la strada è ben illuminata e rispetto alla pontina dove ci sono voragini sembra un’autostrada…ragazzi diciamocelo sinceramente: si corre anche in città vicino ai giardinetti non rispettando le strisce pedonali figuriamoci su un rettilineo apparentemente sgombro..dove a volte si vedono controsorpassi!!!!!

    come mai quando inserito la patente a punti subito tutti erano attenti e dopo un pò..già non ci pensa più nessuno

  • I lavori per le “strade” a latina sono appaltate anche a “societuccie” riconducibili ai noti Rom, che immaginiamo bene che ne capiscono di viabilitá

  • ugo

    Giusto stasera una punto color verde militare spinta ad alta velocità ha lisciato di mezzo metro me e mio figlio di due anni. Penso che tale vettura sia ben nota agli abitanti del quartiere Q4. Cosa mi devo augurare? Che questo ragazzo di 23 anni la smetta di fare il pazzo con la macchina prima che succeda anche a lui (e magari ci vada qualche innocente di mezzo?)
    Le strade vanno sistemate, è vero, ma il codice della strada va osservato. E se fosse osservato sul serio ci sarebbero MOLTI MENO incidenti.

  • stefano

    Ciao alessandro… non meritavi questo !!

  • andrea

    Nelle strade in genere ce una forte maleducazione di come si dovrebbe portare un veicolo ci sono autisti di pulman che guidano e con le mani hanno il cellulare mandano messaggi e cosi anche automobilisti si corre troppo velocita’ da matti sorpassi azzardati guide spericolate e passano con il rosso e poi ultimamente l’essere umano ha sempre piu’ fretta e non si sa dove vuole andare a far solo danni a se stesso ed agli altri e poi ce gente che guida che magari ha assunto sostanze stupefacenti gente che guida che ha messo nel corpo una quantita’ eccessiva di alcol e poi ci sono i distratti i spadati i tonti che piu’ ne ha piu’ ne metta una vera giungla sono diventate le strade ed io dico sempre posti di blocco controlli controlli controlli si ripianerebbero i debiti comunali con le contravvenzioni.

  • Paris

    Se la giustizia funzionasse , sicuramente molti genitori non piangerebbero i loro figlie e la parola amnistia scomparirebbe dai dizionari dei politicanti ed anche l’omicidio colposo ( per sbronza, droga, bullismo, etc.etc. )….
    Dimenticavo ora si guida a 17 anni…………..dopo domani a 16…poi appena nati….
    viva le l’ hobby delle case automobilistiche.

  • giovanni

    Al signor sindaco di Latina On. Giovanni Di Giorgi

    Via Epitaffio, la strada della morte colpisce ancora

    Oggi un ragazzo di 27 anni ha perso la vita. Ma quanti ne devono morire perché qualcuno intervenga sul serio?
    Si parla spesso di stragi del sabato sera, di ragazzi che escono dalle discoteche ubriachi e drogati e che si mettono alla guida sfidando la sorte e pensando :”…perché oggi dovrebbe toccare proprio a me ?…”.
    Poi si legge sui giornali che si sono ammazzati o peggio ancora che hanno ammazzato qualche innocente a causa della velocità o del loro stato psicofisico alterato dall’alcool, dalla musica, dalla droga.
    Avete mai fatto caso a quante lapidi e mazzi di fiori si possono contare ai margini di questa strada?
    Erano forse tutte persone ubriache o drogate che in un modo o nell’altro prima o poi si sarebbero giocate la vita?
    Credo proprio di no! Anzi credo sia proprio l’opposto.
    Nel 2004 l’allora Assessore ai Lavori Pubblici Marino Di Girolamo dichiarava : “interveniamo per la messa in sicurezza di Via Epitaffio, con interventi immediati per la manutenzione della strada, verranno installati nuovi guard-raill e potenziare tutta la segnaletica stradale”.
    Dopo otto anni assistiamo ancora a una carneficina di vite umane.
    Questa Associazione, riconosciuta quale ente esponenziale di promozione sociale per la tutela di interessi collettivi alla vita e alla salute sulle strade, chiede con la massima urgenza al sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi la messa in sicurezza della suddetta strada.

