Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Borgo Montello, in fiamme il campo nomadi Al Karama

Un vasto incendio è divampato nel centro Al Karama di Borgo Montello. Il rogo si è sviluppato dai locali mensa, a causa di un corto circuito in un quadro elettrico, estendendosi rapidamente e provocando danni gravissimi. Sul posto vigili del fuoco e ambulanza, evacuati tutti gli ospiti del campo. Una ventina di persone sono rimaste senza alloggio a causa dei gravi danni.

  • incendio-al-karama-latina-0001
  • incendio-al-karama-latina-0002
  • incendio-al-karama-latina-0003

Il centro Al Karama di Latina sorge su territorio di proprietà regionale e ospita 135 persone di origine romena. La governatrice Renata Polverini, l’anno scorso, aveva annunciato un finanziamento di 150 mila euro per la creazione di nuovi moduli abitativi. Ma la situazione è rimasta invariata, con i locali insufficienti, gli arredi scarsi e le attrezzature inadeguate. Fino all’incendio che ha devastato il centro.

COMUNE: SUBITO I LAVORI.  il Comune di Latina comunica di essersi attivato per aiutare le 25 persone rimaste senza alloggio. “Dopo aver effettuato – si legge in una nota – un apposito sopralluogo nella struttura ad opera dei dirigenti comunali ai lavori pubblici e alla Protezione civile, l’assessore ai Servizi sociali, Patrizia Fanti, e l’assessore alla Protezione Civile, Gianluca Di Cocco, unitamente ai dirigenti e personale dei settori, hanno ricevuto in Comune le persone senza alloggio, guidate dal coordinatore della comunità, Ferdinando Hornea, per individuare la soluzione più opportuna. Dopo che i senza tetto hanno espresso la volontà di non allontanarsi da centro Al Karama, è stata trovata una soluzione condivisa, in collaborazione tra Comune, Prefettura e Questura di Latina. Tale soluzione prevede che per questa notte e per i prossimi giorni le 25 persone vengano ospitate presso i loro parenti sempre all’interno del
centro Al Karama nelle strutture non toccate dall’incendio; il Comune di Latina ha individuato una apposita struttura all’interno del centro Al Karama in cui già da domani saranno effettuati lavori d’urgenza per adibire la struttura stessa ad alloggi permanenti per le 25 persone rimaste senza tetto; in attesa che tali lavori vengano portati a termine, da domani mattina saranno installati box doccia e box servizi igienici all’interno del centro Al Karama a disposizione delle 25 persone senza tetto. Gli assessorati ai Servizi Sociali e alla Protezione Civile del Comune hanno già provveduto a fornire le persone interessate di abbigliamento e di coperte e seguiranno da vicino la situazione anche nei prossimi giorni”.

LIBERA: SITUAZIONE CRITICA. Il grave incendio che ha distrutto alcune strutture presenti all’interno del campo rom di Al Karama a Borgo Montello, altro non ha fatto che aggravare una situazione già di per sé critica, un percorso ad ostacoli per gli abitanti del campo. Uno fra tutti, la totale assenza dei servizi igienici chiesti più volte anche in presenza delle istituzioni e della politica. Il coordinamento di Libera Latina, vicino ai rom di Al Karama ha messo a disposizione una roulotte in uso al Villaggio della Legalità Serafino Famà di Borgo Sabotino, per ospitare almeno temporaneamente alcuni bambini che lo ricordiamo, sono davvero tanti, all’interno del campo. Cercheremo di fare di più. L’appello è rivolto comunque alle istituzioni, alla politica ed alla società civile affinché tutti, soprattutto i cittadini, si impegnino per trasformare i buoni propositi in atti concreti. L’invito rivolto a tutti è che per Al Karama si metta finalmente in moto una catena di solidarietà. (foto Fabio Porzi)

Comments

comments

  • pako

    polverini creali per noi!

  • Gigi

    Corsa alla solidarieta’
    Ma perche’non tornano a casa loro
    Muoiono clochard italiani,famiglie dormono sotto importici e il comune spende subito soldi per far si’ che questi individui abituati solo a chiedere soldi ai semafori e a rubare ,non prendano freddo poverini
    Ma vergogna

  • Davideeeeee

    Adesso bisognerà pure assegnargli le case popolari….

  • Mino

    Le famiglie italiane da tempo sono sul lastrico;le banche sono ormai strozzini legalizzati,le tasse del sionista Monti porteranno ulteriormente il paese allo sbando.
    Quel denaro che la compagna Polverini vuol donare al “buon” popolo rom andrebbero erogati in favore di FAMIGLIE ITALIANE che non possono più pagare i mutui.
    I campi rom vanno chiusi,al loro posto sarebbe auspicabile costruire nuove palazzine per famiglie italiane.
    Il terzomondismo ha stufato e l’immigrazione incontrollata ha fatto solo che danni.

    OGGI PIU’ CHE MAI,ITALIA AGLI ITALIANI!

  • Carmela

    @ Mino. Perchè dici “La compagna Polverini”? sostrituisci con ” la fascista Polverini”

  • Antonio

    fuori questa feccia dall’Italia

MandarinoAdv Post.