Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Una festa per ricordare Orazio Di Pietro, brindisi con Damiano Coletta e Giovanni Di Giorgi

  • orazio-dipietro
  • festa-orazio-dipietro

Una festa in ricordo di Orazio Di Pietro un artista di Latina poliedrico ma per molti poco conosciuto. Tanti amici di Orazio si sono riuniti a Villa Verdevolo a Latina, su iniziativa di Gianni Di Pietro, nipote particolarmente vicino al grande musicista,  che per l’occasione ha invitato ad esibirsi la band pontina dei Backstreets arricchita dalla presenza di una guest star d’eccezione: il rocker
statunitense Joe D’Urso. I circa 150 invitati hanno applaudito e ballato sulle note di Joe D’Urso e la sua band, un crescendo di quasi due ore per un bellissimo omaggio al maestro Orazio Di Pietro, che oltre a insegnare musica a tante generazioni di giovani latinensi  ha anche segnato un pezzo della storia musicale italiana con le sue performance e collaborazioni con i maggiori artisti italiani e internazionali tra gli anni cinquanta e sessanta.

Un omaggio che hai coinvolto direttamente Joe D’Urso e la band di Tony e Andrea Montecalvo, molto legati insieme alla loro famiglia alla figura di Orazio. Presenti alla serata anche due ospiti speciali, che hanno accolto con piacere  l’invito di Gianni Di Pietro: il sindaco di Latina, Damiano Coletta, e l’ex  sindaco della città Giovanni Di Giorgi. Sono stati anche loro, al termine della  serata, a ricordare sul palco la figura di Orazio Di Pietro e a concludere  con  un brindisi finale e l’auspicio di  realizzare una iniziativa importante attraverso la quale l’intera città possa ricordare la figura e l’opera artistica di Orazio Di Pietro.

Comments

comments

  • sting

    sono stato suo allievo per anni.scusate ma i backstreet boys lo faranno rivoltare nella tomba.non amava quel genere di musica

  • fred

    verissimo.Orazio era un jazzista e chitarrista classico eccelso.non vedo legami con il rock

  • Natino

    ma poi i backstreets ancora campano, sempre le solite cose, che palle stanno sempre a scopiazzare il boss e basta..

  • back

    Natino.da quale pulpito…una supercazzola così te la potevi risparmiare

  • Adriana

    Peccato che tra i tanti ospiti non sia stato invitato mio padre, Isidoro Raja, fraterno amico di Orazio e componente del complesso I RECORDS. Apprendere la notizia di questo avvenimento soltanto da facebook ci ha veramente amareggiato.

  • dieci

    Chi ricorda la sua espressione : Scacangi! !!!!!
    Quanti ricordi.

  • Sissi

    Ma il pelato che centra?

  • fra

    tutto vero amici.ho conosciuto profondamente Orazio.Isidoro Raja coma G.Franco Jaccarino o G.Capurso.erano loro il quartetto.il pelato cara Sissi era appena nato quando Orazio è morto.per cui….

    • Adriana

      Hai pienamente ragione Fra…se non hai un cd con le canzoni dei Records mio padre te ne fa volentieri una copia. Scrivi all’ email adry2@webmail.it

  • valeria

    2 ore di crescendo di musica inascoltabile.gruppo antimusicale i backstreets.ridicoli davvero

  • Natino

    Io valorizzo la musica a Latina, suono in tanti gruppi da anni, i Montecalvo sono amici, ma hanno stufato, meglio se chiamavano Girotto.

  • back

    x Natino.tutta latina spera che prima o poi ti rendi conto che la batteria non è roba per te.siamo speranzosi

MandarinoAdv Post.