    Latina 17/04/2012
    il Vice Presidente Nazionale
    Delle Cave
    (Papà di Eros)

  • GIOVANNIc

    grazie signor giovanni delle cave per il suo intervento, l’augurio per tutti noi è che il suo lodevole invito venga finalmente accolto dai nostri amministratori pubblici che lo ricordo hanno anche loro dei figli da tutelare.. i nostri giovani vanno tutelati, troppi morti ci sono sulle strade e soprattutto su questa maledetta strada. non si può rimanere a braccia consorte per tutto quello che sta succedendo in via epitaffio!!!!!!!

  • Stefano

    Tanto rammarico x altra giovane vita spezzata …personalmente quella strada mi ha portato via tre amici e ogni anno le tragedie si susseguono……ho letto un po le discussioni e devo ammettere che avete un po tutti ragione…….la strada é piena di buche e penso che tante vite potevano essere risparmiate se ci fosse un guardarail….gli alberi sono fonte di vita ma in questi casi sono micidiali!
    nello stesso tempo pero é bene sottolineare che in italia e in particolare a latina vedo quotidianamente follie alla guida ……….ho un benzinaio al centro di latina con una scuola elementare a cento metri e a volte sfrecciano a cento all’ora …..ma basta girare x latina x vedere queste scene di follia……mi sembrano + pericolosi questi soggetti di chi magari si beve una grappa…e dico una grappa e rischia il ritiro della patente…..dovrebbero…….gli uomini in divisa….massacrare tutti …fare attenzione di piu a chi ha frequenti crisi al volante……e magari punzecchiare anche quei migliaia di ragazzini che girano in motorini col casco slacciato….xche va di moda…xche se no sembri un “sarchia”……….sarebbe compito dei “tutori della legge”salvaguardare chi guida …ma fanno finta di guardare spesso!
    r.i.p. Voi vittime dell’ignoranza e del malcostume

  • olim palus

    stefano ha ragione. io vivo alla lottizzazione cucchiarelli e vorrei farvi vedere che piste automobilistiche strade come via lazio, via emilia o la stessa via dell’agora diventano passata una cert’ora (e neanche troppo tardi, pergiunta). le strade a latina sono pietose ma non credete che l’educazione stradale della stragrande maggioranza dei latinensi sia migliore.

  • pasquino

    Finchè ci saranno certe teste al volante, non esisteranno mai strade sicure…..

  • lucky

    E di tutte le buche e voragini che si sono aperte nelle strade di Latina in questi 5 giorni di pioggia? E’ tutta una toppa qua e la, mai un rifacimento come si deve… Negli anni 80 Latina aveva le strade con la migliore manutenzione tra quelle del sud Pontino ora direi che siamo ai livelli di Caserta o hinterland Napoletano. E non parlo della Q4-Q5, ma del centro, come la circonvallazione, la via delle autolinee nuove fino a Borgo Piave e Via del Lido. Via Epitaffio è nella stessa identica situazione: tombini, radici degli alberi, segnaletica guardrail inesistenti e decine di intersezioni a raso senza segnaletica.

  • luca

    Innanzi tutto grande cordoglio alle famiglie per la perdita dei propri CARI.Poi tanto per entrare in discussione ,anche io ,pendolare da 10 anni, ne ho viste di tutti i colori,autobus di linea che ti sorpassano macchine contro mano che se ne fregano se arrivi tu dall’altra parte e DEVI scansarti se no non lo racconti, ecc… chi più ne ha più ne metta.§Gli Autovelox, utili ma solo paliativi usati spesso solo per fare cassa.E i Vigili? Razza ormai ESTINTA , dicono di averne visto qualcuno passeggiare in auto al mare o a fare colazione in qualche BAR. Italia …bullupaese.

  • Claudia

    Si fanno tanti sorpassi perchè il treno sta partendo,e noi siamo in ritardo….Oltretutto sorpassiamo anche il pullman.

