Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Moscardelli si presenta per le primarie: Latina deve rinascere

Sala conferenze del teatro piena per la presentazione di Claudio Moscardelli, il primo candidato alle primarie del Pd per scegliere l’aspirante sindaco di Latina. Moscardelli ha parlato dopo altri cinque interventi introduttivi di persone vicine al candidato, espressione della società civile. Il candidato ha fatto riferimento a una “Latina con tanta voglia di crescere e di rinascere dopo molte difficoltà”. Moscardelli dovrà vedersela alle primarie con l’altra anima del Pd: Giorgio De Marchis.

ASCOLTA IL DISCORSO DI MOSCARDELLI

Comments

comments

  • benito forever

    BELLA ROBA!!!!!!!!!!!!!

  • Italo

    Annate a lavorà. Il bello è che pur di non votare a destra io vi voterei pure. Ma fate troppo ride. E penso che questa volta il voto lo butto proprio. Non lo meritate.

  • homer

    a me sembra che la rinascita sia già in atto, essendo un osservatore a distanza mi rendo conto che quest’anno ci sono stati diversi episodi che hanno iniziato il percorso di cambiamento della città…naturalmente ora ci si aspetta una continuazione nella dirigenza.Cambiare significa perdere altro tempo…con le vicende degli arresti delle organizzazioni e dei politici corrotti usciranno sicuramente coinvolgimenti per cui molte persone non dovranno più presentarsi neanche come rappresentati della scuola dei loro figli…pensate a cambiare la mentalità degli abitanti che crescono, i giovani, i bambini delle elementari..prevedere un percorso di EDUCAZIONE CIVICA seria e anche reale con sensibilizzazione dei bambini ci aiuterà ad avere una Latina migliore fra 10 anni…

  • francesca

    Io credo che dopo tutti questi anni Latina non ha bisogno di un minimo di continuità con quanto è stato fino ad ora nè tanto meno con la mentalità di chi ha gestito fino ad ora..Ci vuole un cambiamento netto, serio..un consigliere regionale come Moscardelli appena eletto deve pensare a battersi per la Sanità, per il nostro territorio più esteso, è questo il mandato che gli è stato dato da migliaia di persone.. Quindi, secondo me, chi veramente vuole attivare un cambiamento serio deve partecipare prima di tutto alle primarie e scegliere una persona nuova, senza doppi incarichi che sia in grado di ricostruire una città con un’idea seria di città.. una persona che, se non dovesse vincere, sia in grado quanto meno di rimanere a capo dell’opposizione per continuare a combattere questa destra… allora come posso io del pd votare Moscardelli per poi scoprire che, se non dovesse vincere le elezioni, lascerà il comune di Latina…per tornare in Regione?facile e comodo (passatemi il termine) per lui..difficile e contraddittorio per i cittadini che gli dovrebbero dare fiducia nuovamente.

  • homer

    destra o sinistra del passato, non va bene nessuno.troppe menti piene di preconcetti. ci vuole una persona nuova che, con occhio obiettivo e indipendentemente da chi li ha creati, risolva i problemi…
    la prima cosa da fare a Latina è radere al suolo la struttura criminale e la corruzione.troppi raccomandati nelle strutture pubbliche e sopratutto poca attenzione ai soggetti più deboli….costruire case ed investire su attività come il turismo, creare posti di lavoro e sopratutto dare un MARCHIO distintivo alla città.uno slogan da cementare nelle menti…

  • mauro!!

    Io la vedo ancora peggio! Laddove il democristiano Moscardelli non dovesse vincere le primarie contro De Marchis, cosa molto probabile, farà di tutto per fargli perdere le elezioni comunali e poi a fallimento-obiettivo compiuto, l’ennesimo, uscirà dal PD con il suo gruppo di turisti per caso a sinistra e andrà nel partito dei benzinai con Aielli!!! Guarda se non sarà così!!

  • paolopan

    BENE le primarie per qualsiasi partito, vediamo se ci sono aspiranti candidati seri e con reale seguito e non imposti dal Fondano di turno, per il quale siamo tutti Fantozzi………….

  • Giacomo

    l’On Moscardelli non si presenta affatto alle primarie. è il partito democratico comunale che presenterà, qualora l’on. moscardelli ottenga il 35% dei consensi nell’assemblea , a presentarlo alle primarie. certi atteggiamenti sonol’antitesi effettiva del concetto di democrazia, già in passato, l’on Moscardelli ha inteso il partito come gruppo ossequioso del leader raggiungendo tra l’altro minimi risultati politici e ancor meno elettorali.

  • benito forever

    venderebbero anche la madre per 1 voto

  • Martina

    io voto per de marchis, perchè mi sembra uno coerente, che ha portato avanti battaglie importanti x la città e che vedo vicino ai problemi della gente comune. quando hanno introdotto le strisce blu è stato il primo e credo l’unico in consiglio comunale a restituire l’abbonamento che era stato concesso a tutti i consiglieri comunali. penso che una persona così può rappresentare la parte pulita di questa città e, da quello che leggo sul suo sito, è un’idea condivisa. vi linko questa: http://www.giorgiodemarchis.it/?p=116

MandarinoAdv Post.