Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Calcio, il Latina travolge l’Andria 5-2

Il Latina mette a segno una bella vittoria in casa contro l’Andria per 5-2. Avvio di match soporifero con le due squadre che si studiano a vicenda, senza affondare. Per vedere il primo tiro nello specchio della porta bisogna attendere il 18’: a provarci sono gli ospiti con Innocenti che, servito da un cross di Pierotti, si avvita e di testa costringe Costantino alla parata plastica.

Al 20’, poi, il Latina passa in vantaggio: Fossati salta un uomo e serve in verticale Jefferson che, defilato sulla destra, lascia partire un rasoterra ad incrociare di rara bellezza che sbatta sulla base del palo e termina in fondo al sacco. Il vantaggio carica i nerazzurri, che si rendono pericolosi ancora al 28’ con Giannusa: il mancino di Palermo, che dopo uno scontro areo con un avversario è costretto a giocare con una vistosa fasciatura alla testa, si incunea in area ospite e al momento di battere a rete viene toccato da Contessa, con i nerazzurri che protestano per un rigore che ci poteva stare. Al 32’ ci prova Tortolano, ma il suo destro dal limite termina alto. Il Latina tiene bene il campo senza concedere nulla, ma al 41’ l’Andria pareggia con Manco che approfitta di una disattenzione di Costantino: il portiere di casa, ostacolato al momento dell’uscita alta, si fa scappare la palla che arriva proprio sui piedi del numero 7 ospite bravo a firmare l’1-1 con un tocco sottomisura. Reazione immediata del Latina: al 43’ Tortolano sfiora il palo alla destra di Ragni con un rasoterra in diagonale. Il primo tempo si chiude in parità (1-1).

Parte la ripresa e dopo 2’ Di Meo perde l’infortunato Paolucci, al suo posto entra Del Core. E proprio il numero 17 pugliese al 4’ porta gli ospiti in vantaggio con un pallonetto che sorprende Costantino fuori dai pali. Ghirotto cerca di correre ai ripari e getta nella mischia Pagliaroli, che entra al posto di Fossati. All’8’ Jefferson, servito da un cross di Giannusa, anticipa Cossentino ma il suo colpo di testa termina a lato. Al 13’ il Latina pareggia: Tortolano guadagna il fondo sulla sinistra, mette in area un traversone basso che Pagliaroli raccoglie e infila alle spalle di Ragni con un preciso destro. Subito dopo le squadre restano in dieci: Berardi e Cossentino si beccano a vicenda e l’arbitro espelle entrambi. Al 17’ Andria in nove uomini: Manco, prima di uscire dal campo per essere sostituito, rivolge qualche parola di troppo all’arbitro e si becca il rosso (secondo giallo). La gara si infiamma e il Latina spinge sull’acceleratore. Al 25’ Di Meo manda in campo Comini al posto di Minesso. Al 26’ il Latina si riporta in vantaggio: angolo di Tortolano, in area svetta Gasperini e firma il 3-2. Col nuovo vantaggio Ghirotto si gioca la carta Tortori, a riposo Jefferson. Cambia anche Di Meo: esce Innocenti, in campo Gambino. Al 35’ l’Andria resta in otto uomini: entrata killer su Tortori da parte di Pierotti che si becca il rosso diretto. Al 38’ il Latina chiude i conti con la quarta rete: a firmare il 4-2 è Tortolano, servito da un assist di Pagliaroli, con un destro che non lascia scampo a Ragni e si infila nell’angolino. Al 41’ esce Tortolano, in campo Merito. I nerazzurri segnano la quinta rete al 49’ con un destro a giro di Tortori che non lascia scampo a Ragni. Al Francioni, dopo 5’ di recupero, finisce 5-2.

LATINA-ANDRIA 5-2

Latina: Costantino, Gasperini, Maggiolini, Tortolano (41’ st Merito), Cafiero, Farina, Matute, Berardi, Jefferson (27’ st Tortori), Giannusa, Fossati (7’ st Pagliaroli). A disp.: Martinuzzi, Toscano, Carta, Zampaglione.  All.: Ghirotto

Andria: Ragni, Pierotti, Contessa, Evangelisti, Cossentino, Zaffagnini, Manco, Arini, Innocenti (28’ st Gambino), Paolucci (2’ st Del Core), Minesso (25’ st Comini). A disp.: Sansonna, Meccariello, Berretti, Di Simone. All.: Di Meo

Arbitro: Bellutti di Trento. Assistenti: Serpilli di Ancona e Ficarra di Palermo

Marcatori: 20’ Jefferson, 41’ Manco, 4’ st Del Core, 13’ st Pagliaroli, 26’ st Gasperini, 38’ st Tortolano, 49’ st Tortori

Note: Ammoniti: Contessa, Evangelisti, Manco, Tortori, Espulsi: Al 13’ Berardi e Cossentino per reciproche scorrettezze. Al 17’ st Manco per proteste. Al 35’ st Pierotti per gioco violento. Al 36’ il tecnico ospite Di Meo per proteste.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.