Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Roma-Latina, Radicali chiedono commissione d’inchiesta

«Anche alla Camera dei Deputati, i parlamentari Radicali, hanno depositato la richiesta di istituzione di una commissione d’inchiesta sulla Roma-Latina, come già fatto da noi in Consiglio regionale, affinché sia fatta luce su una vicenda che da anni vede contenziosi legali con ingenti oneri a carico dei cittadini laziali e praticamente nulla della grande opera autostradale». Così, in una nota, i consiglieri regionali Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo, Lista Bonino Pannella Federalisti Europei.

«È necessario che vengano appurate le responsabilità politiche e amministrative e gli effettivi oneri in parte sostenuti, in parte a rischio di accertamento relativamente ad una grande opera che nel tempo è stata sempre definita, dai diversi governatori, una grande opportunità per la regione, ma che ancora di fatto non è partita – continuano -. Questa Commissione di inchiesta, che potrà procedere alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria, dovrà procedere al recupero di tutta la documentazione esistente in relazione alla costituzione della Arcea Lazio spa e della Autostrade del Lazio spa, alla scelta dei soci privati, alla documentazione relativa alla progettazione dell’opera ivi compresi i dati relativi agli oneri sostenuti, nonché ai ricorsi pendenti. La commissione potrà richiedere l’audizione di componenti della Giunta regionale e convocare i soci, gli amministratori, i componenti degli organi di revisione contabile, nonché i dirigenti e funzionari delle società, siano essi in carica o cessati dal mandato alla data di entrata in vigore della legge di istituzione della commissione stessa, nonché consultare ed acquisire ogni utile informazione anche da parte di privati cittadini».

Comments

comments

  • CATONE

    La Pontina e’ sufficiente cosi, Basterebbe fare gia da Aprilia una serie di Svincoli e Uscite per le varie localita’ di Roma ( Appio, Nomentano, Laurentino ecc) cosi gia da Aprilia il traffico entrante verrebbe snellito abbondantemente, anziche convogliare e costringere tutto sull’EUR, Li ci arriverebbe si e no il 30% dell’attuale Traffico, Gestibilissimo con l’attuale Struttura. Se non si faranno queste Opere che peraltro sono meno invasive, impattanti oltreche molto meno costose, la Pontina la si potra’ anche quadruplicare ma il Problema non sarebbe affatto risolto poiche’ graverebbe come adesso tutto sull’EUR che per ovvi motivi fisici piu’ di tanto non puo’ Recepire. E lo so’ che cosi facendo si RISPARMIEREBBERO un Mare di Soldini Pubblici’ Ma e’ proprio questo quello che non si Vuole, I NS. SOLDI invece cosi finiranno nelle SOLITE TASCHE, E OLTRETUTTO I SOLITI NOTI INTASCHERANNO ANCHE LE RENDITE DA GESTIONE DEI PEDAGGI A CUI SAREMO SOTTO POSTI. A roma ci vanno una marea di Pendolari ogni Giorno che vanno a guadagasse la pagnotta per quattro Euro, questi INFAMI ci vogliono far pagare anche l’aria.

  • Mimmo

    Sono un pendolare e da 4 anni “combatto” con la Pontina. Lo stato di degrado e i livelli minimi di sicurezza di questa strada sono allucinanti…ultimamente sembra esserci stato qualche piccolo e timido segnale relativo alla messa in sicurezza di alcuni tratti. Ma non basta affatto, si può fare molto di piu. Anche io concordo nel fatto che si possa tranquillamente adattare l’attuale percorso senza andare a spendere soldi inutili per fare altre opere. Basterebbe veramente poco. Siamo stufi di fare file kilometriche ogni giorno e viaggiare a rischio.

  • pasquino

    Mi dispiace ma non sono affatto d’accordo con voi.
    Secondo me la nuova strada serve e aggiungo anche la messa in sicurezza della Pontina.
    Ha detto bene Catone, a Roma ci vanno una MAREA di pendolari, ed i rallentamenti ( che si trasformano in stop chilometri dietro) avvengono non solo per l’inevitabile imbuto all’EUR, ma anche a causa dei molteplici innesti/uscite.
    Non parliamo poi degli inevitabili tamponamenti che accadono. Senza una corsia di emergenza è una strada da pura follia.
    Che il problema non sia solo l’imbuto dell’EUR, lo si comprende quando, in certi orari si fa la Pontina in senso inverso. stesse file stessi ingorghi e TROPPO tempo passato in macchina per lavoro.

    saluti

  • GIOVANNIc

    a proposito di pendolari, ma non se ne parla più del progetto parcheggio di sermoneta, è forse anche questa un’opera passata in cavalleria? ma che per caso sono finiti i soldi????? oramai il cantiere è completamente abbandonato, un’altra opera pubblica incompiuta………

  • Lucky

    Io sulla Pontina ci percorro tutti i santi giorni almeno 50km per recarmi al lavoro ad Aprilia da Latina. E già allucinante fino ad Aprilia, mi immagino gli sfortunati che devono recarsi a Roma. L’autostrada va fatta, è un segno di civiltà oltre che necessario per aumentare veramente la sicurezza. Gli svincoli in ingresso ed uscita di Pomezia non rispettano nemmeno le più piccole norme sulla sicurezza. Le uscite di Aprilia andrebbero migliorate. La strada di notte è un imbuto nero. Ma come si fa a dire che va bene così????? Preferisco spendere poi qualche euro ed evitare di vedere i ciclisti o i carretti sulla strada piuttosto che stare in coda ore ore e spendere gli stessi euro per la nafta nonchè inca**armi perchè viaggiano tutti a sinistra all’inglese a 60 all’ora dove ci sono i 90.

MandarinoAdv Post.