Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Un centro commerciale all’ex Miralanza, Torelli: “Pontinia deve esultare”

di Paolo Torelli (Consigliere Comunale PDL Pontinia)

In merito alla stipula dell’accordo di programma siglato da Comune, Provincia e Regione, vorrei sottolineare tutta la mia gioia per il prosieguo positivo dell’iter burocratico che porterà alla realizzazione del centro commerciale nel sito ex Miralanza. Infatti, non solo sin da subito ho votato a favore del progetto in Consiglio Comunale, ma mi sono recato assieme al Sindaco, al progettista
Giovanni Ferrarese e al collega carlo Medici a Mirano per incontrare i futuri realizzatori dell’opera.
E per di più l’ho indicato nel mio volantino elettorale di propaganda nell’occasione delle recenti
votazioni amministrative
Credo che tutta Pontinia debba esultare per tanti motivi.
Innanzitutto perché il rudere scomparirà e l’intera area sarà riqualificata grazie alla costruzione
del centro commerciale che sarà realizzato rispettando i canoni architettonici dell’arte razionalista
tipica della fondazione di Pontinia e la riqualificazione del verde con la piantumazione di molti
nuovi alberi.
Ma grazie al lavoro svolto in Consiglio si dovranno necessariamente realizzare le seguenti
condizioni vincolanti:
1) all’interno del centro commerciale sarà destinata un’area di ben 1200 mq per la vendita dei nostri
prodotti tipici per realizzare la cosiddetta filiera corta agroalimentare o il “kilometro zero” tra
produttore locale e consumatore;
2) la società destinerà al Comune 7,00 euro per ogni metro cubo realizzato, sottoforma di opere o
interventi pubblici; restano fermi gli ulteriori obblighi relativi ai versamenti sul contributo sul costo
di costruzione e sugli oneri di urbanizzazione, come per legge dovuti; inoltre il centro pagherà ogni
anno circa 300,000 euro di ICI commerciale alle casse comunali da spendere per i cittadini e per la
città;
3) saranno creati, solo nell’ipermercato, circa 380 posti di lavoro per ragazzi, ragazze, uomini e
donne inoccupati o disoccupati; attraverso apposito protocollo d’intesa saranno assunti cittadini di
Pontinia, nei limiti stabiliti dalla legge;
4) il prezzo per i commercianti di Pontinia sarà ribassato del 10% per l’acquisto o l’affitto dei locali
per una quota pari almeno al 15% dei locali totali del centro.
Questo centro rappresenti più un’opportunità che una minaccia. Sicuramente creerà dei problemi
al commercio locale e del centro cittadino, ma lavorando tutti insieme possiamo trovare
i giusti strumenti per attenuare al massimo le ripercussioni del centro commerciale sui
commercianti pontiniani che non intendono acquisire uno spazio al suo interno. Ad esempio, e
questa è la mia proposta, si potrebbero utilizzare i proventi dell’imposta ICI per attuare degli sgravi
fiscali in favore dei commercianti del centro cittadino; attraverso i 7,00 euro per ogni metro cubo
di realizzazione, invece, si potranno creare delle attrattive, degli abbellimenti alle vie centrali e
una sorta di “centro commerciale all’aperto” per attenuare gli eventuali effetti negativi del centro
commerciale.
Mantenendo costante l’attenzione verso i commercianti del centro cittadino, occorre valutare però le
numerose positività che rappresenta questa nuova struttura:
a) durante la realizzazione saranno coinvolte molte ditte di Pontinia nei lavori e saranno poi creati
altri posti di lavoro come i commessi all’interno dei singoli negozi, bar, pub, ristoranti, i guardiani,
i giardinieri e le ditte di pulizia;
b) si potranno creare degli indotti anche di tipo turistico con il mausoleo di Clesippo di epoca
romana, le costruzioni dell’era della bonifica, la visita di Pontinia quale esempio vivente di arte
razionalista, il museo di Piana delle Orme a pochi kilometri, i giardini di Ninfa, l’Abbazia di
Fossanova, il Parco Nazionale del Circeo, le cittadine medievali dei Monti Lepini e l’indotto
alberghiero per quei tour che trascorreranno delle notti da noi;
c) vorrei sottolineare l’importantissima opportunità che viene offerta agli agricoltori di Pontinia
di vendere i loro prodotti tipici locali, la quale rappresenta una vera e propria boccata di ossigeno
per l’intero territorio a forte vocazione agroalimentare e per un settore che troppo sta soffrendo
ingiustamente perché il lavoro è costante e serio, ma gli introiti inspiegabilmente calano. Inoltre da
un lato l’agricoltura trarrà un beneficio, dall’altro le famiglie potranno acquistare un prodotto

fresco e certificato dalla conoscibilità dell’identità del produttore e a prezzi sicuramente ribassati in
confronto a quelli attualmente praticati nelle alimentari (se oggi il produttore vende 1 Kg di carote
a 20 centesimi d’euro alla grande distribuzione e il consumatore lo acquista a 2 euro al dettaglio, nel
centro agroalimentare il prezzo di vendita diretta sarà di 80 centesimi).
I ragazzi di Pontinia finalmente potranno trascorrere delle serate nel proprio territorio
comunale; anzi vedremo anche arrivare sicuramente altri giovani dai comuni vicini. Se la sera
i locali di intrattenimento resteranno aperti si riuscirà a mantenere i risparmi dei giovani qui a
Pontinia e inoltre saranno ridotti i kilometri di guida, poichè non si recheranno più per forza a
Latina, Sabaudia o Terracina per trovare un pò di svago o divertimento.
Attualmente credo che il compito di un amministratore comunale sia quello di perseguire il
vantaggio per la maggior parte della comunità locale e con la realizzazione del centro è sicuramente
perseguita. Noi potremmo essere come Ponzio Pilato e scaricare ogni decisione in capo al Sindaco
ed alla maggioranza poiché siamo all’opposizione, invece voglio offrire tutto il nostro contributo
e la nostra vigilanza affinché questa diventi sempre più un’opportunità invece che una minaccia
o una semplice speculazione. Certamente non dovremo essere passivi nei confronti della società
realizzatrice del centro, ma chiederemo che le garanzie offerte siano rispettate e possibilmente
aumentate a vantaggio dei cittadini di Pontinia, e soprattutto delle zone limitrofi al
costituendo centro, in termini economici ed occupazionali, altrimenti saremo contrari ad una
conquista da parte di estranei del nostro territorio.
Per fare un paragone: la turbogas arreca solo danni in cambio di nessuna utilità; il centro
commerciale, con le dovute attenzioni, invece rappresenta quasi l’esatto opposto: crea nuovi posti
di lavoro e quindi nuovi stipendi che saranno spesi nella nostra zona e quindi sarà arricchito il
nostro circuito commerciale locale!

Comments

comments

  • alberto

    non oso pensare a quali interessi personali di pochi, possa portare la realizzazione di un ulteriore centro commerciale nella provincia pontina.
    Fe l’interesse fosse stato veramente quello della collettività, si sarebbe dovuto lavorare, per cercare di mantenre il sito industriale e non varire il piano per rendere l’area commercile. Mi spiace ma un simile comportamento delle istituzioni comunali e privinciali, vanno ad incentvare ulteriormene la speculazione sul nostro territorio e la deindustrializzazione.
    La commercializzazione dei nostri prodotti (a filiera corta), la piantumazione etc. sono solo espedienti di facciata. Questa realizzazione è un’altro duro colpo al territorio pontino in termini commerciali, peri piccoli negozi del centro di pontinia e zone limitrofe, un colpo all’agricoltura che come sempre non si lavora per incentivarla e per l’indistria stessa in quanto non mantenuto polo industriale.
    Grazie signori amministratori.
    Alberto

  • berlusconi

    Torelli ,perche’ non ti se candidato insieme con Tombolillo?
    Lo sai benissimo che tutto il Pdl e’ contrario per ovvi motivi e problemi che portera’ alla cittadinanza suddetto centro.
    IL PROGRAMMA del pdl in merito al centro comm. non dava parere favorevole.
    Candidarti con la lista Berlusconi per Bilotta ,sottoscriveva suddetto programma.
    Queste tue considerazioni non le vedo come coerenza politica.

  • luigmux

    Ma chi finanzia il progetto? E con quali soldi? Puliti?

  • Mimmo

    …agli italiani date calcio, gnocca e…centri commerciali! Che squallore. Bisogna veramente gioire nel vedere sempre il lucro e gli interessi sommersi avanzare!?

  • 123

    un centrocommerciale in mezzo alla campagna dell’agro pontino il territorio più fertile d’Italia! Roba da matti!!!
    Ma poi quali posti di lavoro? Se siamo in piena crisi economica, è la solita propaganda elettorale, invece d’incentivare l’agricoltura gli si da un ulteriore colpo finale, ma quel filieira corta! Quella della turbogas, del termoinceneritore, lo schifo di sversatoio alla migliara 49, ultimamente tonnellate di liquami lungo ufente, poi la sep con i rifiuti organici, 220 ettari di pannelli al posto del grano, la zona artigianale altri ettrai sottratti all’agricoltura, adesso pure il centrocommerciale …..ahoooo dite a tombolillo d’asfaltare tutta la campagna 11200 ettari tanta quanta è l’estensione del comune che amministra!!!!

    Il bello che le associazioni di categoria quelle che verranno colpite di brutto cioè agricoltori e commercinati stanno zitte zitte non dicon nulla!!!!

  • pasquino

    beh, intanto esultano loro, visto che potranno ficcarci un sacco di clienti-elettori a fare i commessi

  • Marco

    Evvai! Un altro pò di soldi alla camorra!

  • 123

    la zona del casertano è satura, quindi quei poveretti devono spostare le loro attività qui in agro pontino visto che è pulito si può inquinarlo in tutte le maniere!!!!!

  • Attila da Terracina

    Meglio un centro commerciale che crei posti di lavoro che vedere quello schifo di come è ridotta l’ex Miralanza. I commercianti di Pontinia si lamentano? Semmai dovrebbero lamentarsi quelli di Terracina dal momento che la zona si trova più vicino a questa città.

  • Tombolilo

    Si da il caso che qualsiasi cosa si faccia si vuole fare entrare ad ogni cosa la malavita. E questo non è la strada giusta per dare lustro ad un sito abbandonato a se stesso. Dove spesso vi sostano donne di facile costume. Ed non è un bel vedere agli occhi della gente. Se si è giunto a tutto questo la colpa è di è contro il nuovo progetto.

  • berlusconi

    Alcune cose da sapere in merito al megastore:
    1) il Megastore, basta leggere il Nulla Osta dell’Anas per vedere quanti soldi servono, e quali obblighi ha il Comune per la rodonda sull’Appia e l’allargamento della migliara 52 della strada del frutteto per il collegamento con la migliara 53 (pur se il sindaco chiede, anche senza alcuna garanzia, un firma di accettazione del privato “Benckiser”) i lavori devono essere fatti solo dall’Ente pubblico e non dal privato, perche trattasi di strade di proprietà pubblica. Inoltre, devono essere versati all’Anas come fideiussione €. 250.000, ma il Comune di Pontinia sul piano triennale 2011-2013 delle opere pubbliche, nulla ha scritto riguardo a queste opere, anche perchè non esistono progetti esecutivi;
    2) La credibilità, e le tre certezze per una nuova stagione: la certezza di non potere fare più provvedimenti di spesa a debito; la certezza dei diritti dei contribuenti, garantiti dall’apposito Statuto; la certezza dei doveri dei contribuenti, trasformando l’attesa di possibili condoni futuri, da evento statisticamente probabile su base storica (che, in quanto tale, spinge a tentare la sorte con comportamenti attendistici che spingono verso l’evasione fiscale un’ampia platea di soggetti che viceversa non lo farebbe), ad evento altamente improbabile su base politica e legislativa.

  • gabriella

    ma con tanti posti proprio in mezzo alla campagna più bella e fertile della provincia di Latina? Ma perchè non lo costruiscono in qualche città? Mi sembra anche poco coerente con la politica di Tombolillo, vuole rilanciare l’agricoltura e poi piazza 220 ettari di pannelli solari in campagna, poi un mega centro commerciale con vicino un mega campo da golf, tutto in aperta campagna! Secondo me Tombolillo e gli altri hanno perso il senso della realtà, fanno gli amministratori da troppo tempo dovrebbero ritirarsi per sopraggiunta stanchezza cronica!

  • Clesippo Geganio

    ho letto anch’io il Nulla Osta dell’ANAS e risposta del Comune di Pontinia, in poche parole l’Anas dice che tutte le opere di messa in sicurezza-adeguamento dell’Appia sono a carico del Comune di Pontinia previo rilascio autorizzazioni di tutti gli Enti competenti più fidejussione di 250mila euro, che la manutenzione ordinaria e straordinario a fine opere è a carico del comune, come l’illuminazione stradale 300 metri sull’Appia incrocio Migliara 52 più pagamenti della relativa utenza elettrica. Il comune di Pontinia a par suo gira il costo delle opere di adeguemento alla ditta proponente il mega store la Benckiser.

    Ammesso che la Benckiser accetti d’accollarsi le spese per la realizzazione delle onerose opere edili, chi pagherà la manutenzione ordinaria e straordinaria compresa la bolletta ENEL per l’illuminazione stradale per i prossimi decenni? Il comune di Pontinia o chi altro?

    Se questo è l’inizio per cui esultare stiamo messi male anzi malisismo.

  • berlusconi

    Clesippo Geganio sei anche tu di pontinia?
    sicuramente ci conosciamo,non tutti sono a conoscenza di queste informazioni in merito al megastore.
    Comunque e’ bene fare circolare queste informazioni,la gente deve sapere,deve essere informata di cio’ che stanno architettando Eligio and Company.
    Sono esterefatto dal comportamento che sta conducendo il rappresentante del PDL autore dell’articolo riguardo al megastore.

  • Romolo

    Sono favorevole al megastore. Dimendicate che si creano posti di lavoro e l’intera zona viene rivalutata. Chi non vuole questo è un egoista e va contro gli interessi del cittadino.

  • Clesippo Geganio

    forse Romolo vuol aizzare la discussione o buttarla in caciara, visto che la sua affermazione non è supportata da dati concreti, magari l’ha sentito dire o letto sul giornale che porterà posti di lavoro.
    Bisognerebbe calcolare scientificamente se per creare nuovi posti di lavoro sia conveniente devastare un territorio agricolo di RILEVANTE VALORE AGRARIO così come lo definisce la Legge Regionale n°24/1998 e sucessivo strumento di pianificazione P.T.P.R. del 2008 essenziale per tutelare gli interessi collettivi, quindi a fronte di nuovi posti di lavori quanti altri se perderebbero?

    Un esempio negativo fu l’area industriale realizzata a Mazzocchio negli anni 70 occupando 450 ettari d’eccellente territorio agricolo ed area d’interesse archeologico, a distanza di 40 anni possiamo tirare delle somme su costi e benefici avuti sopratutto i danni ricevuti da un idustrializzazione forzata e calcolata in malomodo, il risultato è sotto gli occhi di tutti l’impresa non è valsa la spesa!

    Allora Romolo la domanda é: vale la pena distruggere l’ambiente naturale a vocazione agricola da 2000 anni per proporre qualcosa che già sappiamo non porterà benefici a nessuno se non agli investitori?

    Ricordo a tutti che gli investitori saranno prevalentemente “stranieri” cioè apriranno catene commerciali che guadagnato il nostro denaro lo porteranno in altre parti d’Italia e d’Europa, imprese aziende multinazionali già con personale specializzato per cui assumeranno solo una parte di autoctoni.

    Un esempio Panorama a Latina Fiori, fateci caso, sono stabili i negozi e catene commerciali di livello nazionale ed internazionale, affianco aprono e chiudono i battenti piccole imprese sopratutto a conduzione familiare che non riescono a mantenere i costi di gestione.

    Romolo, motivi e temi da discutere ed approfondire sarebbero tanti, sarebbe anche corretto che l’amministrazione comunale indicesse un dibattito pubblico per spiegare e discutere del progetto dalle dimensioni gigantesche che comunque sia cambierà radicalmente il nostro territorio, per l’impatto economico ed ambientale sopradimensionato per la nostra piccola e labile realtà.

  • berlusconi

    i posti di lavoro che si creano sono quelli promessi durante le elezioni e poi costruire un centro commerciale sull’appia all’altezza della migl 52 e’ come costruire un centro commerciale nel deserto del sahara.
    Un’altra cosa,secondo voi la gente di pontinia ci andra’ in questo megastore?
    fate un po’ i conti :7 km andata 7 ritorno e la benzina?
    ma se devo andare in un centro commerciale vado a Latina dove c’e’ tutto.

