Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Elezioni a Latina, intervista a Giovanni Di Giorgi

Latina24ore.it, il primo quotidiano online di Latina e provincia, propone una serie di interviste ai 13 candidati alla carica di sindaco di Latina. Sono state preparate sette domande, uguali per tutti i candidati. In questo modo daremo la possibilità ai candidati che risponderanno di illustrare le proprie posizioni sui temi più importanti.

Intervista al candidato a Sindaco GIOVANNI DI GIORGI – collegato alle liste:

n.  2 “ALLENZA PER LATINA CITTA’ NUOVE”

n.  5 “LISTA DI GIORGI”

n.10 “LEGA FEDERALISTA”

n.14 “UNIONE DI CENTRO CASINI”

n.15 “LISTA CIRILLI PROGETTO LATINA”

n.17 “PDL – POPOLO DELLA LIBERTA’”

n.20 “LA DESTRA – STORACE”

– Quale sarà il suo primo provvedimento in caso di elezione alla carica di sindaco?

Il primo provvedimento sarà senza dubbio la rivisitazione della pianta organica, modificata a pochi giorni dalle elezioni dal commissario prefettizio Nardone, seguito dalla trasformazione del centro di assistenza per disabili “Le Tamerici” anche in centro di assistenza notturna. Sempre nell’ambito sociale la realizzazione di una rete di solidarietà per il “Dopo di Noi”, per garantire un futuro dignitoso ai portatori di gravi handicap, una volta venuto meno il sostegno della famiglia.  Individuare aree per ERP.

– Latina è stata sconvolta da numerosi episodi di criminalità. Cosa fare per aumentare la sicurezza in città? La questione della sicurezza e’ prioritaria, soprattutto in questo periodo nel quale conflitti socio relazionali tra italiani e stranieri, episodi di bullismo e di criminalità e il fenomeno delle babygang minano quotidianamente la tranquillità dei cittadini di Latina. E’ necessario pertanto agire sia in maniera preventiva, esercitando iniziative di educazione alla legalità nelle scuole, che sanzionatoria, rendendo il sistema di Latina a “tolleranza zero” per chi viola le norme. In primo luogo e’ necessario potenziare la Polizia Municipale, incrementando il numero dei Vigili Urbani prevedendo anche un loro impiego  negli orari serali e notturni. Fondamentale e’ inoltre l’istituzione di vigili di quartiere. Una particolare attenzione sarà data alle zone a alto rischio di criminalità tramite la messa in sicurezza di aree gioco per bambini, aree verdi e quelle interessate dalla “movida” con l’installazione di “telecamere di quartiere” che permetteranno un monitoraggio costante tramite il coordinamento con la centrale operativa della Polizia Municipale. Inoltre pensiamo di istituire un numero verde, anche notturno, per consentire il pronto intervento dei vigili urbani. Sarà necessario interfacciarsi con il Ministero dell’Interno affinché sia aumentato l’organico delle forze di Polizia, anche se il lavoro svolto dalle forze di polizia è davvero eccellente e ringrazio per questo il questore D’Angelo e tutti i vertici locali delle stesse forze dell’ordine. Prevediamo, inoltre, una sorveglianza delle aree verdi pubbliche, affidate a cooperative sociali e di giovani, coin relativa custodia e manutenzione. Infine, pensiamo a progetti miratio sulla legalità, anche in collaborzione con le scuole.

– Sanità e servizi sociali. Come migliorare l’offerta e la qualità? Nel nostro programma come obiettivo finale c’e’ la delocalizzazione dell’ospedale Santa Maria Goretti, nel frattempo però dobbiamo potenziare la struttura esistente, che gode di altissime professionalità e reparti d’eccellenza, puntando a farla ritornare Dea di II livello. Per i servizi sociali,  come già detto , nei primi  180 giorni trasformeremo il centro diurno Le Tamerici in un centro di assistenza anche notturna, un primo passaggio importante per poi raggiungerne un altro ancora più importante realizzare una casa famiglia per il “dopo di noi”. Mercoledì sarà aperta, nella scuola elementare di via Po una struttura specializzata per l’assistenza ai non vedenti e ipovedenti in accordo con il Sant’Andrea di Roma. Inoltre, per promuovere le cooperative sociali il 10% degli acquisti comunali di beni e servizi deve venire dalle cooperative del territorio per rispondere così anche al bisogno dell’inserimento nel mondo del lavoro delle persone disagiate. Subito avvieremo il servizio civile per i giovani, dando loro la possibilità di poter avere un minimo di guadagno mensile ma anche di aiutare anziani e più deboli, creando così un circuito virtuoso. Le nostre spiagge ed edifici pubblici saranno completamente accessibili ai diversamente abili, a cui sarà affidata la gestione di un pezzo di spiaggia. Tutto questo rientra in un più ampio porgramma, una rete del sociale che avvierermo immediatamente.

