Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Cittadini massacrati dalle tasse? Alla Regione Lazio vitalizi per tutti

Mentre i cittadini vengono tassati a sangue, la manovra regionale del Lazio approvata nella notte conferma lo scandalo emerso nei giorni scorsi: e cioè che per tutti gli eletti nel Consiglio regionale è confermata l’erogazione di un assegno mensile – per tutta la vita – pari a circa 3 mila euro.

Me non è finita qui. Il vitalizio verrà versato al termine della consiliatura anche ai 14 assessori della giunta Polverini esterni (su 16 complessivi), dunque di fatto i fedelissimi della governatrice, purché abbiano compiuto i 55 anni, ma se vogliono anche dai 50, con una piccola decurtazione. E questi nuovi “miracolati” delle pensioni d’oro si aggiungono agli oltre 200 ex politici transitati negli anni nella Regione Lazio che già ricevono vitalizi tra i 2.500 e i 5.800 euro. Con un paio di postille che l’opposizione giudica ancora più “irritanti”: la Regione Lazio precisa che “su base volontaria  ciascun consigliere o assessore regionale in carica o cessato dalla carica può comunicare la volontà di rinunciare all’assegno vitalizio” (ma chi lo farà mai?) e anche che tale vitalizio “è valido per questa legislatura, ma non verrà più applicato dalla prossima”.

Questa la nota ufficiale: “L’istituto dell’assegno vitalizio ai consiglieri è abrogato a partire dalla X legislatura, mentre la vecchia normativa si applica ancora per i consiglieri regionali e per gli assessori in carica o cessati nella IX legislatura, cioè quella attuale. L’articolo 10 stabilisce anche che le indennità dei consiglieri siano fissate alla data del 30 novembre 2011, che siano indicizzate annualmente su base Istat e che tale adeguamento sia sospeso per la durata dell’intera IX legislatura”.

Forma complessa per nascondere un imbarazzo evidente. Tra i beneficiari del vitalizio dovrebbero esserci anche i pontini Gianfranco Sciscione (nonostante la decadenza) e Giovanni Di Giorgi (nonostante il doppio incarico).

Comments

comments

  • Marco

    Vi siete scordati di ricordare che la virtuosa polverini (minuscola) mentre va alla sagra del peperoncino in elicottero, aumenta il bollo auto del 10%. Ma si sa Littoria è di destra……..perdoneranno anche questa.

  • 123

    maledetti

  • E.

    Che ci si aspettava da una di destra? Il brutto è che le pecore gli battono anche le mani. Bha… Buffoni!

  • Alessandro

    La storia ci insegna che ogni grande cambiamento c’è stato in seguito a una rivoluzione,dopo questa l’unica cosa da fare è solo una: RIVOLUZIONE! bisogna organizzarci ma qualche milione di persone e farli fuori fisicamente tutti,credo che manchi poco… e poi finalmente liberi!

  • Alessandro

    Questa è la dimostrazione della mancanza di rispetto verso tutto il popolo Italiano e la gente che è rovinata da questi politici,ora basta!è giunto il tempo di far rotolare le teste…

  • AlexandrO

    possa il Signore richiamare a Sè tutti questi basta.rdi in tempi brevi.
    Loro e tutti quelli che li hanno aiutati in campagna elettorale e che adesso stanno lì a mungere la vacca tutti insieme.

  • lupino buzzo

    certo che aumentare il bollo auto del 10% di botto………
    che PORCATA !!
    altro che vitalini, che schiattino pure e siano accompagnati da indifferenza e ludibrio perpetuo

  • Aurelio Terracina

    Dove è finita la Polverini sindacalista accanita, paladina dei diritti dei lavoratori e dei cittadini? Feroce oppositrice delle politiche clientelari applicate dai governi a discapito dei soliti noti poveri indifendibili cittadini comuni senza santi in paradiso? Prepotenza, volgarità, affermazione del potere. Questo è ciò che traspare quotidianamente dal suo operato iniziato con la gaffe con il sindaco di Latina e proseguita con l’inchieste delle case degli enti di cui ha goduto (affitti e compravendite). Da sindacalista moltiplicava le tessere.
    Ora i debiti. Lo stile è sempre lo stesso: con quella bocca
    può dire ciò che vuole! VERGOGNATI

  • Aurelio Terracina

    Grazie a voi tutti peones che avete messo questa massa di incompetenti e lazzaroni al governo della nostra regione… Grazie di cuore e che il Signore ve ne renda merito!!!!
    Purtroppo qualunque commento sarebbe assolutamente inutile, il provvedimento parla da solo, la (ex?)fascista amica di Alemanno, Gasparri etc. pensa solo al suo futuro e a quello dei suoi amici con i nostri soldi. Ci dica pure che fine hanno fatto i fondi senza rendiconto della presidenza del Consiglio Regionale, in appartamenti, forse.
    Prtroppo il malgoverno alla Regione Lazio impera sovrano alla faccia di tutti quelli che l’hanno votata e che hanno creduto al suo amico di Arcore, ma queste criminalità, perchè tali sono, le dobbiamo pagare anche noi .

  • Maria Belladonna

    Ecco, la presidente del Lazio si è fatta anche un partito dal nome che sembra evocare un placido centro studi (Città nuove). Ma sa meglio di me che alle prossime elezioni, questo partito si scioglierà come la neve sotto il solo.
    Questa donnetta che sbraita in un romanesco improbabile dall’alto di un palco dovrebbe spiegare alla gente come mai da quando è apparsa in politica gli ospedali chiudono, si riducono i posti letto, aumentano i tempi per fare qualsiasi esame, si licenzia il personale sanitario, aumentano i ticket, non si trovano barelle e posti letto nei pronto soccorso, e si tagliano i servizi essenziali per i cittadini.

  • capitano

    dove sono i polverini’s boys?? dai dai…fatemi sentire.
    ‘tacci vostra…

  • BENITO

    PERCHE’ NON ORGANIZZIAMO UNA BELLA MARCIA SULLA CAPITALE,
    E CI PRENDIAMO IL GOVERNO?
    COSI’ FAREMO CIO’ CHE PIU’ FA’ COMODO PER IL POPOLO…

  • M.M.

    Bella marcia sulla Capitale?!
    Cominciamo con il mandare a cacare gli amici e parenti che sotto le elezioni si raccomandano a questi maiali.
    Renatona ha vinto grazie a Latina. Ricordate “Renà ricordate de mi’….”?
    Mi basterebbe vedere la città tappezzata di manifesti che ci ricordino i lor signori…
    poi chi vuole continuare a fare finta di niente…pazienza

  • kavalletta

    Anche i tromboni sinistrodi fanno parte di questi ladroni.
    Il denaro non ha colore politico.
    Hanno approvato il PIANO TASCA PROPRIA.
    Inutile dirgli vergognatevi, hanno la faccia come c°°o.

  • alceste

    Voglio anch’io un vitalizio…
    Anche piccolo, chessò, mille, duemila euro al mese…

  • dredd

    hanno capito che gli italiani non reagiscono più a nulla nemmeno ai furti perpetrati dai politici infami, si lamentano ma subiscono senza reagire, e loro continuano imperterriti ad ingannare rubare fottere.

  • homer

    ha ragione dredd…sappiamo solo lamentarci e non agiamo e non agiremo…mai…non è nella nostra cultura.

MandarinoAdv Post.