  • stefano.71

    Megastore di cosa ??
    Con una recessione senza pari in atto, con la contrazione (forzata) dei consumie il deficit finanziario che attanaglia gli enti pubblici esultiamo per l’ ennesimo centro commerciale nel pontino ?
    Quello in costruzione nel centro di Pontinia non vi basta ?
    Siete come squali , pezzo dopo pezzo vi state mangiando quel poco che è rimasto del Paese.
    Se non lo fate per un vostro tornaconto personale, allora siete proprio ottusi di vostro !
    In tutto il mondo il modello di sviluppo a centri commerciali segna il passo e , anzi viene criticato da piu’ parti e voi, in controtendenza, ci propinate l’ ennesima bufala, a carico del contribuente !
    Siete il manifesto di quello che è oggi questo Paese !!

  • Clesippo Geganio

    forse Romolo vuol aizzare la discussione o buttarla in caciara, visto che la sua affermazione non è supportata da dati concreti, magari l’ha sentito dire o letto sul giornale che porterà posti di lavoro.
    Bisognerebbe calcolare scientificamente se per creare nuovi posti di lavoro sia conveniente devastare un territorio agricolo di RILEVANTE VALORE AGRARIO così come lo definisce la Legge Regionale n°24/1998 e successivo strumento di pianificazione P.T.P.R. del 2008 essenziale per tutelare gli interessi collettivi, quindi a fronte di nuovi posti di lavori quanti altri se perderebbero?

    Un esempio negativo fu l’area industriale realizzata a Mazzocchio negli anni 70 occupando 450 ettari d’eccellente territorio agricolo ed area d’interesse archeologico, a distanza di 40 anni possiamo tirare delle somme su costi e benefici avuti sopratutto i danni ricevuti da un idustrializzazione forzata e mal calcolata, il risultato è sotto gli occhi di tutti l’impresa non è valsa la spesa!

    Allora Romolo la domanda é: vale la pena distruggere l’ambiente naturale a vocazione agricola da 2000 anni per proporre qualcosa di cui sappiamo che non porterà benefici a nessuno se non agli investitori?

    Ricordo a tutti che gli investitori saranno prevalentemente “stranieri” cioè apriranno catene commerciali che guadagnato il nostro denaro lo porteranno in altre parti d’Italia e d’Europa, imprese aziende multinazionali già con personale specializzato per cui assumeranno solo una parte di autoctoni.

    Un esempio Panorama a Latina Fiori, fateci caso, sono stabili i negozi e catene commerciali di livello nazionale ed internazionale, affianco aprono e chiudono i battenti piccole imprese sopratutto a conduzione familiare che non riescono a mantenere i costi di gestione.

    Romolo, motivi e temi da discutere ed approfondire sarebbero tanti, sarebbe anche corretto che l’amministrazione comunale indicesse un dibattito pubblico per spiegare e discutere del progetto dalle dimensioni gigantesche che comunque sia cambierà radicalmente il nostro territorio, per l’impatto economico ed ambientale sopradimensionato per la nostra piccola e labile realtà.

  • blob

    scusate ma Tombolillo è sindaco di questa città ormai da 15+5 prossimi anni ha sempre detto e cercato di rilanciare l’agricoltura, zootecnia e prodotti tipici e poi approvano progetti contrari ed incompatibili con l’agricoltura? Perchè non mi venissero a dire che progetti come i 220 ettrai di pannelli solari in campagna, il centro commerciale a mesa, la turbogas, il termovalorizzatore, la sep, favoriscono la produzione di prodotti agricoli e derivati di qualità perchè è esattamente il contrario! Affosseranno ancor di più la naturale vocazione del territorio.
    Insomma il marchio di qualità della mozzarella “colossella” l’ha voluto lui e tutte le associazioni di categoria, allora perchè queste contraddizioni ?

    Ma i nostri concittadini si son resi conto di chi e cosa hanno votato?

  • berlusconi

    PER FABRIZIO guarda che la destra non esulta.
    Solo l’autore dell’articolo Paolo Torelli gioisce per questo evento e non si capisce perche’.

  • fabrizio

    va bene berlusconi, allora che si facciano nomi e cognomi perchè avvenuto il danno sapremo a chi sputare in faccia e poi chiedere i danni.

    Ma come c…. si fa ad esultare sul danno che subiranno altri, ma questi si rendono conto di quello che fanno oppure si sono bruciati il cervello?

  • Ottolino Mario

    Per i contrari del megastore: non conoscete il libero mercaro che quel grande uomo che risponde al nome di Berlusca è favorevole. Il resto sono tutte chiacchiere da bar.

  • fabrizio

    per Ottolino, devi avere una visione limitata se l’unico metro di misura è il mercato! Secondo te è giusto aprire un mega centro per dar lavoro a 200 persone forse 225 e farlo perdere al triplo delle persone che già l’hanno? Il tessuto economico e sociale di Pontinia si tiene grazie alle piccole medie imprese che danno lavoro nel piccolo commercio, artigianato, aziende agricole e zootecniche e di trasformazione del prodotto locale. Se apre il centro commerciale chiude Pontinia !!!!!!!!!!!!

  • Nero

    mamma mia…. quante c..te!
    Povera Italia!

  • fabrizio

    @ nero, il tuo è un laconico commento.

  • curzio

    i centri commerciali sono luoghi esteticamente brutti, sono luoghi d’aggregazione ma di spersonalizzazione dell’essere umano, si diventa dei numeri, sono opere inquinanti ed energivore, distruggono il tessuto sociale culturale ed economico locale costruito da secoli di storia, imponendo prodotti in quantità anzichè di qualità, sono luoghi studiati scientemente per indurre le persone/numeri a spendere anche quando non occorre; il probelma non è solo a Pontinia è Provinciale e Regionale, sopratutto culturale e coscienza di una politica becera e relegata sempre più ai margini d’intererssi privati.

  • reality

    mi verrà da ridere quando i piccoli commercianti chiuderanno i loro piccoli negozi a conduzione familiare, mi verrà da ridere quando gli agricoltori ed aziende di trasformazione dei prodotti tipici locali troveranno difficoltà nel apporre i marchi di qualità sui prodotti alimentari biologici.

  • bastiancontrario2

    quindi riepilogando a Pontinia la maggioranza attuale (sinistra ?) è a favore del c.c. mentre l’opposizione (pdl ?) è contrario. E’ il mondo al contrario.

  • reality

    i favorevoli sono da entrambe le parti, nessuno però c’ha capito niente, come per la turbogas e termovalorizzatore sono arrivati da fuori pontinia le multinazionali proponendo l’affare del secolo, poi quando dei ragazzotti informati e più svegli di tanti consiglieri ed assessori sollevarono il problema dell’incompatibilità con la salute umana e l’ambiente il sindaco ha fatto retromarcia, arriverà quel giorno in cui anche sul C.C. sindaco ed amministrazione capiranno della megaminkiata avallata.

    p.s. pregate che il governo non riduca o tolga del tutto gli incentivi sulle energie rinnovabili perchè quei “furbi” che hanno piazzato pannelli fotovolt. al posto del grano avranno delle grane peggiori di quando piantavano mais!

  • zak

    si ma ai cittadini non importa nulla, non s’informano, non leggono, non conoscono la realtà le condizioni per cui un mega progetto come quello sconvolgerebbe l’intero sistema agricolo ed economico vasto quanto la pianura.
    I cittadini non sanno, punti la luna e vedono il dito, oppure per essere più esplicito vedono sono la possibilità di fare acquisti in un luogo alla moda, poi del resto non frega nulla, e questo i politici lo sanno bene sfruttando il difetto.
    La prova certa è che i commercianti di pontinia e del circondario non fanno nulla per contrastare l’apertura del mega store che corrisponderà alla chiusura dei loro negozietti.
    Brutta storia di ordinaria follia.

  • semper

    basta dire che il posto dove lo costruiranno è assurdo ed incompatibile, si ha la certezza dell’inadeguatezza di chi amministra la cosa pubblica, perchè non ci capiscono nulla, vengono abbagliati dai soldi, quali poi?
    Ma con tanti posti proprio dove non si doveva farlo?

  • si salvi chi può

    è una una gara, se non lo fanno a pontinia lo faranno a sabaudia oppure vicino san michele ecco perchè a pontinia vogliono il mega store, e chi ne paga le conseguenze? la popolazione che ignara di tutto accetta a testa bassa tutte le fesserie commerciali e tecnologiche che imprenditori senza scrupoli propongono alle varie ed AVARIATE amministrazioni locali.

  • kirk

    schifezze di centri commerciali, schifezze di progetti e schifezze d’investimenti, ma perchè non guardano il flop del morbella e latina fiori? ed i commercianti ci cascano come ragazzini davanti alla marmellata poi pentirsene amaramente per i debiti accumulati.

  • sorbole

    gli unici a guadagnarci saranno i costruttori e locatori, gli altri verranno spennati come polli.

  • sud

    il popolo ha quello che si merita…. per ora solo monnezza.

  • principe di casale

    non è un centro commerciale è un immensa lavatrice.

  • alex

    ma non ho capito perchè i pontiniani si lamentano, SEP, megastore, turbogas, inceneritore, 220 ettari di pannelli fotovoltaici su terreno agricolo, uno schifo di zona artigianale sita all’ingresso principale della città, fanghi provenienti dal casertano ammucchiati lungo Ufente, sversatoio di mennezza sulla migliara 49 e la lista delle schifezze sarebbe lunga e noiosa…. ma la domanda è: ma perchè votano le stesse persone da 20 anni?

  • semper

    vorrei sapere, quando si sono recati con il progettista, sindaco e consiglieri a MIRA con quale auto sono andati e le spese sono state a carico del comune di Pontinia?

    E poi non è strano che il progettista vada a trovare il committente di un mega progetto immobiliare accompagnato da sindaco e consiglieri?

    Dove inizia e finisce il pubblico ed il privato?

  • cerciabella

    e quanno te risponnono, mai!

  • ispanico pontino

    Quanta disinformazione che leggo! L’ignoranza campeggia alla grande!! Cari ignoranti leggetevi l’art. 74 delle NTA (norme tecniche di attuazione) del P.R.G. di Pontinia e vedrete che tra le ipotesi di possibili insediamenti vi è anche il centro commerciale: quindi nulla di nuovo e nessuna variante effettuata o da effettuare! Inoltre chi è felice di avere un ecomostro inerte da 20 anni ancora li?? Riguardo la rotonda, sapete che esiste la Legge Bucalossi in Italia? Con parte di quei soldi saranno realizzate le opere di urbanizzazione, a carico quindi del costruttore e non del Comune. Inoltre quante ditte subappaltanti lavoreranno e quanti dipendenti avranno quindi un lavoro? Ma forse a voi non interessa… Andare ad incontrare i proprietari a Mira credo sia stato positivo perchè occorrono certezze, soprattutto nelle garanzie politiche che sono contenute nella delibera di Consiglio n. 64 del 2008! Ci sono sconti per i commercinti di Pontinia, posti di lavoro vicolati per i pontiniani, superfici gratuite per gli agricoltori… Ma perchè a Pontinia si ha PAURA di fare un passo avanti?? Mi pare che il cons. Torelli abbia partecipato alla commissione urbanistica preparando l’atto, poi lo ha votato in consiglio e poi si è recato a Mira col sindaco, quindi non vedo l’incoerenza, semmai il contrario… Il PDL di Pontinia, della Provincia e della Regione (vedi i pareri positivi di comune, provincia e regione) è favorevole! Inoltre vorrei ricordare che il cons. Torelli ci ha inviato a casa, e ancora ce l’ho conservata, una lettera nella quale è scrittoa chiare lettere che è favorevole: si è candidato con questi presupposti e lo hanno votato: nulla di più democratico quindi!! Io apprezzo chi ci mette la faccia e dice la propria! E’ troppo facile dire NO a tutto…

  • RED

    ma un lecito dubbio sull’incopatibilità del progetto non viene a nessuno? Tutti convinti e certi che un imprenditore forestiero viene a casa nostra poggia sul tavolo del sindaco un progetto perfetto?
    Qualcuno con un briciolo di lungimiranza s’è fatto i calcoli reali di quanti posti di lavoro si perderanno per ricavarne forse 200, e quali danni ambientali procurerà?….. non credo se nessuno approfondisce il problema o tematica multidisciplinare non si avranno mai i giusti parametri di confronto.

    Che la regione la provincia ecc… abbiano dato parere favorevole non conta poco o nulla, dipende, come successe con la VIA della turbogas zeppa di errori e minkiate (andate a leggere per credere) perchè redatta da tecnici esterni ignari della realtà locale, sopratutto su quelle relazioni sono riportate analisi e studi propedeutici alla realizzazione del progetto non della reale valutazione in merito all’impatto negativo.

    Le NTA del PRG non servono più a nulla sono vecchie direi fossili ormai, dovresti saperlo (mi auguro) il PRG viene realizzato con previsioni di sviluppo urbano e territoriale decennale, a quale epoca appartiene il nostro PRG? Al secolo scorso e non è una battuta!

    Insomma ed in sintesi è come chiedere all’oste se il vino è buono!

    Sveglia italiani che vi stanno inchippettando bene bene…

  • ponte

    ma i politici locali pensano di prendere per i fondelli tutti i cittadini? Gli sconti ai commercianti su quali basi e calcoli si sono fatti se ancora non si conosce il prezzo sul mercato immobiliare, su quali percentuali di sconto se non esiste una valutazione effettiva dell’investimento finale.

    Che fenomeni d’amministratori….. sapete che vi dico, che lo realizzino così vediamo l’effetto tsunami sulla popolazione, commercianti, agricoltori, allevatori e consumatori…… mi godrò lo spettacolo del declino economico la disperazione di molti dei miei concittadini, perchè è come ha scritto SUD nel post 26/06/11 ore 16:38 ” il popolo….

  • santanchè

    che bello, non vedo l’ora di svolazzare con lo shopping e spendere i soldi guadagnati senza faticare

  • ponte

    si si santadekè forse per il primo anno poi chiuderà i battenti come sta succedendo con gli altri centri.

  • berlusconi

    VOGLIAMO VEDERE LE PARCELLE DEI TECNICI CHE HANNO PROGETTATO IL COMPLESSO ….

  • georgia

    certo che capite poco tutti quanti
    il centro commerciale e il futuro
    magari lo facessero sai che rilancio
    per quella zona e pontinia ne
    usufruirebbe .. creerebbe molti posti
    di lavoro poi..non vedo l’ora

  • berlusconi

    GEORGIA… chi capisce poco sei tu,perche’ non hai la cognizione di analisi del territorio.
    IN un paese con 13000 abitanti di cui la maggioranza risiede nelle campagne(.quindi quasi autonomi per quanto riguarda l’approvvigionamento di generi alimentari) significa mandare sull’orlo del fallimento i commercianti di pontinia .
    Se si vuole far scomparire il rudere dell’ex miralanza,si potevano costruire molte altre cose.
    Ad es. un parco giochi acquatico,un centro esposizione fiere ed molte altre cose che richiamerebbero il turismo.
    Cio’ che sta’ facendo l’amministrazione comunale e’ una delle piu’ grandi stronzate nella storia del nostro piccolo paese…

  • Geganio Clesippo

    sono tutti abbagliati dalla pirite come gli ignoranti cercatori d’oro d’inizio 900.
    La Pubblica Amm. propone un El Dorado che non esiste, anzia creerà problemi ulteriori agli agricoltori ed allevatori della zona conseguentemente alle aziende che trasformano il prodotto tipico locale.

  • Kirk

    Geganio hai pienamente ragione, ma quando la popolazione non è in grado di comprendere un determinato probelma d’interesse comune, quindi difendersi da progetti devastanti, è giusto che chi governa la pubblica amministrazione diventi un despota e tratti da sudditi tutti i cittadini.
    Siamo arrivati ad un punto così basso nelle coscienze che i cittadini s’accontentano di quel che hanno, pensano che andando a votare altri risolvano al posto loro i problemi personali.

  • RED

    se non credete che i centri commerciali devastano il territorio peggiorando la qualità della vita di tutti guardate qui:

    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/07/07/news/il_sacco_di_sabaudia-18687400/?ref=HREC1-2

  • jumbo

    l’altra sera i commercianti si sono riuniti per discuterne, qualcuno conosce l’esito della riunione?

    grazie

  • morello32

    @ Jumbo, che avranno detto? Nulla come al solito, pigri e poco lungimiranti commercianti.
    Dovrebbero urlare nelle orecchie del sindaco ….che minkia stai facendo vuoi far chiudere le nostre attività?…. invece zitti zitti o qualche bla bla tanto per aprir bocca, non sapendo che una volta realizzato non si torna indietro.

  • berlusconi

    Chissa’ perche’un’esponente del PDL e’ stato allontanato dalla sala consigliare dove era venuto per assistere ed a sentire argomenti riguardanti appunto il famigerato MEGASTORE…
    Forse non si vogliono far sapere verita’ scottanti..
    Pontiniani SVEGLIA!!! Tomb & company ci vogliono prendere per il sedere..

