Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Tentata estorsione a un ristoratore, in manette giovane Di Silvio

Dacci un po’ della tua merce e noi ti garantiamo la tranquillità. Non sarebbe voluto scendere a patti il gestore di una tavola calda di Latina di fronte alle richieste di un 20enne, tratto in arresto questa mattina dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile.

Antonio Di Silvio, appartenente alla nota famiglia rom del capoluogo, è finito in manette per tentata estorsione in concorso. Un altro giovane che lo avrebbe accompagnato, è stato denunciato.

I fatti si sarebbero consumati nei primi mesi si febbraio, quando il ristoratore è stato avvicinato dai due ragazzini che gli avrebbero offerto la protezione del locale in cambio di prodotti in vendita.

L’uomo si è quindi recato dai carabinieri a denunciare il fatto. Di Silvio è stato arrestato e posto ai domiciliari.

Comments

comments

  • alceste

    Antonio, non ti preoccupare; ci vediamo fra un paio di giorni al caffè.

  • latinense

    Ma chi si credono di essere… GTA Latina city

  • E.

    Per come funziona la giustizia… Tanto fra due giorni esce fuori e torna a fare i comodi suoi. Ma sterminarli alla radice e metterli ai lavori forzati no?

  • CATONE

    Il Lupo Perde il pelo…. ma il Vizio…….Manco nascono e gia’ sono fradici incalliti. E’ proprio una questione di DNA, e inutile con questa gente ci sono solo due vie da seguire: o la PIROLISI o la SMOLECOLIZZAZIONE ,(come in Star Wars). Ma quanti sono? Gia’ Parecchi sono al Gabbio, ma quanti ne restano? Ma le divine quadrelle di Giove Pluvio…. Mai ….!

  • BASTIAN CONTRARIO

    SI DOVEVA TROVARE QUI A 6 KILOMETRI SOTTOTERRA!!! http://cnt.rm.ingv.it/data_id/2221742730/event.html

  • feccia

    certo finchè qualcuno come sto alceste guarda sta gente con ammirazione….sta gente continuerà a rompere e a fare il solito skifo

  • ANTONIO

    LATINA SENZA GIUSTIZIA VERGOGNA CHIEDIAMO IL CAMBIO DI TUTTO IL PERSONALE DELLE FORZE DELL’ORDINE E MANDIAMO VIA IL PREFETTO CHE NON E CAPACE DI FAR RISPETTARE LE REGOLE A LATINA NON CE PIU LA LEGGE .

  • the punisher

    30 anni fà erano 4 famiglie e rubavano galline ,adesso invece sono una moltitudine,si riproducono come i conigli e trà 10 anni altro che ndrangheta……………..spero che qualcuno lo capisca prima che sia tardi

  • sereno

    ma ancora comandano gli zingari a “LITTORIA” ma nonera la citta’ dei fascisti, quelli che non scappava la mosca al naso? ahahahah che ridere, siete ancora succubhi di quattro gitani che campano di estorsioni, al fuoco e finite la storia tanto polizia e carabinieri li mettono dentro e dopo 2 ore stanno fuori, tutto inutile

  • walter

    L’ironia di Alceste mi sembrava evidente, purtroppo la realtà dei fatti è che questi personaggi vengono fermati e denunciati spesso, ma poi li ritroviamo sempre in giro a far danni.

  • Andrea

    Comunque sia, bisogna fare i complimenti al ristoratore che ha denunciato il fatto… quando probabilmente ce ne sono altri che subiscono in silenzio

  • Marco

    ONORE A CRISTIANO TATARELLI E ALLA POLIZIA DI LATINA!

    GRAZIE DI CUORE!

    GLI ANIMALI VANNO I GABBIA!

  • Cittadino di Latina

    ma la politica tace … ?
    Perchè la Cittadinanza non si organizza e chiede una presa di posizione netta contro queste famiglie?

