Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Allarme bracconaggio a Ponza, scoperte 130 trappole

  • ponza-bracconaggio-latina-3467td6e5
  • ponza-bracconaggio-latina-87de65fd
  • ponza-bracconaggio-latina-37d565w

Controlli antibracconaggio a Ponza sono stati svolti dagli uomini del N.I.P.A.F. Ieri grazie al supporto aereo che ha permesso un intervento immediato sull’isola di Ponza sono state sequestrate oltre 130 trappole a scatto (micidiali tagliole che straziano i volatili), molte delle quali contenevano ancora esemplari vivi che sono stati liberati dagli operatori del Corpo Forestale dello Stato.

“Piccoli insettivori come lo Stiaccino, Balie nere, Codirossi, Capinere, vengono quotidianamente abbattuti mentre effettuano brevi soste sull’isola durante la migrazione”, spiega il vice questore aggiunto Alessandro Bettosi. Recuperati anche circa 300 bossoli di cartucce esplose nei giorni precedenti, mentre si è potuto stimare che in pochi giorni sono state abbattute diverse centinaia di quaglie. Grazie alla preziosa collaborazione dei volontari della L.A.C. le indagini svolte dal Nipaf hanno permesso di risalire ad alcune persone che saranno denunciate all’Autorità giudiziaria per aver esercitato la caccia illegale verso avifauna selvatica protetta, con mezzi non consentiti ed in un periodo vietato, di particolare importanza per la fauna selvatica migratrice.

Negli ultimi anni sono 15 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per bracconaggio, 7 i fucili da caccia sottoposti a sequestro giudiziario, 450 le trappole e reti, 8 richiami elettronici confiscati perché tutti mezzi illeciti utilizzati per la caccia di frodo.

Comments

comments

  • Emanuele

    Questa gentaglia andrebbe presa e sbattuta in galera.

  • avatar

    Ma non e’ vero, le tagliole erano per i tre fenomeni che verranno a Latina fra poco, siccome fanno parte della selavaggina stanziale protetta, Alfano (leggifagus, leggifagus), Meloni (querquela starnazzantis) Larussa (Asinus scalciantis), il NIPAF si e’ preoccupato della loro incolumita’, sarebbe una perdita gravissima, se non ci fossero bisognerebbe inventarli.

  • Filippo Conte

    Vista la quantità di trappole trovate ed il numero di cartucce abbandonate credo che invece di prenderci come esempio negativo dovrebbe essere il contrario…. A Ponza ci sono più di 200 cacciatori regolari. Un bracconiere quando è sprovvisto mette a terra almeno 30/40 trappole… Un cacciatore spara in media 20 colpi a uscita in una giornata mediocre… praticamente, abbiamo sull’isola; per farla esagerata una decina di cacciatori zozzoni che lasciano i bossoli in giro ed altrettanti bracconieri… praticamente ci attestiamo intorno allo 0.5% di bracconaggio ed altrettanto per l’abbandono di cartucce… Non credo che in altre zone di italia siano altrettanto virtuosi… Filippo Conte NON CACCIATORE…

MandarinoAdv Post.