  • morello32

    eppure le leggi dicono l’esatto contrario, in quella zona non potrebbero essere realizzati progetti dannosi per l’agricoltura e relative aziende per la trasformazione dei prodotti.
    Secondo me nella pubblica amministrazione non ci sono persone sufficientemente colte e preparate., questi accettano qualunqie progetto gli venga proposto pur di far cassa, perchè unico argomento politico che sbandierano sono i soldi che introiteranno con l’ICI.
    Allora due sono le cose, o sono inedeguati culturalmente per amminstrare la città ed il territorio oppure nel bilancio comunale c’è un buco da ripianare!

  • 750SUZUKY

    i cittadini di pontinia sono dei fenomeni, non hanno raggiunto nemmeno il 50% all’ultimo referendum, eppure pagano bollette ad acqualatina e come tutti hanno due centrali nucleari a pochi chilometri, e stamattina giusto per finire in bellezza su LATINAOGGI c’era un articolo dove un commerciante a nome dell’associazione commercianti ha detto “noi non stiamo portando avanti nessuna battaglia contro il centro commerciale” ci sta pensando la Confcommercio!!!!!!! Ahoo ma questi so veramente dei fenomeni!!!!! Meritano di chiudere bottega domani mattina!!!!!

  • Osservatore

    Ma il presidente della Rete No Turbogas di Pontinia, lui che é un commerciante, come é che non scala montagne come per la centrale???? Ahhh si!!! si è appena candidato alle ultime comunali con Tombolino quindi non gli va contro!!!!

  • 750SUZUKY

    bella Osservatore! Sarebbe da domandarglielo!

    Ma poi una cosa strana, possibile che i commercinati di pontinia e le associazioni di categoria non dichiarano guerra a chi specula sulla vita dei commercianti stessi contro chi apre megastore? Guardate qui a latina, il morbella sta morendo giorno dopo giorno, dopo che i commercianti di latina hanno fatto buffi per milioni d’euro per acquistare spazi e locali all’interno, a latinafiori da quando hanno inaugurato ho visto aprire e chiudere piccoli e medi negozi perchè impossibili da mantenere vista la crisi ed il bacino di utenza limitato per quantità di consumatori, mentre le grandi catene resistono pareggiando i conti perchè appunto catene nazionali o multinazionali.
    Tanto ai politici cheglièfrega sistemano qualcuno dentro a lavorare per avere consenso incassano l’ICI e di chi invece con sacrifici manda avanti il negozio di famiglia può anche andare a fan….. bell’italia vero?

  • pasquino

    guardate che un negozio in un centro commeciale deve anche vendere altrimenti chiude e le spese sono altine………..
    i negozi degli eltri centri non mi pare stiano andando bene anzi……..

  • gaudenzio

    AHHHH … NUN VUEDO L’ORA DE I AGLIU CIENTRE COMMERCIELE ..
    ME TENGHETE ACCATTA GLI ZAPPO NUOVO.
    CHIGLIE CHE TENEVA ME S’AMMUORTO.
    A DAPO’ AGLIU CIENTRE COMERCIELE CE PUZZO PORTA’ PURO MOGLIEMA
    CHE LA METTO A VENNE LE CARCIOFOLA CON GLI BROCCOLITTI.
    E SPERAMO CHE VENDENO PURO LE CERAMICHE CA TENGO RIVESTI’ LA STALLA CON LE CERAMICHE NOVE ACCUSI’ LE VACCHE FAVO PIU’ LATTO..

  • 750SUZUKY

    ….si si Gaudenzio, troveranno anche un posticino dentro il centro comm. per ospitare quelle signorine (straniere) che stazionano sulla appia all’ingresso dello stabilimento, così oltre a portare tua moglie a vende li carciofoli poi anche fruire di un nuovo servizio godereccio…. a pagamento s’intende!
    Hanno pensato a tutto sai pur di venire incontro alle esigenze dei cittadini!

  • domitilla

    ihihihi che ridere…… certo che gli amministratori di pontinia sono comici da zelig.
    Invece i commercianti dovrebbero piangere, ho provato ad affittare un negozio a latina fiori mi hanno chiesto al mese 60 euro al mq x 55mq.
    Ma nel centro comm. di mesa gli spazi saranno gratis?

  • comment

    @ domitilla, infatti credo che i comercianti di pontinia e dintorini non hanno capito il pericolo, anch’io avevo un negozio a Ltfiori ma le spese di gestione erano insopportabili specialmente quando arrivò la crisi economica ho dovuto chiudere prima che i debiti mi assorbissero anche la casa, altri però nelle mie stesse condizioni hanno fallito trovandosi in un mare di debiti.
    Ho capito tardi che i centri commerciali funzionano solo per le grandi catene di distribuzione, i piccoli e medi non reggono il passo.

  • osservatore

    Ma i baldi giovani della Rete No Turbogas non dicono nulla?? Tutti sotto l’ala del piccolo Tombolino. Muuuuti sogno!!! Certo uno di loro doveva fare il Direttore del Museo all’ex mercato ortofrutticolo, l’altro si é candidato ultimamente con Tombolillo. Come dire conflitti di interesse!!!

  • fiammetta

    ma non solo altri delle rete collaborano al giornalino del comune pagato con soldi pubblici, come al solito quando la politica canta come le sirene molti cedeno alle tentazioni, credo che l’unico componente della exrete (li ho conosciuti) meritevole di rispetto perchè coerente sia luigi, è un peccato perchè avevano fatto un ottimo lavoro di sensibilizzazione, buttar via tutto così per poco è stato uno spreco.

  • comment

    tanto baccano per correre sul titanic di tombolillo? Li immaginavo più forti di carattere e convinti delle loro idee.
    Credo che questa cittadina non crescerà mai se i giovani mollano alla prima difficoltà.

  • gaudenzio

    GLIU NOVO CIENTRE COMMERCIELE FARA’ ADDIVENNA’ TUTTI GLI CITTADINI DE PONTIGNA PIU’ RICCHI ,PERCHE’ L’AVO DETTO CHIGLI CHE CUMANNANO AGLIU COMMUNE.
    MA IO VORRIA SAPE’ NA COSA.. CHI C….O CI ANDRA’ AGLIU MEGASTORE
    A FA ‘ LA SPESA?
    NUI CHE ABITAMMO ALLE MIGLIARE?
    MA SE TENEMMO LA CAMPAGNA CO PIANTATI GLI BROCCOLITTI,LE SCAFE,
    GLI PIMPIDORI,LE PERSICHE ,LE PERCOCHE,GLI PISEGLI,E TANNTE ATRE COSE .
    IN PIU’ ACCIDEMMO GLIU PORCO OGNI ANNO PE FA’ GLI PROSUTTO E LE ZAZZICCHIE,LO LATTO APPENA MUNTO.
    MA ALLORA CHE CAVOLO GLIU FATE A FA’ STO CENTRO ??
    PER FARVE PIU GRUSSA VOIANTRI CUMMANANTI!!!!!

  • commerciante

    ma avete letto stamattina l’articolo dell’esponnete del PD sul megastore?
    c’era da ridere, secondo lui il megastore è la soluzione a tutti i problemi di pontinia, …..no perchè se è così come dice lui allora apriamone 2 anzi 8 di centricommerciali così risolviamo anche quelli delle città vicine!
    Da ridere perchè era una cantilena propagandistica politica e niente altro, nemmeno uno straccio di informazioni tecniche o dati economici, il nulla solo un mucchio d’opinioni che lasciano il tempo che trovano, ora che ci ripenso mi viene da piangere, se questi sono gli esponneti di un partito di sinistra che dovrebbe tutelare gli interessi collettivi beh! ……. raccomandiamoci a Dio perchè la faccenda è drammatica, quell’esponente diceva ai cittadini e commercianti di raccogliere la sfida della liberalizzazione del commercio e cogliere l’oppurtunità, ma LUI E’ UN COMMERCIANTE? HA UNA AZIENDA AGRICOLA VICINO MESA?
    no perchè è facile fare il gay con il deretano degli altri!

  • MJFOX

    nelle amministrazioni locali ci sono incompetenti, ignoranti, presuntuosi, superficiali, megalomani consiglieri assessori sindaci e capi settori.
    Accettano progetti assurdi senza analizzare i pro e contro, accecati dalla possibilità d’incamerare qualche euro di tasse asfalterebbero tutto il territorio compresi fiumi canali e laghi, spianerebbero colline e montagne, trovassero i soldi costruirebbero un ponte per collegare Ponza a Terracina!!!

  • gaudenzio

    VORRIA DI ‘NA COSA AGLIU SINDACO DE PONTIGNA ALIGIO TUMBOLILLE…
    MA CHE TE SI RAMBACILLITO?
    MA COME TE NE TE’ DE STA’ A COSTRUI STO MEGASTORE.
    PIUTTOSTO LASSA LA MIRALANZA ACCUSI’ COMME’,A MONUMENTO DE UN TENTATIVO DE INDUSTRIALIZZA’ GLIU COMUNE DE PONTIGNA.
    O TU VORRISTI CREA’ N’ATRO RUDERE PE’ TESTIMONIARE UN TENTATIVO DI RENDERE PONTIGNA COME UNA CITTA’?

  • gaudenzio

    IO M’ARRICORDO QUANDO PONTIGNA ERA UN PICCOLO PAESINO ,M’ANNAVO ACCATTA’ GLIU PANINO CO’ LA MORTADELLA DA MARIA LA LATTARA IN PIAZZA ADDO’ STA’ LA CHIESA.
    ACCUME ERA BONO CHIGLIU PANINO ….
    CE DAVO 100 LIRE E ME FACEVA GLIU RESTO DE DU CARAMELLE MOUU.
    NUN PENZO CA AGLIU MEGASTORE TE POI FA’ NO PANINO ACCOME ME LO FACEVA MARIA LA LATTARA……,

  • franco

    tutti si lamentano……….ma mi viene da chiedere : il megastore è dannoso? allora perchè avete votato tombolillo il centro commerciale era nel suo programma o no?……e non mi venite a dire che voi non lo avete votato! lui a stravinto,
    praticamente gli avversari hanno preso solo i voti dei parenti

  • GAUDENZIO

    si grazie .TOMB. HA vinto grazie a tutti i favori fatti alla gente e a tutti i miscugli e promessi incarichi

  • sab

    esistono ancora cittadini ed amministratori che pensano e credono che lo sviluppo economico si realizzi con la costruzione di mega opere, che arricchiscono solo pochi e impoveriscono la maggior parte della popolazione, vale per il mega store di Pontinia come per il parco del Circeo sotto assedio di speculatori senza limiti.

  • gaudenzio

    perchè dico sempre pontigna ? perchè sono di sezze ed ho un difetto di pronuncia

  • sab

    per gaudenzio, mi sa che tu hai interessi specifici nel mega store di mesa perchè mi pari più che contento e favorevole alla costruzione, probabilmente non ti interessano i problemi che può causare ad altri cittadini, e guarda che non sono pochi, come qualcuno ha già spiegato nei commenti precedenti il progetto risulta incompatibile con il contesto agricolo ed ambientale che coinvolgerà negativamente molte più persone di quante ne andrà a soddisfare.
    Vieni a vedere a Sabaudia quanti piccoli centri commerciali sono stati realizzati e semiabbandonati nel degrado e quanti ne vogliono ancora fare, sopratutto a Latina dove il Morbella è moribondo e LTFiori è sulla via della crisi economica, forse non ti sei accorto (sei ricco?) che i soldi scarseggiano il lavoro manca ed i cassaintegrati in provincia sono aumentati del 68%.

  • GAUDENZIO

    per SAB…. Leggi i miei commenti e interpretali e se sei intelligente deduci se sono favorevole o meno al megastore.
    E poi per chi cerca d’imitarmi , gli dico che non sono di sezze ma di PONTIGNA.
    Nato a PONTIGNA E FIERO DI ESSERE PONTIGNANO ..

  • franco

    si parla sempre che è un errore fare il megastore, ok;……domanda:???????? al posto della miralanza,voi che non volete il centro commerciale cosa ci fareste?

  • Marker

    per FRANCO, ci sarebbero molte altre soluzioni più idonee e compatibili, esempio una qualunque azienda annessa e connessa con il settore agroalimentare.
    Oppure, a Borgo Bainsizza stanno realizzando una attività industriale connessa con le aziende agricole della zona per raccogliere i reflui zootecnici per realizzare biogas, con questa soluzione si evita l’inquinamento delle falde acquifere e canali dall’eccessivo spandimento dei letami sui campi, risolvendo anche un problema economico agli agricoltori ed allevatori, in più si ricaverebbe biogas da immettere nel metanodotto locale.

    Questi pseudo politici amministratori sono degli IGNORANTI da guinness dei primati, non studiano non approfondisocno i temi e problemi tecnici e scientifici di quei progetti che soggetti privati provenienti da fuori Pontinia poggiano sui tavoli degli uffici comunali, quindi gli amministratori pubblici accecati dalle prospettive economiche e dal conseguente ottenimento del consenso elettorale cedono ai miraggi di ricchezza prospettati da multinazionali che fanno eslusivamente i loro interessi a danno della collettività.

  • 456

    il territorio di pontinia da centro agricolo d’eccellenza nazionale diventerà un polo per la produzione d’energia elettrica, l’ombellico del mondo per il centro commerciale e campo da golf! …… se i politici scendessero con i piedi per terra si renderebbero conto delle frescacce che stanno facendo, ma siccome sono presuntuosi ignoranti ed arroganti se ne fregano del territorio a vocazione agroalimentare e delle persone che ci vivono.

    MI AUGURO CHE ARRIVI UNA BELLA INONDAZIONE CHE SOMMERGA TUTTO ANCHE LE CASE DI QUESTI AMMINISTARTORI INCAPACI.

  • miao miao

    ma con tutta la crisi economica in atto a pontinia la giunta pensa di aprire un inghiottitoio di quei pochi soldi rimasti in tasca ai cittadini? …che fenomeni d’amministratori meritano la laurea in fancazzismo.

  • baubau

    ogni commento sull’idea di un megastore in mezzo la campagna e lontano da centri urbanizzati è inutile, come è inutile spiegare a chi lo ha approvato l’assurdità del progetto.
    Oltre alla crisi economica esiste una crisi culturale preoccupante vista la non conoscienza del territorio, quel luogo dove previsto il megastore è soggetto ad allagamenti, sono ignoranti non solo gli amministratori ma anche i proprietari- investitori.

  • gnifgnaff

    sono tutti uguali destra centro e sinistra davanti ai soldi non fanno distinzioni, se arrivasse un imprenditore cinese multimiliardario proponesse d’asfaltare tutto l’agro pontino 40 mila ettari per fare il più grande aereoporto del mondo dove farebbero scalo 1000 aerei al giorno sti politichetti del nulla accetterebbero senza dubbi.

  • patrizia

    insomma se la politica nazionale è ridotta allo schifo totale non possiamo pretendere che quella locale sia migliore.

  • candido

    @ Patrizia, c’è una tua omonima in consiglio comunale di pontinia giovane (carina per certi aspetti sensuale) che dovrebbe avere una cultura o visione della vita totalmente diversa dai suoi colleghi matusalemme della politichetta locale.
    Lei che vive in campagna e conosce i problemi degli agricoltori è parte integrante di quell’amministrazione che ha approvato il centro commerciale in zona agricola, 220 ettari di pannelli FV a terra nelle aziende agricole e 25 ettari di campo da golf al posto del grano o del mais.
    Quindi che la politica nazionale faccia schifo, sono d’accordo con te, non giustifica la schifezza che le amministrazioni locali fanno a danno del territorio e dei propri elettori, spesso ignari di cosa tramano alle loro spalle trovandosi problemi su problemi causa della crisi di “sistema” più che economica direi culturale.

  • dot ing arch geom

    sono caciottari allo sbaraglio hanno in testa solo sassi per fare macere

  • grade

    da troppi anni sono al governo della città anche i giovani affiancati a questi brontosauri sono diventati dinosauri.

  • tarcisio

    spiegalo a chi vota sti fossili viventi, la maggior parte dell’elettorato del PD di pontinia è altrettanto fossile, come a latina votano sempre la destra.

  • franco

    bla bla bla e poi?

  • tarcisio

    e poi…. quei fossili viventi usano i mega progetti come specchietti per le allodole per carpire il consenso elettorale sapendo che stanno devastando il territorio, sanno benissimo che il centro commerciale il campo da golf rimarrano cattedrali nel deserto, avranno arricchito quegli imprenditori/predatori ma lasciato sul territorio bubboni come l’area industriale realizzata 40 anni fa e mai completata.

