Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Undici produttori pontini al Salone del Gusto di Torino

salone-gusto-lazio-2016“Grande successo di pubblico e di presenze nello spazio della Regione Lazio alla 20° edizione di Terra Madre – Salone del Gusto, il più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo, che si è svolto a Torino dal 22 al 26 settembre. Più di 600 persone al giorno hanno partecipato durante la manifestazione ai dibattiti e ai laboratori del gusto nello spazio Lazio”.

“A poche ore dalla chiusura del sipario sulla manifestazione il bilancio è più che positivo, direi straordinario – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Carlo Hausmann – All’edizione di quest’anno, che si presentava con una veste del tutto nuova, completamente all’aperto nel suggestivo Parco del Valentino e a ingresso gratuito, la Regione Lazio ha voluto partecipare con una proposta originale e distintiva, e soprattutto come una squadra. L’assessorato all’Agricoltura, Caccia e Pesca insieme ad Arsial, Unioncamere Lazio, Camera di Commercio di Roma, AgroCamera e Slow Food Lazio, ha reso lo spazio espositivo, composto da una area istituzionale di 200 metri quadrati e 45 stand di produttori, particolarmente partecipato, vivo e di grande attrattiva.

Esaurite anzitempo le scorte dei prodotti delle aziende presenti, circa 500 specialità del Lazio a rappresentare la vasta gamma delle diversità regionali di eccellenza, ricche di gusto e di storia: formaggi, olio, salumi, prodotti da forno, mieli, conserve e prodotti ittici.

Grande partecipazione di pubblico alle degustazioni e ai dibattiti che hanno animato il ricco calendario di appuntamenti del Lazio costruito intorno al tema conduttore del Salone del Gusto 2016 “Voler bene alla Terra”. Dagli approfondimenti sul tema della legalità e dei diritti, introdotti dalla proiezione del documentario “Nuove Terre” di Francesca Comencini e Fabio Pellarin, con il professor Saverio Senni dell’Università della Tuscia, ai dibattiti sul rapporto tra cultura e cibo, cinema e cibo, ai numerosi laboratori del gusto che quotidianamente hanno fatto registrare un grande afflusso di visitatori e di interesse.

E infine l’importante focus su Innovazione e Agricoltura tra Regione Lazio, Arsial e Slow Food Italia, in cui si è parlato delle strategie da dedicare e mettere in atto in particolar modo per le zone terremotate del Lazio, e che proseguirà il 7 ottobre a Roma presso l’Università La Sapienza.

Siamo riusciti a vincere la nostra scommessa – ha concluso l’assessore Hausmann -, far conoscere al grande pubblico e agli operatori di mercato il meglio dei nostri prodotti, la loro originalità di gusto e il loro legame alla cultura dei territori. Un grande risultato e una grande opportunità per dare voce ai tanti produttori del Lazio che ogni giorno coltivano la terra con coscienza e passione”.

I produttori presenti hanno rappresentato tutti i territori della regione: 14 della provincia di Roma, 11 della provincia di Latina, 9 della provincia di Viterbo, 6 della provincia di Rieti, 5 della provincia di Frosinone.

salone-gusto-lazio-2016-2

Comments

comments

  • Cinico

    chi sono gli 11 della Provincia di LT ?

MandarinoAdv Post.