  • CATONE

    Caro Alceste, intanto oggi 29.02.2012 hanno liberato la Sigra Rosa condannata a DIcembre u.s.con patteggiamento per spaccio e detenzione di droga, a 1 anno e 6 mesi di reclusione. E oggi, A neanche DUE MESI DALLA CONDANNA, e’ stata SCARCERATAAAAA………….il Rampollo gia ben avviato nella carriera er’ ai Domiciliari?!?!?………… Ma che volete di piu’ dalla Vita?????? un Bazooka?????

  • quirino

    guardate poveri cretini che sia zingari che romeni hanno portato civilta’ in una citta’come Latina che vive di accattonaggio e di espedienti

  • sereno

    quirino……………….. Latina l’avete rovinata voi, la politica non e’ che tace e’ collusa, ricordate il giovane candidato da 1000 e piu’ voti?

  • giu

    Non riesco proprio a comprendere Quirino,quando mi parla di civiltà…..ma di cpsa parla?!?
    Degli zingari non è proprio il caso di parlare,basta leggere i giornali.
    Dei rumeni,possiamo dire che tutti quelli che sono a Latina e provincia non saranno ladri….ma una cospicua fetta si e anche questo caso basta leggere i giornali….allora iniziamo a mandarli ad espiare le loro pene in patria che già sarebbe un buon punto d’inizio…e poi si ragiona e si procede per gradi.

  • Goebbels

    Io dico che è giunto il momento di farci giustizia NOI cittadini, cacciamo sta gente tutti insieme!

  • GIOVANNI

    FIN QUANDO NON CI SARA’ LA CERTEZZA DELLA PENA STI DILINQYENTI SARANNO SEMPRE IN MEZZO AI C……..IONI!!!! E POI SE VERAMENTE SI VUOL FARE QUALCOSA UN’ALTRA COSA CI SAREBBE DA FARE, DIPENDE DALLA MAGISTRATURA, OSSIA LA CONFISCA, SOTTOLINEO LA CONFISCA (QUINDI IL SEQUESTRO DEFINITIVO) DI OGNI BENE INTESTATO A STI MALVIVENTI O LORO PRESTANOMI.

  • Cittadino di Latina

    Se si vuole affrontare la questione seriamente bisogna cercare di coinvolgere la politica (inchiodandola alle sue responsabilità) , le associazioni che si battono contro le criminalità organizzate (penso a Libera) e organizzarci tutti per sostenere chi denuncia questa gente.

    Parlare di giustizia fai da te, di zingari e rumeni, significa non voler affrontare il problema. Capisco la rabbia e gli sfoghi ma carissimi questi hanno solo nome: CRIMINALI (… e sono latinensi altroché…).

  • antiparassita

    sempre loro i rom ci vorrebbe una buona disinfettazione a base di piombo……

  • the punisher

    avete notato che adesso i rumeni oltre alle rapine hanno iniziato ad entrare pesantemente nel mercato dello spaccio di droga insieme ai nord’africani???? era prevedibile,i primi 2 passi utile è prendere un accordo col governo rumeno per far scontare nel loro paese i crimini commessi in italia,i zingari già a 20 anni iniziano con le estorsioni,figuriamoci quando ne avranno 30 cosa saranno capaci di fare,quindi io sarei per farli tornare in abruzzo e poi metterli su una bella nave della costa crocere e rimandarli da dove sono venuti un pò di anni fà

  • ale

    la legge dove stà……….

  • pasquino

    La vedo male, rimandiamo il problema e la cosa si aggrava.

    Soluzione: Procedura isdraeliana, distruzione totale dei beni posseduti, compresa la demolizione entro 5 giorni dall’aresto dei beni immobili di proprietà o riconosciuti tali. ( forse ci andrà di mezzo qualcuno, ma la democrazia non è mai perfetta)
    Cetezza delle pene e sopratutto certezza della DUREZZA delle pene, rimodulando il concetto di ” pena giusta”
    Interventi realmente efficaci tali da stroncare senza indugi, il fenomeno.
    Un esempio è lo spacciatore di droga, che per me è un assassino in quanto spacciando stupefacenti, ” spara ” una pallottola che va molto piu’ piano di quella sparata da una pistola, ma che non puo’ essere evitata e presto ucciderà.

    saluti

  • giu

    Il problema è serio,
    qui a Latina e nel resto dell’Italia,personalmente non credo che il rom che ha travolto e ucciso il vigile a Milano con un fuoristrada,fosse amico del sindaco di Latina o dei componenti del consiglio comunale….quindi.
    Concordo con tutti gli altri,lìoperato della magistratura in certi passaggi va rivisto,certezze della pena,mandarli ad espiare le pene nei paesi d’origine, ecc.ecc.