  • Evaristo La Quaglia

    Allora non sete capito gniente..
    A loco gia’ s’avo vennuto gli negozi prima de costruirli

  • Aristide Piccioni

    pensa agli allocchi che hanno comprato sulla carta prima di vedere e toccare!
    Pronostico due anni di apertura nel centro commerciale e poi il fallimento, i piccoli commercianti con attività a conduzione familiare pensano che le multinazionali attirino consumatori anche per le proprie attività invece non sanno che è l’esatto contrario il vantaggio è dei colossi del commercio.
    In poche parole è successo al Morbella e sta succedendo a Latina Fiori.

  • stefano

    dite tutte parole sante ma???????? la domanda sorge spontanea. alle elezioni erano quasi tutti d’accordo con il centro commerciale e sinceramente non setii nessuno pronunciarsi contro la sua realizzaione……perchè adesso tutti questi colpi di “coda”? non sarebbe stato meglio fare polemica e perchè no ,farsi sentire di più prima delle elezioni? ma forse noi siamo il solito popolo che chiude la stalla dopo che i buoi sono scappati; sinceramente lo trovo inutile.

  • MJFOX

    @ Stefano,
    perchè buonaparte degli elettori di Pontinia ignorano, senza offesa ma le amministrazioni locali sono lo specchio dell’elettorato, vent’anni con un sindaco ciociaro non si poteva pretendere di più, qualcuno ha già sottolineato in un commento sopra, l’unica cosa che gira nella testa di questi sono le pietre per le macere, beh! azzeccatissima definizione per inquadrare la poca elasticità mentale e culturale di certi individui.
    Guarda come hanno ridotto le loro città medievali d’origine, devastato il territorio circostante, chiaramente quella stessa mentalità di sviluppo asfittico l’applicano con modalità penose anche nelle cosi dette città nuove, dove le prerogative economiche di sviluppo imposte 80 anni fa sono tutt’altre.

  • 123

    AHAHAHAHAHH è verissimo mjfox! in decenni non hanno fatto altro che mettere sanpietrini e olivi AHAHAHAH devono essere scesi giù dalle montagne con la piena evidentemente!
    dovremmo proporre a qualcuno di fare un bel monumento in piazza indipendenza con un olivo una macera ed una capra per rappresentare una filosofia di vita grama e rustica :-) :-) :-) che ridere e beati loro che ci credono.

  • stefano

    perchè quelli prima che hanno fatto di meglio?

  • GAUDENZIO

    Diceva Padre GAETANO MANFREDINI:
    “E’vero si che i BOSCHETTO donano 2 qli di grano per fare le ostie,ma se ne rimangiano 4″…
    Questa metafora e’ per far capire il peso della chiesa nei risultati elettorali del comune di pontinia.
    Famiglie intere di democristiani hanno amministrato questo paese ,con i risultati che noi vediamo,cioe’ nulla.
    Adesso ce li ritroviamo con l’UDC .
    Ma l’avete visto il loro segretario?
    inguardabile,casa chiesa lavoro con una mentaalita bigotta che si ritrova e’ stato delegato anche allo sport…
    Ma puo’ il nostro comune andare avanti con questa gente?
    nooooo e’ vero pero li avete votati!!!!!!

  • 123

    @ Stefano, non possiamo fare paragoni tra circa 3 anni d’amministrazione di centrodestra e questi di centrosinistra che oramai da 20 anni appestano la politica locale.
    Purtroppo è vero, sono scesi dalle montagne portandosi appresso retaggi culturali improponibili in pianura.
    Apprendiamo da giornali che l’attuale amministrazione è stata condannata dalla corte dei conti al risarcimento di 830mila euro per danno erariale, altro articolo invece diceva che dovranno restituire anche parte degli emolumenti decine di migliaia di euro che assessori sindaco e vice si sono aumentati quasi del doppio durante il periodo di dissesto economico.
    Se poi aggiungiamo una serie infinita di sperperi come per il museo di piazza kennedy, piazza roma, via leonardo da vinci opera incompleta, l’acquisto di parte della ex hilme, ecc… l’aggiunta di promesse non mantenute come la rotatoria mai realizzata sulla pontina incrocio con la migliara 48 sul quale hanno realizzato un muro di cemento causando un danno economico riducendo l’ingresso principale alla città, sommando le mega opere assurde ed incompatibili con il territorio e l’economia vedi centro commerciale, campo da golf e 224 ettari di pannelli fotovoltaici su terreno agricolo allora si comprende senza ombra di dubbio della manifesta incapacità amministrativa di questa allegra compagine politica che da più di 20 anni devasta il territorio l’economia l’ambiente instaurando la sottocultura dell’approssimazione.

  • GAUDENZIO

    Sindaco di PONTIGNA, ma dico io…inaugurate il museo delle ZANZARE E non avete pensato a creare delle strutture per contenere l’enorme flusso di visitatori ,che presumo verranno da ogni angolo d’italia.
    IL collegamento con l’autostrada,la stazione ferroviaria,la metropolitana,poi mi domando ma questi milioni di persone che verranno a visitare il museo dove le facciamo dormire?All’albergo pontino forse…..

  • suzuky750

    A GAUDENZIO, ecco bravo non ci resta che prenderli per i fondelli sti 4 fenomeni da baraccone di un luna park!
    Assomigliano all’armata brancaleone allo sbaraglio, poretti non sanno quel che fanno, ….almeno fanno ride li polli e le galline, so talmente svegli che non saprebbero riconosce na volpe in un pollaio!!!!
    A GAUDE’ ma è vero che le telecamere a circuito chiuso messe in piazza kennedy per videocontrollare quell’obrobbio di museo de noantri non funzionano?
    ahoooo durante la notte vanno a piscià sotto i portici!!!! …. allora è vero! dicevano che qualcuno avrebbe scambiato il museo per un orinatoio, è bianco come un cesso?

  • GAUDENZIO

    Caro Suzuky 750 ..sinceramente non lo so se quelle telecamere funzionano.
    Ma se anche fosse,a cosa servono? Cosa c’e’ o ci sara’ di cosi’ prezioso in un pseudo museo del genere ,forse a testimoniare l’incapacita’ di gestire i soldi pubblici nel realizzare opere faraoniche che non servono a nulla.
    Una volta li’ c’era il mercato coperto,come hanno fatto i nostri amministratori a cambiare con estrema facilita’ la destinazione d’uso dell’immobile,causando enormi disagi ai commercianti di merce fresca (pesce frutta salumi)costretti a stare all’aperto alla merce’ di mosche e vespe .
    Siamo ai limiti dell’igiene.
    Se sei di pontinia vai a vedere in che stato versa la scuola media G.Verga.
    sta cadendo a pezzi l’intonaco .
    Cosa fanno i nostri amministratori ,adornano la citta’ di luci natalizie,fanno musei,abbelliscono la piazza adiacente al museo.
    E la scuola media G. VERGA?
    Aspettano che crolli.
    Questa e’ la gente che hanno votato.
    Ma tra 5 anni Tombollillo non si puo’ ricandidare.
    Urge formare una squadra che sia in grado di fronteggiare questi avatar della politica,perche devi sapere che quasi tutti i componenti della maggioranza e anche qualcuno della minoranza,sono vecchi politici o figli di vecchi amministratori.
    Alcuni sono giovani li conosco,ma sono guidati dai loro genitori .
    ci sono dottori,ingegneri,imprenditori edili,geometri e avvocati.
    E nata da qualche mese l’associazione POP che se non si fara’ corrompere come fece la RETE forse potrebbe essere una valida alternativa.
    Staremo a vedere, ma non passivamente….

  • suzuky750

    quasi tutti i plessi scolastici sono messi maluccio, dicono che non ci sono i soldi, però quando ci sono interessi come il centro commerciale o il campo dal golf e peggio 220 ettari di pannelli solari su terreno agricolo si muovono tutti, politici e dirigenti dei vari uffici con solerzia e precisione, visto come hanno trovato decine di migliaia di euro per rifare via da vinci e piazza pasubio?
    Se guardi bene non solo la rete si è adeguata al sistema, anche partiti che stavano all’opposizione come l’udc, che nello scorso mandato all’opposizione criticava e contestava il bilancio comunale oggi in maggioranza invece lo ha approvato!!!!
    Comunque sono pochi quelli seri che non cedeno alle lusinghe del potere, nella rete credo solo Luigi non ha mollato principi e doveri per passare dalla parte dei devastatori, lo conosco è una brava persona merita rispetto, gli altri elementi invece hanno dimostrato poco carattere.

  • GAUDENZIO

    La coerenza purtroppo e’ morta,.
    Oggi dilaga la prostituzione politica,chi 5 anni fa’ era candidato a sindaco con il pdl oggi si ritrova afare l’assessore con la giunta tombolillo,chi faceva l’assessore con tombolillo fino all’anno scorso si e’ ritrovato candidato a sindaco e motre altre situazioni anomale hanno caratterizzato le ‘elezioni di quest’anno.
    I cittadini non hanno fatto caso alla cosa perche’ a nessuno interessa la politica.
    .Chi discute di politica a Pontinia?
    Quattro vecchiotti che fanno il giro della piazza la domenica mattina ,pavoneggiando in giacca e cravatta con il latina oggi sotto il braccio-
    E ‘ ora di finirla con questa gente ,non se ne puo’ piu’di vedere un paese morto ,dove anziche costruire locali e spazi verdi per i giovani,costruiscono musei che non serviranno a niente.
    Passa ai campetti e vedi in che stato pietoso versa, solo i tossici amano avventurarsi li su qualche panchina per spararsi una pera.
    Questa e’ Pontinia e non cambiera’ se non si cambia prima la mentalita’ dei suoi abitanti…

  • suzuky750

    ho incontrato Luigi, gli ho chiesto del fallimento della rete, mi ha risposto testuali parole: se l’amministrazione comunale ha fatto marcia indietro su turbogas e biomasse il merito è della rete dei cittadini, se poi alcuni componenti incoerentemente hanno cambiato principi e valori adeguandosi al sistema fallimentare del carrozzone sono affari loro.
    Come vedi Gaudenzio non ci siamo sbagliati criticando la situazione pontiniana, e come sostenevo io, ci sono brave persone ma se la “politica marcia” attira verso di se con modalità corrosive i più deboli di valori e principi non cambierà mai nulla, Pontinia e l’Italia sono scivolate in una orrenda crisi di coscienza, etica e cultura.

  • GAUDENZIO

    Io invece non voglio ne centro commerciale e nemmeno turbogas

  • RED

    ma perchè molti fanno finta di non capire?
    Se degli uomini rimangono al potere per decenni attaccandosi con i denti rischiando denunce linciaggi ed altro significa che hanno tornaconti personali e sostanziosi, perchè non varrebbe la pena nè il pericolo.
    Se dopo la sentenza di condanna della Corte dei Conti a restituire 800mila euro per danno erariale quei signori sono ancora li che gongolano senza avere un minimo di rispetto verso l’elettorato significa che la civiltà e democrazia sono morte.
    Quindi non meravigliatevi se quei signori approvano e deliberano cose che non hanno nè capo nè coda, ma logiche individuali personalistiche.

  • tesserato PD

    se il testo unico che regolamenta l’operato delle pubbliche amministrazione dice all’art.63 (mi pare) che se un pubblico amminstratore viene condannato per danno erariale deve dimettersi a sentenza definitiva, allora mi domando: ma il Prefetto non sa nulla della vicenda di Pontinia? Oppure che cosa fà anche lui si gratta la panza?

  • RED

    @ tesserato PD, hai ragione, il prefetto dovrebbe essere il diretto rappresentante del governo sul luogo e quindi agire in funzione di……, si ma di quale governo? il governo di ponzio pilato alias berlusconi-bossi che s’è lavato le mani della responsabilità della crisi lasciando l’italia sull’orlo della devastazione economica e finanziaria, autodeleggittimandosi e deleggittimando la politica, oppure è il governo dei tecnici ragionieri che con il pallottoliere tolgono soldi ai poveracci? in ambe due i casi trattasi di uomini privi di senso dello stato!!!!

  • stefano

    @red Hai ragione ma…………..la TV ci riempe di programmi spazzatura, il mondo del lavoro cambia : si va sempre di corsa e la sera si è cosi stanchi che non abbiamo voglia di pensare oltre che di agire. ci stanno creando una società dove dicono che siamo liberi ,ma in reatà siamo solo liberi di scegliere le cose che compriamo………….quindi non “arrabbiarti” pensando che siamo un popolo di non pensanti ci stanno ingarano come un gregge al macelloi io purtroppo mi sono rassegnato e da tempo e medito di emigrare non tanto per me ma per i miei figli

  • GAUDENZIO

    Sono stato all’inaugurazione di una delle piu’ belle opere ,secondo il mio punto di vista,partorite dal gov. TROMBOLILLO.
    Oltre me ,c’erano altre autorita’ del mondo politico.
    La giornata era piovosa ,il traffico era in tilt per la massiccia presenza di visitatori,provenienti da ogni angolo dello stivale.
    Scendo dalla mia auto blu scortato raggiungo il sindaco trombolillo che mi fa da’ cicerone nella visita di uno dei musei piu’ importanti d’ITALIA.
    Bello veramente una chicca ,una bomboniera.
    Vari erano i reperti storici in mostra.
    C’erano scatole di medicine contro la malaria,ormai scadute,zappe d’epoca,attrezzi vari.
    Esco dall’ex mercato coperto e mi domando:
    ma se quei 2 milioni di euro anziche’ facce il museo me li davano a me non era meglio?

  • GAUDENZIO

    UN giorno il sindaco di un paesino del lazio viene invitato dal sindaco di un paese della lombardia .
    Quindi il sindaco laziale giunge in questo paese della Padania dove il collega gli fa’ vedere tutte le sue opere.
    Ponti,viadotti,scuole,strade asfaltate,piazze e quantaltro.
    Dopo aver visitato tutte le opere,il sindaco lombardo lo invita a pranzo nella sua villa .
    Mentre mangiano il sindaco laziale dice al suo collega lombardo:” Che bella casa che hai veramente ben arredata,che lusso…. ma dimmi come fai?
    Con uno stipendio da sindaco non puo’ ottenere tutto cio’.”
    Gli risponde il sindaco lombardo:”Vieni con me ”
    Vanno sul balcone piu’ alto della villa
    Gli fa’ il sindaco del nord” lo vedi quel ponte?”
    “Si” risponde il sindaco laziale
    “quel ponte e’ costato 2 milioni di euro,ma ne abbiamo spesi 1 di milione
    l’altro me lo sono preso io..
    Dopo sei mesi il sindaco laziale ricambia la cortesia e invita a pranzo il sindaco lombardo,il quale entrando nella villa del suo collega laziale rimane esterrefatto dalla sfarzosita’ e il gran lusso di quella casa e gli dice
    “Pero’ i miei complimenti,nemmeno nella villa di Silvio ad Arcore ho visto tutte queste belle cose.
    Ma dimmi come fai?
    Vieni con me … disse il sindaco laziale
    escono fuori e vanno su di un colle.
    Lo vedi quel ponte?…. damanda quest’ultimo
    No …rispose il sindaco del nord
    Ecco appunto……. disse il sindaco laziale

  • RED

    c’ero anch’io all’inaugurazione, una delusione totale mi aspettavo di più, per quella cifra 1.500.000 euro forse 2.000.000 di soldi pubblici spesi per mostrare una zappa due cioce due pagine di giornali, esclusi i disegni originali della fondazione della città e la ricerca scientifica sulla malaria il resto sono quattro carabbattole senza valore, io a casa ho di meglio, oggetti e documenti molto interessanti e di valore storico culturale ed economico, porcacciamiseriainfamelurididaschifosa l’impresa non valeva la spesa!!!!!! Oltre alla bruttezza estetica dell’edificio anche l’interno è orribile caxxo non c’è nemmeno il pavimento!!!! Adesso voglio proprio vedè con quali soldi lo mantengono!…. ovviamente con le nostre tasse!!!! MALEDETTI !!!!!

  • 123

    sono d’accordo con te Red, la spesa non valeva l’ìmpresa, ma non solo ho scoperto 2 cose ridicole seguendo l’inagurazione ascoltando i vari personaggi tutti eccitati dall’evento, che diverse installazioni sono temporanee perchè gli oggetti esposti ritorneranno nei musei delle città d’origine che gentilmente hanno prestato per la giornata parainaugurale di “campagna elettorale”, praticamente un flop per il museo ma un successo per i politichetti, tutto a spese delle comunità di pontinia grazie al lavoro del comitato scientifico che ha preparato una costosissima passerella elettorale…. a loro insaputa?
    La seconda cosa è che daranno la gestione del museo ad una associazione ad hoc (sarò curioso di vedere quali associazioni parteciperanno al bando), mi domando ma con quali soldi visto che la crisi economica ha tagliato fondi per le associazioni? e poi che fine farà il neo o pseudodirettore sarà estromesso?
    Prevedo che l’apertura del museo coinciderà con la chiusura.

