Website Security Test
Banner Bodema – TOP

I volontari: “Dateci un appartamento per gli indigenti, noi paghiamo l’Imu”

L’Associazione di volontariato Onlus e protezione civile, Istituto per la Famiglia di Latina e provincia, rivolge un appello a quanti posseggono un appartamento, anche di piccola quadratura, non utilizzato, per darlo in comodato d’uso gratuito all’Associazione, per un periodo di massimo 4 anni, per far fronte alle diverse necessità che coinvolgono persone o famiglie che si trovano senza abitazione, in una situazione di vera emergenza.

“L’Associazione – spiega il presidente Claudio Zappalà – se ne farà carico, sotto tutti i punti di vista, di garantirne il buon uso, il pagamento delle utenze, il pagamento dell’IMU, il buon mantenimento dell’appartamento e la riconsegna alla scadenza del comodato d’uso. Le persone saranno ospitate solo per il periodo necessario per trovare una sistemazione definitiva. L’appello è dovuto alle nuove emergenze sociali, dovute alla recessione nazionale, ma anche al bisogno delle famiglie monogenitoriali, dove spesso un solo genitore, con un reddito minimo, deve portare avanti il proprio nucleo familiare. L’Associazione, Istituto per la Famiglia, che opera tra Latina e Cisterna, dal 1997, sostiene direttamente mille persone, con aiuti alimentari, vestiario ed altro per le prime necessità. L’aspetto morale ed umanitario della scelta dei proprietari in nostro favore e delle persone in difficoltà, che nella nostra città stanno aumentando di giorno in giorno, permetterà di vederli tra i soggetti attivi che concorrono alla promozione sociale del proprio territorio”.

Comments

comments

  • GIGI

    NO,E’ MEGLIO AIUTARE I ZINGARACI DI AL KARAMA.
    CHE VERGOGNA

  • Claudio Zappalà

    Credo che sia giusto aiutare chiunque abbia bisogno.
    Ma l’aiuto dev’essere fatto in modo opportuno, cioè in modo da aiutare le persone a trovare una soluzione al problema, e non a mantenerle nella loro condizione.
    Purtroppo in Italia, in genere, manca questa visione della vita… perché può fare più comodo un indigente, che uno che ha risolto il suo problema.

  • urter

    chiedi aiuto al tuo omonimo on. zappalà assessore in regione lazio, dopo che si son sistemati il vitalizio da pensionati e aumentato le tasse a noi cittadini.

  • Claudio Zappalà

    Il mio ‘caro’ omonimo, on. zappalà, è uno dei tanti.
    Come aiuto tutti, chiedo aiuto a tutti.
    Poi ognuno risponde secondo possibilità e coscienza.
    Sulla disuguaglianza dei provvedimenti per far fronte alla crisi economica siamo d’accordo.

  • Italo

    Bella iniziativa. E’ vero che le istituzioni hanno l’obbligo di intervenire. Ma speriamo che qualcuno che se lo può permettere possa veramente dare un mano…

  • Claudio Zappalà

    1. Noi non chiediamo i soldi a nessuno.
    2. E’ vero le istituzioni devono per prime attivarsi in questo senso.
    3. Noi non ci vogliamo sostituire a loro, ma … se per primi troviamo un incidente per strada con contusi, noi diamo l’assistenza iniziale, poi arriveranno 118, VV.F. e Polizia stradale; a questo punto il nostro compito è finito.
    4. Ma il fatto che arriveranno gli altri, non mi consente di andare via dal luogo del bisogno. Il nostro è solo un ‘primo e limitato intervento’ , in attesa di una soluzione migliore.
    5. A Latina e dintorni, ci sono tante case non affittate, chiuse. Sono solo una spesa per i proprietari (alcuni ricchi, altri meno). Noi, oltre a risistemare gli appartamenti, ci carichiamo anche di una spesa, l’IMU, quindi è un passaggio che risolve almeno tre problemi.
    6. A volte basta poco per risolvere i problemi, solo un pò di buona volontà e coraggio.
    7. Lasciamo ai politici (tra i quali il mio omonimo onorevole Stefano Zappalà, con il quale (purtroppo) non ho nessun legame di sangue, alle istituzioni, agli enti preposti, di trovare soluzioni congrue in tempi difficili come i nostri.
    Claudio Zappalà
    Vice Presidente Vicario
    Istituto per la Famiglia onlus
    http://www.ipfcentroitalia.it
    http://www.ipfonlus.it

  • Claudio Zappalà

    Abbiamo avuto già la prima adesione al progetto.
    Ne servone almeno un altro.

  • Claudio Zappalà

    Metafora chiara, ma per loro ci sono i magistrati e forze dell’ordine, intanto io penso a salvare le persone/famiglie. Lei pensi, se può e se vuole, a questi squallidi ‘criminali’ che speculano sulle disgrazie altrui, ma per me le persone hanno la precedenza sulle miserie umane.

MandarinoAdv Post.