Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Il primo mese dell’amministrazione Coletta, ecco il bilancio punto per punto

conferenza-stampa-primo-mese-amministrazione-coletta

Primo check point per l’amministrazione Coletta: ad un mese dalla formazione della squadra di Governo, il sindaco ha voluto indire un’incontro con la stampa per fare il punto su quelli che sono gli obiettivi portati a termine e quelli che sono sulla lista dei rispettivi Assessorati.

“I primi cento giorni sono necessari all’amministrazione per acquisire gli atti e per valutare lo stato dell’arte – ha aperto la conferenza Damiano Coletta – Bisogna lavorare in direzione di una razionalizzazione delle risorse e di una comunicazione diretta con i cittadini”. Il sindaco va a sottolineare quello che è stato uno dei capisaldi della campagna elettorale di Lbc: la ricerca di un perenne spazio di confronto con la cittadinanza da un lato, l’apertura di un canale informativo e di collaborazione con la Regione.

Molteplici sono le tematiche su cui si è cercato di dare una sterzata, un cambio di rotta rispetto ad una narrazione che vedeva come protagonista un sorta di immobilismo permanente. “Credo che il cambiamento sia iniziato – confessa il Primo Cittadino- Un cambiamento che è in primis culturale. In tutto ciò sentiamo forte il sostegno dei cittadini”. E coglie l’occasione per annunciare la riapertura del teatro per la stagione invernale.

Sicurezza e legalità: risparmi e maggiori controlli in atto.

Il primo componente della Giunta a prendere la parola è stata Paola Briganti. Il vicesindaco con delega alla Trasparenza, Legalità e Sicurezza si aggancia al tema del riassestamento della gestione amministrativa lanciato da Coletta, un aspetto che presenta diverse criticità: “All’interno della macchina organizzativa – ha spiegato – coesistono attività ridondanti, che sono tali in quanto non strutturate”. Per quanto riguarda le questioni specifiche del suo Assessorato, la Briganti sottolinea i risparmi capitalizzati – ben 150 mila euro – dall’assegnazione del servizio di vigilanza del Palazzo Comunale  nella mani della polizia locale e la continuità delle operazioni di controllo sul litorale e in zona pub. Ottimizzazione delle risorse ed incremento della sicurezza sono dunque le parole d’ordine.

Regolamenti obsoleti e mancanza di coordinazione nelle attività: l’eredità lasciata dalla precedenti amministrazioni. “Disattenzione per il bene comune”.

Il percorso di razionalizzazione annunciato da Coletta appare quantomai provvidenziale, necessità testimoniata dalle icastiche dichiarazioni di Antonio Costanzo. L’assessore con delega agli Affari Costituzionali mette in evidenzia le evidenti dissonanze procedurali che originano da un’impostazione regolamentare abbastanza datata, e quindi non aggiornata alle dinamiche amministrative necessarie a governare la città. “Stiamo lavorando con un Ordinamento dei Servizi del ’95”, denuncia. Di Giorgi e Barbato sono intervenuti per aggiornarlo, ma con interventi definibili ‘sporadici’ e scollegati rispetto ad una visione d’insieme. Manca inoltre – ha aggiunto – una precisa definizione delle responsabilità complessive.” Bisogna dunque agire alla base per sbrogliare una situazione che lo stesso Costanzo definisce “di grande pesantezza”.

E non è finita qui: bisogna riscontrare l’assenza di una pianificazione e di un controllo di gestione, con un regolamento dei procedimenti amministrativi fermo al ’98.  “Disattenzione per il bene comune”, la constatazione dell’Assessore, che tuttavia si è già attivato, parallelamente a questa analisi del quadro generale, per far risparmiare alle casse del Comune grazie al trasferimento della Ragioneria nei locali dell’ex Albergo Italia e alla riduzione dei componenti del Gabinetto del sindaco (7 in meno rispetto all’amministrazione Di Giorgi). Totale del tesoretto: 560 mila euro.

Bilancio: “Niente obiettivi faraonici nel breve termine”

La questione del bilancio è una delle più spigolose, motivo di accese discussioni sia in Commissione che in Consiglio.  Il quadro complessivo è preoccupante: il Comune si trova a fronteggiare una situazione di disavanzo di 34 milioni. La soluzione che l’assessorato competente ha tirato fuori dal cilindro per riuscire ad adempiere a tali somme è la dilazione in 30 anni. Senza dimenticare ovviamente i debiti fuori bilancio. Una situazione paradossale se si considera che, sul fonte delle entrate, si registrano ben 277 milioni che devono ancora essere incassati.