  • GAUDENZIO

    Che schifo vedere i neo politichetti belli incravattati come i Testimoni di Geova
    lacche’ al seguito del sindaco.
    Mi sembra di rivedere il film di “Pierino medico della SAUB ” in cui il protagonista interpretato dal grande Alvaro Vitali cercava con spintoni e gomitate di essere sempre al fianco del primario dell’ospedale.
    Che schifo il comune di Pontinia,non offre niente di bello ai giovani,ma innvece di creare strutture come il MAP E IL MEGASTORE ,
    PERHE’ NON COSTRUITE STRUTTURE PER I GIOVANI : PISCINA, STRUTTURE SPORTIVE POLIVALENTI,AMBIENTI RICREATIVI.
    Schifo schifo schifo e mi meraviglio della gente che vota ancora questi pseudo politici.
    FRA 5 anni mi voglio candidare io come sindaco di Pontinia ..

  • 123

    Gaudenzio!
    Dopo la sentenza della Corte dei Conti che ha condannato parte di questa Pubbl. Amm. a risarcire il danno erariale 830mila euro procurato per un gestione allegra dei soldi pubblici ed il Prefetto prenderà provvedimenti per sciogliere il consiglio comunale potrai candidarti tra meno di 5 anni!
    Ma la cosa che auspico che dovrebbero auspicarsi tutti i cittadini italiani è che certi “politici” una volta condannati per aver commesso reati contro lo Stato cioè noi venissero estremessi per sempre dalla istituzioni pubbliche come succede nei paesi civili, invece in questa italietta abbiamo 150 deputati condannati per reati diversi ancora seduti in parlamento e senato ad approvare Leggi per loro stessi.
    Nel frattempo gli italioti s’abbuffano di televisione del GF di programmi pollaio dove litigano sul gossip, delle partite di calcio truccate false come una banconota da 11 euro, quindi carissimo Gaudenzio cosa pretendiamo dalla gente di un piccolo paesino di provincia? …..in bocca al lupo per la candidatura e sopratutto buona fortuna se sarai eletto perchè ci sarà da ricostruire il tessuto sociale e culturale locale che quegli uomini con la stessa NONpolitica da 30 anni hanno dilaniato con la loro sesquipedale ignoranza.

  • stefano

    123
    panem et circenses,è e sarà sempre la dottrina per rimbecillire il popolo.

  • GAUDENZIO

    Al nuovissimo museo delle zanzare,c’e’ un’enorme affluenza(secondo il custode DR Sandro Cocchieri ) 50 \60 PERSONE al giorno ,al prezzo di 2,50 euro.
    Secondo voi basteranno 125 euro al giorno d’incasso a pagare il custode,le donne delle pulizie ,la corrente e i vari aperitivi che vengono offerti dalla casa.
    Ah …un’altra cosa vorrei sapere.
    come ha fatto Cocchieri a diventare direttore del museo?
    Io non ho visto nessun bando di concorso ,pero’ si sapeva da prima delle elezioni di maggio che Sandro Cocchieri doveva diventare direttore del MAP.
    Caro Paolo Torelli ,visto che sei rimasto l’unico esponente del pdl a rappresentarci ,se vedi questo commento perche’ non fai una bella interrogazione al prossimo consiglio comunale?

  • GAUDENZIO

    AUGURI DI BUON NATALE ALLA REDAZIONE DI LT 24 ORE E A TUTTI LETTORI

  • GAUDENZIO

    123 hai perfettamente ragione,in merito alla questione MAP e sono felice che c’e’ chi la pensa come me.
    Pero’ i pensieri se non vengono tramutati in azioni rimangono pensieri.
    Vorrei creare insieme ad altre persone un movimento espressamente politico,lontano dai classici schemi dei vari partiti politici presenti nel nostro comune ,che lavori per la gente e che riuscisse a portare un cambiamento all’attuale amministrazione.
    Se qualcuno fosse interessato ,ci possiamo contattare e vedere la situazione…………………

  • STEFANO.71

    IL CARROZZONE VA AVANTI DA SE,
    CON LE SUE REGINE, I SUOI FANTI, I SUOI RE
    UNA MATTINA HANNO ASSUNTO ANCHE TE……..
    Peccato che la scelta del direttore sia caduta proprio su chi piu’ aveva criticato il museo, su chi, addirittura, aveva disegnato delle vignette satiriche, proprio sull’ utilita’ di un simile museo.
    una volta si avrebbe detto : hanno comprato il silenzio di chi rompe le scatole. oggi possiamo tranquillamente dire che ci sono i saldi , tutti in vendita !
    Peccato che gli anni 80 siano passati da un pezzo, fare certe scelte ora (museo + personale) e’ vivere fuori dalla realtà, tra l’ altro questa amminitrazione si prende spesso “liberta’” di questo genere, vedi la TRASCO…
    Non so se mi fa piu’ schifo che ha comprato o chi si e’ venduto !

  • 123

    @ Gaudenzio, per tramutare in fatti le idee, le critiche o le rimostranze sacrosante occorrono persone volenterose disponibili ad approfondire temi e problemi per trovare soluzioni, sopratutto servono persone incorruttibili, il paese non offre queste persone per il momento, come dice STEFANO.71 che ha focalizzato il problema; diversi cittadini in periodi diversi e diverse associazioni iniziarono di buona lena poi si lasciarono e lasciano allettare dalle proposte e promesse dell’infausta politichetta.

    @ STEFANO.71, la tua domanda ha una risposta ben precisa, è sicuramente peggiore colui che corrompe perchè è consapevole del potere politico/esecutivo ed economico posseduto della posizione vantaggiosa per farlo, sapendo che l’altro si trova in una condizione opposta di necessità o debolezza, ciò non toglie la responsabilità del corrotto che contribuisce al declino morale etico sociale e culturale della società solamente per raggiungere la sua personale soddisfazione.

    Altro problema assurdo ed incocepibile (per ora) è la Giustizia, come avete letto dopo la sentenza definitiva della Corte dei Conti che condanna per danno erariale ecc…, quelle persone si trovano ancora al loro posto, dunque se mai nessun condannato pagherà per i danni arrecati alla comunità lasciando l’incarico istituzionale è PRATICAMENTE IMPOSSIBILE sperare nel cambiamento verso un Italia civile e democratica.
    Insomma, quella sentenza ha definitivamente constatato e provato l’incapacità amministrativa di diversi membri di quella pubblica amministrazione, quindi per logica deduzione dovrebbero esser esclusi allontanati dalla cariche istituzionale per evitare che commettano altri errori e danni erariali, INVECE SONO ANCORA LI’ PIU’ SALDI DI PRIMA !

    Paradossalmente come disse quel buffone di Berlusconi l’Italia è un paese di MENTA!!!! ed io aggiungo: non vale la pena costruire niente battersi per nulla, dandovi un consiglio evitate di metter su famiglia se siete in tempo, non fate debiti o mutui perchè il peggio arriverà prima del Natale 2012 e si protrarrà per gli anni a seguire, non lo dico perchè pessimista ma per ragion veduta data la mia esperienza in materia economica e finanziaria contestualizzata in questa italietta di ladri, balordi, saccheggiatori, falsi patrioti, beceri nazionalisti, infami politici e cattolici moralmente perversi.
    In sintesi la vera crisi non è economica/finanziaria ma di gran lunga peggiore drammatica e spaventosa, è il declino culturale nel quale siamo scivolati.

  • stefano

    hai ragione 123,…………………………….. anche secondo me il peggio deve arrivare. non sono pessimista ma semplicemente vedo un pò più lontano del mio naso. i nostri figli saranno costretti ad andare a lavorare all’estero , e non mi meraviglierei se qualcuno andrà anche a fare la badante in cina; la mia non è una provocazione,ma semplicemente una resa, è inutile illuderci, i nostri figli sono destinati a stare peggio dei padri; forse per la prima volta nella storia. il problema non è che i nostri politici sono beceri,falsi,infami, o falsi cattolici moralmente perversi. il grande problema è, che il nostro sistema politico è tutto sbagliato, perchè anche se un onesto entra in questa CASTA è “costretto”(se vuole continuare) a fare i benefici dei partiti…………POVERI NOI

  • carioca

    unica via d’uscita da questa crisi onnicomprensiva è una guerra civile, un bel bagno di sangue come shock per svegliare le menti assopite degli italiani, ammesso esistano ancora.

  • stefano

    @carioca……….ricorda………..fin che ci saranno le 3P ??????? pane ,pallone e putt……ne l’italiano non farà MAI la guerra

  • carioca

    @stefano, non si può non essere d’accordo con te!

  • bell’italia

    scusate la domanda ma la politica è fatta da deficienti intellettivi? Con la crisi che incombe come una mannaia sulla testa di milioni di persone esiste un imprenditore che vede come investimento aprire un centro commerciale di 5 ettari in mezzo alla campagna distante dalla città più vicina 8 km? Ma a quei fenomeni d’intelligenza che amministrano in comune alla provincia ed in regione non gli viene il minimo dubbio sul progetto?

  • 123

    quei presunti amministratori non sanno nemmeno allacciarsi le scarpe figuriamoci gestire il territorio, l’economia, la cultura e l’ambiente.
    Condannati a risarcire il danno all’erario, sono ancora in comune a fare consigli comunali ed approvare altri danni?
    Complimenti a tutti quei cittadini che hanno rivotato per la centesima volta le stesse persone dalla mentalità fallimentari.

  • 123

    Stefano è verissimo, meglio tentare di cambiare tappandosi il naso, oppure fare come me, non andare a votare in segno di protesta, ma votare per 20 anni e più gli stessi tizi incapaci, bisogna essere degli incapaci per votarli….(senza offesa)…. ecco perchè non c’è speranza.
    Sai che ti dico, sto rivalutando quei mattacchioni che chiesero il dissesto, perchè? non per le capacità politiche ne perchè mi sono simpatici, ma per aver messo a nudo una situazione scandalosa, se i cittadini avessero seguito attentamente la vicenda si sarebbero resi conto dei meccanismi che portano all’incancrenimento della democrazia e del sistema amministrativo, sapere oggi che c’era o non c’era il dissesto poco importa, è invece utile trarre insegnamento da quella tragica vicenda, il mantenere il potere nel bene o nel male per troppo tempo scatena comunque il putiferio, si ostacola l’alternanza e quel ricambio generazionale necessario per evolversi, progredire nel benessere, chi si ostina attaccandosi alla poltrona ferma l’evoluzione della specie umana.

  • 123

    ideologicamente sono orientato a sinistra, ma devo dire con estrema franchezza che questa amministrazione composta dalle stesse persona da 20 anni ormai ha scocciato non poco, si è vero ci sono quelle tre novità dell udc ma sono vecchi tanto quanto gli altri per comportamenti e visione della politica, d’altronde per arrivare al potere si sono dovuti adeguare al sistema che ammorba Pontinia, cioè il nulla, o normale amministrazione, tappa buche e qualche marciapiede qua e la senza una reale pianificazuione urbanistica, se fai caso le uniche novità sostanziali belle o brutte che hanno scosso polticamente il terrirtorio sono quei progetti nefasti proposti da imprenditori esterni e stranieri, centro commerciale, campi fotovoltaici, campo da golf, turbogas ed inceneritore che l’amministrazione supinamente ha accettato senza valutare effettivamente la convenienza e compatibilità.
    Se poi aggiungi lo scempio realizzato in piazza Kennedy costato 2.5 milioni di euro e quello in piazza Roma 1,5 milioni d’euro senza ottenere nessun vantaggio per la cittadinanza, allora ti rendi conto della incapacità che regna da decenni in questa città, sarebbe ora di voltare pagina, tutto cambia tutto ha un inizio ed una fine l’unica cosa immutabile devono essere i politici-amministratori?
    Comunque bisogna riconoscere che la coscienza civica in questa città e morta, come in gran parte d’Italia.

  • super

    ma invece di costriure un gigantesco supermercato alla ex miralanza ci costriuscono in mega casino non sarebbe meglio? tanto le mignot.. ci sono davanti l’ingresso, cè anche un paninaro e bibitaro!

  • Kinky e Sally

    per par condicio anche dei gigolò per noi donne, allora saremmo favorevole.

  • EUSEBIO

    x 123
    io non sono orientato a sinistra ma la penso come te.
    Ma hai visto che personaggi quelli dell’udc,specialmente il Cammellone.
    Personalmente lo conosco,ma non riesco a capire come e’ riuscito a prender tutti quei voti.
    Grande divoratore di ostie non si perde una messa.
    Per gli altri due c’e’ il forense che altro non e’ che un’arrivista,piu’ che preoccuparsi dei problemi dei cittadini ,pensa alla sua saccoccia.
    L’ingegnere invece tutto sommato e’ una brava persona ed e’ per questo motivo non gli danno la delega all’urbanistica.
    IL museo e’stato un flop ,non ci va’ nessuno .
    come mai non e’stato previsto tutto cio’?

  • 123

    @ EUSEBIO, per l’urbanistica ci sono dei palesi conflitti d’interessi, vedi ex palazzo dell’ENEL.
    Riguardo il museo di piazza kennedy è un flop perchè sono idee nate da incapaci allo sbaraglio, voglio vedere con quali soldi lo manterranno aperto…… ed intanto i cittadini di pontinia non sanno un c… di come vengono spesi i loro soldi, beati se ne stanno a casuccia loro davanti alla televisione, tanto c’è il mago Tombolo che risolve tutto!!!!! beati loro che credono alla magia!!! per ora l’unica magia vista è la spesa di milioni d’euro per costruire inutili cattedrali nel deserto come piazza roma piazza kennedy piazza pasubio e le palme da cocco in piazza pio VI, i marciapiedi di via davinci ecc…
    Comunque bisona essere dei beoti per votare per 4 mandati sempre lo stesso sindaco che è palesemente peggiorato politicamente parlando, si contorna di emeriti ignoranti, carica sul suo carrozzone chiunque voglia condividere con lui la passione della devastazione e presunzione d’essere il migliore.

  • MJFox

    scusate mi sapreste dire se i condannati dalla corte dei conti per danno erariale hanno iniziato a pagare quei 830 mila euro?
    E poi tale condanna non ha sancito l’incapacità politico-amministrativa di alcuni componenti di questa giunta comunale? Se si, perchè sono ancora li a perpetrare altri danni?
    Quando un dirigente di una azienda privata sbaglia non solo paga i danni ma lo cacciano a calci in culo per i danni cagionati, in politica invece si rimane al proprio posto con la faccia tosta!

  • sarmientos

    @ mjfox, anch’io sono incuriosito da quella vicenda, possibile che non ci siano articoli sui giornali? Strano nemmeno LATINA24ORE.IT ha scritto nulla, eppure la notizia della condanna non è poca cosa, per una volta che i politici vengono condannati per aver sbagliato danneggiando il bene comune nessun mezzo mediatico ha divulgato ed approfondito la notizia.
    Circola voce che gli stessi condannati dovrebbero restituire anche l’aumento delle retribuzioni della giunta comunale perchè in epoca di dissesto economico non potevano farlo; è vera questa storia o sono voci di popolo?

  • Mauro

    mi conforta sapere che ci sono concittadini con la capcità di analisi scevra da ideologie ed amicizie forvianti; vorrei aggiungere che i danni erariali sono più di quanto si possa immaginare, esempio è la mancata realizzazione della rotatoria sulla Pontina incrocio Migliara 48, strada principale d’ingresso alla città che collega due arterie stradali fondamentali per la circolazione delle persone e merci quindi sviluppo economico; non tutti sanno che il progetto fu presentato al Comune di Pontinia dall’Astral nel 2008, succesivamente furono indette una o più conferenze dei servizi dove parteciparonao tutti i Comuni interessati da tali opere di adeguamento e messa in sicurezza della SR Pontina, l’unico Comune assente fu quello di Pontinia, tutti presentarono le loro richieste poi assecondate dalla Regione e Astral come fu per Sabaudia che volle una rotatoria sulla Migliara 49; quindi sulla 48 fu realizzato un muro di cemento che blocca il 50% del traffico veicolare in entrata ed uscita dalla città, al danno la beffa, se pensiamo che un tecnico dipendente del comune di Pontinia è di Sabaudia percorre tutti giorni quella strada non si accorse dell”errore che si stava compiendo con la realizzazione del muretto anzichè della rotatoria si capisce quanto menfreghismo ci sia in quegli uffici.
    Secondo logica anche questa negligenza da parte della pubblica amministrazione dovrebbe essere danno erariale se non d’immagine?

