Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Atletica, i campioni di ieri vicino agli esordienti di oggi

Una indimenticabile mattinata di sport si è vissuta al Campo Comunale di Atletica di Latina. Domenica 20 novembre, infatti,  ha avuto luogo il recupero della terza prova del “Trofeo Lazio di Marcia”, memorial Fulvio Villa.

L’organizzazione è stata curata del comitato Provinciale Fidal di Latina, presieduto da Giampiero Trivellato, e da Intesatletica, presieduta da Luigi D’Onofrio. Alla manifestazione, imperniata sulla marcia ma che ha avuto gare di contorno di corsa, salti e lanci, hanno preso parte tutte le categorie della federazione dagli Esordienti ai Masters.

Importanti nomi della storia dell’atletica italiana hanno contribuito ad impreziosire la mattinata dei giovani partecipanti e del numeroso pubblico presente sugli spalti. Sono intervenuti, infatti, al momento delle premiazioni, Valentino Mansutti, campione italiano su 1500 e 5000 metri negli anni ’50 e Sandro Bellucci, medaglia di bronzo nella 50 km di marcia alle olimpiadi di Los Angeles del 1984. Quasi un “passaggio di testimone”, tra i campioni di ieri e quelli – si spera – del futuro: il tutto esemplificato proprio dalla premiazione di Simone Mansutti, primo nella gara riservata alla propria categoria, effettuata da parte del nonno Valentino.

Impegnati in pista, nella gara riservata alla categoria Masters, invece, altri due campioni del passato: Pier Giorgio Andreotti che, come lui stesso ha dichiarato, è giunto al 54° anno di attività agonistica ed a Latina ha partecipato alla 1288^ gara della carriera, e il pluricampione mondiale ed europeo nella categoria Master, Sergio Agnoli, classe 1926, che ha ricevuto il caloroso abbraccio dei giovani atleti presenti in campo.

Importanti presenze, anche quelle del consigliere federale Andrea Milardi e di Marco Pietrogiacomi, Presidente Regionale della Fidal, che ha così commentato: “Una emozionante giornata di sport, degna chiusura di una stagione laziale che ci ha visto lavorare molto intensamente: ci siamo rimboccati le maniche e i risultati si stanno vedendo. I miei complimenti sono per tutti coloro che hanno collaborato e ci hanno regalato un evento simile, in particolare, all’intero Comitato Provinciale presieduto da Giampiero Trivellato”.

Responsabile Tecnico della manifestazione è stato Livio Mansutti, coach provinciale della marcia: “Dal punto di vista tecnico, siamo in chiusura di stagione, quindi non ci sono stati tanti ‘personali’ da parte dei ragazzi. E’ stata, comunque, una buona prova per tutti: in atletica, ogni gara ha la sua importanza perché i ragazzi hanno modo di conoscere meglio qualche aspetto di sé e questo li porta a crescere e ad ottenere miglioramenti. Naturalmente, stiamo già pensando alla prossima stagione: si aspetta l’ufficializzazione per fine gennaio del campionato italiano di marcia su strada,  al quale potrebbero partecipare anche i campioni Alex Shwazer ed Elisa Rigaudo. In proposito, stiamo già ipotizzando un percorso che si snoderà nel centro di Latina e toccherà le piazze principali. E poi, sempre per il 2012, stiamo cercando di ottenere la prima prova del Trofeo Lazio di marcia”.

Giampiero Trivellato, Presidente Provinciale della Fidal: “Manifestazione imperniata sulla marcia e dedicata a Fulvio Villa, un collega, amico di tutti, grande personaggio della marcia e dell’atletica che ci ha lasciato troppo presto. Il successo della manifestazione è merito di tutte le forze che sono state messe in campo e che hanno reso possibile questo evento: dai giudici di gara coordinati da Leandro Tortora fino al settore informatico regionale passando per i tecnici e dirigenti delle società che sono costantemente al fianco dei ragazzi ed alla splendida giornata di sole fuori stagione che ha creato un fantastico contorno. Il movimento dell’atletica è in netta crescita e noi, sicuramente, ci impegneremo perché negli anni a venire sia ancor più fervido. Le premesse ci sono tutte, le persone competenti e l’entusiasmo non mancano: sono sicuro che potremo migliorarci ancora”.

Per la cronaca, cinque gare su dodici nella marcia sono andate ad atleti pontini: in grande spolvero, Stefano Mansutti che si è migliorato di circa venti secondi nella 5 Km categoria “Allievi”, fermando i crono a 25’10”8; bene anche il fratello Simone e la sorella Valentina entrambi vincenti. Buon progresso anche per la privernate Nicoletta Anton che, nonostante una partenza troppo ardita, infrange il muro degli 11 minuti nella 2 chilometri “Ragazze”, trascinando al personale la compagna di squadra Lidia Brattan. Terza piazza nei master, per un altro pilastro della marcia pontina, il cinquantenne Antonello Musilli.

Passando alle gare non di marcia, registriamo la doppia performance di Jacopo Civitano che chiudeva il salto in lungo con 5,11 e la velocità 60 metri in 7”6. Sempre nel lungo buon 4,43 di Giulia Rossato di Sabaudia e nella velocità al femminile l’8”7 di Mara Abate e l’8”8 di Costanza Iori. Nell’alto “Ragazzi”, buon 1,40 del tredicenne Vincenzo Toscano di Sabaudia e 1,34 della coetanea Valeria Sperati. Nei lanci, segnaliamo i 12 metri e 4 centimetri di Massimiliano De Pasquale ed il 9,63 di Antonella Rossi di Priverno. Da sottolineare, inoltre, l’affacciarsi alle gare di una nuova realtà atletica di Cori che già presenta delle interessanti individualità, come Abagnale e la Nobili.

Per le classifiche in dettaglio: http://www.fidal.it/2011/REG2594/Index.htm

Comments

comments

MandarinoAdv Post.