Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Norma Musica Festival, i rifugiati duettano con gli allievi dei corsi

maestro-marino-cappellettiBilancio positivo per l’edizione 2015 del Norma Musica Festival all’hotel Villa del Cardinale. Per anni il festival non ha avuto una sua collocazione stanziale, ma si svolgeva in maniera itinerante in varie località lepine trovando poi la sua sede naturale fra le mura di Norma. Dalla collaborazione con il direttore della struttura alberghiera Francesco Michini nasce, due anni fa, il progetto dell’Accademia del Seminario. Una scuola di perfezionamento, con allievi provenienti da tutta l’Italia ed anche da paesi esteri, dove poter abbinare tranquillità e studio della musica classica anche laddove è poco presente.

A parlarne è il direttore Marino Cappelletti maestro di clarinetto e organizzatore del campus musicale estivo ormai caposaldo nello studio della musica classica, con la presenza di  rinomati Maestri e influenti musicisti che passano ogni estate a Norma, che per oltre due mesi si trasforma in un’orchestra all’aperto, giornate all’insegna di quella passione chiamata musica.

“Il bilancio è sicuramente positivo – spiega Cappelletti – con corsi interessanti svolti da docenti di qualità indiscussa, che hanno permesso di portare a Norma oltre 100 giovani musicisti che hanno studiato di giorno e suonato la sera, dando vita a dei concerti molto apprezzati dal pubblico. La formula – prosegue il direttore dell’accademia – ha funzionato anche in questa occasione e i musicisti, docenti ed allievi, per l’ennesima volta hanno tratto un importante giovamento professionale da questa esperienza”.

Marino Cappelletti amante della musica in tutte le sue sfaccettature,  nato e cresciuto nel Borgo medievale di Norma  alimenta la sua passione per la musica, quella che sin da bambino lo portava a suonare il suo clarinetto, nel silenzio delle sue strade. Oggi vede la realizzazione di un sogno, quella di portare la musica classica nel suo borgo.

Come nelle passate edizioni, anche quella 2015 è stata caratterizzata da alcune iniziative che si sono svolte fuori dall’hotel Villa del Cardinale: “Questa estate – spiega Cappelletti – siamo riusciti, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, ad eseguire cinque concerti nel borgo di Norma. Tra questi voglio ricordare quello dedicato a Siviglia, che ha visto la partecipazione, molto gradita e inattesa, di Giovanni Carli Ballola, quello dell’Alauda Quartet e quello a Bassiano con la musica rinascimentale nell’ambito dei festeggiamenti per Aldo Manuzio”.

Altrettanto positiva la “convivenza” con i rifugiati che l’hotel ospita in un’ala della struttura, spiega il direttore dell’accademia musicale: “Contrariamente a quello che molti sarebbero soliti pensare la convivenza è stata eccellente. Molti di loro presenziavano alle nostre attività e un paio di questi ragazzi sapevano addirittura suonare il pianoforte e hanno duettato con i nostri allievi facendo ancora una volta comprendere quanto la musica possa unire anche culture differenti tra loro”.

Francesco Michini aveva parlato della sua idea di turismo attrattivo-repulsivo: un hotel che non “catturi” i propri clienti bensì li “restituisca al territorio” mediante un turismo integrato, circondati dalla meravigliosa natura del posto, dalla cultura, dalla musica e dalla cucina con lo scopo di realizzare un’offerta e un’avventura culturalmente piena.

Archiviata l’edizione 2015 si penserà adesso alle prossime iniziative, in vista del prossimo anno: “Già sotto il periodo natalizio sono in programma iniziative con gruppi provenienti da Cina e Corea. Saranno organizzati corsi, masterclass e naturalmente concerti. Poi – conclude Marino Cappelletti – ci concentreremo per preparare nel migliore dei modi l’edizione 2016 del Norma Musica Festival”.

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.