  • giacinto

    Si, le strade fanno piangere è vero…. ma questo è un dato di fatto è sono gli automobilisti che dovrebbero guidare in funzione di questa carenza… Spiace dirlo, ma la colpa del 99% dei sinistri è soltanto dei singoli automobilisti. Ci vorrebbero investimenti nell’educazione stradale prima ancora di favorire la vendita, ad esempio, di Microcar o di dare la possibilità di guidare già a 16 anni

  • giacinto

    Ovviamente esprimo la mia vicinanza e solidarietà ai parenti delle vittime stradali…

  • GIOVANNIc

    daccordo con tutti, ma statisticamente la via epitaffio è un epitaffio, scusate la ripetizione; quindi va messa in sicurezza, non c’è altro da dire, solo sperare che qualche buon politico, se ancora ce ne fossero, faccia qualche cosa. latina scalo ha diversi politici, anche importanti il presidente del consiglio comunale, nicola calandrini ed anche stefano galetto, addirittura alla regione. il nostro invito a loro è di tenere conto di questi numerosi post per fare qualcosa, non si può rimanere a guardare inermi ed attendere che qualche altro povero ragazzo/ragazza muoia.

  • giovanni

    signor giacinto e sicuro di quello che dice

  • Alex

    questa strada la percorro minimo quattro volte al giorno e posso dirvi che se percorsa anche ad andatura moderata (tipo 70/ 80 km/h e quindi anche al di sopra del limite imposto), non è assolutamente pericolosa, è una comune strada con una corsia per senso di marcia come ce ne sono migliaia in tutta Italia…
    Il problema sono: alta velocità, sorpassi azzardati, mancato rispetto delle distanze di sicurezza, distrazione (cellulari e quant’altro!!!) e cosa più grave guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di sostanze stupefacenti…e poi, a volte, di stare nel posto sbagliato nel momento sbagliato…,
    Così come è strutturata la strada non vedo la possibilità (da uno che di strade ne capisce, sono ingegnere stradale) di importanti interventi di messa sicurezza se non nel potenziamento della segnaletica (che serve a poco in Italia!!!!!).
    Certo l’adeguamento per una soluzione ottimale sarebbe new jersey centrale e barriere laterali, previo allargamento delle carreggiate, ma devono essere eliminati gli alberi, pertanto progetto oltre che costosissimo e quasi impossibile da realizzare (trovate un ambientalista che autorizzerebbe il taglio!!!)….
    Senza il taglio l’installazione di barriere guardaril a ridosso dei pini sarebbe controproducente: le barriere hanno una deformazione strutturale e siccome i pini sono vicini alla carreggiata le barriere perderebbero la loro funzione (si possono installare quelle più rigide che per i motociclisti sarebbero solo più pericolose) e poi per l’incidente di ieri non sarebbero servite a niente… installazione solo di new jersey centrale???? allora bisognerebbe allargare le carreggiate e di conseguenza tagliare tutti i pini.
    Pertanto va realizzata una nuova strada (vedi la Mare – Monti) al più presto possibile per alleggerire notevolmente il traffico su Via Epitaffio!!!!!

  • giovannic

    caro alex lei che di strade se ne intende, guardi e prenda esempio, e sì, proprio l’esempio della città di palermo, la via che dalla favorita porta alla spiaggia di mondello, una volta definita strada ad alta incidentalità, ora non più grazie al guard rail centrale, se così si può definire. lì la carreggiata è rimasta della stessa larghezza nonostante l’intervento e l’ulteriore esistenza degli alberi ai lati della strada. forse non è così impossibile realizzare quanto noi tutti ci auguriamo: LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA DI VIA EPITAFFIO.

