Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Niente Moscardelli, Fli candida a sindaco Filippo Cosignani

Futuro e Libertà non sosterrà Claudio Moscardelli ma ha deciso di candidare a sindaco Filippo Cosignani, ex consigliere comunale a Latina. La decisione è stata ufficializzata dal coordinatore provinciale Claudio Barbaro a seguito della riunione tenutasi ieri sera con i vertici del partito.

“Futuro e Libertà – si legge in una nota – ha deciso di presentare una lista con il proprio simbolo espressione del territorio, guidata da una personalità di spicco quale quella dell’Avvocato Filippo Cosignani, per portare avanti un progetto nuovo e coraggioso. Sono in corso dalla tarda serata di ieri contatti tra Claudio Barbaro, Antonio Buonfiglio e Fabio Granata con Antonio Pennacchi, per definire la condivisione e la partecipazione al progetto di Futuro e Libertà da parte del noto Premio Strega”.

DE ANGELIS SI DIMETTE – «Il senatore Candido De Angelis – si legge in una nota – ha lasciato gli incarichi all’interno di Futuro e libertà per l’Italia, quello di responsabile elettorale nazionale e di coordinatore della provincia di Roma». «La vicenda di Latina è emblematica – dice – mentre lavoravamo per arrivare al terzo polo c’è chi cercava intese diverse o inseguiva candidature di grande interesse mediatico ma prive di qualsiasi concretezza. Così non si va lontano, occorre fare immediatamente chiarezza su ruoli e responsabilità all’interno del partito». De Angelis conclude: «Lo spirito con il quale è nato il Fli è un altro, adesso da Fini a Bocchino debbono assolutamente riconsiderare la situazione organizzativa, altrimenti non si va lontano».

SALATTO: LA MISURA E’ COLMA – «La mia decisione è dolorosa, ma assolutamente inevitabile: annuncio ufficialmente le mie dimissioni da coordinatore di Futuro e libertà per la provincia di Rieti. La misura è colma, la gestione di Fli nella regione è ormai assolutamente scandalosa». Lo dichiara in una nota l’eurodeputato Potito Salatto, membro dell’assemblea nazionale di Fli, spiegando che «la causa sta soprattutto nell’atteggiamento di due deputati peraltro non eletti sul territorio, ovvero il coordinatore regionale Buonfiglio e quello di Latina Barbaro». «La lista Fli di Latina e l’inciucio con la sinistra e il fasciocomunista Pennacchi – spiega – è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ormai è chiaro – aggiunge Salatto – che le decisioni cruciali per il partito vengono prese durante la notte, senza consultare chi avrebbe voce in capitolo, come il sottoscritto o come il senatore Candido De Angelis, dirigente nazionale che, lui sì, come me appartiene al territorio laziale. Preoccupato e amareggiato – conclude – resto in attesa che i vertici nazionali si facciano finalmente carico di queste e altre problematiche simili, nell’interesse generale della tenuta di Futuro e libertà su tutto il territorio italiano».

 

 

 

Comments

comments

  • Geppi

    seee vabbè…qua si gioca a chi la spara più grossa..si fanno e disfano alleanze così come fosse niente.serietà signori!!!la gente s’ rotta le pa..e dei vostri giochetti sia a destra che a sinistra!!

  • silvy

    beh speriamo che “la personalità di spicco quale quella dell’Avvocato Filippo Cosignani” decida di andare dal barbiere in occasione delle festività elettorali.
    Con quella chioma fluente non può pretendere di fare il sindaco !!

MandarinoAdv Post.