Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Rave party, arrestato a Roma un pusher di Latina

Nove pusher rintracciati in 24 ore seguendo la pista dei rave party. Gli agenti del reparto Volanti della Questura di Roma hanno effettuato un blitz all’interno di un appartamento di via Bernardo Buontalenti, nel quartiere Prenestino, dove sospettavano si confezionasse e smerciasse stupefacente. Il sospetto, divenuto certezza, ha portato all’arresto di 4 giovani, tra cui una ragazza.

L’intervento degli agenti ha colto di sorpresa i presenti e uno di loro, D.R.S., 21enne originario di Latina, ha gettato un involucro dalla finestra, poi recuperato sul terrazzo, contenente alcuni grammi di oppio.
L’immediata perquisizione dell’appartamento, ha permesso quindi il ritrovamento di circa 50 gr. di Ketamina, alcune dosi di eroina, 3 bilancini di precisione, oltre a oltre 2.500 euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività. Arrestati C.S., 25enne calabrese e E.F., una 23enne di origini siciliane,
presenti nell’appartamento di via Buontalenti e trovati in possesso di sostanza stupefacente.

L’indagine è poi proseguita con la perquisizione dell’abitazione di M.L., una 28enne di origine napoletana, in quel momento presente alla ‘riunionè. All’interno della cucina della ragazza, i poliziotti hanno trovato un barattolo contenente 20 grammi di pasticche di mdma. I 4 giovani, accompagnati negli uffici di Polizia, dovranno ora rispondere per il reato di detenzione ai fini di spaccio.

Ieri mattina sono stati poi arrestati 2 pusher poco più che ventenni, nella zona di Montesacro. In entrambi i casi si tratta di giovani incensurati. Uno è stato fermato a bordo della sua auto, all’interno della quale deteneva, oltre ad alcune dosi di hashish e marijuana, anche un bilancino di precisione. L’altro, invece è stato raggiunto direttamente a casa, dove gli agenti hanno sequestrato 25 gr di hashish, alla presenza della madre del ragazzo.

Più “navigati”, invece, i 2 ragazzi arrestati in zona Monte Spaccato. I fratelli G.G., 19 e 25 anni, già da tempo noti alle forze dell’ordine, sono stati nuovamente sorpresi dagli uomini delle Volanti. Dalla perquisizione domiciliare, nella casa dove i due fratelli convivono, gli agenti hanno trovato un vero e proprio bazar dello stupefacente. In casa sono stati sequestrati complessivamente circa 350 gr di marijuana, 9 gr di cocaina e ben 10.500 euro in contanti, probabile provento dell’attività illecita.

Gli agenti hanno trovato anche l’attrezzatura utilizzata per il confezionamento dello stupefacente, bilancini di precisione, telefoni cellulari e un taccuino con entrate, uscite e nomi dei clienti. Finito in manette anche C.E., 36enne originario di Grosseto. Nel suo appartamento, nel quartiere Salario, gli agenti hanno sequestrato 2 kg. di marijuana.

Comments

comments

  • CATONE

    A Latina una bella piazza pulita di questi infami andrebbe fatta, guardate che ce ne sono tanti e tante Famiglie Insospettabili, proprio come le Automobili e SUV di grossa cilindrata, che in Paese dove stanno chiudendo pressoche’ tutte le Aziende e Multinazionali e dove c’e’ per questo una disoccupazione con percentuali a DUE CIFRE di netto superiori alla media Nazionale…. non si capisce questo tenore di Vita cosi’ alto come possa essere mantenuto. A meno che non si voglia pensare che gli Sceicchi del QATAR si siano trasferiti tutti a Latina.

  • CATONE IL FALSO

    CATONE il vero con questo commento hai defecato fuori dalla tazza,ossia che vero’ e’ che ci sono tanti SUV DI grossa cilindrata, con i proprietari che denunciano 10mila euro l’anno di stipendio,ma non e’ con la droga che li comprano.
    GLI arrestati di cui sopra dice l’articolo spacciavano chetamina,eroina ,droga generalmente usata nei rave party e nei centri sociali .
    QUindi sicuramente di estrazione anarchica ed estrema sinistra…

MandarinoAdv Post.