Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Elezioni, Calandrini sbotta: Coletta vuole occupare Latina con una sinistra spocchiosa

Nicola Calandrini

Nicola Calandrini

Calandrini si dice poco stupito del sostegno di Forza Italia a Coletta: “Apprendiamo senza alcuna sorpresa la notizia degli ammiccamenti di Forza Italia verso il candidato di Latina Bene Comune. Non siamo sorpresi perché i nodi vengono al pettine, perché  il gioco nascosto diventa palese”.

L’ex presidente del Consiglio comunale durante l’amministrazione Di Giorgi accusa Coletta di voler “occupare” il Comune. “E’ un dato di fatto: Coletta, l’antipartito targato Pd, ora piace anche a Forza Italia. E’ evidente che il candidato sindaco subentrato in corsa ad Enrico Forte ha optato per la restaurazione, perché ha paura dei moderati che si fanno protagonisti senza padrini e patronati. Appare evidente che per Forza Italia si tratta dell’ennesima decisione presa da un uomo solo, in base a quella logica che ha sempre portato Latina a subire le scelte di altri giunte da altrove. Con noi ora è cambiato tutto, perché siamo forti di quell’autodeterminazione del tutto sconosciuta ai nostri avversari politici”.

Poi l’attacco: “Coletta si è nascosto per tutto il primo turno, ora passa all’incasso per l’assalto finale: non punta a a governare Latina ma ad occupare Latina, con una sinistra che non sarebbe e non è presentabile. I dirigenti di Forza Italia hanno compreso il pericolo e stanno facendo quadrato sul “nuovo trattabile” contro “il futuro libero”. Perché questa è la scelta: il “nuovo trattabile” contro il nostro futuro libero. Il presunto “nuovo” è una sinistra borghese e spocchiosa che ignora le periferie e pensa che Latina sia solo Piazza del Popolo e Corso della Repubblica. Forza Italia e i suoi dirigenti cercano di trovare un modo per restare in gioco e questi loro ammiccamenti sono l’ennesima dimostrazione della nostra piena discontinuità rispetto al passato. Agli elettori la scelta: il nostro “futuro libero” non è “disponibile” al potere ma agli elettori liberi. Al fianco di Coletta ci sarà tutto il Pd della Prima Repubblica e i dirigenti di Forza Italia, animati dal terrore di essere messi all’angolo. Con noi ci saranno gli elettori. Complimenti dunque a Damiano Coletta, l’antipartito con più partiti del mondo. Le bugie hanno le gambe corte”.

Tensione alle stelle nel centrodestra.

Comments

comments

  • Italo

    A Calandrì guarda che siete voi che da 20 anni occupate poltrone. Quando il cittadino vota e si esprime non è mai occupazione. #ParlaBene

  • A.

    hahahaha senti chi parla!!!! Sono anni che mangiate alle nostre spalle!! Latina è ridotta così per colpa tua e dei tuo amici…
    E’ giunta l’ora che vai a lavorare veramente sempre se ne sei capace.

  • LUDOK

    Volevo ricordare al Sig. Calandrini che la politica ultra decennale della classe dirigenziale di Latina ha valorizzato soltanto il centro cittadino a discapito delle aree periferiche, ove invece si è concretizzato solo uno scellerato aumento demografico grazie alle numerose concessioni a costruire, senza tenere conto dei servizi essenziali da fornire ai cittadini. Mi sembra inopportuno attaccare chi è propenso a migliorare il futuro della nostra città senza neanche metterli alla prova

  • homer

    come per il PD, questa lista di Calandrini ha sbagliato leader, fosse stato uno scollegato dalla vecchia politica avrebbe vinto a mani basse…risultato elezioni 63% coletta 37% calandrini.
    Dopodichè dovranno rimangiarsi gli insulti che hanno fatto al movimento; c’è l’esempio del M5S che a forza di insulti si sta prendendo roma, speriamo Coletta prenda Latina e cacci tutti.

  • aliprando

    ma sbaglio o Calandrini è l’ex presidente del consiglio comunale che da 14 anni è in comune a far cosa non si sa, se non a spartire poltrone e licenze edilizie, in un partito in cui (molto tatticamente) un onorevole in odore di don’t touch si è auto eclissato, di un sindaco commissariato, non che non mi sbaglio perciò non mi sbaglierò a votare una persona finalmente perbene

  • aliprando

    ma sbaglio o Calandrini è l’ex presidente del consiglio comunale che da 14 anni è in comune a far cosa non si sa, se non a spartire poltrone e licenze edilizie, in un partito in cui (molto tatticamente) un onorevole in odore di don’t touch si è auto eclissato, di un sindaco commissariato, non che non mi sbaglio perciò non mi sbaglierò a votare una persona finalmente perbene …….Dott. Damiano Coletta

  • Orfeo

    a calandrini, ammazza quanto piangi.., non te preoccupà se forza italia appoggia LBC, a voi ve lo appoggia il PD, che stanno a cerca i colpevoli invece di farsi un bel bagno di umiltà, chissà cosa pensavano!

  • Giuseppe

    Può darsi che Calandrini abbia ragione, ma chi può sapere con certezza come, eventualmente, governerà Coletta?
    Quello che però sappiamo molto bene, perché sotto gli occhi di tutti quotidianamente, è che Calandrini, Di Giorgi e tutti gli altri compari ed ex compari, hanno offeso ed umiliato Latina, come mai prima si era visto!
    Sarebbe veramente ora di andarsi a nascondere.

  • tristezza

    Non sai più a cosa attaccarti ormai….sei ridicolo…….

  • haran banjo

    Barbato rimani!!!!

  • dan_mars

    …sento odori strani, qualcuno mi sa che se l’è fatta sotto ma per paura di perdere la poltrona non si alza nemmeno per andare al bagno….

  • Sissi

    Bisognava che ci pensavate bene prima di ridurre la città a uno schifo caro Calandrini. Adesso penso la gente sia stufa di voi e della vostra grenga. Speriamo che sia la volta buona che ve ne andate A CASA!l

  • ALDINO

    CALANDRINI & soci avete fatto il vostro tempo, avete bruciato questa città per la vostra ingordigia ed inettitudine. Basta al proliferare delle piattole di partito, vai a casa te e i Di Giorgi, Maietta, Di Rubbo, Di Matteo, i Tiero e chi più ne ha più ne metta.

    AVETE messo in ginocchio la città e di riflesso il capoluogo di una provincia che era la 2 ^ nel Lazio, mentre ora ci sono rimasti solo i mattoni dei vostri amici palazzinari.

    Approfitto per salutare il prefetto BARBATO, grande uomo di Legge e trasparenza, con lui abbiamo appena visto la punta di legalità che questo paese cerca, ma il poco tempo a Sua disposizione e tutto l’apparato comunale che gli remava CONTRO (compreso ufficio legale comunale) non gli hanno consentito di operare al meglio.

    Voglio IL NUOVO, Voglio COLETTA !

  • perazzeta

    il Pd di Moscardelli e FI di Fazzone saranno cacciati finalmente dal comune. Di quali accordi ciancia Calandrini? Lui si è colluso e organico alla vecchia politica.
    Votare LBC vuol dire cacciare la vecchia politica pappona e faccendiera.
    Poi un bel ASSESSORATO alla LEGALITA’ (Malinconico?) e cacciamo anche Della Penna!!!!!!

MandarinoAdv Post.