Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Lievito, Latina ricorda Domenico Modugno. Incontro sulla stampa sportiva

Cannavacciuolo - Volare

Cannavacciuolo nel suo spettacolo “Volare”

Sarà nuovamente protagonista, nella rassegna Lievito 2015, il teatro D’Annunzio, per la giornata del 30 aprile, con l’arte di Gennaro Cannavacciuolo, attore della scuola di Eduardo De Filippo, in un omaggio unico al grande Domenico Modugno.

Cannavacciuolo si esibirà, infatti, dalle ore 21:00 con il suo spettacolo “Volare, concerto a Domenico Modugno“, che ha già riscontrato enorme successo – e ben 320 repliche – in diverse città, italiane ed estere: Istanbul, Ankara, Vilnius, Liegi, Bruxelles, Tirana, Lisbona, Roma. E ora Cannavacciuolo porterà il suo talento anche a Latina, città cui è molto affezionato perché è proprio qui che è è cresciuto e che ha iniziato il suo percorso artistico.

L’attore, premio ETI 2009 Olimpici del Teatro come miglior attore non protagonista, darà vita ad un recital in cui le strade musicali percorse da Modugno saranno reinterpretate in chiave malinconica e poetica ma anche comica, dando vita ad uno show coinvolgente per tutti. Lo spettacolo sarà suddiviso in due parti: nella prima, verranno presentate prevalentemente canzoni come “O ccafè”, “La donna riccia”, “La cicoria”, “U pisci spada”, “Io mammeta e tu”, seguite da monologhi teatrali e dal suggestivo dialogo tra madre e figlio della commedia musicale “Tommaso D’Amalfi” di Eduardo de Filippo.  Nella seconda parte, invece, lo show cambia tono, e si orienta su canzoni d’amore come“Vecchio frac”, “Tu si na cosa grande”, “Resta cu mme”, fino ad arrivare alla famosissima “Nel blu dipinto di blu”. Sul palco faranno da spalla all’attore Marco Bucci al pianoforte, Claudia Della Gatta al violoncello, Andrea Tardioli al clarinetto e al sax contralto.

Oltre allo spettacolo serale, come consueto, eventi, spettacoli e incontri di dibattito e riflessione arricchiranno le giornate latinensi. Il primo incontro pomeridiano, alle 16:00 – presso il circolo cittadino –  sarà con i giornalisti Renato Di Bella e Paolo Iannuccelli, e con Massimo Zichi del Panathlon club di Latina, per raccontare i 40 anni della stampa sportiva pontina.

A Palazzo M alle 17:00, per la sezione “Economia”, verrà presentato “La misura del ritardo generazionale”,  uno studio di tre ricercatrici sul divario generazionale. Si parlerà invece di lavoro alle ore 19:00 – nella sala Consilium di via Pontinia 78 -, per discutere sulle novità introdotte dal Jobs Act renziano.

Canusia

I Canusìa

La serata pontina sarà anche animata dalle canzoni popolari del Lazio e dei monti Lepini con i Canusìa – Palazzo M ore 19:00-. Il duo, composto da Mauro D’Addia (voce e chitarre) e Anna Maria Giorgi (voce e percussioni), nasce nel 2006 e si basa sul desiderio – e canusìa, in dialetto setino, significa proprio desiderio – di riscoprire le proprie tradizioni, attraverso il rilancio di stornelli, canti di lavoro, filastrocche tipiche. Al termine del concerto ci sarà una degustazione offerta dal caseificio Le Delizie di Di Biase, dal bar Poeta e da Strada dei Vini. Infine, al Doolin dalle ore 22:30, i Who’s Pink, tribute band dei Pink Floyd, si esibiranno live per la gioia di giovani e non solo.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.