  • Zak

    esultate cittadini esultate!!!!!! Il segretario comunale ha consegnato ai diretti interessati la notifica di condanna della Corte dei Conti!!!!!! YAHUUUUUUU

  • GAUDENZIO

    Ecco svelato il volto dei nuovi dell’U.D.C.:gente spietata della quale non importa niente dei problemi della cittadinanza.
    Invece di tagliare i sprechi ,l’ass al bilancio taglia i fondi alle varie associazioni.
    EMBE’ nelle dittature per conservare il potere ,bisogna eliminare tutte le coscienze libere..

  • Zak

    @ GAUDENZIO, mi sembra chiaro il funzionamento del sistema, loro gli amministratori spendono e spandono il denaro pubblico per costruire opere assurde e mantenerle sempre a spese nostre, poi quando mancano i soldi tagliano nel bilancio comunale il capitolo cultura e sociale, mai e poi mai rinunciano ai loro privilegi e stipendi, imparano da quegli scellerati che sono al Governo della Nazione, che insegnano alle Regioni che a loro volta insegnano alle Province fino ad arrivare ai Comuni, ed ecco fatto il debito pubblico di 2 miliardi di euro accollato sulle spalle dei cittadini.

    cittadini!!!! continuate a farvi prendere in giro come allocchi da questi fenomeni dell’economia e finanza!!!!!

  • RED

    Zak forse intendevi 2mila miliardi di euro!
    Spiegalo all’elettorato ignaro o menfreghista che da 4 mandati elegge sempre le stesse persone gli stessi capoccioni che non hanno imparato nulla solo migliorato la capacità di acchiappare consenso elettorale.
    Forse la sciagura della nave Concordia è un metafora di questa Italia allo sbando? I poveri in questa città aumentano come spiegato dalla Caritas di Pontinia con l’articolo su LatinaOggi di stamattina, e cosa fa la pubblica amministrazione per contrastarla? Approva la costruzione di mega centrocommerciale e di un campo da golf al posto del grano? Complimentoni a tutti specialmente a quelli che hanno votato questi fenomeni della finanza e dell’economia locale.

  • RED

    mi correggo, l’articolo sulla Caritas di Pontinia si trova su La Provincia.

  • Zak

    si intendevo 2 mila,
    Ho una vaga impressione che in questa città come in gran parte d’Italia sia assopita la coscienza civica o forse morta, perchè tutti s’arrabbiano, crticano, giudicano negativamente governi ed amministrazioni ma nessuno fa nulla per cambiare, vedrai che alle prossime elezioni rivoteranno le stesse persone.
    La prova è il menfreghismo di molti commercinati difronte al progetto del centro commerciale di mesa, dovrebbero essere i primi a manifestare contro, visto che le conseguenze negative ricadrebbero principlamente su di loro, oltre alla crisi economica la ciliegina del mega store che gli farebbe chiudere le attività in paese e obbligati ad aprire nel centro commerciale sostenendo spese di gestione altissime.

  • 123

    a proposito di mega store, la vicenda dell’on cosentino docet, tale deputato della repubblica italiana è stato accusato d’aver interceduto presso una famosa banca per far avere un finaziamento di molti milioni di euro ad una società con capitale di 20mila euro per costruire un centro commerciale in quelle zone affette dal morbo della camorra, sarà una conicidenza ma guarda caso anche per il centro commerciale di Mesa la società interessata ha un capitale sociale di 20-30 mila euro, queste strane modalità dovrebbero far riflettere la P. Amm.; se pensiamo al costo di costruzione di un complesso edilizio come Mesa di 30mila metri quadrati dal costo variabile da 30 o 40 milioni d’euro qualche lecito dubio viene o no?

  • Mauro

    per 123,
    è un omonimo quell’onorevole oppure è la stessa persona che ha comprato 160 ettari di terreno agricolo a Pontinia in zona Quartaccio?

  • migliara50

    possiamo dire che li abbiamo in casa.

  • arnone

    allora buonafortuna abitanti di Pontinia!

  • meringa

    finchè la popolazione non capirà che un buon medico non è per forza un buon amministratore non cambierà mai nulla.

  • tommaso

    @ meringa, è anche vero che una politica indebolita da decenni di mandati elettorali costituiti pressochè delle stesse persone consunte e stressate favorisce inconsapevolmente l’ingresso sul territorio della malavita organizzata.

  • meringa

    per tommaso
    credo tu abbia ragione, dato che non esiste un vero alternarsi di nuove energie da spendere sul territorio i “vecchi” si adagiano su prassi consolidate non pià idonee ai tempi, spesso recepiscono proposte esterne per far fronte a vuoti istituzionali o esigenze territoriali approvando progetti poco limpidi, l’amministrazione pubblica è obsoleta o poco aggiornata sulle tematiche ambientali ed innovazioni tecnico-scientifiche, l’unico parametro di misura sulla bontà o meno di quelle proposte è il consenso elettorale, la compatibilità con l’ambiente passa in secondo ordine.

  • 123

    avete letto La Provincia? il centro commerciale a Mesa si farà quando finirà la crisi economica e finanziaria!
    Amministratori pubblici, tecnici ed investitori hanno dimostrato d’essere poco lungimiranti, incapaci di valutare la convenienza del progetto in un contesto tutt’altro che favorevole.
    Secondo me non si farà più, troppi impicci, troppe incognite, troppi vincoli, i danni sarebbero più dei guadagni.

  • MJFOX

    i politici tutti o quasi a riempirsi la bocca con proclami e posti di lavoro ed i cittadini boccaloni ci sono cascati, perfortuna i commercianti non hanno ancora anticipato un euro, altrochè mega store un mega buco nell’acqua!!!
    Questa è come la storia del nuovo museo che doveva portare turisti paganti e cultura, invece ne turisti ne soldi ma costi di gestione esagerati accollati alla comunità di Pontinia.

  • migliara50

    allora è vero non lo faranno più? Dobbiamo ringraziare la crisi economica?
    Certo che i politichetti di Pontinia tra proclami ed entuasmi 200 posti dil avoro ricchezza per tutti……. hanno fatto la figuraccia della Gelmini con il tunnel di 750Km, poi il flop del CERN!!!!

  • GAUDENZIO

    IL dott. ALESSANDRO COCCHIERI DIRETTOREdel m.a.p dice che il museo sta andando a gonfie vele.
    Ci sono state oltre 500 presenze.
    Allora io dico 500 x 2,50 fa 1250 euro.
    IL direttore ne prende 1500 ,poi ci sono le spese varie di gestione.
    BE’ SI aumentando qualche tassa e tagliando i contributi che vanno alle associazioni si puo’ mantenere il museo .e gia’.,,,,

  • Red

    le cose sbagliate in quel progetto di Museo sono tantissime, esempio le spese di gestione, acqua, energia elettrica, climatizzazione, pulizie, ordinaria manutenzione dell’immobile e degli oggetti esposti, quindi anche se il numero dei visitatori paganti raddoppiasse gli introiti non coprirebbero le spese! Coprirà il “buco” il comune di pontinia cioè noi contribuenti.
    Chi paga i “ragazzi” della associazione-coop che gestiscono il museo? Sono dei volontari?
    Chiunque volesse avere info dettagliate dovrebbe richiedere documenti al comune presso gli uffici dell’assessorato alle finanze, chiedere se a quel progetto è stata allegata l’analisi dei costi e benefici, perchè è curioso che s’investano soldi pubblici pari a 2.5 milioni di euro senza che la pubblica amm. ed uffici preposti non calcolino i costi, benefici e ricavi eventualmente……. tanto paga pantalone!!!!!

  • 123

    hai ragione Red!
    Però non capisco perchè l’opposizione ammesso esista non faccia esposti alla magistratura, tra il map e l’altro di piazza roma la spesa per costruirli è stata di 4 milioni di euro, a queste aggiungiamo le spese di gestione dei due musei l’esborso annuo potrebbe essere di 50mila euro più o meno, senza avere benefici culturali ne ricavi economici, la cosa strana è come abbiano fatto ad ottenere il finanziamento per il map se la struttura non ha nessuna valenza storica ed architettonica, non è un edificio di fondazione della città come la torre di piazza roma.
    Comunque passata la curiosità per il map la struttura andrà decadendo pian piano come successe per la precedente nel palazzo della cultura.

  • 123

    domenica mattina sono stato al raduno delle auto e moto d’epoca, c’erano parecchie persone sul piazzale antistante il MAP, ma poche sono entrate al museo, l’interesse era verso la manifestazione solo pochi curiosi hanno visitato l’interno del MAP.
    Una curiosità nessuno sa darmi informazioni sulla quella specie di pizzetta con la fontana? Chi l’ha fatta e con quali soldi? Certo meglio oggi che come era prima ma qualche dubbio….

  • Clesippo Geganio

    mai nessuno si è preso la briga di quantificare quanti milioni di euro pubblici sono stati stanziati ed investiti a Pontinia da quando è Sindaco Tombolillo?
    Con un po di pazienza sommateli e poi vedete nella realtà se esiste un riscontro oggettivo dell’incredibile mucchio di denaro investito in opere pubbliche che non si percepiscono come utili o alla comunità.
    Domanda: visti i problemi di natura sociale, ambientale, economica, urbanistica che gravano sulla cittadinanza, possiamo attribuirli al politico amministratore oppure al cittadino elettore che per 4 mandati ha votato le stesse persone?

  • marlene

    certi politici, anzi meglio chiamarli amministratori dovrebbero togliere il disturbo, dopo 20 anni delle stesse facce è ora di cambiare, vedere sempre gli stessi assessori e sindaco ripetere le stesse cose con gli stessi proclami gli stessi errori le stesse promese mai mantenute in 4 mandati elettorali sarebbe opportuno per il bene della comunità di Pontinia che costoro facessero un esame di coscienza e andassero in pensione.

  • FARUK

    Quanti professionisti e non si sono ingrassati con la giunta TOMB.?
    Tanti…. dottori,avvocati geometri,ingegneri,commercianti, ecc..
    Certo si sono ingrassati e hanno fatto ingrassare ,per mantenersi la poltrona hanno creato lavori socialmente “inutili”.
    Ora che GLI HANNO CHIESTO IL CONTO . non si prendono la briga di saldarlo e nemmeno di alzarsi dalla sedia del tavolo dove hanno mangiato….

  • marlene

    @ FARUK, se tra parlamento e senato ci sono un settantina di condannati definitivamente per aver commesso reati finanziari, amministrativi e perfino penali come possiamo pretendere che nei comuni si rispettino le sentenze e leggi?
    Quando i cittadini si sveglieranno sarà tardi per cambiare.

  • RED

    sarebbe ora che le sentenze definitive e confermate dalla magistratura venissero rispettate, ed i condannati (mi dispiace per loro) lasciassero l’incarico istituzionale, in coscienza chiedessro scusa ai cittadini che hanno subito un danno economico per una gestione fallimentare dei soldi pubblici.
    Quest’Italia fa schifo, chiunque venga colto con le mani nel sacco e condannato si dice innocente, rimanendo dove sta e continuando a fare quello che faceva prima, a dispregio delle leggi dell’etica e della morale, questo modus operandi dei politici a tutti i livelli governatiuvi non farà altro che esacerbare gli animi e portarci ad una guerra civile.

  • marlene

    @ RED, in questa italietta allo sbando morale ed etico non ci sono speranze per nessuno, tranne che per alcuni infingardi arricchiti con la politica.

  • Clesippo Geganio

    Questo è uno dei motivi della mancata realizzazione del centro commerciale a Mesa: Carrefour ha chiuso in tutta Italia 34 centri tra ipermercati e supermercati, la Auchan invece 12, se la crisi economica colpisce le multinazionali, figuriamoci investitori con 20mila euro di capitale sociale!

    Ma non è l’unico motivo, devono essersi accorti tutti, investitori ed Amm. Comunale che il progetto prevede uno stravolgimento dei luoghi soggetti a vincoli territoriali ma sopratutto di natura fisica, cioè idrogeologici, quindi quell’incompatibilità ambientale ed economica prima paventata e poi ipotizzata tecnicamente da cittadini ed associazioni era ed è concreta.

    Intanto però l’unica ad aver tratto benefci da tutto ciò è stata la ditta proponente che per un meccanismo burocratico-amministrativo ed economico-fiscale può vantare una rivalutazione immobiliare dell’area industriale in commerciale con progetto di fattibilità vantando un parere politico positivo, così inserendo nel bilancio imprenditoriale e societario un cespite dal valore economico migliorato ed aumentato.
    Complimenti per la Pubb. Amm. di Pontinia che per ora ha agevolato il privato imprenditore per non ottenere per ora ancora nulla in cambio per il bene pubblico.

    Se questa è politica, che Dio ce ne scampi e liberi !

  • 123

    ci dev’essere un virus nell’aria, quello dell’incoerenza, se torelli è lo stesso consigliere favorevole al centro commerciale perchè adesso chiede le dimissioni dell’intera giunta?
    Da sempre in politica l’opposizione fa l’opposizione, cioè non scende a compromessi quando fa comodo, da sempre l’opposizione in politica contrasta le scelte della maggioranza non solo denunciando, ma proponendo alternative più valide.

  • RED

    EVVIVA YAHUUUUU ESULTATE CITTADINI hanno pagato gli 836 mila euro, in questa italietta fasulla i politici amministratori di Pontinia saranno gli unici a risarcire di tasca propria un danno economico causato ai cittadini.

    Adesso LATINA24ORE.it dovrebbe fare un bell’articolo esauriente sull’allegra amministrazione di Pontinia, …..oppure codesto giornale virtuale è di sinistra e sorvolerà l’argomento?

  • black

    nemmeno quando arrivò la sentenza della Corte dei Conti che condannò parte della giunta comunale questo giornale commentò con un articolo la vicenda, quindi RED non ci sperare che pubblichino un articolo sull’avvenuto pagamento del danno, evidentemente è come dici tu sono di sinistra.
    Come non sperare che si pubblichi su queste pagine un altra vicenda della stessa amministrazione riguardo una Delibera di Giunta sbagliata per la quale giorni fa cè stata una Question Time in Parlamento, e probabilmente si ricorrerà alla Corte dei Conti per un ulteriore risarcimento danni.
    Questa è l’Italia in fallimento.

  • 123

    4 mandati elettoriali d’avanspettacolo di quart’ordine!!!
    Non so se avete mai assistito agli spettacoli dei vari consigli comunali, da ridere a crepapelle se non fosse per la serietà dei temi trattati, sarebbe bello che tutti gli ellettori andassero una o due volte a vedere, si renderebbero conto di che cosa hanno votato e continuano a votare alla cieca

  • stefano

    ma scusate……..dire che la politica fa schifo non vi sembra un pò banale? poi 4 mandati se ci sono stati ci sarà un perchè, comunque prima dell’arrivo di questo sindaco non è che le cose erano migliori anzi…………….

  • RED

    @ STEFANO, sicuramente questo sindaco le ha peggiorate, sarà anche un bravo medico ma come amministratore comunale è un fallimento quasi totale.
    Perfino con la vicenda delle centrale elettrica turbogas da loro stessi promossa poi a causa di un gruppetto di giovani ambientalista ha fatto retromarcia, ultimamente con la sentenza della corte dei conti che li condanna per 830 mila euro, il fallimento del centrocommerciale, addirittura il campo da golf che mai si realizzerà, il museo di piazza kennedy costato 2.5 milioni di euro diventato una altra “tassa” per i cittadini, e la lista degli errori è lunga chilometri, sapevi che un anno fa il comune di pontinia ha trasferito la proprietà (giurisdizione) di alcune strade comunali alla Provincia e viceversa ricevendo dalla Provincia un numero di strade in chilometri maggiori di quelle che ceduto? Bell’affare che ne dici?
    Poi sto ancora aspettando dopo il referendum che l’acqua ritorni alla gestione pubblica, ma a quanto pare è stata solo campagna elettorale.

  • sarmientos

    la discussione sul centro comm. ha avuto sviluppi su diversi argomenti, gira e rigira siamo sempre allo stesso punto la politica di m…. e non solo, ormai è palese il fatto che i cittadini siano regrediti in sudditi, zitti subiscono ogni angheria dalla presunta politica, senza indignarsi nel caso incazz…..
    In poche parole questa cittadina è morta nella coscienza, come molte altre città intorno a noi il senso civico è pari a zero!
    Questa tragedia non va confusa con il detto “mal comune mezzo gaudio”, dovrebbe far riflettere sul disastro culturale e morale che ci sta portando al massacro.
    I politici o pubblici amministratori fanno e disfano perchè i cittadini glielo permettono, perchè sono indifferenti o perchè ignoranti.
    ERGO: NON CI SONO SPERANZE DI MIGLIORARE NE GUARIRE, ARRIVEDERCI ALL’INFERNO….. se non si desta la coscienza di ogni singolo uomo e donna.

