Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Casini a Fossanova: “Siamo tornati indietro di 20 anni”

«Ho una profondissima preoccupazione sul futuro del nostro Paese. Ci sono preoccupanti analogie tra la fine della prima repubblica e oggi. Dopo 20 anni siamo tornati lì». Ha esordito così il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini alla Summer school of future dei giovani dell’Udc del Lazio a Fossanova.

«Ma c’è una sostanziale differenza ha proseguito Casini: Vent’anni fa c’era disagio e benessere, oggi c’è disagio e miseria e questo rende diversa la sfida. Non c’è solo una classe politica che non si sintonizza con il Paese ma c’è rabbia». Sui costi della politica Casini ha aggiunto: «è vero che i sacrifici chiesti alla politica non fanno cassa ma hanno un grande significato di emblema. Chi sta in prima fila deve dare l’esempio».

«Gli europei oggi – ha dichiarato ancora Casini – non riescono più a mantenere il livello di vita che si sono assicurati in questi anni. E L’Italia, che ha un debito pubblico alto e una competitività troppo bassa è drammaticamente sola. Non a caso l’Europa ci ha chiesto riforme strutturali». Casini ha poi parlato dei tagli alla politica: «dobbiamo trovare il coraggio di tagliare. non è possibile che in questo Paese ci siano Comuni, Comunità montane, Province e Regioni e un parlamento così vasto. Si stabilisca quindi che le Province con più di 500.000 abitanti diventino Province metropolitane e si aboliscano subito le altre. È un atto al di là del risparmio. Invece il primo cambiamento di rotta di questo governo è stato proprio sulle Province». Sulla lotta all’evasione il leader dell’Udc ha poi concluso: «sono contento di questo impegno del governo. Mi sta bene. Ma chiedo che non cambi opinione di nuovo».

Un ultimo accenno sul tema degli extracomunitari: «le ricette non ce le ha nessuno – ha aggiunto Casini – neanche la Lega. Gli extracomunitari sono essenziali ma il nostro compito è quello di integrare chi ha legato il proprio destino all’Italia. Chi ha governato, invece di indicare una strada al Paese, ha amplificato le paure degli italiani. Ma il consenso demagogico dura poco e infatti la novità è che la Lega ha perso consenso».

Comments

comments

  • Italia Malmessa

    Eccone un’altro che cade ignaro dal pero!!!

    Fino a ieri andava a braccetto con il nano puttaniere votando favorevolmente tutte le nefandezze possibili, OGGI lo coglie un vuoto improvviso di memoria e si meraviglia con stupore di come sia ridotta la nazione delle barzellette e delle meritrici al governo!

    ….Da che pulpito!!! Magari a sentire il GRANDE leader politico, era pure presente la famiglia forte.

    Una famiglia che si tramanda da padre in figlio l’arte della politica proprio in terra pontina, dove il partito di pierferdy casini non disdegna di allearsi con il partito degli onesti diversamente!!!!

    TUTTI A ROMA IL 10 SETTEMBRE ALLE H 9 DAVANTI A MONTE CITORIO.

  • Davy

    eh già, chissà perchè non si ricorda di aver fatto parte anche lui di uno dei governi che, assieme al berluschino, c’ha portato a questo stato di cose! tutti i governi che abbiamo avuto dopo la prima repubblica (destra o sinistra non fa differenza) hanno pensato solo a sistemarsi gli affari propri, dandoci una illusione di miglioramento che ora è tornata indietro come un boomerang….

  • Quantum

    il Signor P. Casini sta in Parlamento da 24 anni che favolette ci viene a raccontare? Italiani mi raccomando continuate a farvi prendere per i fondelli da questi racconta storielle!
    Cosa ha fatto per la sua Nazione/Patria il Signor PierFerdinando Casini in 5 legislature? NULLA una EMERITA CIPPA DI LIPPA se non pensare agli affari suoi.

  • forchettone

    per questo l’italia va a rotoli, casini dovrebbe essere il più giovane quello dalle idee innovative invece pensa ragione e non fa nulla di buono come i vecchi parrucconi malati incapaci che infestano le istituzioni come coccodrilli affamati che divorano tutto.
    Ma poi come può essere credibile uno che fa poltica da più di 30 anni 24 in parlamento e con un suocero come caltagirone?
    NON è comprensibile che ci siano italiani pronti a votarlo.

  • Dredd

    gli italiani si meritano i politici che hanno, incapaci di cambiare anche rischiando votando partiti minori, incapaci di farsi coraggio e boicottare le elezioni.
    Dunque che volete? che qualcuno dall’estero vi risolva il problema? scordatevelo!

  • Dredd

    ….chiedete al Pierferdy che cosa volevano fare dell’acquedotto pubblico più grande d’europa sito in puglia, e chi ci voleva mettere le mani private se non avessimo votato al referendum NO alla privatizzazione.

  • avatar

    Questi fenomeni da baraccone che solo in Italia possono trovare una Patria e cittadini disposti a Votarli ed ascoltarli, fanno quotidianamente

  • avatar

    QUESTI FENOMENI DA BARACCONE che solo In Italia possono trovare altrettanti fenomeni disposti ad ascoltarli e anche a votarli, Usano spudoratamente e quotidianamente L’ IPOCRISIA contrabbandandola come una Virtu’. E casini non e’ da meno anzi forse e’ il Principe degli IPOCRITI. Ci viene a Parlare di Famigli… Lui..? pluri divorziato. Ci viene a dire che Lo Psico Nano non e’ affidabile? Ma va’? Ma fino a Ieri non stava con Lui? ed ha accettato e firmato mun mucchio di nefandezze. Ora come tutti i peggiori moralisti si Erge a difensore dei diritti dei Cittadini che fino a Ieri ha Calpestato? Ed in conclusione sapete perche non puo’ soffrire il Vendola? Perche il Cognatino CALTAGIRONE, un’altro furbetto del Quartierino, voleva impossessarsi del piu’ grande acquedotto d’Europa, cioe’ quello Pugliese, e il Buon VBendola gli ha messo i Bastoni fra le ruote e dopo il Referendum gli ha dato il Colpo di grazia. Ma solo per i prossimi 5 anni dopodiche’ vedrete che ritorneranno alla carica.. Ed ora per ricostruirsi una Verginita’ che non ha mai avuto ci viene a raccontare le favolette? Ma quando questi esseri immondi saranno cacciati a pedate nel Sedere?

  • kreo

    ….. quanti seguaci terroristi in questi commenti.

    Si palpa, pur solo leggendo, quell’agglomerato di metastasi della società italiana, quella parte che ha sempre succhiato il “sangue ” delle persone libere.

    Questa è la vergogna e la nauseabonda realtà italiana, dura a morire, dopo che in tutta europa non esistono più, qui in Italia cellule cancerogene ancora vivono con il rifocillare di una magistratura ormai incancrenita.

    Mah!!!!

MandarinoAdv Post.