Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Don’t touch, oggi inizia il processo d’Appello a Roma

Inizia oggi il processo d’appello per “Don’t Touch”. A Roma i difensori del clan, già condannato a Latina a complessivi 40 anni di carcere, tenteranno di ribaltare la sentenza di primo grado con la quale sono state disposte le seguenti condanne:

  • Costantino Di Silvio detto Cha-Cha: 11
  • Gianluca Tuma 3 anni e 4 mesi
  • Angelo Morelli 5 anni
  • Davide Giordani 6 anni
  • Ionut Necula 4 anni e 6 mesi
  • Fabio Di Lorenzo 2 anni e 6 mesi
  • Aleksander Prendi 4 anni e 6 mesi
  • Alejandro Bortolin 2 anni e 2 mesi
  • Riccardo Pasini 2 anni e 6 mesi
  • Dario Gabrielli assolto
  • Adrian Costache assolto
  • Fabrizio Marchetto assolto

In primo grado queste erano state le richieste dell’accusa:  14 anni per Costantino Di Silvio, detto Cha Cha, considerato il capo dell’organizzazione, 10 anni per Angelo Morelli e Davide Giordani; 7 anni per Ionut Necula; 6 anni per il carabiniere infedele Fabio Di Lorenzo; 5 anni e 8 mesi per Aleksander Prendi; 5 anni per Gianluca Tuma, considerato l’altro leader del gruppo; 4 anni per Alejandro Bortolin e Riccardo Pasini; 3 anni per Dario Gabrielli e Adrian Costache. Richiesta di assoluzione per non aver commesso il fatto per Fabrizio Marchetto.

Queste invece le altre pene inflitte agli imputati che avevano scelto il rito abbreviato: 9 anni a Salvatore Travali (richiesta 10 anni), 6 per Giuseppe Travali (richiesta 8 anni), 6 per Francesco Viola (richiesta 7 anni), 5 per Antonio Giovannelli (richiesta 5 anni), 3 anni e 6 mesi per Antonio Neroni (richiesta 4 anni), 3 anni e 6 mesi per Carlo Ninnolino (richiesta 3 anni e 4 mesi), 3 anni e 3 mesi Francesco Falco (richiesta 2 anni e 2 mesi), 2 anni e 6 mesi Cristian Battello (richiesta 3 anni).

VIDEOLa conferenza stampa in Procura dopo gli arresti del 2015

IL BLITZ24 arresti dell’operazione Don’t touch

LE PRIME CONDANNE

Comments

comments

MandarinoAdv Post.