Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Top Volley batte Verona 3-0

L’Andreoli Latina lascia a secco la Marmi Lanza Verona e si aggiudica tre punti pesanti. Pesanti per la classifica che la vede agganciata alla testa della classifica guardando dall’alto le altre.

Primo set equilibrato fino al 19-20 quando Rivera entrato al servizio mette in difficoltà la ricezione avversaria e Gasparini commette due errori consecutivi, poi ci pensano Roca a muro e Jarosz con un ace a chiudere sul 25-21. Nel secondo set Prandi conferma Jarosz in campo ma sono i veneti a partire meglio (6-9), i pontini recuperano e si portano punto a punto crescendo come nel set precedente specialmente in difesa con Roca e De Pandis e chiudono sul 25-21. Terzo set con i pontini subito avanti 16-13 che incrementano sul 22-17 con un ace di Jarosz e chiudono sul 25-20.

Silvano Prandi propone Sottile in regia e Troy opposto, Hardy-Dessources e Gitto centrali, Roca e Fragkos schiacciatori e De Pandis libero. Bruno Bagnoli risponde con Meoni al palleggio e Gasparini opposto, Patriarca e Zingel al centro, Kromm e Popp di banda, Smerilli libero.

Muro di Popp (2-3) che nel ricadere perde una lente a contatto e Bagnoli è costretto a chiamare tempo. Muro di Troy (4-3), Gasparini di prima intenzione (5-6) che poi sbaglia l’8-7. Meoni vince un contrasto a rete e muro di Zingel (10-12) e Prandi chiama tempo e inserisce Jarosz. Ace di Fragkos (12-12) e muro di Gitto e l’Andreoli si porta sul 16-15 nel secondo tempo tecnico. Muro di Patriarca (19-20) e i pontini chiedono timeout. Dentro Rivera al servizio e Gasparini manda fuori e poi a rete (22-20) e i veneti fermano il gioco, dentro Ter Horst. Si riprende con un muro di Roca (23-20), ace di Jarosz che chiude il primo set sul 25-21. Secondo set con Jarosz confermato in campo. Muro di Zingel (5-7), ace di Gasparini (6-9), contrattacco potente di Jarosz (8-9) e muro di Gitto per la parità (11-11). Jarosz dalla seconda linea mette a segno il punto del 18-17, Gasparini mura il 18-19 e Prandi chiede tempo. Ace di Roca 20-19, contrattacco di Jarosz 21-19 e Bagnoli chiede timeout. Azione spettacolare con difese di Roca e De Pandis e alla fine Meoni commette un fallo di palleggio per il 24-21 e i veneti chiedono tempo. Si torna in campo con un muro tetto di Fragkos per il 25-21.

Terzo set con Bagnoli che mescola le carte inserendo l’olandese Ter Horst al posto di Gasparini e ruota Meoni come se fosse un doppio cambio. Kromm (0-1), Jarosz e Hardy (4-2), muro di Patriarca (6-6). Contrattacco di Jarosz 11-9, ace di Gitto per il 16-13 del secondo tempo tecnico. Errore in attacco di Popp, 18-14 e i veneti fermano il gioco. Sul 19-15 dentro Gasparini, Kromm manda fuori il 20-15 e ancora un timeout richiesto da Bagnoli. Ace di Jarosz 23-17, Gasparini e Kromm 23-20 e Prandi chiama tempo. La gara si chiude con un errore di Gasparini sul 25-20.

Silvano Prandi: “Quando vinco mi diverto di pù di quando perdo. Sicuramente Verona è un avversario diverso da San Giustino ed ha commesso alcuni errori che ci hanno facilitato il compito. Ci vogliono almeno due mesi per arrivare ad un buon livello di gioco. Non avere un sestetto fisso ha dei lati positivi e altri negativi, forse nel tempo ci saranno maggiori conferme”.

Alain Roca: “Continuo a sostenere quello che avevo dichiarato alla vigilia: sono molto ottimista e non ho dubbio sul proseguo del campionato. Si può ancora crescere sul tutti i fondamentali. La ricetta è quella antica: lavorare, lavorare molto in palestra, ma ripeto sono ottimista su questa squadra”.

Stefano Patriarca:  “Sapevamo che era una partita difficile su un campo ostico. Ma dopo le prime due gare ci aspettavamo di fare punti. È andato male l’attacco di palla alta e ci sono stati troppi errori al servizio. Ma questo non ci deve demoralizzare”.

Andreoli Latina-Marmi Lanza Verona3–0 (25-21, 25-21, 25-20) 
Andreoli Latina:
Gitto 5, Sottile 2, Fragkos 10, Hardy-Dessources 6, Troy 1, Roca 12; De Pandis (L), Jarosz 15, Guemart, Rivera. n.e. Galabinov. All. Prandi

Marmi Lanza Verona: Gasparini 10, Kromm 11, Zingel 8, Meoni 2, Popp 8, Patriarca 9; Smerilli (L), Ter Horst 1, Casarin, Postiglioni. N.e: Kosmina, Calderan. All. B.Bagnoli

Arbitri: Castagna e Cesare

Note. Spettatori 920 per un incasso di 3927 euro

Durata set 29‘, 27‘, 28‘. Tot. h’

Andreoli Latina: Battute vincenti 6, sbagliate 12, muri 6, errori 13, attacco 50%.
Verona: bv 1, bs 12, m 11, e 21, a 49%.

MVP: Jarosz.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.