Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina, locali tecnici diventano appartamenti: un altro caso in viale Marconi

palazzo-via-isonzo-latina

palazzo-via-isonzo-latinaIl giochetto dei locali tecnici trasformati in appartamenti è sempre più diffuso a Latina. L’ultimo caso riguarda una palazzina costruita recentemente in viale Marconi, dove già un paio di anni fa furono segnalati dei presunti abusi. Dopo una serie di verifiche è emerso che i locali tecnici all’ultimo piano sono stati trasformati in appartamenti, per un totale di poco meno di 200 metri quadrati.

L’inchiesta della Procura non è arrivata alla fase di giudizio, ma intanto il Comune ha inviato una sanzione ai proprietari per il superamento della cubatura prevista. Rischiano però di pagare tutti gli 8 proprietari degli appartamenti ed è probabile che nasca un contenzioso con la ditta che ha costruito o con i responsabili dell’abuso.

Comments

comments

  • X

    La ditta “casualmente” fa capo ai noti costruttori di Latina che siedono in consiglio comunale vero?

    • minerva

      che sedevano in consiglio comunale e che non verranno mai più eletti!

      • X

        Ho seri dubbi… a Latina basta promettere la luna e i mafiosi e i ritardati mentali rivoteranno di nuovo la mafia di centro destra con gli stessi criminali.

  • Pasquino

    La ditta è la stessa (ma non sola). Trovo giusto che paghino ( spero salato) anche i proprietari perché sapevano benissimo cosa compravano.

  • homer

    considerato che sono stati pagati 4500€/6000al metro x 200 mq parliamo di 1.200.000 euro circa. il costo di realizzazione della palazzina per i soli attici. i proprietari sapevano che che un quinto piano in una zona a 3 piani non è poi del tutto regolare…

  • Firm

    La solita solfa, chi acquista sa benissimo cosa acquista, infatti se ne tiene conto nel prezzo.

  • fra

    Il prossimo sindaco di latina abbia la compiacenza di accertare tramite uffici se vi siano casi analoghi grazie!

  • Cinico

    ma non avete compreso che il sistema italiano è tutto una presa per i fondelli, il caso specifico ne è la prova lampante, è un dato di fatto che gli abusi ci siano, quindi sono da ricercarsi le cause non gli effetti, cioè le responsabilità di quella filiera amministrativa che nasce dalla Giunta Comunale (politici) passando per i dirigenti degli uffici tecnici preposti alla verifica e rilascio delle concessioni edilizie, non che dei controlli e rilascio delle certificazioni di abitabilità.
    In questa filiera FALLIMENTARE per l’ITALIA c’entra anche la Magistratura, che condanna il reato di abuso edilizio con una pena pecuniaria, ma poi non si riesce secondo Legge a far demolire gli abusi e ripristinare i luoghi perchè ci sono persone e intere famiglie che vi abitano!

    Tutti erano al corrente, e alla fine paga solo chi è rimasto con il cerino in mano cioè il proprietario, e tana liberi tutti per gli altri che hanno permesso che ciò avvenisse.

    L’Italia il bel Paese per i furbi.

MandarinoAdv Post.