Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Morto Domenico Pecile, primo Vescovo di Latina

E’ morto a Udine Monsignor Domenico Pecile, Vescovo emerito di Latina-Terracina-Sezze-Priverno.

Nato a San Vito di Fagagna (UD) il 9 ottobre 1922, fu ordinato presbitero l’11 luglio 1948. Nel 1955 arrivò in terra pontina come Segretario particolare del Vescovo friulano di Terracina, Priverno e Sezze S.E. mons. Emilio Pizzoni, rimanendovi fino al 1962.

In questo periodo fu anche Assistente diocesano della Gioventù femminile di Azione Cattolica e conseguì la Laurea in Diritto Canonico presso l’Università Lateranense di Roma. Rientrato ad Udine, divenne Cancelliere della Curia Arcivescovile, Arciprete della Cattedrale e Vicepresidente del Tribunale Ecclesiastico del Triveneto.

Eletto alla sede vescovile di Terracina-Latina, Priverno e Sezze il 22 dicembre 1983, ricevette l’Ordinazione episcopale il 6 gennaio 1984 nella Basilica Vaticana dal Beato Giovanni Paolo II, insediandosi in Diocesi il 25 febbraio successivo.

Nel 1986 fu stabilita dalla Santa Sede l’unificazione delle Diocesi di Terracina, Priverno e Sezze e il contestuale trasferimento della sede vescovile a Latina: mons. Pecile, che scelse la chiesa salesiana di San Marco come nuova Cattedrale, divenne in tal modo il primo Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno.

Il 29 settembre 1991, egli accolse a Latina il Santo Padre Giovanni Paolo II nel centesimo anniversario della nascita di Santa Maria Goretti, patrona dell’Agro pontino.

Tra le altre cose, mons. Pecile indisse la Visita Pastorale alla Diocesi nel 1987, pubblicò numerose Lettere pastorali e promosse la celebrazione di vari Convegni Diocesani, facendone occasione di aggiornamento e programmazione pastorale per i Sacerdoti e per i Laici.

Dimessosi per raggiunti limiti di età il 27 giugno 1998, fu nominato Vicario Capitolare della Basilica romana di San Giovanni in Laterano. Da circa tre anni, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute, era rientrato definitivamente ad Udine, dove era ospite della “Fraternità sacerdotale” dell’Arcidiocesi.

I funerali si terranno nella Cattedrale di Udine e saranno presieduti dall’Arcivescovo S.E. mons. Andrea Bruno Mazzocato. Successivamente la salma giungerà in terra pontina per la tumulazione.

 

Comments

comments

  • fedefede

    Un vero vescovo…tutt’altro carisma rispetto al suo pallido successore

  • Emanuele

    Non mi pare proprio che il Vescovo Petrocchi sia un pallido successore, anzi lo vedo molto più attivo del suo predecessore; ha unificato la Caritas, ha riorganizzato la Curia, ha costruito quel magnifico palazzo Curiale, sta conducendo una battaglia contro l’illegalità, il laicismo e l’indifferentismo Religioso e non da meno ha indetto un Sinodo che sta facendo dei passi da gigante.
    Sua Eccellenza Pecile era più tradizionale come figura e come liturgia.

  • osservatore

    perché a Latina c’é il Vescovo?

  • sandro

    grazie mons domenico… grazie per esser stato vescovo e pastore della diocesi pontina. grazie per essere stato padre dei fedeli pontini, grazie per aver avuto spazio nel suo cuore per ognuno di noi,
    ed ora preghi per noi per la sua chiesa pontina, le affidiamo la nostra chiesa..
    grazie per tutto

  • peppe libero

    Grazie al Signore per averci donato in suo servo Domenico Pecìle, umile lavoratore nella sua vigna Pontina.
    Dopo il suo esercitato ministero a favore della nostra diocesi ci saremmo aspettati un altra successione, più PASTORALE che DOTTORALE. Evidentemente non sempre ciò che si desidera è il bene che si avvera, impariamo ad accettare questa realtà consapevoli che l’unico e Vero PASTORE è Gesù. Lasciamo alle manifestazioni con il Prefetto, il Questore e le autorità civili quanti da ciò traggono motivo di gloria personale… torniamo ad inginocchiarci davanti al tabernacolo e chiediamo a Gesù il dono della Saggezza e della mitezza delle quali abbiamo ricevuto in gran parte dono dal Buon Pastore Domenico.

  • Marco

    Non dico quali…..ma ci sono dei post che sono a dir poco patetici.
    Mah….e poi dicono che la gente si allontana dalla chiesa.

  • Emanuele

    Non mi pare che prima della nuova curia vi fosse un campo di calcetto, c’era l’episcopio e tutto un terreno circostante privato.
    A me personalmente piace più lo stile di Petrocchi, come del resto preferisco Benedetto XVI a Giovanni Paolo II.
    Di pastori sociali ne abbiamo fin troppi.
    Ad peste, fame et Bello libera nos, Domine.

  • Osservatore

    Bhe! Emanuele informati allora, perché io a quel campo da calcetto ci ho giocato spesso anni fa e per giocarvi dovevo con i miei amici chiedere il permesso alla curia ergo era della chiesa. Quindi si é ERETTO un INUTILE palazzo pieno di ogni ben di Dio, ALLA FACCIA DEL VOTO DI POVERTA’, TOGLIENDO UN CAMPO DA CALCETTO PER I GIOVANI. Mi sa che sto vescovo in un’altra vita faceva il PALAZZINARO. QUANTO E’ COSTATO QUELLO SCEMPIO????

  • Emanuele

    Osservatore, non sapevo e mi scuso del mio errore.
    Però l’errore dei Cattolici di oggi è quello del troppo pauperismo. La Chiesa deve essere invece forte.
    Guardate Papa Benedetto XVI, ma anche Santi come San Benedetto, Sant’Ignazio da Loyola, Sant’Escrivà de Balaguer.

  • nenno

    calcetto? andate a lavorare altro che calcetto! e andate a pregare ogni tanto…

  • Virghil

    Sant’Escrivà de Balaguer ….Sant’Escrivà de Balaguer?
    Colui che ha fondato la discussa organizzazione affaristica-cattolica OPUS DEI un uomo fatto santo che santo NON ERA!!!

    Uno dei peggiori cattolici che la chiesa abbia mai avuto, in piena contraddizione con i principi cristiani .

    ….Comunione e liberazione, opus dei, ior, faccendieri vaticani e il tempio affollato da mercanti senza scrupoli.

  • osservatore

    Papa Benedetto XVI é uno dei peggiori papi quasi al livello di Bonifacio VIII. Cmq il campo da calcetto era della curia no dite CAVOLATE!! Io lo chiedevo ai preti per giocare!!! Nenno invece tu prega di meno e mangia meno ostie che ti intossichi fidati!! La domenica vatti a fare una sana partita di calcetto, fidati staresti meglio. Cmq QUANTO E’ COSTATO IL PALAZZO DEL PECCATO?? ME LO DITE??? A CHI SERVE? IN TUTTE QUELLE STANZE CHI C’E’ E CHE CI FANNO??? SPIEGATEMELO.

  • lupino buzzo

    speriamo che il nuovo Vescovo faccia chiarezza su questo Casermone pagato a caro prezzo e non si sa da chi………..

MandarinoAdv Post.