Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Ausiliari autorizzati a multare le auto, raffica di verbali

Ora anche gli ausiliari del traffico possono fare multe ad auto parcheggiate in divieto di sosta, in doppia fila o sulle strisce pedonali. La polizia municipale ha autorizzato i controllori che lavorano per Urbania, che fino a doggi potevano multare solo chi non pagava il ticket per la sosta a pagamento sulle strisce blu, ad elevare sanzione anche per chi posteggia in divieto.

Risultato? Ausiliari scatenati e automobilisti, che fino ad oggi restavano impuniti, obbligati a parcheggiare correttamente. Raffiche di multe si registrano in molte strade del centro. E intanto si prevede un gran numero di contestazioni. E’ lecito autorizzare un privato a fare multe al posto di pubblici ufficiali?

Comments

comments

  • Rob

    L’articolo recita: “E’ lecito autorizzare un privato a fare multe al posto di pubblici ufficiali?”

    Io mi chiedo: ma perché è invece lecito parcheggiare la macchina dove capita (seconda fila, strisce, curve) perché fare qualche decina di metri a piedi pesa?

  • Daniele M.

    Io vorrei tanto andare in giro con dei Caterpillar e tirare giù SUV, auto parcheggiate in doppia fila costantemente, imbecilli che fanno i matti per strada.
    Latina sta diventando invivibile per colpa di DEFICIENTI al volante!!
    E’ ora di piantarla, e di sequestrare per una settimana le auto parcheggiate in doppia fila che ostacolano la normale circolazione, costringendoci ad andare costantemente nella corsia opposta.
    B A S T A ! ! !

  • foffo

    tutti che appoggiano l’iniziativa a quanto vedo. Poi magari sono le stesse persone che la mattina entrano fin dentro l’atrio di scuola per lasciare il figlio che, per carità, due passi non può farli. O magari che parcheggiano si in seconda fila, ma suvvia, solo un secondo per prendere il pane…..Poi tra l’altro a questo moralismo spicciolo si potrebbe rispondere che magari Latina, cosi come ogni comune, ha ben poco interesse a non vedere le strade intasate ma piuttosto a fare cassa con le multe. Ma d’altronde si sa, il bravo cittadino paga e sta zitto. Quando daranno le pistole anche agli ausiliari si potrà anche dire che è giusto perchè, poverini, fanno un mestiere pericoloso come un poliziotto che interviene durante una rapina. Continuate a farvi spennare e a pagare in silenzio, siete la manna delle amministrazioni comunali, i cittadini che ogni amministrazione sogna. Quelli che vengono vampirizzati e non soddisfatti di ciò, sono anche contentissimi di pagare balzelli “banditeschi”. E poi ci meravigliamo se abbiamo fatto questa fine? Latina città di “cornuti e mazziati” recidivi

  • mauro!!!

    Godetevi Urbania il regalo di Zaccheo!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • partout

    scusami foffo, ma il tuo intervento non l’ho capito.
    Con chi ce l’hai? Con i parcheggiatori folli, con chi li contesta, con gli ausiliari troppo ligi al loro lavoro, con i vigili..o con i panettieri? chi si fa spennare? chi parcheggia in doppia fila e paga le multe facendo cosa far cassa al comune o noi tutti per via delle tasse comunali? e poi che centrano le tasse con un aumento di competenza agli ausiliari? Veramente non ho capito..
    L’unica cosa che ho capito è che siamo cornuti e mazziati…questo l’ho capito e non posso darti torto.

  • Anophele

    le ex pubbliche amministrazioni hanno speso denaro buttandolo come coriandoli a carnevale mettendo sul lastrico la città e cittadini, ora i debiti vanno pagati con gli interessi, quindi che lo faccia l’attuale commissario o la prox amministrazione di SX centro o DX poco importa quei debiti di decine di milioni di euro verranno RIPARTITI SULLA CITTADINANZA in tutte le modalità possibili ed immaginabili anche contro gli stessi elettori (tanto so fessacchiotti…dice il candidato) quando in un paese normale civile e democratico questi buchi neri fatti nella casse pubbliche li pagherebbero i politici-amministratori di tasca loro.
    Ma questa è l’Italia non è la Francia la Germania l’Inghilterra o gli USA dove chi fa della malversazione viene condannato alla galera ed al risarcimento danni !

