Website Security Test
Banner Bodema – TOP

FOTO Addio Cinelli, un altro negozio storico chiude a Latina

  • negozio-cinelli-silvia-mimmo-latina-3
  • negozio-cinelli-silvia-mimmo-latina-2
  • negozio-cinelli-silvia-mimmo-latina-1

Chiude un altro negozio simbolo di una Latina che sta scomparendo. Si tratta di Cinelli, un negozio di articoli da regalo e oggetti per la casa, in via Neghelli. Proprio nel cuore di quella che oggi tutti chiamano “zona dei pub” ma che un tempo era solo una zona con pochi negozi e tante case, a due passi dal centro. L’annuncio della chiusura è stato veicolato anche attraverso Facebook, come spesso accade, raccogliendo decine di commenti di auguri e in bocca al lupo per i titolari, Silvia  e Mimmo, che ora sono pronti per altre avventure.

“Silvia e Mimmo – ha scritto Mauro Corbi sul gruppo Sei di Latina se la ami – salutano e ringraziano tutti coloro che in questi 35 anni di attività sono stati clienti della storica attività che oggi cessa definitivamente. Sono stati 35 anni di grandi soddisfazioni che hanno portato, a chi gestisce, notorietà e rispetto. Ma 35 anni sono anche un lungo periodo che risulta sfiancante per tutti e anche Silvia e Mimmo si sono ritrovati a voler dare una svolta diversa alla loro vita. Non è stata una scelta facile poiché, privarsi di qualcosa che per tanto tempo ha riempito la vita, ti fa sentire mancare la terra sotto i piedi. Le tante cose da fare che aspettano questa fantastica coppia continueranno a non dare tregua a due incredibili sognatori che hanno trasferito questo stile di vita ai due figli che si stanno facendo valere, in campo musicale, a livello europeo. Il sorriso stampato sulle loro facce è il miglior saluto che potessero dare e tutti coloro che li conoscono e, come dice Silvia, proprio a tutti tutti”.

Comments

comments

  • cesare

    è colpa della ZTL e di Ignazio Marino

  • disoccupato

    Buonasera. Sono estremamente dispiaciuto che un’altra attività storica della città chiuda i battenti, peraltro gestita ottimamente dalla Sig.ra Silvia.
    E’ altresi’ doveroso ricordare che nei mesi scorsi altra attività storica e’ andata in frantumi lasciando a casa 6 persona senza le dovute spettanze ( stipendi e tfr ). Come mai non se ne parla?? Forse sarà perche’ in questa città ci sono persone attente all’aspetto esteriore piuttosto che alla sostanza!!!! Come ci si alza la mattina pensando che le 6 famiglie non hanno da che mangiare????
    Come si fa’ ad avvicinarsi verso ruoli politici e sociali sapendo di avere la coscenza poco pulità??

    Buona fortuna a tutti con la speranza che il bene sconfigga il male

    • haran banjo

      mi dispiace molto. Per fortuna la rete consente di far conoscere le cose come stanno. In previsione soprattutto di eventuali “discese in campo”….

  • disoccupato2

    Sottoscrivo a pieno il commento. Toto’ diceva: Signori si nasce, io nacqui……….

  • Disoccupato 2

    Sono dispiaciuto per quello che ho letto, ma debbo pure ricordare ad onore del vero che grazie ad una “costola” dei Cinelli sei persone con famiglia si sono trovate di punto in bianco senza lavoro e senza retribuzione ne Tfr….buona fortuna Cinelli

  • Disoccupato3

    Chissá se gli operai che lavoravano in queste aziende storiche hanno anche loro il “sorriso stampato” dopo aver lavorato mesi senza ricevere stipendio

  • Compagna disoccupato2

    Salve, leggendo questo articolo e guardando le foto non posso non far caso alle facce sorridenti e spensierate del Sig. Mimmo e della Sig.ra Silvia che scherzano sulla chiusura di un’attività.

    Vorrei fargli sapere che invece ci sono persone “ex dipendenti” che quando c’è stata la chiusura dell’altra attività CINELLI non hanno reagito assolutamente in questo modo, ma anzi non ci hanno dormito, ci sono stati e tutt’ora continuano a starci male, perché ancora oggi dopo mesi devono prendere ciò che gli spetta di diritto cioè “retribuzione e tfr”.

    Carissima famiglia Cinelli, io personalmente vi invidio non perchè voi siete chissà chi “Come volete far credere alla gente” ma vi invidio per come riuscite a vivere spensierati e ancora a camminare a testa alta per Latina addirittura partecipando a comizi politici e facendone parte attivamente parlando al microfono invece di stare a casa a farvi un esame di coscienza. Ora vi saluto facendovi i migliori auguri!!!

  • minerva

    Ci sono lavori umili prima che l’araba fenice torni intatta dalle ceneri. buon lavoro.

  • disoccupato4

    Leggendo i commenti mi vien voglia di fare un corso di Diritto Societario. Una società dove il Tizio ” A ” possiede il 50% delle quote e il Tizio ” B ” l’altro 50%, il Tizio B e’ anche legale rappresentante dell’omonima azienda. Ebbene sappiate che il legale rappresentante esprime la volonta’ della proprietà ovvero le decisioni assunte dall’assemblea presieduta dal Tizio A e dal Tizio B.

    La prossima lezione la terremo domani

  • rob

    La leccata ai cinelli ve la potevate risparmiare. Ma che vi hanno fatto lo sconto sulla lista nozze?

  • X

    Ma in effetti… perché fare un articolo a tessere le loro lodi, senza neanche una parola di tutte queste persone licenziate senza ultime buste paga e senza TFR?
    Scusate la franchezza, ma questo non è giornalismo, questa è pubblicità.
    Ci saranno speranze di un approfondimento da parte vostra dell’altra faccia della medaglia?

  • roberto

    Cosa avranno poi da ridere… foto e articolo davvero di cattivo gusto

MandarinoAdv Post.