  • Alex

    Scusi Gionanni c, ma la Via che dice Lei è Viale Diana, Via Margerita di Savoia?… perchè se è quella mi dispiace dirle che nn ha niente a che vedere con Via Epitaffio.. x prima cosa ha complessivamente quasi il doppio della larghezza di Via Epitaffio, tanto che anche con il guardarail installato sulla corsia x senso di senso marcia quasi vi passano due macchine affiancate.. e poi sinceramente su alcuni tratti hanno lasciato scoperti i pini al lato della strada, quindi se uno sbanda li centra in pieno e sicuramente nn fa una bella fine!!!
    mi dispiace contraddirLa, ma le le caratteristiche sono completamente diverse…

  • giovannic

    non è assolutamente vero ciò che dice, ci sono passato nel mese di dicembre dello scorso anno in occasione di un viaggio in sicilia e mi spiace contraddirla ma quella strada non ha i pini ma altri alberi di alto fusto ai lati di ogni carreggiata, protetti da altrettanto guard-rail ai lati – a doppio senso di circolazione. la strada, non ricordo come si chiama, ma le ho dato le caratteristiche necessarie per individuarla, è analoga a via epitaffio come larghezza. il mio è solo il disperato grido d’aiuto che purtroppo non raccoglie i suoi frutti, lei potrà avere tutte le competenze tecniche ed ingegneristiche per affermare le sue idee, ma una cosa me la deve consentire: non le sembra che ci sia troppa indifferenza da parte delle autorità politiche locali in simili drammi? oggi percorrendola per andare a lavoro mi chiedevo quanti altri morti dovranno esserci per prendere in seria considerazione una richiesta d’aiuto.

  • Alex

    Guardi la strada di Palermo che dice Lei è la stessa che dico io.. forse nn si ricorda bene ma ci sono anche i pini e altre essenze arboree… nn so il lavoro che fa Lei, ma tecnicamente Le posso affermare con assoluta certezza che il contesto delle due strade è completamente diverso, in primis la larghezza delle carreggiate….sicuro. Via Epitaffio è molto più stretta… new jersey centrale e barriere guardrail insieme, se nn si tagliano i pini, è veramente difficile da realizzare (la strada sarebbe un imbuto nn a norma e le macchine dovrebbero camminare sul margine estremo della carreggiata sulle
    radici dei pini ) e nn è nenache tecnicamente possibile installare solo uno o solo l’altro (che facciamo speriamo che se uno sbanda sbanda nel lato dove è protetto????)
    Poi concordo con Lei a livello umano che forse si poteva fare qualcosa di più… anche se nn è facile…

  • giovannic

    @Alex. Per diritto di replica, poichè la nostra discussione si basa su dati non oggettivi, Le rispondo che rimango della mia idea, anche se tale confronto tecnico non porta a nessun risultato. Voglio però ribadire che nessuna amministrazione pubblica, innanzi a tali e tante disgrazie, può rimanere indifferente, cosa che purtroppo nella fattispecie accade. Non sono d’accordo su quanto Lei dice che a livello umano si poteva fare qualcosa in più anche se non è facile, perchè chi ci amministra ha l’obbligo di garantire la sicurezza ai propri cittadini e mai arrendersi innanzi alle difficoltà, anzi dovrebbe essere addirittura più stimolante intraprendere iniziative per la salvaguardia del bene comune. Rinnovo pertanto l’invito ai nostri amministratori pubblici di mettere in sicurezza la strada maledetta, intraprendendo ogni iniziativa ritenuta utile ad evitare ulteriori perdite di vite umane.

  • Quantum

    il tutto si riconduce al problema dell’educazione e saper rispettare le regole, la causa degli incidenti stradali causati dal fondo stradale degradato dalla scarsa segnaletica o per guasto meccanico sono un numero minore rispetto a quelli causati per il mancato rispetto del codice della strada, che in sintesi è prudenza e buon senso.

  • GIOVANNIc

    Quantum il dato di fatto è che l’incidente, accaduto verosimilmente a causa della velocità eccessiva dell’altro mezzo e/o ad un malore del conducente, ha provocato la morte di un ragazzo che per una tragica fatalità si trovava a passare di lì in quel momento (P.S.: potrebbe accadere ad ognuno di noi).

