Website Security Test
Banner Bodema – TOP

L’auto elettrica del sindaco? Leasing a caro prezzo

A quanto pare costerà cara l’auto elettrica del sindaco di Latina. La determina del settore Affari generali del Comune riporta un leasing di quasi 37.000 euro per quattro anni. Per una Citroen C Zero che, di listino e senza sconti, ne costa poco meno di 36.000 ma che si può trovare  anche a 28.490 euro (vedi immagine annuncio).

La cifra del leasing si evince dalla determina del settore Affari generali del Comune di Latina, che ricorda come, dopo 5 tentativi d’asta andati a vuoto, una vecchia Alfa 166 deve essere rottamata, ed è «necessario provvedere alla fornitura di una nuova vettura da destinare agli uffici di rappresentanza, in considerazione che gli stessi ne hanno una sola, l’Alfa Romeo abitualmente usata dal sindaco».

Il documento si sofferma poi sull’intenzione di «dare applicazione alla normativa europea che impone alle pubbliche amministrazioni nuove regole per l’acquisto dei veicoli adibiti al trasporto su strada, per promuovere e stimolare il mercato dei veicoli puliti a basso consumo energetico».

Ma, «preso atto che al momento non sono attive presso la Consip, convenzioni di noleggio di auto elettriche», si è convenuto di accettare la proposta presentata da una concessionaria della provincia, «da attivarsi attraverso un finanziamento rateale composto di 48 mensilità (dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2015) di 635 euro più Iva al 21% (768,35 euro), per un costo totale di 36.880,80 euro, iva compresa». Cifra che sarà versata alla società finanziaria responsabile a livello nazionale per la casa automobilistica. Un’auto che, «al termine del noleggio, ritornerà nelle disponibilità della società».

Eppure la C zero si trova in vendita, nuova, anche a 28.490 euro (vedi annuncio tratto da autoscout24.it). La domanda sorge spontanea: di chi è l’affare?

Comments

comments

  • BASTIAN CONTRARIO

    l’AFFARE è DELLA NOTA CONCESSIONARIA CITROEN DI LATINA…INIZIAMO A FARE I NOMI !!!..DEVE RISCUOTERE SEMPLICEMENTE DELLE CAMBIALI ELETTORALI..O NO?? NON E’ VERO NEANCHE QUESTO??…E DAI CHE IL 20 FEBBRAIO SI AVVICINA….

  • Vinx

    se il 20 Febbraio esce fuori quello che spero, vado sotto il Comune e stappo una bottiglia di spumante.
    Che soggetto di Sindaco che abbiamo, e’ buono solo a fare buffonate, vedi foto su tutti i giornali vicino all’auto elettrica perche lui e’ …..ecologico

  • pippo

    siamo sempre alle solite….. bisogna sempre ricompensare in un modo o nell’altro gli amici degli amici…… non si fa nulla per nulla…. siamo un paese piccolo piccolo….. gli interessi di pochi prevalgono sempre sugli interessi di tutti i cittadini

  • urter

    spero che quell’auto elettrica si tramuti in sedia elettrica appena si siede al volante.

  • Davy

    Ma chi li scrive questi articoli dove ha la testa? prima si dice che nella Determina si dettano regole per l’ acquisto, poi a fine articolo si dice che al termine del “noleggio” l’ auto tornerà alla società. Ma allora questi 37000 euo sono per l’ acquisto o per il noleggio? Gentile redazione, sarebbe forse il caso di scrivere meno ma scrivere meglio, visto che questo non è il primo articolo che riporta inesattezze…

  • VITA

    chiamate De marchis ,zuliani e porcari ci pensano loro a risolvere tutto.Andate a lavorare invece di scrivere sempre on line tutte le vostre xxxxx .Ma lavorate? a qualsiasi orario scrivete e non vioccupate del vostro lavoro.I politici dei miei stivali dovete lavorare invece che dire stupidagini

  • ago

    Noto con dispiacere che cancellate le dichiarazioni del fatto che i politici invece di lavorare scrivono on line durante il tempo di lavoro e fanno opposizione e grave questo.

  • Artù

    Due calcoli semplici semplici:

    La macchina alla fine costa al Comune 41.000 euro contro i 28.000 del mercato. Con 13.000 euro di differenza sai quanti tagliandi e assicurazioni paghi???? Ma per favore.

    L’affare per il Comune sarebbe stato: auto a 15.000 euro con pubblicità adesiva della concessionaria. Aprite gli occhi!

  • Riccio

    Sicuramente, come tutte gli acquisti e similari fatti da un’autorità pubblica, anche in questo caso è spreco di denaro dei contribuenti ….tuttavia vi è da sottolineare che razionalmente è evidente che sfugge il fatto che questa sia un’auto elettrica a chi scrive l’articolo ….non per altro …ma perché con molta probabilità alla fine del triennio la macchina e, in particolare le batterie, non saranno più utilizzabili. Da ricordare che il cambio delle batterie su auto elettriche costa più dell’auto stessa…ragione per cui Renault proponeva l’acquisto di un prototipo elettrico con, a parte, un leasing per le batterie addirittura per i privati….vedete che quindi la scelta del leasing non è poi cosi male…e non dimentichiamoci che con il leasing tagliandi ..assicurazione gomme ecc ecc…sono comprese….

  • PerPiacere

    Noto con dispiacere che persino di fronte alle buone intenzioni, si getti fango senza conoscere la realtà.

    Questa forma di autonoleggio non è paragonabile al semplice acquisto di una vettura, poiché include diversi servizi addizionali:
    – assicurazione kasko
    – tasse e bollo
    – assistenza
    – tagliandi e manutenzione
    – a seconda del contratto, un certo numero di cambi pneumatici

    Questo tipo di noleggi sono standard per le aziende private, quindi le polemiche sono del tutto infondate.

    750€/mese è un normale leasing per una VW Passat per esempio.

MandarinoAdv Post.