Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Omicidio al Felix, una delle Miss diventa supertestimone del delitto in discoteca

  • omicidio-discoteca-felix-latina-2016-9873
  • omicidio-discoteca-felix-latina-2016-2
  • omicidio-discoteca-felix-latina-2016-3
  • omicidio-discoteca-felix-latina

Spunta una supertestimone per l’omicidio avvenuto nella discoteca Felix a Latina. E’ stato chiesto al giudice Mattioli di ascoltare una ragazza, una delle “miss” presenti quella sera al concorso di bellezza per l’elezione di “Miss Romania a Latina“. La ragazza romena ha assistito al litigio culminato nell’omicidio di Marius Airinei, 35 anni e ora potrebbe essere chiamate a raccontare tutto con la formula dell’incidente probatorio che consentirebbe di “cristallizzare” la sua testimonianza rendendola utile per il futuro processo.

Sarebbe stata lei a ricevere quel “complimento” che ha scatenato l’ira di Gheorghe Tirim e Sebastian Bozdog, entrambi arrestati per aver ucciso il rivale. Un apprezzamento che ha scatenato una rissa ancora tutta da chiarire. Le testimonianze sono infatti contrastanti, quella sera c’era confusione e sicuramente dopo quanto accaduto c’è anche paura di parlare. Le telecamere non erano attive e dunque la polizia deve far affidamento proprio ai testimoni presenti e alle foto scattate dai fotografi che erano lì per un concorso di bellezza e invece si sono trovati a riprendere la scena di un crimine.

La richiesta di incidente probatorio è stata avanzata dall’avvocato Sinuhe Luccone che, insieme a Gaetano Molinari, difende uno dei due romeni arrestati per il delitto, Sebastian Bozdog. «La donna – spiega Luccone al Messaggero – era presente al momento della discussione, sin dall’inizio, dunque potrebbe raccontare con precisione ciò che è avvenuto, evidenziando i ruoli di ognuno e la dinamica del litigio culminato nel delitto».

Gheorghe Tirim e Sebastian Bozdog, i due romeni accusati di aver ucciso Marius Airinei, continuano a sostenere di essere stati aggrediti dalla vittima e da alcuni suoi amici. Loro effettivamente hanno delle ferite da colluttazione mentre la vittima ha solo il taglio mortale all’inguine, ma nessuna traccia di colluttazione.

Il litigio si sarebbe svolto in due fasi distinte, inizialmente fuori dalla discoteca e poi all’interno, dove è partita la coltellata mortale. Secondo la Procura (e anche secondo 3 testimoni) sarebbero stati Tirim e Bozdog ad aggredire Airinei dopo il suo rifiuto a uscire dalla discoteca per avere un chiarimento in merito a quel complimento sgradito.

Versioni contrastanti che, forse, potrebbero essere chiarire dalla testimonianza della ragazza romena. La decisione di ascoltarla spetterà al giudice Mara Mattioli.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.