  • Quantum

    è vero GIOVANNIc, sono d’accordo con te, ma queste sono tragiche fatalità causate sempre da esseri umani che consapevolmente o inconsapevolmente commettono fatali errori.

    Le pubbliche amministrazioni locali oltre ad occuparsi della corretta manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità con tutti gli annesi e connessi, segnaletica orizzontale e verticale illuminazione ecc.. non saprei cosa altro potrebbero fare per evitare le stragi sulle strade, promuovere campagne pubblicitarie sulla sicurezza stradale, ma chi lo farebbe forse il Ministero dell’istruzione attraverso l’istituzione scolastica?

    Pare che con le nuove Leggi questo Governo voglia inasprire le pene per chì provoca incidenti stradali trasformando il reato da omicidio colposo a preterintenzionale, sarebbe giusto visto che molti casi chi guidava era in uno stato psicofisico alterato da tanti fattori esterni.

    Ma il problema rimarrebbe tale e quale, visto che è sempre riconducibile alla cultura e responsabilità di ogni singolo individuo.

  • GIOVANNIc

    Perchè Quantum vuoi dire che la nostra amministrazione pubblica si occupa di corretta manutenzione delle strade? Ma hai visto in che condizioni sono le strade, nella nostra città? forse ti è sfuggito o forse non le percorri abbastanza? Scusa l’insistenza ma mi viene spontaneo dire che quest’amministrazione non può rimanere a braccia conserte con le decine di nostri ragazzi morti a causa di quella strada maledetta. Tempo fà in detta via vi era piazzato un indicatore di velocità che quantomeno ti segnalava la velocità sostenuta e forse funzionava come deterrente psicologico per fartela diminuire e quindi evitare il dramma….
    Bè, quell’apparecchio non funziona più da un bel pò di tempo!!!!
    Già da queste piccole cose traspare l’indifferenza della nostra amministrazione!

  • Quantum

    si hai ragione, spesso critico le scelte sbagliate e scellerate della nostra amministrazione quando opta per costruire nuove arterie stradali anzichè porre in sicurezza le esistenti quasi in stato d’abbandono, il commento precedente era in astratto, cioè anche se avessimo le migliori strade d’Italia gli incidenti non diminuirebbero, le automobili sono come le armi da sparo, prima o poi qualcuno le usa per uccidere anche per un tragico sbaglio-incidente, gli automobilisti fanno lo stesso con le proprie auto, circolano incuranti della pericolosità dello strumento-macchina che hanno tra le mani.
    Tutto si riconduce alla coscienza di ogni singolo individuo.

  • Il Giustiziere

    Piccola Provocazione: provate a percorrere, tutti nessuno escluso, via epitaffio rispettando il limite di velocità, a non sorpassare, a non parlare al telefono.
    Secondo voi ci sarebbero ancora incidenti mortali?

  • GIOVANNIc

    Accolgo la tua provocazione, ma ciò non toglie che l’amministrazione pubblica debba manutenzionare la strada, altrimenti il dissesto stradale potrebbe lo stesso provocare gli incidenti, non ti sembra?
    Quello che voglio far capire, ma mi accorgo che non c’è la volontà da parte di qualcuno a comprendere, una buona parte delle responsabilità ricade anche su chi ci amministra, soprattutto se rimane indifferente e non prende in considerazioni le richieste di aiuto dei cittadini, come lodevolmente rappresentato nel post dal SIG. GIOVANNI DELLE CAVE, anche lui genitore-vittima di una tragedia stradale.

  • Quantum

    caro Giovannic,
    proprio perchè le nostre strade sono disastrate e pericolose si dovrebbe da parte di tutti utilizzare prudenza e più attenzione, o meglio, non è razionale ne logico pensare che se la pubblica amministrazione non manutende abbastanza la viabiltà io non debba rispettare il codice ed avere buonsenso.
    E con questo non voglio giustificare la negligenza delle Amm. Pubbliche, ma sottolineare che la maggior parte degli incidenti automobilistici sono causati da errori o fattori umani.

MandarinoAdv Post.