Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Arsenico nell’acqua, Acqualatina: “Ecco i dati di Latina”

“La maggior parte dei Comuni dell’ATO4 presenta valori medi di arsenico al di sotto del limite massimo di 10 μG/L imposto dalla legge”. Lo sostiene Acqualatina in una nota dopo l’esplosione del “caso arsenico” a Latina e provincia.

“In riferimento – scrive Acqualatina – ai dati riportati da diverse testate locali e nazionali in merito alla decisione dell’UE sulle deroghe per i valori di arsenico nell’acqua ad uso potabile, il gestore fornisce alcuni chiarimenti. Per quanto riguarda l’ATO4 – Lazio Meridionale, occorre specificare che la situazione dell’arsenico è ben distante da quella da più parti descritta in questi giorni. Alcuni dei Comuni gestiti (Aprilia, Latina, Pontinia, Priverno, Sabaudia e Sezze) hanno presentato in passato valori medi di arsenico superiori ai 10 μG/L consentiti per legge che, però, grazie ad interventi mirati del gestore, nel corso degli anni sono rientrati nella normalità. Altri Comuni come Cori e Sermoneta, invece, nonostante i primi interventi eseguiti, riportano oggi valori leggermente superiori seppur compresi nella soglia di 20 μG/L stabilita dalla Comunità Europea. Per questi Comuni è stata chiesta una deroga impostata ai limiti massimi del previsto (50 μG/L) anche se la richiesta va intesa con carattere puramente cautelativo in quanto i valori di arsenico per questi Comuni sono al di sotto dei 20 μG/L, come prevede la richiesta di deroga presentata alla Regione Lazio per il 2011.

Tra questi, solamente per i due terzi del territorio del Comune di Cisterna di Latina i valori superano i 20 μG/L, mentre per la restante parte del Comune i valori medi di arsenico sono di poco inferiori ai 20 μG/L (come da tabella in allegato); proprio su questi casi Acqualatina S.p.A. ha concentrato la propria attenzione studiando un piano di azioni a breve e a lungo termine che verrà discusso nella giornata di domani, 24 Novembre 2010, nella conferenza richiesta appositamente dall’Autorità d’Ambito, alla quale parteciperanno rappresentanti, oltreché del gestore e della Segreteria Tecnico-Operativa dell’ATO4, anche dei Comuni di Cori e di Cisterna di Latina, dell’ASL e dell’ARPA Lazio.

Si allegano le cartine rappresentative della situazione al momento della presa in gestione (2004) e ad oggi, nonché la tabella riepilogativa delle medie rilevate nel primo semestre 2010”.

  • CARTA_ATO4_ARSENICO 2004
  • CARTA_ATO4_ARSENICO 2010

Comments

comments

  • Un cisternese

    Maledetti!!!
    Mi rivolgo al Sindaco di Cisterna di Latina e ads Acqualatina.

    Ci state avvelenando e neppure ci avvisate.

  • latinense

    ci state ammazzando e dobbiamo pagare la’cqua oltre che questo stato ci a tolto il lavoro ci state togliendo anche l’acqua fate schifo. vargognatevi ci avete levato i diritto su tutto anche su la’cqua

MandarinoAdv Post.