  • Daniele

    foffo, il tuo commento proprio non l’ho capito. Se uno sta in torto e riceve una multa stai tranquillo che qualche cosa di sbagliato l’ha fatto, altrimenti non avrebbe nessun fogliettino sul parabrezza, quindi è inutile che si lamenta, ed è giusto che stia zitto e paghi! Dato che la gente non capisce con le buone maniere, allora per farglielo ricordare meglio è bene attaccarlo dove si ricorda, ovvero il portafoglio!!
    L’unica cosa che mi dispiace (ma non sono sicuro che sia così) è che le multe vadano nelle casse di Urbania, e non in quelle comunali.
    Aggiungo inoltre che è inutile educare i cittadini quando gli stessi vigili urbani parcheggiano in seconda fila perché si credono “potenti”. E’ inutile anche quando gli stessi vigili, vedendo una fila di macchine in doppia fila passano come niente fosse, invece di parcheggiare e multare a tutti. Purtroppo anche chi controlla “ufficialmente” non è in grado di mantenere l’ordine, pensando solo a tornare in sede perché è finito il turno di lavoro!!!

  • Andrea

    Premesso che ritengo che sia giusto che chi sbaglia paga, ma in uno stato di dititto ritengo anche che sia giusto pagare secondo legge.
    Vorrai sapere cosa ne pensa il Comadante dei Vigili Urbani di latina Dott. Marchionne della Sentenza della Cassazione (tra le ultime) S.U. 5621/2009.

    Il centro di una città non può essere occupato esclusivamente da parcheggia a pagamento.

    Cordialità.

  • partout

    si foffo hai ragione sull’ipocrisia di noi tutti (chi non ha peccato scagli la prima pietra) sempre pronti a giudicare gli altri e giustificare noi stessi, spesso bugiardi con gli altri e ancor più con noi stessi.
    Concordo anche sul fatto che le multe sono un metodo immediato e facile per un comune (allo sbando) come il nostro per fare cassa.
    Devi però riconoscere che la prima funzione di una multa è quella dissuasiva (sempre se viene pagata, e ciò non è scontato qui da noi) perchè anche ai selvaggi del parcheggio non fà piacere sganciare soldi dalle proprie tasche, quindi ben vengano se servono a rendere un pò più decente le strade di questa città o no?
    per quanto riguarda poi il chiudere un occhio con l’amico di turno, guarda che il “favore all’amico di turno” è alla base della Costiuzione Italiana: 1° Articolo: La Repubblica Italiana è fondata sul FAVORE!
    Ne abbiamo esempi ben più autorevoli, e ci dovremmo scandalizzare per quello fatto da qualche povero ausiliario del traffico?
    Quindi in sostanza, per quanto mi riguarda, ben vengano multe a raffica da parte degli ausiliari…e se occorre diamogli anche la pistola, tanto ormai siamo nel Far West …

  • Anophele

    la vicenda è controversa, l’ausiliario NON essendo un pubblico ufficiale non potrebbe elevare contravvenzioni, a meno chè non sia stata varata qualche Leggina in questi ultimi anni che parifica i due ruoli….. però a questo punto a che servono i Vigili Urbani mettiamo la Protezione Civile o la Corce Rossa a fare le multe oppure dei nonni pensionati per arrotondare la misera pensione.

    Ma rendetevi conto della cultura medievale del balzello che l’Italia non riesce a scrollarsi di dosso, le strade sono opere d’urbanizzazione primaria che le amministrazioni pubbliche realizzano con soldi pubblici cioè le nostre TASSE, ma poi su queste paghiamo il parcheggio!!!!!
    In Italia esiste uno strano concetto della “cosa” pubblica, il politico-amministratore dice: pagami le tasse io ti realizzo l’opera pubblica però mi paghi anche la tariffa per usufruirne!!!!…. cornuti e mazziati e contenti ? Devo pagare per entrare a casa mia? Assurdo non vi pare?

  • maxxxy

    ma…..i vigili urbani, a “vigilare” in città (e non solo sui parcheggi e sul pagamento della tariffa di parcheggio, ecc.), chi li ha più visti da anni ???
    La loro perenne latitanza e la circostanza che gli ausiliari non possono (o non potevano) elevare contravvenzioni se non alle auto all’interno dei parcheggi con strisce blu ma prive di tagliando ha, per esmepio, da innumerevoli mesi fatto “nascere” l’usanza di parcheggiare una fila di auto di fronte alla palazzina dell’INA in piazza della Libertà ma fuori dalle strisce dei parcheggi (con i prorpietari certi di rimanere impuniti) restringendo così la carreggiata ed ostacondo il flusso del traffico.
    Certo che se il “deterrente” introdotto dalla possibilità data agli ausiliari di “vigilare” sulle modalità di parcheggio ampliando la competenza a sanzionare la vedo comunque positivamente e dovrebbe essere favorevolmente accolta da tutti coloro ai quali stanno a cuore il rispetto delle norme e la possibilità che da ciò ne possa trarre vantaggio la viabilità ed il decoro cittadino.