– La Marina di Latina attende da anni un rilancio. In quale modo? Con la realizzazione del proto canale di Rio Martino, i cui lavori sono già partiti, che potrà ospitare fino a 400 imbarcazioni e da dove partiranno anche i collegamenti con le isole pontine. Sarà un volano per la nostra economia e per la riqualificazione di tutta la nostra città, ancora un segnale di quanto vogliamo riportare il capoluogo pontino al centro delle politiche provinciali. Nel breve periodo sboccheremo un vecchio finanziamento erogato dal comune di Latina per il prolungamento del marciapiede fino allo stabilimento Boca Chica e della pista ciclabile da borgo Grappa a Rio Martino. Inoltre, grazie alle condizioni climatiche di Latina, intendiamo destagionalizzare  l’apertura dei chioschi e stabilimenti lasciandoli aperti dei 12 mesi l’anno. Ragionando nel lungo periodo, grazie ai fondi europei ex Urban recuperati dalla Regione Lazio, compiremo importanti opere per la riqualificazione del lido.  Per quanto riguarda il Piano Campeggi la mia amministrazione si impegnerà a risolvere definitivamente il problema legato ai campeggi, uno dei primi temi su cui concentrerò la mia attenzione, adeguandoci alle legge regionale in approvazione. Realizzeremo, inoltre, piste ciclabili e percorsi pedonali, valorizzando al massimo il nostro patrimonio ambientale.

– Latina si distingue, in negativo, per il maggior numero di auto in proporzione agli abitanti. Come rilanciare il servizio di trasporto pubblico e la mobilità sostenibile? Con il potenziamento del trasporto pubblico, attraverso l’incremento delle frequenze e del numero di linee soprattutto per i collegamenti fra le zone periferiche e i borghi con le la stazione ferroviaria. Non escludo  l’inserimento di corsie preferenziali per i bus, allo scopo di incrementare la velocità per rendere più regolare il servizio e quindi più appetibile per l’utente. Per quanto riguarda la mobilità sostenibile dobbiamo puntare al trasporto ad impatto zero, considerando anche l’architettura stradale della città che favorisce l’utilizzo di mezzi elettrici. Se sarò eletto per dare il buon esempio utilizzerò un’auto elettrica. Studieremo la possibilità di pedonalizzare il centro, in stretto accordo con residenti e commercianti.

– Qualità della vita: Latina resta in coda nelle classifiche nazionali. Cosa fare? Aumentare l’utilizzando di fonti energetiche alternative, con la realizzazione di impianti fotovoltaici su gli edifici comunali, avviando anche  un nuovo piano energetico. Espandere il verde urbano per migliorare il microclima della città, allestendo orti e giardini urbani, nello spirito dei ‘giardini di guarigione’ destinati alle attività per i nonni e per i bambini. Dotare la nostra città di nuovi e migliori servizi, prevdere strutture per il tempo libero e la socializzazione. In tal senso, i progetti “‘Ars Lab” e “Mela Park”, che prevedono laboratori artistici alla ex Rossi Sud, rappresentano importanti punti di partenza. Aumentare il numero dei mezzi pubblici circolanti, potenziare i mezzi a trazione elettrica alimentati da reti e affiancandoli ai mezzi di trasporto pubblico ad uso individuale. Promuovere nuove forme di imprenditoria dei cittadini attraverso consorzi, cooperative fra giovani e fra gli espulsi dal mercato del lavoro incrociando i bisogni di servizi alla persona.

– Quali sono le qualità di Latina? Vicinanza con il mare, avere una popolazione giovane ed essere la città natale di tante persone che si sono contraddistinte a livello nazionale e internazionale per le loro capacità, un esempio su tutti Barbara Ensoli. Abbiamo, inoltre, uno splendido paesaggio, anche nei nostri dintorni, e la vicinanza con Roma e Napoli ci consente di avere straordinarie occasioni di sviluppo. Ma soprattutto i latinensi hanno grande risorse dal punto di vista intellettuale, un Dna di accoglienza, solidarietà e grande voglia di fare che mi rende, oggi più che mai, orgoglioso di essere un cittadino di Latina.

File Allegati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

comments

  • gerardo da maenza

    ma jate a lavura’ pecurari, siete gende che vive di espedienti e siete anghe accattoni .

  • Marco

    Quante parole caro candidato……Ma qualcuno ci crede ancora a tutte ste frottole dell’uomo made by fazzone?????

  • trew

    contenuti simili a moscardelli

  • Marco

    …ma almeno moscardelli non è un uomo di Fazzone. E basterebbe questo…..

  • KAVALLETTA

    In tutte le foto non si vede il cranio pelato dove è inserito il cervello:
    Qualcuno mi sa rispondere il perchè?

  • Quantum

    aaaa creduloni….. pensate veramente che siano diversi? Voi quali certezze avete?
    So invece che moscardelli è stato 5 anni in regione senza risolvere nulla, e di giorgi vabbè l’ahi detti tu quindi.

  • trew

    grazie Quantum!
    A me una volta mi possono fregare! Poi sono i che frego loro non dandogli il mio consenso elettorale.

