Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina punta a esportare in Russia, firmato un accordo di collaborazione

Un protocollo d’intesa per favorire la cooperazione economica fra il distretto di Mosca e le aziende del territorio, in special modo dei settori caseario, olivicolo e vinicolo. Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina continua così a proporre politiche di internazionalizzazione delle imprese insediate nelle proprie aree di competenza e non solo.

Ieri pomeriggio, presso il centro servizi di via Carrara, la sigla dell’accordo di collaborazione: in rappresentanza dei vertici del Consorzio c’erano la neo-vicepresidente Geom. Alessandra Scaraggi ed il Direttore Generale Ing. Lorenzo Mangiapelo; la Delegazione russa era composta invece dal Primo Vicesindaco della Provincia di Sergiev Posad (città industriale nell’area metropolitana di Mosca) Sergej Tovstanovsky, ed il Capo Ufficio Investimenti del distretto industriale locale, Andrey Tolstikov, coadiuvati dal Vice Direttore del Dipartimento Sociale della Provincia di Sergiev Posad, Svetlana Karaseva.

Presenti anche i rappresentanti di tante aziende del territorio interessate alla grande opportunità di crescita. Una conferenza preceduta in mattinata dall’incontrio che le personalità russe e il neo-presidente del Consorzio industriale, Dott. Cosimo Peduto, hanno avuto con il sindaco di Latina, Damiano Coletta.

Sempre nella tarda mattinata di ieri Tovstanovsky e Tolstikov hanno incontrato il primo cittadino di Terracina, Nicola Procaccini, città con la quale Sergiev Posad ha rapporti istituzionali consolidati da tempo. “Grazie al Consorzio per lo sviluppo industriale Roma-Latina – ha dichiarato il vicesindaco di Sergiev Posad – i nostri territori sono uniti da circa due anni con rapporti di scambio commerciali, economici e culturali che stanno portando frutti significativi e vantaggiosi per entrambe le nostre economie e comunità. Oggi aggiungiamo un altro pezzo a questa fruttuosa collaborazione, rivolgendoci a quei settori produttivi che in Russia sono molto richiesti”.

“Non si tratta di delocalizzare le attività già avviate in Italia ma di sfruttare l’opportunità che ci viene data per la crescita professionale ed economica di tutte le imprese, soprattutto delle più piccole che, senza il sostegno di enti come il Consorzio, avrebbero difficoltà anche nella ricerca di partner e/o contatti in territorio estero – dice la vice presidente Alessandra Scaraggi”

“La globalizzazione dei mercati – ha detto il Presidente Cosimo Peduto – impone ai sistemi produttivi e alle aziende di attivare adeguate azioni di marketing incentrate essenzialmente nei Paesi con forte domanda di prodotti tipici laziali, in special modo per produzioni di nicchia e di alta qualità. Il nostro agroalimentare è apprezzato e richiesto in Russia e questo può rappresentare un’opportunità di sviluppo enorme. Per questo il Consorzio sta lavorando da tempo per mettere in contatto le nostre realtà produttive e quell’immenso mercato, offrendo supporto concreto sulla base di un protocollo operativo finalizzato a favorire gli scambi e la concessione di aree per la realizzazione di opifici a condizioni economiche e fiscali estremamente vantaggiose”.

Commenti

commenti

MandarinoAdv Post.