  • Clesippo Geganio

    a SARMIENTOS, noi italiani siamo afflitti da una crisi nella crisi rispetto al resto d’Europa, a quella economica e finanziaria si è aggiunta quella morale, cioè una brutta regressione culturale rispetto ai diritti e doveri, non sono pessimista ma la gravità della nostra malattia come hai detto tu è seria, non esistono medici (Berlusconi, Bersani Monti ecc..) nemmeno medicine o magiche pozioni, se gli italiani non sentono il pizzicare della coscienza per formare gli anticorpi non ci sono speranze, spero che un briciolo di dignità personale sia rimasta per riaccendere la speranza ed uscire dal disastro.

    • stefano

      @red vedi purtroppo quando si ragguiunge un potere (anche se piccolo come pontinia) pur di non lasciarlo ci si farebbe sgozzare……non ci credi ? guarda la storia e medita ; da ceausescu a gheddafi passando per saddam hussein piuttosto che bin laden e anche altri…………….pur di non lasciare il potere (potevano benissimo vivere da nababbi ) sono rimasti o addirittura tornati per farsi ammazzare .;figuriamoci se può fermarli LA PAURA di quache condanna,ahahahahahahahahahah.

  • capograssa

    a regà il problema non sono gli amministratori ma i cittadini/sudditi di pontinia che da quasi 25 anni votano gli stessi fenomeni da luna park.
    L’unico comune della zona dove le stesse persone sono sedute su quelle poltronacce da oltre un quarto di secolo!
    La prova è la rotonda che dovevano realizzare sulla pontina, i primi ad essere danneggiati da quel muretto di cemento sono i commercianti e artigiani di questa cittadina di dormienti, e cosa hanno fatto? NULLA! Avrebbero il diritto di chiedere i danni a questa amministrazione che per “disattenzione” non ha visto l’astral che costruiva un muro all’ingresso della città.
    Chi è causa dei suoi mal pianga se stesso!!!

    • stefano

      eeeeeeeeeee e a me niente? comunque una cosa la devo dire……si forse il museo non servirà a nulla , forse si poteva spendere meno ,forse si poteva fare meglio, forse …….comunque il sindaco ha fatto “questo” conosco altri che avrebbero preso i soldi senza fare nulla

  • suzuky750

    questa ridente cittadina è moribonda sen non morta da un pezzo, intendo dire che non propone novità in ambito politico e culturale, nonostante le innumervoli associazioni dedite alle varie attività degne di assoluto rispetto, la partecipazione democratica alla vita amministrativa e politica non esiste più, o sono schierati zitti ed allineati con le scelte della compagine partitica di Tombolilliana oppure sono frantumati all’opposizione per beghe personali, nel frattempo tutto va in malora.
    Pontinia non è altro che lo specchio della realtà nazionale, caos, inefficienza, menfreghismo, qualunquismo, degrado culturale e sopratutto l’incapacità di dare nuova vita politica ed un ricambio generazionale per uscire dalla palude di acque stagnanti ed ammorbanti che il gruppo politico di Tombolillo ha contribuito a riformare con i suoi 4 mandati elettorali.

  • capograssa

    in sintesi Suzuky750, mancanza di coscienza civica, brutta malattia che ammorba quasi tutta l’Italia.

  • suzuky750

    la politica il peggiore dei cancri che l’essere umano conosce ma sottovaluta, qualunque cosa la “politica” tocchi la marcisce, imputridisce fino alla morte, infatti molti stanno lontano perchè nauseabonda puzza ed appesta anche quelle poche persone pulite rimaste.

  • 123

    su LatinaOggi del 3/5/12 in prima pagina c’era la notizia del sindaco di Pontinia condannato dalla Corte dei Conti al risarcimento per danno erariale al suo stesso comune.

    CARISSIMA REDAZIONE di Latina24ore Voi la notizia non la date?
    Pe runa volta che il “politico” paga di tasca sua per aver sbagliato nemmeno vi degnate di articolo? Siete di parte?

  • FAB-B

    x 123, si si aspetta pure che pubblichino, la redazione di questo giornale è di sinistra, forse imparentata con il sindaco PD di pontinia?
    Ahooo una notizia così dovrebbe fare il giro d’Italia invece nulla molti tacciono. Questo è uno dei motivi dello scatafascio italiano, l’informazione partigiana di destra di centro di sinistra, indifferentemente tutti uguali.

  • sindro

    Voglio proprio vedere QUANDO e SE paga ……

  • marker

    non si placano le polemiche in questa cittadina di scontenti ed a ragion veduta, mi chiedevo chissà se questi commenti verrano letti da chi di dovere della amministrazione comunale, mah! chi lo sa?
    Comunque sembra proprio un armata brancaleone allo sbaraglio, non ne hanno azzeccata una, adesso gira voce di una interpellanza parlamentare con oggetto gli aumenti degli stipendi della giunta sotto dissesto economico della precedente amministrazione che poi è la stessa di oggi, secondo le voci che girano in paese pare che il ministro abbia risposto constatando l’errore e rimandato alla Corte dei Conti il giudizio finale.
    Se verranno condannati anche in questo caso quante altre decine di migliaia di euro dovranno restituire sti geni della finanza creativa?

  • Maaaaa

    …ma li restituiranno questi soldi? E CHI vigilerà ??????????

  • marker

    il problema è dove li prenderanno vista la cifra da capogiro!

    Quoto per 123 che evidenzia la mancata informazione da parte di questo giornale virtuale riguardo la sentenza di condanna da parte della Corte dei Conti verso l’amministrazione comunale, reputo l’assenza di questa importante notizia dai risvolti e sviluppi giornalisticamente interessanti una negligenza della redazione, mi aspettavo da questo sito d’informazione una maggiore attenzione e meno faziosità.

  • buattonazzo

    e basta commentare notizie di un anno fa………. commenti imputriditi dal tempo……..

  • Clesippo Geganio

    123 hai pienamente ragione, però c’è altro, i lor signori condannati al risarcimento economico del danno causato alla pubblica amministrazione lo ripagheranno in parte con i compensi/emolumenti percepiti per la funzioni pubblica che ancora svolgono.
    Tra sindaco, vice, assessori se non erro i cittadini sborseranno 300 mila euro nei prossimi 4 anni, che sommati agli 800 mila da risarcire sommano 1.100.000 €.

    Non saprei dire se la coscienza dei cittadini sia assopita moribonda o morta come sostengono alcuni commentatori, ma di sicuro abbiamo un grave problema morale ed etico, forse di palese conflitto d’interessi?
    In questi casi è relativo sapere se la legislazione in materia di danno erariale commesso da una giunta comunale prescriva la decadenza o meno della stessa, è importante avere consapevolezza della questione morale personale e verso i cittadini che subiscono al danno anche la beffa pagando due volte.

  • 123

    ma hanno pagato tutti, anche l’assessoretto furbetto che ha lasciato pontinia?

  • 123

    Clesippo, non ci sono dubbi sono geni al contrario, adesso sono costretti a liquidare la TRASCO perchè non più sostenibile in house per nuove disposizioni legislative oltre ad essergli costata 800 mila euro di risarcimento danni da rifondere di tasca propria, allora quando il centrodestra (fenomeni pure quelli) volevano liquidarla anni fa perchè risultava antieconomica avevano ragione?
    E’ proprio vero questo sindaco è stato un disastro come amministratore, spero gli punga la coscienza fino a rassegnare le dimissioni per acclarato fallimento politico.
    Sono curioso di sapere cosa dirà e farà per i dipendenti Trasco con la paura d’essere licenziati da qui a pochi mesi, mi auguro per loro che i responsabili trovino una soluzione regolare e non un altra volta una soluzione italiota.

  • sarmientos

    hanno rinnovato la carica di presidente della PROLOCO eleggendo un giovane virgulto di Pontinia, ex consigliere di anni 70 della scorsa giunta Tombolillo!!! COMPLIMENTI per il rinnovamento!!! Sto paesello non ha speranze per un futuro migliore, se gli anziani non si fanno da parte non lasciano ad un naturale ricambio generazionale tutto finirà con loro.

  • suzuky750

    vedete è la prova provata di quanto dicevo diversi commenti fa, questa cittadina e morente o già morta, se nemmeno alla proloco si desidera il cambiamento significa suicidio.

    ave morituri !

  • gnifgnaf

    visto è come dicevo io, sono tutti uguali, se non fossero intervenuti quelli della Rete no turbogas cioè dei qualunque cittadini, il PD la sinistra di Pontinia avrebbe inaugurato un tumorificio a regola di legge.
    Sono tutti uguali nell’ignoranza, tutti uguali negli interessi personali ma tutti diversi e disuniti per gli interessi collettivi.
    Senza un comune senso del benessere collettivo c’è solo lo sfacelo.

  • fabrizio

    continuo a non capire, sono stati condannati a risarcire il comune di pontinia con 800 mila euro e continuano a percepire i compensi da sindaco ed assessori, in poche parole pagheranno il debito con altri soldi dei contribuenti.
    Praticamente i cittadini pagheranno due volte! Che Italia di melma!!!

  • fabrizio

    ho saputo che l’attuale sindaco ha portato in procura l’ex sindaco, più o meno per gli stessi motivi, emolumenti percepiti quando non dovevano, si è aperta una guerra tra politici ed i cittadini pagheranno ancora.
    Quand’è che faranno una legge dove si vieta di fare il sindaco più di 5 anni?
    così non avrebbero il tempo di fare casini e rimanere attaccati a quelle schifezze di poltrone pagate da noi contribuenti, veramente non se ne può più di questa politica personalistica.

  • BEPPE GRILLO

    ma voi mi spiegate perche’ l’anno scorso alcuni candidati spesero svariate migliaia di euro per la propaganda elettorale sapendo che al massimo potevano diventare consiglieri(perche’ gli assesSorati sono stati decisi prima).
    NEMMENO se sono presenti a tutti i consigli comunali ,riescono a ripagarsi le loro spese elettorali.
    Forse lo avranno fatto per spirito di sacrificio o per protagonismo oppure per cosa………….?

  • BEPPE GRILLO

    Amministrazione comunale Di Pontinia sempre piu schifosa.
    Si preferisce spendere 600mila euri per il manto erboso sintetico del campo comunale,invece di ristrutturare i vari plessi scolastici ed in particolare le scuole medie G. Verga che stanno cadendo a pezzi.
    Alle prossime elezioni IO spero presto votate il MCS

  • FOX

    credo che Capograssa abbia ragione, l’Italia è gravemente ammalata di mancanza di senso civico di conseguenza anche Pontinia, comunque cari coabitanti dell’agro pontino qui a Latina non ridiamo affatto, come a Sabaudia le cose non sono migliori.
    Comunque la risposta del perchè 600 mila euro per il manto erboso è chiara e lampante, le cose strane non lo sono mai in politica hanno sempre un fine specifico.
    Ora vedrete se le critiche alzate dall’opposizione sono vere o fasulle, se andranno avanti con le critiche o con azioni specifiche per evitare lo sperpero.
    E i cittadini le associazioni che fanno? Stanno a guardare! Come succede a Latina molti urlano per gli sprechi poi lo sperco si verifica puntualmente.

  • 123

    assurdo destinare 600.000 euro all’acquisto di tappeti quando non si ha una casa!!!! ci dev’essere un motivo economico valido come un investimento redditizio, ma in questo caso non ci sono visto che il gioco calcio al comune di pontinia non produce nemmeno un euro, anzi spese di gestione per utenze e manutenzione ordinaria a carico dei contribuenti, stessa storia per il museo di piazza kennedy inghiottitoio di denaro pubblico che non produce nulla se non debiti.

    @FOX, anch’io mi son domandato le associazioni locali cosa fanno? Forse sono compromesse politicamente quindi non vedono non sentono non parlano?

  • RED

    amministratori incompetenti.
    Hanno causato il dissesto economico del comune, hanno fatto un buco economico di 800 mila euro alla trasco, hanno speso 2.5 milioni di euro per un museo vuoto, dovranno probabilmente restituire i soldi degli stipendi che si sono aumentati quando non potevano e stanno ancora a spende e spande il denaro dei cittadini, ma in questa ITALIA perchè gli incapaci fanno strada?
    QUESTA CITTADINA E’ MORTA COME E’ MORTA LA REPUBBLICA ITALIANA.
    NON VALE PIU’ LA PENA PAGARE LE TASSE.

  • sarmientos

    visto che non sono riusciti a far cassa con il centro commerciale tentano con il campo sportivo?
    Mi domando l’attento e scrupoloso assessore al bilancio che ha criticato l’allegra e passata maggioranza di spendaccioni, che dice che sta facendo per evitare che 600.000 € di mutuo per un tappeto li paghino i cittadini di Pontinia?

  • tesserato PD

    qualcuno riesce a capire cosa succede in casa UDC? Dai giornali solo fuffa niente chiarimenti specifici solo gossip, ma in sostanza che cosa non funziona?

    Ma perchè degli esponenti di partito devono rendere pubblico il loro dissenso (per che cosa o chi) senza spiegare la ragione, ammesso ci sia.

  • 123

    @ tesserato PD, di certo non sono problemi di natura politica-ideologica, visto che Casini udc non è ha mai avuta una! Quindi nella sede locale ….
    Pensa che sono 20 o 24 anni che P.F. Casini è in parlamento per fare cosa non si sa, sappiamo che è un equilibrista professionista, potrebbe lavorare al circo Orfei, tentenna ma non si sbilancia mai, sembra cedere ma poi opplà torna in equilibrio con se stesso.

  • EX tesserato PD

    A tesserato PD, questa la spiegazione della diatriba interna, è talmente bello il potere politico che un volta ottenuto e ti viene sottratto impazzisci.
    Questa è l’ultima tegola in testa a Tombolillo che pur di rimanere al potere in questo paesello inciociarito farebbe accordi anche con l’estrema destra.
    Povera Italia e poveri italiani.

  • suzuky750

    quoto per EX tesserato PD.

    Però qualcuno mi deve spiegare, perchè un uomo debba fare politica da 25 anni essere sindaco da 20 prendersi responsabilità assurde, rogne di ogni tipo, insulti, minacce, denunce, perfino una condanna per risarcimento danni allo stesso comune da lui amministrato? Ci dev’essere una spiegazione plausibile? E’ un santo? Un masochista? Chi e cosa glielo fa fare?

  • 123

    ahahahha!!!! scusa se rido, ma perchè lo fanno? Lo sappiamo e lo sanno tutti, però nessuno ha il coraggio di esprimere il proprio dissenso non votando, allora caro suzuky750 non vale la pene impegnarsi in battaglie civili per una popolazione di dormienti o menfreghisti.

  • suzuky750

    infatti mai impegnato in nessuna iniziativa politica.
    Invece incominciano a rompe i….. con sta notte bianca che non serve a nessuno, solo agli organizzatori, e intanto non ci faranno dormire fino alle 4 di mattina, che amministrazione di casinisti allo sbaraglio, qualunque cosa gli venga proposta per far mangire e divertire le persone l’accettano senza porsi il problema dei cittadini a cui non interessa e che vorrebebro stare tranquilli a riposare visto il caldo.

  • marker

    si riapre la partita CENTRO COMMERCIALE alla ex miralanza, cercasi un imprenditore PAZZO con 35 milioni di euro da buttare via!!!! 35 è la cifra iniziale poi lavori facendo potrebbero diventare 45 per adeguare la struttura alle infrastrutture annesse e connesse?
    Ma se le altre multinazionali del commercio mondiale hanno rinunciato chi mai potrà avere 35 o 45 milioni di euro da bruciare in un progetto abortito? Le banche? Un mecenate rincoglionito? Avanti con le ipotesi abitanti dell’agro pontino!!!

  • alessandra russo

    basta prororlo alla “MALAVITA ORGANIZZATA” oggi sono gli unici che hanno risorse da investire , Forza Tombolillo contattali!!!!

  • Ben-ito

    Beh mi auguro che non chiedano e arrivino fondi europei o del CIPE….ke sarebbe invece meglio impegnare per finanziare tante piccole imprese locali in difficoltà. Altrimenti mangeranno sempre i soliti nomi….

  • marker

    sei un veggente Ben-ito!!! Il progetto prevede adeguamenti infrastrutturali per la fruibilità del centro commerciale sono previste opere edili per ventrare la SS 7 Appia e strade migliare limitrofe per far affluire circa 2300 automobili al giorno in più rispetto a quelle che già percorrono il tratto, svincoli rotatorie allargamenti tombinamenti dei fossi consortili per chilometri in un area agricola sottoposta a diversi vincoli tra cui quello archeologico e fluviale! Chi li pagherà i 500 – 800 mila euro (se basteranno) per i lavori infrastrutturali e devastanti l’area? Il comune di Pontinia, la Provincia, la Regione, il CIPE o comunità Europea? Comunque sia soldi pubblici, per fare gli interessi di un privato? VIVA l’ITALIA dei miracoli al contrario!!!

