Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Borgo Grappa, ristoratore sorprende i ladri che sparano: è grave

Si è opposto ai ladri nel suo ristorante ma è stato ferito in modo grave da due colpi di pistola. Ora lotta tra la vita e la morte il sessantaquattrenne Luigi Villani, proprietario di un ristorante e residente nella zona di Borgo Grappa.

L’episodio è accaduto la notte scorsa quando la vittima è stato raggiunto da un colpo al volto e uno all’addome durante un tentativo di furto. Il ferito è stato trasportato al Goretti in condizioni critiche ed è stato sottoposto ad una delicata operazione chirurirgica. Sul caso indagano i carabinieri di Latina e Sabaudia.

Comments

comments

  • Aurelio

    Tutta la mia solidarietà al ristoratore. Sig. Villano non mollare. L’ennesima vittima di turno in un territorio in preda ai delinquenti. Stasera, domani a chi tocca? Chi sarà la prossima vittima? Il territorio di latina è un farwest e le istituzioni dormono. Il cittadino onesto, che paga le tasse è poco tutelato. Sietene certi, se il delinquente viene preso, dopo un paio di giorni in carcere, sicuramente ci sarà un giudice che lo rimetterà in libertà. Pronto a delinquere di nuovo. Perchèèèèèèè?.

  • pino64

    tanti auguroni di pronta guarigione da un collega

  • frau

    NON MOLLARE….

  • benito

    mi pare che un episodio simile sia successo ad aprilia un po di tempo fa con un ladro ucciso e il tabaccaio condannato……..mio nonno diceva uagliò e meglio senti o secondino ca controlla i sbarre co o fierro ca senti il rumore delle campane…….auguri di una pronta guarigione al ristoratore

  • Samuel

    LUIGI NON MOLLARE… DALL’EX PROPRIETARIO DEL RISTORANTE… SAPERE STA COSA MI HA PROPRIO TRAFITTO…NELLA VECCHIA GESTIONE CI SONO VENUTI A RUBARE 2 VOLTE MA MAI IN QUESTO MODO ASSURDO… CHE SCHIFO…

  • GIANLUCA DI COCCO

    Esprimo piena solidarietà al Sig. Villani, collega di Borgo Grappa, che sta lottando tra la vita e la morte nel tentativo di fronteggiare criminali senza scrupoli che nella notte hanno assaltato la sua attività, ferendolo gravemente.
    Mi aspetto che il rapinatore o i rapinatori vengano catturati e ricevano una condanna esemplare, sono certo poi che il lavoro delle Forze dell’Ordine assicurerà i banditi alla giustizia.
    I cittadini onesti che giustamente difendono ciò che è più caro, come la famiglia, la casa o il luogo di lavoro, non possono e non devono piu’ rischiare di morire, per difendere i pochi frutti del proprio lavoro.

  • GIANLUCA DI COCCO

    Bastian Contrario, quando vuoi ! facciamo a cambio.

  • piut

    DAVVERO NON SE NE PUO’ PIU’. Qui bisogna che qualcuno si svegli. Non possiamo fronteggiare decine e decine di ladri con una pattuglia di polizia che fa la ronda per tutta latina, periferie comprese.

  • Mino

    La colpa dell’illegalità non è solo di di giorgi e co.
    Fa ridere ciò che scrive BASTIAN CONTRARIO,che forse dimentica che una politica pro-immigrazione viene in larga parte dalla sinistra.Vedasi inoltre legge sull’indulto(governo prodi)e bava alla bocca da parte della sinistra quando monsignor GIORGIO NAPOLITANO ha proposto la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia.

    Quindi,caro bastian contrario,rifletti prima di dire fesserie;tutta la politica ha le sue colpe nei confronti della delinquenza,e i giudici marxisti non sono da meno.

  • GIANLUCA DI COCCO

    io non insegno nulla, ma nulla ho da imparare comunqua da gente come te!. Ho espresso solidarieta’ ad un collega, cio’ che e’ accaduto a lui, poteva succedere anche a me, anche a te o a chiunque.

  • bastian contrario 2

    Caro bastian Contrario hai perso un’occasione di accettare la sfida del cambio ruolo. Bada che non sto difendendo il sig. Di Cocco e tanto meno il Sindaco.

