Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Cambia il giudice, il processo a Tiziano Ferro è da rifare

Santori Banner

tiziano-ferro-2016-1E’ tutto da rifare il processo a Tiziano Ferro per evasione fiscale. Le disfunzioni della Giustizia si ripetono costantemente al tribunale di Latina dove i giudici cambiano in continuazione. Risultato? I processi in corso, a ogni cambiamento di giudice, sono da azzerare. Nell’udienza di ieri mattina il caso è stato affidato a un nuovo giudice monocratico, Giorgia Castriota. La difesa del cantautore non ha dato il consenso a considerare acquisite le prove e le testimonianze già raccolte, e così tutto è stato rinviato a giungo 2017 quando si comincerà daccapo.

L’ACCUSA. Secondo la ricostruzione, emersa nelle precedenti udienze, i guadagni di Ferro venivano incassati attraverso due società, una olandese e l’altra inglese, che sono state definite in aula delle “scatole vuote” con soci residenti in alcuni paradisi fiscali. Queste società incassavano il denaro frutto dei tour e delle apparizioni televisive di Tiziano Ferro ma anche delle royalties sulla sua musica. Si parla di milioni di euro che, secondo l’accusa, venivano sottratti alla tassazione italiana. Per questo motivo il cantautore avrebbe spostato la residenza in Gran Bretagna, per eludere il fisco, anche se trascorreva moltissimo tempo in Italia, circa 200 giorni all’anno, come riferito in aula dalla testimone. «Ferro – ha detto la funzionaria dell’Agenzia delle Entrate di Latina – aveva uno status particolare, risultava “residente non domiciliato”. Inoltre risultava assunto come dipendente nella società inglese con uno stipendio di 10.000 euro al mese».

Secondo la ricostruzione l’evasione fiscale totale sarebbe di quasi 4 milioni di euro. L’accusa è di aver violato l’articolo 5 del decreto legislativo numero 74 del 2000, evadendo le tasse nel periodo in cui risultava residente in Gran Bretagna, esattamente tra il 2006 e il 2008.

Comments

comments

6 commenti

  1. Vote -1 Vote +1X

    ” La difesa del cantautore non ha dato il consenso a considerare acquisite le prove e le testimonianze già raccolte, e così tutto è stato rinviato a giungo 2017 quando si comincerà daccapo.”
    Come per dire: “Ricominciamo così scatta la prescrizione per quando finiamo”.
    Ecco come fanno i CRIMINALI a stare liberi o al governo!
    Gli EVASORI sono i parassiti peggiori della società! Ho smesso di seguire questo “cantante”, non intendo finanziare un evasore fiscale.

    Reply
  2. +2 Vote -1 Vote +1pasquino

    Il fatto che applichino le leggi non significa che devi essere d’accordo.
    Concordo con X, per me è un reato e come tale lo tratto.

    Reply
    1. +1 Vote -1 Vote +1Marione

      Io pure non sono d’accordo, ma non ha senso prendersela con avvocati e giudici come puntualmente accade.

      Reply
  3. Vote -1 Vote +1jo

    E con chi bisogna prendersela? Giudici che decidono cose assurde e avvocati che difendono palesi delinquenti!!!

    Reply
    1. Vote -1 Vote +1pasquino

      È evidente con chi bisogna prendersela.
      Se ancora si utilizzano queste strategie per rifarsi una reputazione.
      Sta di fatto che per me, uscire da un processo per decorrenza dei termini, non significa assoluzione anzi….significa avere ottimi avvocati con ottime parcelle che conoscono ottimi trucchetti.

      Reply

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


MandarinoAdv Post.