  • Davy

    se da un lato m’ infastidisce il palese tentativo di far cassa in qualunque modo, dall’ altra non posso che esserne contento; visto che certa gente ragiona solo col portafoglio, perchè mancante di senso civico, magari ora inizierà a parcheggiare solo dove consentito (che fare 2 passi a piedi non ha mai ucciso nessuno, per inciso). Sarei contento se si iniziasse ad elevare cnotravvenzioni anche a moto e scooter che invadono i marciapiedi

  • foffo

    appunto, cultura medievale del balzello….contribuente paga per costruire l’infrastruttura, paga per usarla, paga per demolirla….chi sbaglia deve pagare, verissimo. Ma ci si chiede se certe disposizioni siano poi cosi giuste. Tra l’altro trovo comico che dentro la circonvallazione non ci sia un solo parcheggio gratuito, e che nessuno si sia preoccupato di alzare la voce per dissentire da questa cosa (mi riferisco ai nostri affermati e rampanti politici! sigh), ma si sa che quando c’è da venire a mettere le mani nelle tasche dei contribuenti son tutti d’accordo. Detto ciò mi rassegnerò a vivere in una città che dice SI a tutto ciò che viene imposto dall’alto….saluti

  • Andrea

    Corte di cassazione civile SEZIONI UNITE.

    sentenza 5621/09 del 09/03/2009

    Le violazioni in materia di sosta che non riguardino le aree contrassegnate con le strisce blu e/o da segnaletica orizzontale e non comportanti pregiudizio alla funzionalità delle aree distinte come sopra precisato, non possono essere legittimamente rilevate da personale dipendente delle società concessionarie di aree adibite a parcheggio a pagamento, seppure commesse nell’area oggetto di concessione (ma solo limitatamente agli spazi distinti con strisce blu).

    Cordialità

  • Rob

    Non capisco come si possa affermare che la gente è contenta di pagare le multe.
    Se c’è chi commette infrazioni ed è contento di pagarle, buon per lui e per le casse di Urbania, per quanto l’esistenza stessa di Urbania sia un danno per le casse comunali a causa dei mancati introiti.
    La gente che non vuole pagare le multe, e mi auguro che sia la maggioranza, fa una cosa molto semplice: evita di parcheggiare dove non può.
    Sarà pure vero che soprattutto nei momenti in cui piove la tentazione di parcheggiare dove non si potrebbe è forte, ma è talmente facile vedere strade con doppie file di auto e poi vedere che a qualche decina di metri di distanza ci sono posti liberi, che la scusa non regge.
    Rimane il fatto che allo stesso modo in cui si ritiene che debba essere penalizzato chi lascia l’auto dove non deve, si deve anche sempre ricordare, e personalmente sono d’accordo con chi lo ha fatto, che:
    1) dovrebbero essere dei pubblici ufficiali e non i dipendenti del consorzio a fare le multe, perché questi ultimi non dovrebbero averne facoltà (ma è più facile vedere un rinoceronte in giro per Latina piuttosto che un vigile urbano)
    2) il centro è totalmente (eccetto il piccolo parcheggio di Via Neghelli) a pagamento, per via di una interpretazione e di un adattamento della legge a dir poco scandalose.

  • io

    e adesso a chi serve POLIZIA LOCALE secondo me questa e una truffa per rubare le tasse.Tutti questi servizi di parcheggi e una grande mafia che piano piano andava alla morte e sempre ce qulcuno in comune che li salva.
    70 anni di storia è Tanto ma andate a racogliere i funghi mia nonna è + vecchia.

  • Satirikon

    difatti dalla voci che circolano in città pare che l’affare parcheggi pubblici in mano ai privati sia stato un fallimento, pensavano al business invece un buco, sarà vero? Che sia la solita manfrina per dichiarare fallimento dell’impresa e lasciare buffi a carico del comune?

  • claudiano

    Il centro di una città non può essere occupato esclusivamente da parcheggi a a pagamento: è questo il punto da dirimere, anche con l’aiuto indispensabile del nostro Commissario prefettizio. Tutto il resto…..è furto in guanti blu !