  • offside

    queste elezioni le scorderemo presto grazie al latina calcio che è salito in C1 mentre le amministrazioni comunali giocano ancora in terza categoria rischiando anche la retrocessione con la squadra in maglia rossa o nera i risultati saranno fallimentari.

  • Emanuele

    Sembra sceso da Marte.

  • offside

    no! è sceso da palazzo grazioli……

  • Nazgul

    Traduzione: Il primo provvedimento sarà… ringraziare gli amici mettendo mano alle piante organiche (leggi poltrone) di tutti gli enti e lavorare con Cusani e Polverini per inventarsene di nuovi (poltronifici), poi siccome abbiamo fatto delle figuracce (concerto Vasco Rossi) e devo fa pure contento Cirilli (altrimenti mi massacra subito) “damo quarche sordo a lì pezzenti” (come fa Papà Berlusconi per farsi pubblicità e sembrare caritatevole). Individuare nuove aree per gli amici palazzinarii facendo al contempo contenti “sti cornuti dei latinensi che ancora me votano”, adesso controlliamo l’Ater e pure le graduatorie (“cerrto… dovemmo spartì quarcosa cor Mosca…. però….)

    SE VOLETE IL RESTO della “traduzione” dovete incentivarmi: almeno 30 VOTI :-)

  • Marco

    Che ridicolo ha praticamente copiato il programma di Moscardelli…sì poi è proprio per l’energie alternative…l’unica cosa che ha di alternativo è lo stesso neurone intermittente che fà nucleare sì…nucleare no…

  • Paolo

    La possibilità di mettere commenti anonimi o falsi … li rende veramente beceri.

    Fortunatamente il 16 prenderà definitivamente il via la sfida del fare.

  • shark

    NAZGUL Sindaco!!

  • Andrea

    Che tristezza, ormai gli attacchi che fate contro Di Giorgi sono sempre gli stessi, mi sono anche scocciato di replicare, tanto voi partite col pregiudizio e basate le stupidaggini che dite su insinuazioni e supposizioni. Io continuo a ribadire un fatto: quando Giovanni è stato assessore, Latina era sesta nella classifica del Sole24ORE per la qualità dei servizi (anno 2007, potete tranquillamente verificarlo da voi). Moscardelli cosa fa invece? Promette mari e monti e sbandiera un libro dei sogni che resteranno tali, perché siamo in tempi di magra e lo sa anche lui, quindi mente in malafede! Aprite gli occhi latinensi, non potete votare un uomo che si spaccia per nuovo ma fa politica da quando esiste la DC, cioè già dagli anni 80, un uomo che fa le lezioni agli agli altri ma non vede i suoi di peccati (vedere la presunta lezione di legalità data assieme a Veltroni con le solite accuse a Fazzone, quando poi nel PD ci sono stupratori e assassini), un uomo che ha fatto bla bla bla per andare in regione (vedere la promessa della discarica di borgo Montello che, stranamente, è ancora aperta), un uomo che è andato contro gli interessi della terra che doveva rappresentare (vedere voto favorevole all’aeroporto a Viterbo anziché a Latina). E poi infine, basta con questa storia del programma uguale (già, il MELA park è un’idea di Moscardelli) e della sua sudditanza a Fazzone (considerato che il senatore avrebbe voluto candidare Fabrizio Cirilli)

  • ALESSANDRO

    VOTATE CHI VOLETE PERO’………..SU ENTRAMBI I PROGRAMMI C’E’ UN FIORIRE DI TAVOLI DI STUDIO E COMMISSIONI DI PROGRAMMAZIONE E VIA DICENDO.
    QUESTO PERCHE’ QUEST’ANNO LE POLTRONE SONO DI MENO E I FONDOSCHIENA DA SISTEMARE DI PIU’.
    E QUESTI SARANNO I LORO VERI PRIMI PROVVEDIMENTI, ALTRO CHE STORIE.

  • Aurelio da Terracina

    Questo è uno dei Tanti ” figli del Nano” che stanno impoverendo l’Italia. I poveretti che sostengono che B. crea ricchezze non si accorgono che nemmeno l’ISTAT riesce più a nascondere l’impoverimento del paese. In questi anni di berlusconismo si sono arricchiti solo le zoccole, gli evasori fiscali, i politici affarastici e i mafiosi. Mi viene il sospetto che i tizzi che lo difendono possono appartenere ad una di queste categorie.

  • trew

    per Aurelio da Terracina,

    guarda che dall’altra parte è la stessa cosa, solo che sono più discreti, non ci tengono a far sapere come fanno con chi vanno ecc…..

  • Carlo

    trew, tu che sei un grillino dovresti essere intelligente almeno sopra la media di questi nostalgici della destra che non esiste più, almeno a Latina.

    Non confondete tutto per tutto, perchè alla fine, il sindaco di questa città o sarà giovanni Di Giorgi, o sarà Claudio Moscardelli, ed io voglio un sindaco così:

    http://youtu.be/h119irAWNHo

MandarinoAdv Post.