Website Security Test
Banner Bodema – TOP

La Guardia di Finanza sequestra 2 milioni di euro al Latina Calcio

Santori Banner

pasquale-maietta-latina-calcio-2015-2016La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 2 milioni di euro riconducibili al Latina Calcio, la società che milita in serie B guidata dal parlamentare Pasquale Maietta per il quale la Procura ha chiesto l’arresto alla Camera dei Deputati.

«I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Latina – si legge in una nota – nell’ambito del procedimento penale n. 483/16 acceso presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Latina, stanno dando esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo d’urgenza, a firma dei sostituti procuratori Claudio De Lazzaro e Luigia Spinelli, per quasi 2 milioni di euro per molteplici fattispecie delittuose. L’attività investigativa, sviluppatasi su tre filoni principali, ha fatto emergere una gestione impropria di alcune società prossime alla decozione/liquidazione quale veicolo per il passaggio di fondi di natura incerta e/o illecita tra diverse persone fisiche e/o giuridiche ed aventi quale destinatario finale una società sportiva ovvero uno dei suoi soci. Tale movimentazioni di denaro, sebbene celate da operazioni soltanto in apparenza legittime ed a vario titolo giustificate (simulate compravendite di immobili, simulate cessioni di quote societarie, operazioni inesistenti), hanno comportato nella loro realizzazione, ovvero quale conseguenza, la consumazione di diversi reati.

In particolare reati di natura tributaria (utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, indebite compensazioni), reati societari (false comunicazioni sociali, indebita restituzione di conferimenti), appropriazione indebita e autoriciclaggio per i quali sono stati iscritti nel registro degli indagati, a vario titolo n. 10 soggetti, ai quali si aggiunge la società sportiva segnalata per la responsabilità amministrativa degli enti derivante da reato ai sensi del d.lgs. N. 231/2001. Pertanto in data odierna, nell’ambito delle indagini, si è proceduto ad eseguire perquisizioni presso varie abitazioni private, sedi societarie oltreché due studi professionali, un avvocato ed un commercialista del capoluogo pontino nonché a sottoporre a sequestro preventivo circa 2 milioni di euro di liquidità».

 

Comments

comments

7 commenti

  1. +4 Vote -1 Vote +1Alfio

    E fu così che il Latina Calcio morì per mano di uno dei suo Presidenti!!!

    E noi abbiamo pagato…

    Reply
    1. +1 Vote -1 Vote +1X

      Senza “quel” presidente sarebbe ancora dove dovrebbe essere una squadra di quel livello… in serie D!
      Comunque tanti complimenti alle PECORE che pur sapendo (e lo sapevano TUTTI) da dove arrivavano i soldi al Latina Calcio hanno continuato a seguirlo e a “tifarlo”.
      Fiero di NON aver mai tifato per quella squadra ricicla-denaro.

      Reply
  2. +5 Vote -1 Vote +1Haran Banjo

    Senza “quel” presidente sarebbe di diritto in Lega Pro poichè nel 2011 c’era Michele Condò presidente di specchiata moralità e la squadra aveva ottenuto la promozione da C2 a C1. I fatti contestati vanno dal 2011 al 2014.
    Comunque tanti complimenti agli SCIENZIATI che avevano tutto chiaro dall’inizio nei minimi dettagli e non hanno fatto uno straccio di denuncia presso un organo di polizia.
    Detto questo, che la magistratura faccia il suo lavoro senza guardare in faccia a nessuno.

    Reply
    1. +1 Vote -1 Vote +1X

      Sei ironico vero? Era il segreto di pulcinella… lo sapevano anche i tifosi che il Latina Calcio era diventata la macchina perfetta per riciclare denaro sporco e per papparsi i soldi pubblici. Diciamo che TROPPA gente ha fatto finta di non vedere o di non sapere. Mi riferisco alle persone che avevano in mano le prove, non di gente come me che “sospetta” ma non ha modo di recuperare le prove per fare una denuncia.
      Ben venga che finalmente sia venuta a galla quella porcheria.
      Ora vediamo alla prossima partita del Latina quanti tifosi/criminali ci saranno allo stadio.

      Reply
      1. +2 Vote -1 Vote +1Haran Banjo

        I tifosi di calcio non sono criminali. Cominciamo a dire le cose come stanno. Se la pensi così è un tuo problema ma altrettanto dovresti appellare quei politici dell’opposizione che sapevano e avevano pezze d’appoggio per eventuali denunce (e non lo hanno fatto). Poi sai….tra l’aneddotica dei discorsi al bar e mettere nero su bianco un esposto in procura ce ne passa. Si dice, si sospetta miccuggino m’ha detto che…..

        Reply
        1. Vote -1 Vote +1X

          Io mi riferisco ai politici di quella finta opposizione infatti.
          Il riferimento dei tifosi era sul fatto che ci vuole un bel coraggio a continuare a sostenere una squadra che ha palesemente comprato la serie B. E non venirmi a dire che i dirigenti non ne sapevano nulla…

          Reply

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


MandarinoAdv Post.