Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Coletta a Roma firma la convenzione per portare a Latina un finanziamento di 18 milioni

  • coletta-gentiloni-firma-convenzione-2
  • coletta-gentiloni-firma-convenzione

Il sindaco di Latina Damiano Coletta ha firmato questa mattina a Palazzo Chigi, davanti al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, la convenzione che ratifica il finanziamento da 18 milioni di euro per il progetto “Latina anche città di mare” con cui il Comune ha partecipato al bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie promosso dal Governo, piazzandosi 14^ su 120 proposte in graduatoria.

Al momento della sottoscrizione erano presenti tutti i Sindaci dei 23 enti locali classificati in posizione utile per accedere al primo stanziamento pari a 500 milioni di euro cui si aggiungeranno nelle prossime settimane le ulteriori risorse, già previste dalla Legge di Bilancio, che serviranno a finanziare tutti gli altri 96 progetti presentati al bando.

Ad accompagnare Coletta, l’Assessore alle Politiche giovanili Cristina Leggio che ha seguito la messa a punto del progetto e attualmente è al lavoro con l’Assessore all’Urbanistica Gianfranco Buttarelli per acquisire i fondi statali e poter realizzare tutti i 17 interventi compresi nel piano nei tempi previsti, ovvero entro 60 giorni a partire da oggi. Dopo la firma a Palazzo Chigi, il Sindaco e l’Assessore Leggio hanno raggiunto la sede romana dell’Anci per presentare nel corso di una conferenza stampa il progetto che punta alla rigenerazione delle periferie, del centro, del lungomare attraverso interventi diretti a ricucire e risanare il tessuto urbano e a creare nuove opportunità di sviluppo per il territorio.

«Questo risultato raggiunto – afferma Coletta –  è motivo di orgoglio e soddisfazione. Credo si sia lavorato bene nel mettere insieme una serie di progetti che abbiamo recuperato dai cassetti e valutato dopo il nostro insediamento. Con questo pacchetto di interventi vogliamo rimuovere le situazioni di degrado urbano presenti nel centro e nelle periferie, valorizzare l’asse di collegamento tra il centro e il litorale con il completamento di Via Massaro, portare a termine le opere di urbanizzazione primaria del programma “Porta Nord”. Poi ci sono una serie di interventi materiali cofinanziati da risorse private, tra i quali la riqualificazione dell’area del mercato settimanale in Via Rossetti e delle ex autolinee, che dovrebbero dare un respiro diverso e favorire uno sviluppo economico attualmente sofferente. C’è una tempistica che va rispettata – ricorda il Sindaco – al momento abbiamo qualche difficoltà ad evadere la parte burocratica richiesta perché non abbiamo adeguate risorse umane, abbiamo contattato l’Anci e gli altri Comuni ammessi al finanziamento che ci hanno confermato le medesime difficoltà. Sarà importante il lavoro che produrremo in questo prossimo mese tenendo conto che c’è la possibilità di utilizzare una somma dello stanziamento per l’istituzione di una cabina di regia che coordini e gestisca l’avvio e l’espletamento dei lavori».

«Voglio ringraziare ancora una volta gli Assessori Leggio e Buttarelli – conclude il Primo cittadino – va dato merito al lavoro di coordinamento che hanno fatto e che ha permesso al progetto di ottenere un punteggio molto alto in graduatoria e il riconoscimento dell’Istituto Nazionale di Urbanistica che in occasione della presentazione alla Triennale di Milano ne ha apprezzato anche lo spirito».

24 PROGETTI. Sono 24 i progetti presentati, che interesseranno altrettanti tra Comuni e Città metropolitane, per la riqualificazione delle periferie. Tra le città interessate Roma, Milano, Bari, Firenze, Bologna, Messina, Prato, Ascoli Piceno, Latina, Napoli, Genova, Modena, Salerno, Lecce, Oristano, Vicenza, Grosseto. Il sindaco di Bari ha parlato dei progetti per la sua città: «Si tratta soprattutto di spazi di socializzazione, il progetto coinvolge 41 comuni e prevede 36 interventi strategici di riqualificazione dello spazio pubblico per una spesa complessiva pari a 100.629.969 euro». Soddisfatto anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: «Siamo contenti soprattutto perchè il progetto riguarda le Vele di Scampia, si è classificato tra i primi nel bando e la prima Vela dovrebbe abbattersi all’inizio dell’estate, mille persone saranno trasferite in case popolari. Per la prima volta un progetto finanziato dal governo vede tra i progettisti anche i cittadini che vi abitano, c’è voglia di riscatto e di recupero della dignità». Per il sindaco di Firenze, Dario Nardella «questo è il primo concreto progetto per le Città metropolitane: il progetto coinvolge una decina di Comuni e riguarda la mobilità sostenibile per un finanziamento pari a 50.128.669».

Comments

comments

MandarinoAdv Post.