Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Nastro Rosa, a Roccagorga si apre la campagna di sensibilizzazione della Lilt

locandina-manifestazione-nastro-rosaTorna anche quest’anno la Campagna Mondiale di sensibilizzazione contro il tumore al seno “Nastro Rosa”, giunta alla sua 24esima edizione nel mondo alla quale ha aderito anche la Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori.

L’evento di apertura dell’Ottobre rosa in provincia di Latina sarà ospitato dal Comune di Roccagorga in rappresentanza dell’intera area dei Monti Lepini che comprende Sezze, Priverno, Maenza, Sonnino, Prossedi, Pisterzo, Roccasecca dei Volsci, Bassiano, Sermoneta, Norma, Roccamassima e Cori, con il sostegno della Lilt provinciale. All’iniziativa parteciperanno tutti i sindaci della provincia, i rappresentanti istituzionali della Asl, dell’università La Sapienza Polo Pontino, della Lilt Provinciale di Latina oltre alle autorità civili, militari e religiose.

La cerimonia di apertura si svolgerà domenica 2 ottobre alle ore 10.30 presso il teatro Comunale di Roccagorga in Piazza 6 Gennaio. Dopo i saluti iniziali delle autorità e del sindaco della città ospitante, Carla Amici, interverranno il presidente provinciale della Lilt Alessandro Rossi, i professori Carlo Della Rocca e Erasmo Spaziani dell’università La Sapienza di Roma, il direttore clinico della Breast Unit di Latina Fabio Ricci e il direttore generale della Asl Giorgio Casati.

La Campagna Nastro Rosa 2016, organizzata dalla Lilt di Latina, dalla ASL di Latina, dall’Università La Sapienza Polo Pontino e dai Sindaci dei Comuni della provincia di Latina, si svolgerà per l’intero mese di Ottobre in contemporanea con più di 70 paesi al mondo e ad essa hanno aderito tutti i sindaci che per l’intero mese illumineranno di rosa un luogo o un edificio identificativo del proprio territorio.

Oltre ai paesi dei Monti Lepini anche la città di Formia ha voluto aderire alla campagna decidendo di illuminare per tutto il mese di ottobre un luogo simbolo della città, la torre di Castellone.
“Bisogna continuare a sensibilizzare la popolazione su questo tema – spiega la Delegata alle Pari Opportunità Patrizia Menanno – e non serve spiegare quanto strategica sia la prevenzione per la salute delle cittadine e dei cittadini. La scelta di abbinare la campagna alla torre di Castellone è legata al carattere simbolico di questo monumento: [..] esattamente come la torre nel tempo ha saputo ‘prevenire’ incursioni e saccheggi ed ergersi a baluardo per la salute e la stessa vita delle formiane e dei formiani, così la conoscenza e la prevenzione possono portare ad una diagnosi precoce e a cure tempestive in grado di salvare la vita a tante donne”.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.