Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Addio Pontile, al Lido compare anche l’epigrafe

Il pontile della centrale nucleare, ormai ridotto a uno scheletro senza pavimento, è in fase di demolizione. Ma qualcuno evidentemente ne sente già la mancanza.

Al lido sono comparse addirittura le epigrafi dedicate al “Pontile”: “Dopo una lunga agonia, presso la Marina di Latina è venuto a mancare ai suoi cari… Il Pontile. Ne danno il triste annuncio i pescatori, gli amanti delle passeggiate e gli amici tutti. Con la presente si ringraziano gli indifferenti”.

La Sogin ha però assicurato che realizzerà un’area dedicata esclusivamente ai pescatori, gli unici veri “orfani” del pontile, ormai impraticabile e pericoloso per qualsiasi tipo di attività.

Comments

comments

  • AD_81

    Io non capisco la gente di questa città….sono tristi perchè abbattono un pontile ultra contaminato dove per decenni è stata sversata radioattività proveniente dal lavaggio della centrale….sono stupito dall’idea che la gente per anni lì ci è andata a pescare e hanno avuto anche il coraggio di mangiarselo quel pesce…io invece sono contento che finalmente la sogin fa qualcosa di utile per la collettività!!

  • argonauta

    Scusate,
    pur rispettando i contrari all’abbattimento del pontile, rimango allibito dall’ottusità che ci ha colpito,ritenendo il pontile un’opera indispensabile alla collettività.Sbaglio o era da anni un’area aff-limits ,ma che veniva periodicamente violata dagli amanti della pesca,delle “passeggiate”, etc..
    Se esiste l’esigenza da parte della collettività di fruire di una zona dedicata alla pesca, che i comitati dei cittadini si facciano avanti presso le istituzioni perchè si possa realizzare un sito più idoneo,sicuro,e che abbia magari un impatto ambientale meno invasivo rispetto a quel MOSTRO al quale molti erano affezzionati ma del quale moltissimi non ne sentiranno la mancanza.
    Facciamo in modo che a Latina ritorni il bello,prendiamo esempio da altre realtà,anche più povere,dove con poco hanno realizzato cose piacevoli.Non sono necessari i “Concorsi di Idee” tanto di moda nella recente storia della ns.città,ma delle piccole idee, magari mobilitando gli Istituti scolastici delle nostre zone.Concludo dicendo che l’abbattimento del pontile è una delle poche occasioni in cui la “collettività” ( che siamo noi) non deve pagare di tasca propria i danni fatti da “altri” ( che sono loro).
    Ai pescatori,ai pensionati và comunque la mia solidarietà riguardo al loro segnalato stato di malessere, speriamo che i futuro qualcosa di buono si realizzi, e non solo per loro.

  • argonauta

    Scusate,
    pur rispettando i contrari all’abbattimento del pontile, rimango allibito dall’ottusità che ci ha colpito,ritenendo il pontile un’opera indispensabile alla collettività.Sbaglio o era da anni un’area off-limits ,ma che veniva periodicamente violata dagli amanti della pesca,delle “passeggiate”, etc..
    Se esiste l’esigenza da parte della collettività di fruire di una zona dedicata alla pesca, che i comitati dei cittadini si facciano avanti presso le istituzioni perchè si possa realizzare un sito più idoneo,sicuro,e che abbia magari un impatto ambientale meno invasivo rispetto a quel MOSTRO al quale molti erano affezzionati ma del quale moltissimi non ne sentiranno la mancanza.
    Facciamo in modo che a Latina ritorni il bello,prendiamo esempio da altre realtà,anche più povere,dove con poco hanno realizzato cose piacevoli.Non sono necessari i “Concorsi di Idee” tanto di moda nella recente storia della ns.città,ma delle piccole idee, magari mobilitando gli Istituti scolastici delle nostre zone.Concludo dicendo che l’abbattimento del pontile è una delle poche occasioni in cui la “collettività” ( che siamo noi) non deve pagare di tasca propria i danni fatti da “altri” ( che sono loro).
    Ai pescatori,ai pensionati và comunque la mia solidarietà riguardo al loro segnalato stato di malessere, speriamo che i futuro qualcosa di buono si realizzi, e non solo per loro.

  • Dredd

    qualcuno in questo blog ha detto con ragione da vendere: perchè spendere 2.5 milioni di euro per demolire una cosa insignificante, non era urgente o necessario, c’era bisogno di altro più urgente a LT lido.

MandarinoAdv Post.