  • partout

    qui si stanno sovrapponendo due questioni a mio avviso ben distinte.
    La prima è quella riguardante le strisce blu in tutto il centro e la gestione Urbania e su questo punto siamo tutti daccordo sul fatto che è un furto legalizzato ed un un soppruso non lasciare neanche un parcheggio non a pagamento. Su questo non si può che essere indignati.
    Altro discorso è però quello degli ausiliari del traffico. E qui le cose o sono due.
    Dando per assodato e palese che bisogna porre un freno all’inciviltà nel parcheggiare in doppia se non in terza fila, a questo punto le cose sono 2.
    – o si potenzia l’organico dei pubblici uffficiali già addetti a questo compito (vigili urbani), e questa sarebbe ovviamente la cosa più auspicabile,
    – oppure, nell’inpossibilità (o meglio dire incapacità) di fare questo, vuoi per carenza nelle casse comunali, vuoi per incapacità o menefreghismo di chi è addetto a tale compito, allora non vedo nulla di male nel permettere agli ausiliari di multare, non solo chi non paga il ticket dei parcheggi blu (cosa antipatica per ciò che abbiamo detto prima) ma soprattutto chi parcheggia in maniera incivile. E da questo punto di vista questo provvedimento è una cosa positiva.
    Da qualche parte bisonga pure cominciare…sperando che il nuovo sindaco, chiunque esso sia, ponga rimedio a questa truffa legalizzata e lavori per restiuirci una città vivibile.

  • Satirikon

    x partout,
    ci dovrebbe essere una norma o sentenza (purtroppo non ricordo) che dispone la realizzazione dei parcheggi in percentuale per gli usi diversi, delimitati da strisce blu, gialle, bianche ed altra tipologia nella stessa area o zona e comunque NON possono essere in ogni caso tutti a pagamento in aree pubbliche

    Per gli ausiliari al traffico Ti rimando al mio commento del 13/01/11 delle ore 20:09.

  • Satirikon

    il mio post di ieri 13/01/11 delle ore 20:09 s’ è perso per il web eccolo qui :

    Scusate forse mi sbaglio, ma gli ausiliari del traffico non fanno parte del personale assunto a tempo determinato o indeterminato dalle pubbliche amministrazioni?
    Essendo un corpo di Polizia Municipale gli ausiliari del traffico dovrebbero avere idonei titoli e passare degli esami attiduninali attraverso un concorso come per la Polizia di Stato?

    Il pubblico ufficiale è, per il diritto italiano, colui che esercita una pubblica funzione legislativa, giurisdizionale o amministrativa.
    Agli stessi effetti è pubblica la funzione amministrativa disciplinata da norme di diritto pubblico e da atti autoritativi, e caratterizzata dalla formazione e dalla manifestazione della volontà della pubblica amministrazione e dal suo svolgersi per mezzo di poteri autoritativi e certificativi.

    perchè a volte mi è capitato di discutere con quegli ausiliari e di diritto e doveri, del codice della strada ne sapevano ben poco.

    a questo punto mettiamo i Vigili del Fuoco a fare le multe che di problemi di sicurezza ne sanno abbastanza !!!

  • Altotas

    Chi parla lo fa ” incognita res” l’appalto di Urbania non prevede “cointeressenza” per i verbali elevati.
    I più volenterosi potranno chiedere copia del capitolato.
    Ma chi ve lo dice è sicuro al 100%.

  • Max Ico

    Il centro di Latina è grande quanto una monetina (le strisce blu tanno in tutti i paesini dei monti Lepini e mai nessuno se ne è lamentato), peccato che alcuni nobiluomini che vanno in giro con le gran Cherokee di 4a mano debbano parcheggiare in doppia fila.
    Andate a piedi o con le biciclette, provate ad andare nelle città medio-piccole (perche tali siamo) del nord e guardate quanta gente in bicicletta.
    Nessuno di questi si sognerebbe di parcheggiare la Jaguar di papa in tripla fila.
    Argomento provinciale e pretestuoso, nessun politico potrà mai rinunciare alle entrate dei parcheggi perchè sarebbe un buco nel bilancio (i politici che dicono il contrario sono bugiardi, e lo fanno per rubare il voto a qualche cittadino).
    Se qualcuno ci capisce di bilancio delle pubbliche amministrazioni e di come funzionano ve lo potrà dire.

  • zi vio

    CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE, Sentenza n. 5621 del 9 marzo 2009 : Gli ausiliari del traffico possono soltanto rilevare le violazioni in materia di sosta commesse esclusivamente negli spazi delimitati con strisce blu

MandarinoAdv Post.