Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Festa del Pd ai giardinetti, il programma completo

Oggi si apre la Festa Democratica organizzata dal Pd ai giardini pubblici. «Saranno toccati temi di politica nazionale, come la manovra finanziaria – ha spiegato ieri nella presentazione il segretario provinciale del Pd, Enrico Forte – nonché le questioni del territorio pontino, come la lotta alla criminalità o le infrastrutture, ma i dibattiti saranno dedicati anche ai 150 anni dell’unità d’Italia».

Una festa che, ha aggiunto il segretario, «sarà un momento di riflessione e dialogo sul ruolo del Pd, che a settembre affronterà la conferenza programmatica e l’assemblea provinciale». Appuntamenti che «saranno propedeutici per il prossimo turno elettorale, con otto Comuni al voto nella provincia: sfide che vogliamo affrontare partendo dall’alleanza di centrosinistra, ma allargandoci alla società civile».

Paolo Costanzo (membro dell’esecutivo del Pd) ha poi sottolineato come «la festa valorizzerà i 33 Comuni della provincia (sarà anche piantato un ulivo con mucchietti di terra provenienti da tutti i territori, ndr)», il vice segretario Salvatore La Penna ha evidenziato come «la festa è l’esempio di come i partiti devono trovare la forza di moltiplicare i momenti di dialogo». Secondo il consigliere comunale e regionale, Claudio Moscardelli, infine, «il Pd è l’unica grande forza nazionale a presentare proposte per lo sviluppo dell’intero Paese». Diversi gli appuntamenti musicali con gruppi locali e non solo.

IL PROGRAMMA COMPLETO

giovedì 1 settembre

ore 19.00 Apertura della IV Festa democratica Provinciale con:

Sandro Bartolomeo

Enrico Forte

Salvatore La Penna

ore 21.30 Concerto: LE STORIE DI IERI (F. De Andrè tribute)

 

venerdì 2 settembre

ore 19.00  Dibattito: I referendum e le Energie Alternative con:

On. Sergio Gentili (Resp. forum Ambiente PD Nazionale)

Gaetano Benedetto (Presidente Parco Nazionale del Circeo)

Luigi Di Mambro (Resp. Polit. Ambientali PD Prov, Latina)

Angelo Carcasole

ore 21.30 Film: Il Marchese del Grillo

0re 23.00 Dj Set: Retro Sound

 

sabato 3 settembre

ore 19.00 Dibattito: La Quinta Mafia con:

Resp. LIBERA (Assoc. Nomi e Numeri contro le mafie)

Sen. Roberto Di Giovanpaolo (membro Commissione Speciale Diritti Umani)

ore 21.00 Film: Borotalco

 

domenica 4 settembre

ore 17.30 Video Armando Picchi – Diario di bordo del Capitano – con:

Massimo Ferrari (regista e Autore del video)

Enrico Forte

Enzo Eramo

Dario Petti

Damiano Coletta

ore 19.00 Dibattito: La Scuola: il posto della Vita – con:

On. Giovanni Bachelet (Resp. forum Politiche e Istruzione PD)

ore 21.30 Concerto: Aldo Bassi Metal Jazz Trio

(Aldo Bassi, Pier Paolo Ranieri, Roberto Pistolesi)

 

lunedì 5 settembre

ore 19.00 Dibattito: La settimana Sociale dei Cattolici – con:

Sen. Giorgio Tonini

ore 21.00 Contest de Giovani Onde Democratiche – con:

Mib & Blues – Defraido – Hoockers – Adda Rivers – Call From The Bathroom

 

martedì 6 settembre

ore 19.00 Dibattito: Infrastrutture e Territorio – con:

On. Bruno Astorre

On. Titta Giorgi

On. Claudio Moscardelli

Ing. Claudio Di Biagio (Astral)

ore 21.00 Contest de Giovani Onde Democratiche – con:

Trumpers – Hard Times – Juro – Bravo – Anarchy Eagles

 

mercoledì 7 settembre

ore 19.00 Incontro: On. Esterino Montino (capogruppo PD Regione Lazio) e On. Claudio Moscardelli

incontrano gli Amministratori PD della provincia

ore 21.00 Contest de Giovani Onde Democratiche – con:

FINALE con le 2 band vincitrici delle serate precedenti

 

giovedì 8 settembre

ore 19.00 Incontro: Le Prospettive del Sistema Italia

Emilio Drudi (LatinaOggi) INTERVISTA

il Sen. Vannino Chiti (Vicepresidente del Senato)

ore 21.30 Concerto: Notte Celtica: 21 Anni di Folk Road – con:

M. De Dominicis – M.Cascianelli – P. De Dominicis – C. Bono – V. Febbi – V. Zenobio – A. Colaruotolo

O. Fanfani

ore 23.00 Dj Set: Retro Sound

 

venerdì 9 settembre

ore 18.00 Presentazione del Libro: Olio e Olive delle Terre Pontine

di Paolo Mastrantoni

ore 19.00 Dibattito: La Manovra Economica e il Lavoro – con:

Sen. Luigi Zanda

Sen. Raffaele Ranucci

Giorgio Santini (Segr. Gener. Aggiunto CISL)

Salvatore D’Incertopadre (Segret. Prov. CGIL)

Moderatore: Michele Di Brando (Il Messaggero)

ore 21.30 Jam Session Chet On The Park – con:

M. Malagola – M. Libanori – P.G. Ensoli – M. Onorato – F. Siraco – E. Provenzano

 

sabato 10 settembre

ore 18.00 Dibattito: La Manovra degli Enti Locali

come tagliare la Democrazia– con:

Fabio Refrigeri (Vicepres. ANCI Lazio)

Giorgio De Marchis

Barbara Petroni (Direttivo ANCI Lazio)

Mario Leone

ore 19.00 Dibattito: Le Donne nella Vita Pubblica – con:

On. Sesa Amici

dalle ore 17.00 alle 20.00: Laboratorio di Danza Popolare del Lazio

IL SALTARELLO con Anna Cirignano

ore 21.00 Concerto: Incontri e Racconti: Il Mantice – con:

M. Delfino – T. Spini – O. D’Achille – P. Incollingo – L. Perazzotti – G. Netto

 

domenica 11 settembre

ore 19.00 Dibattito: i 150 Anni dell’Unità d’Italia

in collabor. con LIMES Rivista di Geopolitica

ore 21.00 Spettacolo: PITECUS – con:

Antonio Rezza

Comments

comments

  • titta

    invece di fare festa ,occupatevi x la sorte della coal(midal)….

  • anna

    Il panino con la salsiccia,non è ne di destra ne di sinistra

  • KAVALLETTA

    Festival delle chiacchere.
    Gara di chi chiacchera di più con parole incompresibili per la gente comune.
    Questi politicanti ancora non hanno capito che le parole devono essere semplici e capibili se vogliono stare con la gente, non da salottieri.

  • paola

    …parole parole parole……………

  • Fra’

    E’ una FESTA, mica una campagna elettorale…e con l’occasione vogliono chiacchierare di temi importanti.
    Siete tutti bravi a puntare il dito ancor prima che i fatti abbiano avuto luogo…c’avete proprio i paraocchi…

  • Marco

    Ma è mai possibile che sti latinensi di destra rosikano anche per una festa? (che, tra le altre cose, loro non sono nemmeno in grado di organizzare…..evidentemente)

  • roccia

    Io non conosco le opinioni politiche di chi è sinora intervenuto, ma non capisco quali critiche si possano rivolgere ai Democratici quando gli elettori di questa città , dopo la scandalosa farsa di Zaccheo e Fazzone e accoliti vari , dopo tutta la mala amministrazione emersa a causa di ciò e che ha e che incide sulla pelle dei cittadini ( Acqua Latina , Latina Ambiente , Urbania , la Piattaforma Logistica , la Metro leggera ,l’Ente Teatro ,etc,etc ) dopo aver negato la presenza delle mafie in questa città , dopo aver assistito in silenzio alla promozione/rimozione di un onesto servitore dello Stato ( leggi Prefetto Frattasi a cui va tutta la nostra stima ) , avendo la possibilità di cambiare finalmente il futuro della città , cosa hanno fatto ??? Hanno eletto al 1° turno Di Giorgi e complessivamente la Destra ha battuto la Sinistra per 3 a 1 . Come sempre. Allora cosa si blatera ?? Chi è causa del suo mal pianga se stesso , diceva il poeta .Oppure come dice la mia mamma ” Ci buttano lo zozzo loro addosso ” ??

  • luca

    la solita minestra riscaldata, le solite facce fintamente soddisfatte e amichevoli. Credo che se non esistessero le elezioni non esisterebbe nemmeno la festa del PD, ergo un modo come un altro per mettersi in mostra e raccogliere consensi sempre utili nella prossima tornata elettorale. Rimpiango Berlinguer e le Feste de l’Unità fra migliaia di persone che almeno credevano ancora nell’ utopia. Non c’è rimasto nemmeno più quello…

MandarinoAdv Post.