“Non sentirete parlare di obiettivi faraonici in breve termine – ha avvertito Costanzo, che in questa seduta si è fatto portavoce dell’assente Capirci – E’ necessario effettuare delle attente verifiche di fattibilità tra gli investimenti e le risorse”. E l’idea delle sponsorizzazioni presentata dall’assessorato al Bilancio va proprio in questa direzione.

Turismo e commercio: le proposte di Costanti

“C’è un eccesso di carte, ma mancano i regolamenti”, ha esordito Felice Costanti, a capo del del macro-assessorato con delega ad Attività produttive, Agricoltura, Commercio e Turismo. Tuttavia l’ex dirigente Monsanto, oltre a far notare tale aspetto abbastanza paradossale, ha in tasca una serie di carte da giocarsi per rilanciare l’attività turistica nel capoluogo pontino; su tutte la promozione del percorso della Via Francigena del Sud come tappa dell’Italian Wonder Ways (evento connesso al Giubileo Straordinario) , l’adesione all’Agenzia Regionale del Turismo  e la candidatura di Villa Fogliano per il concorso I luoghi dell’anima. Sul fonte dell’attività produttive e del commercio invece, Costanti annuncia: “Stiamo operando per la riqualificazione del Mercato Annonario: in questo momento stiamo cercando con difficoltà di avviare i lavori”.

Lessio e la metafora di Gaber: bando per l’igiene urbana inviato all’Anac

Le questioni rifiuti e verde pubblico sembrano essere le più impellenti: “Mi sembra di essere l’Assessore alle emergenze, e non all’ambiente”, la constatazione ironica (ma non troppo) di Roberto Lessio. “Stiamo assistendo a dei rimpalli di responsabilità che hanno del grottesco”, continua riferendosi alla gestione del servizio di pulizia delle aree adiacenti a cassonetti.

Ma la vera notizia è la sospensione del bando di Barbato sul successore di LatinaAmbiente la cui proroga dell’affidamento è stata anticipata al 30 settembre. E’ stata rinviata sine die l’apertura delle buste contenenti le offerti presentate al Comune. L’atto è stato trasmesso all’Autorità Nazionale Anticorruzione. “Abbiamo verificato la possibilità di fare una delibera di Giunta per sospendere il bando, ma la decisione finale è stata quella di rivolgere all’Anac” Diversi i dubbi: da quelli tecnici a quelli procedurali, presentati anche da Unindustria e LatinaAmbiente. A Raffaele Cantone, dunque, l’ultima parola sulla vicenda, che lo stesso Lessio prova a spiegare con la famosa metafora della sedia di Giorgio Gaber: un ping pong di contro-valutazioni che sfocia in una paralisi amministrativa.

Durante la conferenza sono intervenute anche Cristina Leggio, assessore alle politiche Giovanili e Sportello Europa (portavoce anche dell’assente assessore all’Urbanistica Buttarelli),  Patrizia Ciccarelli, con delega al Welfare – che annuncia la visita dell’Assessore Regionale Rita Visini.- e Antonella Di Muro, assessore al ramo Cultura, Scuola e Sport.

“Stiamo cercando di lavorare su due fronti, l’ordinario e lo straordinario – ha concluso l’incontro Damiano Coletta – Non vogliamo rispondere a tutto e subito con con soluzioni transitorie, ma vogliamo dare risposte strutturali in base alle linee di indirizzo”. A proposito di Linee programmatiche: i documenti verranno presentati il prossimo 11 agosto durante in prossimo Consiglio Comunale. Da queste dipenderà molto dell’operato della nuova amministrazione, che fino a questo momento, polemiche a parte, ha dimostrato di non stare con le mani in mano. Il prossimo aggiornamento su un giudizio complessivo è rimandato ad ottobre, al termine dei canonici 100 giorni.

Comments

comments

  • Marione53

    Spiagge inagibili e senza servizi nel tratto Capoportiere-Riomartino con parcheggio a pagamento!

  • pasquino

    Non credo che farti andare al mare senza pagare il parcheggio sia una priorità.
    Nonostante, credo che per la prossima stagione ci potranno essere novità interessanti.
    Per completare i progetti ci vogliono soldi e tempi anche perché in questa fase credo che ancora molti remino in senso contrario.
    Gli orticelli dono duri da eliminare

MandarinoAdv Post.