Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Omicidio Vaccaro, nuove indagini prima del processo

L’inchiesta sull’omicidio di Matteo Vaccaro è stata conclusa alcune settimane fa, ma ora il sostituto procuratore Giuseppe Miliano ha deciso di riaprire il fascicolo disponendo una «integrazione investigativa» prima del processo.

La decisione sarebbe legata al fatto che la ricostruzione della dinamica del delitto nasconde alcuni punti d’ombra, in particolare rispetto ai dati scientifici legati all’inchiesta. La Procura intende ora effettuare delle verifiche, sulle quali c’è il più stretto riserbo, prima del processo.

I sei ragazzi coinvolti si sono contraddetti durante gli interrogatori. Alex Marroni, l’esecutore materiale reo confesso, sostiene che gli altri 5 sapevano che quella sera lui era armato, mentre loro negano. Non combaciano, inoltre, i tempi legati agli spostamenti dal parco Europa – il luogo del delitto – e l’ospedale Goretti dove i fratelli Vaccaro andarono subito dopo la sparatoria.

PUNTI OSCURI. Ci sono alcuni punti oscuri e l’indagine sembra debole dal punto di vista scientifico. I difensori, che hanno potuto accedere agli atti dopo la chiusura dell’inchiesta, non hanno trovato nel fascicolo gli esami «stub» sugli indagati, neanche sull’esecutore materiale Alex Marroni. Carenti sembrano anche i dati scientifici relativi ai bossoli e alla pistola scacciacani della vittima. Non solo, mancano addirittura le fotografie del corpo della vittima che generalmente vengono effettuate prima dell’autopsia. I prelievi per effettuare eventuali esami tossicologici sono stati invece effettuati, e ciò potrebbe essere utile ancora oggi nel caso fosse disposta una perizia dal tribunale.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati Palmieri, Vasaturo, Marino, Zeppieri, Cardillo Cupo e Oropallo. I sei ragazzi coinvolti (Alex Marroni, Fabrizio Roma, Francesco D’Antonio, Matteo Ciaravino, Paolo Peruzzi e Gianfranco Toselli) potrebbero contraddirsi come già hanno fatto in passato: Marroni ha detto che tutti sapevano che era armato, mentre gli altri negano. Ci sarebbe poi un «buco» di alcuni minuti dopo il delitto: l’arrivo dei Vaccaro in ospedale avviene 11 minuti dopo gli spari, quando dal parco Europa al Goretti ce ne vogliono 3 o 4. Cosa è avvenuto negli altri sette minuti?

Comments

comments

MandarinoAdv Post.