Website Security Test
Banner Bodema – TOP

FOTO Studenti di Latina premiati al Festival dei Giovani a Gaeta

  • studenti-latina-listener-3
  • studenti-latina-listener-2
  • studenti-latina-listener-1

Un’invasione pacifica di giovani ragazzi provenienti da tutta Italia ha ieri riempito i vicoli di Gaeta. L’occasione è stata quella del Festival dei Giovani, nato da un’idea di Strategica Community, in collaborazione con l’Università, il Comune di Gaeta, Intesa Sanpaolo e per la prima volta quest’anno l’Università LUISS.

Si tratta di un importante momento di confronto e di crescita, dedicato alle giovani generazioni chiamate a riflettere su tematiche di grande attualità quali la digital economy, i rischi e le opportunità dei social network, l’educazione al risparmio, la legalità, l’immigrazione, la cittadinanza attiva. L’evento, che ha preso avvio il 14 aprile, si concluderà il 16 aprile.

Gli studenti delle classi 5°A Tc, 5°B Tc, 5°C Tc, 5°D Tc, 5°E Tc, 5°A T.A., 5°B T.A., 4°B Tc dell’Istituto “San Benedetto” di Latina, accompagnati dai docenti, Cristiana Angiello, Renato Avallone, Paola Cavallini, Gilberto Cassoni, Laura Cogrossi, Gloria Giorgi, Anna Reali, sono stati protagonisti indiscussi della seconda giornata del Festival dei Giovani.

All’interno dell’evento infatti si sono inseriti pregevoli progetti di alternanza scuola- lavoro, come l’inchiesta “Ladri di futuro” e “Parole Giovani”, che nel corso dell’anno scolastico hanno coinvolto direttamente e attivamente gli studenti del “San Benedetto”.

Alle ore 9.00, presso il Teatro Ariston, si è svolta la Cerimonia di Premiazione del Concorso Letterario “Parole Giovani”. La Giuria d’eccezione, presieduta da Alessandro Quasimodo, ha premiato le migliori opere in gara per racconti brevi, poesie e testi teatrali. Parole davvero significative ed esaltanti quelle che hanno annunciato la vittoria, per la sezione letteraria, del nostro Valerio Romani della classe 5°B Tc. Il Presidente di Giuria, Alessandro Quasimodo, ha sottolineato le particolari qualità e il talento unico del giovane Valerio, evidentemente emozionato ma anche molto soddisfatto. Ancora più commovente è stato l’invito rivolto al giovane pontino dallo stesso Presidente di Giuria a proseguire con entusiasmo e convinzione sulla via delle “scrittura”. Un’altra grandissima emozione è arrivata dal Premio della Critica assegnato al nostro Nikolas Vigoriti della classe 5°A Tc. Un riconoscimento prestigioso e di grande valore tecnico che sottolinea in maniera chiara le grandi capacità compositive del giovane Nikolas.

Alle 11.30, presso il Palazzo della Cultura, ITS Fondazione G. Caboto, si è svolta la Premiazione del Concorso “Riprendiamoci il futuro”, promosso da Club di Latina e Fondazione Bruno Visentini. La Giuria, presieduta da Roberto Cotroneo, Direttore Scuola di giornalismo LUISS, ha assegnato i premi ai primi 3 classificati.

Tra i dieci finalisti, anche i gli alunni di Latina Flavia Giordano, Valerio Romani e Valeria Roscini, sostenuti dai calorosi e appassionati applausi dei tanti compagni presenti in sala. Un risultato davvero eccezionale infatti se si considera il numero degli elaborati pervenuti, oltre 4.000.  Per tutti gli studenti finalisti e le scuole partecipanti, diplomi e targhe, oltre alla grandissima soddisfazione.

I ragazzi hanno ricevuto i personali complimenti per l’impegno e la passione dimostrata nell’affrontare una tematica per loro non semplice, dal prof Luciano Monti, docente della LUISS e autore del testo “Ladri di futuro”.

Monti ha però voluto sottolineare anche il fondamentale lavoro svolto dai docenti: “I professori hanno avuto un ruolo importante, sono riusciti a riportare una materia complessa in modo da renderla trasferibile ai giovani. I ragazzi, grazie a questo lavoro, hanno compreso che la metrica del divario generazionale è lo strumento di misurazione del problema, grazie al quale possiamo quantificare lo sforzo necessario per raggiungere la meta”.

“Il problema non è raggiungere degli obiettivi ma condividere gli obiettivi che vanno raggiunti. Il futuro è un terreno su cui elaborare e non solo un traguardo da raggiungere. La complessità non deve far paura, essa non è un inganno ma è la risposta da dare a un mondo che cambia di continuo ”, queste le parole dense di ottimismo e di speranza pronunciate dal Presidente di Giuria, Roberto Cotroneo ai giovani studenti presenti in sala.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.