  • disincantato

    Gianluca, bastian contrario ha i coglioni giratio e ha molta ragione, c’è li abbiamo tutti. Lascia stare le esagerazioni, ma convieni che molti nel tuo partito hanno rapporti poco limpidi con alcuni personaggi. Vedi nella vita, può non esserci la morale e bisognerebbe non farla, però, spesso la moralità e la legalità sono valori anche superiori alla semplice disposizione varbale, se non sei condannato o indagato, sei pulito, perchè si sa bene che la foglia non si muove se non tira un pò di venticello, possibile che una tramontana sia solo calunnia …. ritornando a Di Giorgi davvero il suo comportameto di questi giorni è un comportamento corretto lineare, in aspettiva con l’umore della città? Ritornando a Villani, perchè su qualche organo di stampa si parla che volevano ucciderlo …. non è la stessa cosa di una rapina …. quindi aspettiamo gli sviluppi della vicenda ….. rimane il fatto che siamo letteralmente in balia dei delinquenti e davvero non c’è più sicurezza, perchè non sappiamo dove finisce il ladro e dove inizia il deliquente. Purtroppo non è più la stessa cosa.

  • Mino

    L’unica cosa è farsi giustizia da sè,io non credo più nè alle istituzioni nè alla polizia.

  • GIANLUCA DI COCCO

    BASTIAN CONTRARIO CHE VUOI DIRE ? INSINUI CHE SONO UN DELINQUENTE? E CHI TI DICE CHE NON HO SUBITO FURTI, RAPINE, VIOLENZE PERSONALI E AL MIO LOCALE? CHE NE SAI TU SE DI QUELLO CHE SI PROVA SVEGLIARSI 10 20 VOLTE A NOTTE PERCHE’ SCATTA L’ALLARME, TROVARSI A FACCIA A FACCIA CON LADRI, MA SMETTILA CON LE TUE SOLITE POLEMICHE STERILI E ACCUSE SENZA FONDAMENTO. TI HO DATO L’OPPORTUNITA’ DI DARE UN CONTRIBUTO PASSA NEL MIO UFFICO VIA DUCA DEL MARE 7 CELL. 320 8793961 VOGLIO SENTIRE LE TUE PROPOSTE, DAI DIMOSTRAZIONE CHE VUOI METTERTI IN GIOCO PER IL BENE DI LATINA.

  • giovanni

    polemiche a parte, voglio invitare chiunque abbia visto qualcosa che sia attinente con il grave fatto delittuoso a recarsi presso la questura o la caserma dei carabinieri a rendere dichiarazioni e/o testimonianze per assicurare alla GIUSTIZIA questi CRIMINALI che non hanno diritto a restare impuniti.

  • avatar

    Vededte ci risiamo…. la guerra fra poveri!!! Qui non si deve dimostrare chi e’ piou bravo o bello, qui si deve pretendere dalle istituzioni che si mettano in campo tutte le attivita’ di contrasto alla delinquenza comune ed organizzata. Ed in questo non interessa essere ne di DX ne Di SX, di fronte a questa situazione siamo tutti cittadini che debbono pretendere cio’ che gli spetta di Diritto e cioe’ la Sicurezza e la tranquillita sociale, poi per il resto possiamo confrontarci Urbanamente con le ns. Diverse idee ma senza offendere nessuno, ma con l’intento di avere un’Habitat migliore per noi e per i ns Figli, nessuno escluso, poiche’ quello che e’ capitato a quel Poveraccio puo’ effettivamente capitare a chiunque.

  • disincantato

    Scusa Di Cocco, il tuo presidente idolo Silvio: “Siamo scesi in campo nel ’94, lasciando anche i mestieri che ci appassionavano, perché non volevamo che il Paese cadesse nelle mani dei comunisti – ricorda l’ex presidente del Consiglio -. Purtroppo si cerca di far passare nel dimenticatoio questa tragedia, ma noi ce la ricordiamo perché è stata la tragedia, quella del comunismo, più disumana e criminale per la storia dell’uomo”. Adesso ti domando a te, se adesso nel tuo locale c’è qualche comunista, hai il coraggio di dirgli queste cose. se fai l’assessore e fai politica, conosci benissimo la storia dei comunisti in Italia, allora come la mettiamo. Tu, hai scritto ieri, giustamente, … i cittadini onesti che giustamente difendono ciò che è più caro, come la famiglia, la casa o il luogo di lavoro, non possono e non devono piu’ rischiare di morire, per difendere i pochi frutti del proprio lavoro. E quei valori che tu hai elencato sono valori valgono anche per un comunista, onesto, che ha sempre lavorato, pagato le tasse. Che fà anche il tuo mestiere.Sostanza che differenza c’è tra un delinquente e un seminatore d’odio. Tu con chi stai? E se non stai con i delinquenti, come credo, come fai a stare con un seminatore d’odio?

MandarinoAdv Post.