Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, scossa l’ora del derby tra Latina e Sora

Santori Banner

piacenza 6 novembre 2016 lpr volley    latina  ( foto cavalli ) fei

Sarà la partita delle prime volte, quella tra la Top Volley Latina e Biosì Sora. È la prima volta che le due squadre si affrontano dando vita a una delle combinazioni possibili dei derby laziali. È la prima volta anche per Daniele Bagnoli, il nuovo allenatore della Top, al PalaBianchini dopo l’esordio con sconfitta di Piacenza. Non sarà la prima volta, invece, che due fratelli si sfidino sullo stesso terreno, lo stesso giorno. Daniele e Bruno: l’uno pluripremiato, l’altro un po’ meno. Per loro è il ventitreesimo scontro.

Domani si gioca quindi la nona giornata della Superlega Unipolsai. Le sfidanti arrivano all’appuntamento dopo aver collezionato pochi punti nella prima parte di stagione: Latina 4, Sora 3 con allegato ultimo posto in classifica. Bruno Bagnoli può contare su buoni elementi a comporre il suo sestetto. Su tutti, Radzivon Miskevic, arrivato dallo Stroitel Minsk con il quale ha vinto scudetto e coppa. Poi ci sono il centrale bulgaro Svetoslav Gotsev e l’ex Andrea Mattei, di banda il russo Denis Kalinin e Francesco De Marchi, oltre ai confermati al palleggio Marrazzo, il centrale Sperandio, gli schiacciatori Tiozzo, Lucarelli, Rosso e Mauti, Santucci libero. Dall’altra parte, quella di Latina, Daniele Bagnoli potrebbe riproporre dall’inizio, come a Piacenza, Kevin Klinkenberg. Con lui sicuri del posto Fei, Gitto, Rossi, Maruotti, Fanuli e Sottile.

“Non dobbiamo commettere l’errore di pensare troppo all’avversario sia che si chiami Modena o Sora – ha detto Daniele Bagnoli in fase di presentazione della partita – Ai giocatori ho raccomandato di avere come punto di riferimento noi stessi, il nostro gioco e le nostre caratteristiche. Non dobbiamo preoccuparci tanto degli altri e non dobbiamo subire psicologicamente in maniera negativa le difficoltà di una gara. Con Sora sarà importante vedere come reagisce il gruppo messo sotto pressione dalla necessità di vincere per forza. Sarà una partita alla pari. I segnali che arriveranno possono farmi rendere conto se possiamo far diventare la stagione accettabile”.

Sul pubblico che arriverà al PalaBianchini, il tecnico di Mantova è stato chiaro: “In passato ho fatto playoff infuocati a Latina e mi ricordo di grandi battaglie, alcune anche perse nonostante fossimo favoriti. Ricordo un pubblico molto corretto, entusiasta e spero di farlo tornare in massa al palazzetto. Questo è un obiettivo che la squadra deve avere. Dobbiamo essere, vincenti per mentalità”.

 

Comments

comments

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


MandarinoAdv Post.