  • capograssa

    a Pontinia non so se sono più “furbi” gli amministratori pubblici oppure i cittadini che votano da oltre 20 anni gli stessi “fenomeni”.
    Due cose hanno caratterizzato la vita politica della ridente cittadina:
    1- dissesto economico sacrosanto che ha bloccato lo sperpero di denaro pubblico, consentendo al Comune d’avere i conti in ordine, a differenza di tutti le altre città limitrofe.
    2- l’associazione Rete no Turbogas che ha obbligato il Sindaco a rimangiarsi il consenso politico favorevole verso la turbogas.

    Per il resto due decenni di politica becera, la prova inconfutabile il degrado della città e del territorio, per ultimo il progetto più assurdo e sbagliato che una pubblica amministrazione possa fare contro i suoi stessi cittadini un centro commerciale.

  • 123

    @ Capograssa, io non rientro in quella catagoria di “fenomeni” perchè uno come Tombolillo non lo voterei nemmeno fosse l’unico medico rimasto sulla terra!
    Comunque riguardo al centro comm. nessuno s’è fatto i calcoli dei costi benefici e ricavi, le aziende multinazionali aprono ed apriranno esercizi commerciali per guadagnare in NOSTRI SOLDI, per portarli via ed investirli da altre parti d’Italia sopratutto all’estero, è vero assumeranno del personale locale ma sarà minimo rispetto al bilancio dell’economia locale che sarà in perdita, cioè i benefici dell’investimento sarranno solo appannaggio delle multinazionali, a noi rimangono i problemi, inquinamento, disoccupazione, e chiusura di diverse attività commerciali piccole o medie prettamente locali.

    Questi progetti rappresentano la politica sbagliata, favorire le mega imprese private a discapito del benessere collettivo è una chiara ammissione del fallimento politico-amministrativo.

  • cinico

    ma i cittadini di pontinia che vogliono se da hanno eletto le stesse persone da quattro mandati elettorali? Chi è causa del suo mal pianga se stesso!

    Politicamente parlando l’attacamennto alla poltrona del vostro sindaco è identico a quello di Berlusconi o come tanti altri che della politica ne hanno fatta una professione.

  • sarmientos

    ahahahha!!!!!! che ridere, Tombolillo il peggior sindaco dei 33 comuni della provincia di latina.

    @CINICO, non si comprende il perchè i cittadini di pontinia associno la professione del bravo medico a quella del bravo amministratore pubblico.
    Se sapessero distinguere non gli affiderebbero nemmeno l’amministrazione di un condominio.

  • cinico

    @ Sarmientos e gli altri, ma il Vostro sindaco non è stato condannato insieme alla giunta dalla corte dei conti per aver creato un danno erariale di 800 mila e passa euro ed al risarcimento della stessa cifra?
    Se fosse vero come mai è ancora sindaco? Non dovrebbe decadere l’amministrazione?

  • sarmientos

    si è stato condannato insieme alla giunta, pare che abbiano pagato, sinceramente non so cosa prevedano le normative in merito, ma questa purtroppo è l’Italia, chi sbaglia e viene condannato viene premiato, sembra un paradosso ma è la realtà.
    Già da anni per me il sistema Italia non è più credibile, tant’è che ho smesso di esercitare il diritto al voto da oltre 30 anni, non solo visto che non convieniva più investire ho smesso di pagare le tasse chiudendo la mi attività 6 anni fa, prima della crisi economica.

  • donegan

    il problema di tutti i problemi che i cittadini di Pontinia Sabaudia e Latina soffrono si chiama ciociaraggine, cioè l’Agro Pontino si è inciociarito a causa della discesa dalle montagne delle popolazioni dei preappennini, genti ostiche con retaggi culturali radicati e antiquati.
    L’innesto delle popolazioni del nord più evolute ed aperte culturalmente non ha sortito nessuno effetto positivo nelle popolazioni autoctone, unico risultato il lavoro della bonifica rendendo fertile un territorio che i ciociari avevano sotto i piedi da secoli ma incapaci di vedere e sfruttarne le vere potenzialità, ed ancora oggi non riescono a vederla.

  • MJFOX

    è vero, i ciociari hanno la testa dura come le loro macere e dove passano lasciano macerie.

  • pont

    le popolazioni montane sono ostiche e chiuse mentalmente, quindi in pianura hanno ricreato lo stesso clima sociale senza aprirsi culturalmente, in poche parole, il ciociaro vota il ciociaro fine a se stesso.

  • cinico

    purtroppo i politici si contornano di persone “affidabili” nel senso che cercano individui meno capaci di loro ma fedeli segugi proni al potere, allineati agli interessi di partito ed ovviamente personali.
    Questo è il disfacimento dell’Italia, chi di voi non si è incontrato/scontrato con gli apparati politici ed amministrativi di un qualunque Ente pubblico? Tutti o quasi! E Tutti o quasi si sono adeguati al sistema delle raccomandazioni per ottenere ciò che spetta di diritto, trasformando così il cittadino in suddito, questa regressione dicesi devastazione morale, un cancro che uccide etica e coscienza senza lasciare speranze di guarire.

  • RED

    ehiiii Cinico come si a non esser d’accordo con te!
    La maggior parte dei cittadini-sudditi è condizionata o compromessa da quel sistema.
    Qui a Pontinia dovresti vedere il problema dell’occupazione del suolo pubblico come lo hanno risolto, ogniuno fa come gli pare e piace, c’è chi occupa interi marciapiedi chi sposta gli arredi urbani per far posto ai tavolini dei bar ecc… ovviamente l’amministrazione non vede perchè contrapporsi ai commercianti significa perdere consenso elettorale, ed i vigili urbani non sappiamo più cosa siano, se tutt’uno con la scrivania o ectoplasmi.

  • Salvatore

    Siete una provincia ridicola… siete radicati al passato… il commercio si evolve ed i centri commerciali sono la soluzione. A Latina, che è un capoluogo di provincia, mancano ancora i servizi base. Ancora esistono i negozzietti di privati che vendono cazzate oppure abbigliamento che non risponde alla domanda. Siete patetici, a me sembrate tutti proprietari che sentite il fuoco alle chiappe se si intromette la concorrenza. Pensate che i giovani di Latina si fanno 1h di macchina o di treno per andare a fare spesa a Roma, dove trovano i marci alla “moda” e a poco prezzo. Cosa che a Latina non sapete nemmeno cosa sono. Vergognatevi, sia i commercianti e sia i politici che non sono capici di far esplodere ne l senso positivo una città di soli 90 anni. Deprimente per tutti, cittadini ed amministratori. Sono un 28enne appena trasferito a Latina e vi garantisco che dall’ esterno Latina sembra arretrata di almeno 30 anni rispetto all’ Italia, sud compreso. E questo è emblematico.

  • Clesippo Geganio

    @ Salvatore, ti esprimi così perchè sei arrivato da poco e non conosci bene la realtà locale.
    Se leggerai con pazienza alcuni commenti di sopra capirai perchè un centro commerciale in mezzo alla compagna sarebbe un ulteriore colpo per il declino di questo territorio già martoriato dalla politica idiota.

  • Giovanni

    concordo con Clesippo, questa politica cieca e sorda in nome del progresso o del fasullo sviluppo economico devasta qualunque cosa ostacoli gli interessi personalistici in commistioni d’interessi prettamente speculativi.

  • alfio

    credo che il mega centro commerciale non lo faranno mai più, chissà forse la manovra di cambiare destinazione d’uso all’area è servita alla proprietà per aumentare il valore immobiliare dell’area ed inserirla nel bilancio societraio.

  • LOOT

    certo che a pontinia avete un sindaco fenomeno, 20 anni di promesse zero risultati, o forse mi sbaglio sono i cittadini di pontinia ad essere dei fenomeni creduloni per dare credito allo stesso gruppo di persone raccontapanzane?

  • MJFOX

    @ LOOT, che ci vuoi fare se i miei concittadini sono creduloni? comunque siamo in buona compagnia con Latina Sabaudia ed altre amene cittadine.
    Devi sapere che qui a PontiGna il M5S ha fatto il pieno di voti riducendo il PD del sindachello ciociaro originario d’amaseno al lumicino, ormai porello non ha più niente da dire e da fare è politicamente moribondo.

  • 3210

    ancora con questo centro commerciale di Mesa ? E’ stata la solita panzana della giunta di zucche e zucchine, invece andate a vedere cosa hanno combinato all’ex hotel Bolivar di via Trieste con un semplice cambio di destinazione urbanistica per fare un centro commerciale di medie proporzioni!
    1° domanda: ma in certi casi la Legge non prevede una variante urbanistica per derogare le norme del PRG?
    2° domanda: ma la ditta che ha aperto l’attività commerciale di dov’è?
    3° domanda: ma per caso non è che si profila un conflitto d’interessi tra pubblico e privato?

  • fausto

    sono due anni che è stato annunciato il centro commerciale. A che punto siamo?
    boccaloniiiii!!!

  • denver

    io so che il NIPAF sta indagando è andato in comune di pontinia per prendere gli atti amministrativi del bolivar, mi sa che stavolta se la passano brutta zucche e zucchine come dice 3210.

  • 3210

    infatti Denver c’era un articolo su Latina Oggi, indagano processano ma non va in galera nessuno e nessuno paga i danni che questa Italia sopporta da decenni, se siamo ridotti con le pezze al cu….. ci sarà un motivo? Eccolo qui il motivo del disastro, migliaia di pubbliche amministrazioni che fanno di tutto per rovinare il sistema civile e democratico con operazioni assurde controproducenti per la collettività.

  • LOOT

    dai su che stavolta sono fritte quelle zucche e zucchine allo sbaraglio, ne hanno fatti pochi di danni alla comunità sti fenomeni!

    1- si sono aumentati gli stipendi raddoppiandoli quando non potevano farlo.
    2- hanno speso 2.5 milioni di euro per fare un museo dell’orrore in piazza Kennedy finanziato dalla Regione Lazio per 1.1 milioni.
    3- hanno fatto realizzare un muro di cemento sulla Pontina incrocio migliara 48 bloccando il 50% del traffico per il centro della città procurando danni economici ai commercianti.
    4- hanno ristrutturato la torre idrica in museo per 1.2 milioni di euro invece di utilizzarla per irrigare giardini e parchi che annaffiano con Acqualatina a pagamento, i lavori non sono ancora finiti e anticiperanno i soldi alla ditta euro 150mila perchè è in crisi economica, leggete La Provincia del 10/03/13.
    5- hotel Bolivar con un semplice cambio destinazione d’uso senza procedere per legge con una variante al PRG cioè in deroga alle norme.
    6- hanno permesso l’istallazione di pannelli fotovoltaici per 30 anni sottraendo 220 ettari di terreno fertile all’agricoltura.
    7- questo MALEDETTO centro commerciale a Mesa che sarà un ecatombe per le attività commerciali in città.
    8- hanno speso 600 mila euro per 600 metri di marciapiedi e strade di via L. Da Vinci.
    9- hanno permesso con una variante ad hoc al PRG di costruire edifici adiacenti ai marciapiedi larghi m 1.5 vedere piazza Kennedy.
    10- i lavori di ordinaria manutenzione urbana li effettua più o meno la stessa ditta, i relativi progetti li firma più o meno lo stesso progettista.
    11- i bar del centro e non solo occupano il suolo pubblico come vogliono.
    12- hanno permesso di realizzare un altro centro commerciale in centro urbano con un edificio prefabbricato tipo capannone industriale, esteticamente inadatto.
    13- l’area industriale di Mazzocchio (PONTINIA) è in abbandono pare la terra di nessuno…. e se Priverno la rivuole non ha tutti i torti, chissà a che punto è la vicenda giuridica tra i suddetti comuni.
    14- la questione AGAS in via Napoli …..25mila metricubi di cemento….. in cambio di che cosa?
    15- il piano particolareggiato artigianale via Tavolato….. come sta andando? si farà mai? chiedetelo ai proprietari dei terreni……:-) :-)
    16- hanno dovuto restituire 800 mila euro per danno erariale … ma stanno ancora al comando della nave alla deriva….

    ahoooo potrei continuare ad elencare all’infinito tutte le corbellerie che ste zucche e zucchine hanno fatto in 4 mandati elettorali 20 anni della vita di questa comunità di “cittadini” ignari? menfreghisti? comunque rovinati per sempre!
    Ma SOMMATE tutte le cifre di denaro elencate qui sopra e fatevi due risate amare di quanti milioni di euro pubblici si sono bruciati o accollati ai cittadini e generazioni future.

  • 3210

    per quella lista di orrori amministrativi non basterebbe un normale processo per una normale condanna ma un giudizio divino!

  • Clesippo G.

    @ LOOT, riguardo al punto 1, è vero che arrivata la sentenza che condanna la P.Amm. a restituire gli emolumenti non dovuti?

  • LOOT

    @ Clesippo, non è una vera e propria sentenza, la Corte dei Conti ha notificato e richiesto ai singoli componenti della Pubblica Amministrazione oggetto dell’indagine di fornire documentazione attendibile e veritiera senza la quale scattarebbe la condanna per danno erariale, dalle voci di popolo sembrerebbe che la somma da restituire di tasca loro sia di oltre 500 mila euro!

    Sono cassi loro! Tra gli oltre 800mila della precedente condanna e questi 500mila ed oltre fanno la cifra che dovranno restituire a risarcimento della comunità di Pontinia è vicina al 1.500.000 euro.

    Grillo aveva ragione: i politici dovranno restituire tutti i soldi presi o spesi malamente.

  • LOOT

    @ Clesippo G.
    non è una sentenza ma una richiesta della magistratura per ulteriori chiarimenti, per quello che si dice (voci di paese più o meno attendibili) se i diretti interessati non supporteranno con documenti validi quella scelta di raddoppiarsi gli stipendi allora scatterà la sentenza di condanna per danno erariale che ammonterebbe ad oltre 500mila euro.

    Certo che tra gli 800 mila che stanno già pagando con questi 500 fanno un 1.300.000 euro da restituire di tasca loro.

  • 3210

    stasera ci sarà consiglio comunale rovente sull’argomento indennizzi della Giunta e sentenza della Corte dei Conti.
    Chissà quali scuse accamperà il sindaco su l’indebito aumento di 500 mila euro?

  • Clesippo G.

    per LOOT, è vero non è una sentenza, ma poco ci manca perchè difficile o impossibile discolparsi per quella Delibera assurda e compromettente.

    per 3210, infatti se hai seguito il Cons. Com. avrai sentito dal sindaco come si è arrampicato sugli specchi per discolparsi sulla vicenda tragica senza riuscirci, ma si è avuta la sensazione che parte della maggioranza non sapesse cosa stesse firmando in quella Delibera scandalosa, una maggioranza che dava cieca fiducia al sindaco finendo in seri guai.

    Dice il saggio: chi è causa dei suoi mal pianga se stesso.

  • Cinico

    ammin. pubbl. di pontinia sono fenomeni da baraccone da lunapark come questi di latina, tali e quali l’unica cosa che li distingue è il nome e cognome ma per il resto sono identici.

  • LOOT

    @ Cinico, Latina come questa cittadina sono state distrutte dalla ciociaraggine di chi le ha amministrate per decenni, fai caso agli stessi ERRORI commessi nei loro paesi montani, riportati in pianura pari pari come se niente fosse.

  • Cinico

    @ LOOT, altrochè! l’ignoranza dilaga e devasta la società civile, nemmeno i giornali pubblicano informazioni utili al cittadino-consumatore per difendersi dai truffatori, mai una volta che pubblicassero i nomi di quelle aziende agroalimentari che taroccano i prodotti mettendo a rischio la salute delle persone.

  • MJFOX

    ma poi la vicenda centro commerciale alla miralanza come è andata a finire?
    lo fanno o non quel centro assurdo in mezzo alla compagna?

  • qui quo qua

    quell’operazione immobiliare è servita ad ipervalutare economicamente un area industriale in commerciale con grande gioia dei proprietari dell’area, ai cittadini non verrà in tasca nulla come succede sempre in questa italietta allo sbando.

  • nic

    Sempre a lamentarvi…è più bello adesso?

  • qui quo qua

    sicuramente sarebbe peggio dopo….. con l’inquinamento causato dalle migliaia di automobili + lo svincolo “autostradale” ed i negozi del centro di pontinia chiusi.

  • duck

    il problema che l’italiano medio non approfondisce le tematiche o problematiche legate a questi progetti che sulla carta sembrano funzionare poi dopo realizzati si comprende che sono un flop oppure devastanti.

  • rockerduck

    20 anni di tombolillo sono stati come 20 di berlusconi, uno sfacelo.

  • qui quo qua

    vai a dirlo a chi lo vota da più di vent’anni, come i berlusconiani a vita lo voteranno pure quando sarà sepolto per sempre.

  • cokk

    er zindaco the pontinia racconta balle come matteorenzi

MandarinoAdv Post.