Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Acqualatina, bilancio 2015 con 9,9 milioni di attivo

bilancio-acqualatina-2016Si è svolta oggi, presso la sede di Acqualatina S.p.A., la conferenza stampa di presentazione del Bilancio 2015. Ha aperto i lavori il Presidente Addessi. «È con soddisfazione che annuncio, anche quest’anno, la chiusura in positivo del nostro Bilancio di Esercizio con circa 9,9 milioni di euro di attivo. Un risultato che conferma il trend positivo di questi anni, che ha visto una chiusura con 8,5 milioni di utile nel 2013 e con 11,8 milioni di utile nel 2014. Con questo ennesimo risultato positivo, il nostro patrimonio netto societario sale a circa 52milioni di euro, confermando Acqualatina come una delle utility più solide a livello nazionale. Un risultato positivo che acquista ancora più valore poiché ottenuto a fronte di notevoli investimenti e impegni su tutto il territorio. Tanto per fare degli esempi, abbiamo avviato importanti lavori sulla sostituzione dei contatori obsoleti, sul rifacimento e la mappatura delle reti idriche, sul recupero delle dispersioni fisiche e amministrative, nonché sull’ammodernamento di impianti di produzione e depurazione. Ma, soprattutto, abbiamo preso in gestione le Isole Pontine, grazie anche a un Protocollo d’Intesa firmato con la Regione Lazio e L’Ente d’Ambito. Ci siamo messi subito al lavoro anche su questo fronte e abbiamo ampliato e adeguato l’impianto di depurazione di Ventotene, attivato 7 sollevamenti fognari su Ponza e adeguato il porto di Gaeta al fine di rifornire le Isole attraverso navi-cisterna tramite questo sito, con costi nettamente inferiori, in attesa che vengano installati gli impianti di dissalazione. Vorrei ricordare anche che abbiamo appaltato la realizzazione di un impianto di smaltimento fanghi nel Comune di Sermoneta, Comune baricentrico rispetto all’ubicazione dei nostri impianti. Grazie a questo progetto riusciremo ad abbattere del 30% uno dei principali costi di Bilancio, da sempre».

Ha poi preso la parola l’Amministratore Delegato, Raimondo Besson, illustrando nel dettaglio i dati di Bilancio. «Il risultato di quest’anno è l’ennesima riprova del valore delle azioni messe in atto dalla nostra Società per far fronte alle ben note difficoltà incontrate nel 2012, una proficua combinazione di efficientamento industriale e spending review. L’ambizioso obiettivo che ci siamo posti, con il nuovo Piano Industriale, è quello di posizionarci tra le Top Utility di settore nazionali. Il Piano prevede investimenti per oltre 80 milioni di euro su vari fronti, tra cui il rinnovo completo dei sistemi informativi attualmente già in atto. Il lavoro svolto sinora, come mostrano i dati di Bilancio, ci ha permesso di ridurre di circa un milione di euro i costi di gestione, passando da 60milioni a circa 59milioni. Un trend di contenimento che acquista ancora più valore se messo in relazione al crescente incremento del perimetro di operatività e dei servizi offerti. La solidità della nostra azienda, dunque, è indiscutibile. Peraltro, anche il debito nei confronti di DEPFA Bank è in costante diminuzione, mentre gli investimenti continuano a crescere, superando i 189 milioni di euro investiti sinora. Ma il Piano degli Investimenti, che sta per essere approvato dall’Ente d’Ambito, incrementa ancor più il totale previsto sino al 2032, portandolo a oltre 430 milioni di euro. Interventi coperti interamente dai risultati di Bilancio, poiché, come noto, non abbiamo mai distribuito utili. In chiusura vorrei fare un punto sul tema “tariffa” che tanto ha fatto discutere: nei mesi scorsi, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha definitivamente approvato le tariffe applicate da Acqualatina nel periodo 2012-2015, sancendo, di fatto, la legittimità e la correttezza del nostro operato».

Comments

comments

  • Rompiglio

    Bravi, andate almeno a casa per non dire di più. L’ACQUA E’ PUBBLICA PER VOLONTA’ POPOLARE. Restituite il maltolto.

    Se siete in dubbio, chiedete il parere del garante della Costituzione e della volontà dei cittadini espressa nei modi stabiliti dalla Legge: il nostro Presidente della Repubblica.

    Se poi ve ne fregate, fate bene, così vanno le cose in Itaglia.

  • X

    Una società che ha il MONOPOLIO assoluto di un bene PUBBLICO, e per volontà popolare DOVREBBE restare pubblico in attivo?…. Grazie a tutte le precedenti amministrazioni che ci hanno mangiato sopra. Domenica si vota, mi raccomando, gli stessi voti agli stessi…

  • Cinico

    con i prezzi che fanno lo credo che sono in attivo, adesso i soliti noti si spartiranno il malloppo.

MandarinoAdv Post.