Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Urbania nel mirino, arriva un’interdittiva antimafia

Urbania, la società che gestisce i parcheggi a pagamento a Latina, è stata colpita da un’interdittiva antimafia dalla Prefettura di Napoli. Secondo le prime indiscrezioni il provvedimento interesserebbe una società consorziata con l’Urbania.

L’interdittiva antimafia mette a fuoco amicizie e contiguità in ambienti criminali, impedendo alle ditte su cui gravano indizi di avere rapporti contrattuali con la pubblica amministrazione. Proprio per questo motivo la prefettura di Napoli nei prossimi giorni potrebbe inoltrare la comunicazione alla Prefettura di Latina e al Comune di Latina che in quel caso non potrebbe far altro, visto l’ordinamento esistente, che sciogliere il contratto in danno del Consorzio.

“Infatti – spiega il gruppo del Pd di latina –  il D.Lgs. 163/2006 vieta la stipula o il proseguo nell’ esecuzione di un pubblico contratto in favore di una società che risulta interdetta per infiltrazioni camorristiche. Il comune di Torre del Greco nei giorni scorsi ha già sospeso il servizio con il consorzio Urbania proprio per queste motivazioni. Sulla vicenda di Urbania, il PD da mesi sta facendo un lavoro di controllo e denuncia. Abbiamo denunciato come Urbania non rispetti i termini contrattuali dei versamenti nelle casse comunali degli introiti dei parcheggi e inoltre non abbia mai pagato le penali previste dal contratto stesso.

Dopo le nostre denunce l’amministrazione ha stabilito con Urbania un piano di rientro dove la società che gestisce i parcheggi si impegna a versare nelle casse comunali i 531.470,30€ in 12 rate mensili, che sarebbero la parte spettante al comune degli introiti dei parcometri che Urbania deve ancora versare. Fino qui tutto bene. Peccato però che in quel piano non vengono mai menzionate le penali previste dal contratto. In sostanza l’art. 13 del contratto prevede “che per ogni giorno di ritardo nei pagamenti Urbania deve versare al comune 100€ di penale e le penali devono essere versate alla Tesoreria Comunale entro 15 giorni dalla comunicazione della sanzione; in caso contrario la somma verrà escussa dalla Fideiussione(che Urbania ha sottoscritto prima della firma del contratto) con l’obbligo di integrare la somma. Nel caso di recidiva nell’inadempienza, la penale verrà raddoppiata ed è facoltà dell’amministrazione richiedere la risoluzione del contratto”.

“Inutile sottolineare – aggiunge il gruppo politico – come il gruppo del PD da mesi sta cercando di invitare l’amministrazione comunale a contestare le suddette penali cosa che però non è mai avvenuta. Contestare le penali permetterebbe al comune di Latina, passati 15 giorni, di incassare il dovuto direttamente dalla fideiussione. Oggi però stiamo assistendo a questo triste epilogo dove si potrebbe arrivare al paradosso della rescissione del contratto in danno grazie alla legge che riuscirebbe a fare quello che la politica, per non si sa quali motivi, non ha voluto fare nonostante avesse la possibilità. Il gruppo del PD vigilerà su questa situazione garantendo il massimo impegno affinché Urbania paghi l’intero dovuto al comune di Latina, penali comprese, o attraverso il pagamento diretto da parte di Urbania oppure prendendo i soldi direttamente dalla fideiussione”.

Comments

comments

  • Comitato Bugia Blu

    Il comitato Bugia Blu apprende con estremo piacere che il Partito Democratico di Latina si sia trovato finalmente d’accordo sulla importanza e sulla conseguente esigenza di insistere riguardo il mancato rispetto del contratto da parte del consorzio Urbania spa ed in particolare sulla necessità dell’amministrazione comunale di Latina di dover richiedere le penali per i ritardi nei pagamenti ai sensi dell’art. 13 del capitolato speciale d’appalto.

    Ringraziando in particolare il consigliere Porcari con cui abbiamo avuto un proficuo scambio di idee di cui è possibile farsi un’idea su https://www.facebook.com/?ref=tn_tnmn#!/groups/159211634137613/ ricordiamo che in data 28/12/2011 il comitato ha presentato un accurato e dettagliato esposto alla Corte dei Conti (sempre accessibile dal link di cui sopra) per le valutazioni del caso.

    Tanto per farsi un’idea, dai nostri calcoli risultava un importo di penali mai richieste dal Comune di Latina pari a 135.900 €, ma stimiamo che allo stato attuale arrivi a sfiorare i 200.000 €.

  • Smith

    caro sindaco, può spiegare ai suoi concittadini il perchè i parcheggi devono essere gestiti da società del genere che oltretutto non risiedono neanche nell’ambito comunale?

  • Fernando Bassoli

    Le strisce blu. Un fallimento annunciato

  • we

    quando ho scritto sul vostro sito che si trattava di delinquenti avete minacciato di denunciarmi per calunnia. E adesso?

  • Giacomo

    Chiedete a Zaccheo il perché …. di tanta fretta di chiudere con urbania

  • giovanni

    ma questi signori non erano stati voluti dall’attuale amministrazione?

  • disincantato

    Forse sono davvero ingenuo, non riesco a capire per quale c…o di motivo il PD non chiede le dimissioni del Sindaco, cioè società riscuote multe è in collusione con la camorra, e il problema sono le penali. E poi ci lamentiamo se vince SEL, sta voglia maledetta di stare con le gambe su una scrivania e prendere il gettone di presenza, vi allontana dalla gente. Che città pazzesca… Che gentaglia…

  • lupino buzzo

    bene, adesso che i pareri della gente comune e perbene, vorremmo sapere come si fa a tenere ancora in piedi un “contratto” simile con gente di malaffare e poco perbene sicuramente
    iniziamo ad organizzare qualche sit-in sotto il comune per cacciare questi usurpatori !!
    un Comune degno di questo nome non è in grado di gestire i parcheggi a pagamento con le proprie forze ?? con tutto il personale che abbiamo sul groppone come cittadini….

  • avatar

    lO SO’ CARO lUPINO BUZZO, ma cosi’ facendo non potrebbero piu’ rubare impunemente in associazione. Questi personaggi l’unico obiettive che si siano mai posti e’ “L’ARRAFFO”. Del bene comune e dellla Popolazione, questi se ne infischiano alla grande, questi indescrivibili personaggi venderebbero anche la loro Mamma per i soliti 30 denari.

  • Italo

    fuori Urbania da questa città!

  • Nello

    I suonatori sono sempre quelli.Ma vi chiedete perchè si scannano per il potere? perchè il potere consente a certi figuri predisposti di fare soldi in fretta.

  • GIOVANNI

    MA I DIPENDENTI FOSSERO ALMENO DI LATINA, NON CHE IO CE L’ABBIA CON I PARTENOPEI, MA GUARDATE O SENTITE QUANTI DI LORO HANNO L’ACCENTO CAMPANO.

  • LU

    Ma perchè qualcuno di voi pensa che se fossero di Latina sarebbe diverso?? Poveri illusi!!

  • LU

    Piuttosto… I cittadini che abitano al centro che devono fare? Continuare a rinnovare con loro l’abbonamento residenti??

MandarinoAdv Post.