  • Cittadino di Latina

    e quale sarebbe il paese d’origine dei Di Silvio & compagnia bella?
    quale sarebbe il paese d’origine di chi gestiva i campetti da calcio in zona cimitero?
    quale sarebbe il paese d’origine di chi ha concesso (o non concesso e chiuso tutti e due gli occhi) certe autorizzazioni?

    Ah ragà sveglia!

  • Fabrizio

    MI RIFERISCO A TUTTI COLORO CHE HANNO MESSO UN SEGNO MENO AI COMMENTI…PER VOI è GIUSTO CHE QUESTO ZINGARI STANNO A LATINA?QUELLI CHE HANNO MESSO IL SEGNO MENO è UN SI…IO MI ALZO PRESTO LA MATTINA VADO A LAVORO E STACCO TARDI…PER COSA?PER FARMI PRENDERE IN GIRO DA QUEI ROZZI CHE STANNO IN GIRO DALLA MATTINA ALLA SERA AGLI ANGOLI DELLE STRADE A PARLARE CON UNA LINGUA DISGUSTOSA A FARSI GRANDI COME SE STANNO COMPLOTTANDO QUALCOSA DI MAFIA…LE CASE?COME LE HANNO AVUTE LAVORANDO ONESTAMENTE? SE è COSI LO DIMOSTRINO CON LE BUSTE PAGA E I CONTRIBUTI…MA LO SAPPIAMO TUTTI COME FANNO E NOI A GUARDARE..

    I TERRENI CHE SI RECINTANO E NESSUNO DICE NIENTE?LA PREPOTENZA CHE HANNO PERCHè NESSUNO GLI FA NIENTE? LE COSE GIUSTE DA FARE SAREBBERO TANTE CONTRO QUESTA GENTE INUTILE ALLA SOCIETà MA MANCA VERAMENTE UNA PERSONA CON LE “BALLE” CHE SI METTA A DETTARE LEZIONI DI GIUSTIZIA CHE NON Cè E NON CI SARà MAI

  • giovanni

    Bravo Fabrizio, io abito a latina da quando son nato, quasi cinquant’anni e ti posso dire che sti zingari a latina sono sempre stati trattati da signori e ti dirò di più, addirittura quando ero ragazzo qualche mio coetaneo faceva a gara per accattivarsi la simpatia di sta gentaglia….. è arrivata l’ora di isolarli, ma soprattutto un invito ai nostri signori politici: utilizzate qualsiasi mezzo pur di fermare i loro soprusi…. non li considerate dei poveracci, dandogli case, sussidi, favorendo pratiche pensionistiche, loro la crisi a differenza di noi non la vivono. chiedete ad acqualatina per curiosità se pagano le bollette e via dicendo………………

  • Cittadino di Latina

    Latina è terreno di infiltrazioni anche perché si respira un clima di accettazione della prepotenza. Da sempre.

    I primi a rispondere dello sfascio civile che c’è dovrebbe essere la classe dirigente. TUTTA: dai politici, agli imprenditori, ai liberi professionisti.

    Ora però emerge un’altra questione: cosa fare?

  • Dredd

    ma quanti sono in quella famiglia di brave persone? Ma insomma questi appena nascono già sanno cosa fare da grandi?

    A LATINA NON SE NE PUO’ PIU’ DI QUESTA GENTE, E’ ORA CHE LE FORZE DELL’ORDINE PREFETTO IN CAPO LIBERINO LA CITTA’ DA QUESTI BENEFATTORI !!!!!!

  • zigozago

    che schifo Scommetto che ora starà al mare….per come vanno le cose in questo paese

  • clinico

    li stanno arrestando tutti x fortuna, Dovranno costruire un carcere tutto x loro :-)

MandarinoAdv Post.