Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Lievito, a Latina arrivano Lillo & Greg

funk-off-latina-2015

I Funk Off a Latina

Se con i Funk Off (nella foto) abbiamo marciato a ritmo di funky e jazz, lunedì 27 aprile con Lillo & Greg ci sarà da ridere. Il duo comico ex “Latte e i suoi derivati” è tra i pezzi grossi attesi a Latina per Lievito. Lillo e Greg, Pasquale Petrolo e Claudio Gregory all’anagrafe, saranno al teatro D’Annunzio alle 21 con lo spettacolo “Occhio a quei 2”. Com’è nel loro stile, si tratta di un montaggio di sketch esilaranti indipendenti tra loro dove il non-sense, gli equivoci verbali, il sarcasmo la fanno da padroni.

greg-lillo

Lillo e Greg

I due attori, coppia tra le più rodate della comicità italiana, si cimentano nell’esplorazione di vizi e difetti dell’animo umano: dall’egoismo alla tirchiaggine, dall’insicurezza alla meschinità, lo spettacolo si presenta come un excursus sui comportamenti umani e sulle storture della nostra società, letti ovviamente in chiave umoristica. Il prof Assianoris illustrerà con la dovuta ironia cosa siamo pronti a escogitare pur di ottenere un favore sessuale femminile, quanto ci imbarazzi mettere a nudo un sentimento normalissimo come la paura, come si menta spudoratamente pur di arrivare a una meta stabilita o ancora quanto la smania di apparire sempre i primi della classe ci faccia impantanare in terribili gaffe. Lo spettacolo si presenta un po’ come un compendio di debolezze e atteggiamenti negativi che dovremo riconoscere, nostro malgrado, appartenere a molti di noi.

(Costi del biglietto esclusa prevendita: platea intero €20, ridotto €17. Galleria intero €15, ridotto €12. La tariffa ridotta è prevista per chi ha meno di 24 anni e più di 65. Per info e prevendite: botteghino del teatro D’Annunzio).

Lunedì parte anche il tour di Lievito nelle scuole, con 14 istituti superiori di Latina coinvolti quest’anno. Alle 11.20 al San Benedetto gli studenti incontreranno Sandro Bonvissuto e Mario Tagliani, autore il primo di un racconto sul tema della detenzione inserito nel suo libro d’esordio “Dentro”, insegnante il secondo nel carcere minorile di Torino. L’incontro corona un progetto che ha coinvolto alcune classi dell’Istituto Agrario e del Liceo Scientifico G.B.Grassi in una riflessione sull’esperienza della reclusione tra romanzo e realtà.

Gli studenti del Galilei-Sani alle 11.15, nell’aula magna della loro scuola, potranno interagire con i responsabili delle più importanti aziende pontine operanti nel settore informatico ovvero College Life, Decisyon, Exaltech e Kydea. La tavola rotonda “Quale futuro”, organizzata in sinergia con Bic Lazio, si propone di illustrare ai ragazzi il tipo di attività svolto da queste imprese e quali possibilità lavorative offre il settore delle tecnologie dell’informazione così da indirizzarli a una scelta più consapevole del proprio percorso formativo.

Dopo Sualzo, Gipi ed Igort il fumetto d’autore torna a Lievito con Andrea Ferraris. Disegnatore Disney da più di vent’anni e autore del graphic novel “Bottecchia” per i nostrani Tunué, Ferraris sarà a Palazzo M per presentare alle 17 in anteprima nazionale il suo nuovo libro “Churubusco”, edito da Coconino Press-Fandango: 160 tavole che raccontano una storia di resistenza ambientata durante la guerra tra Stati Uniti e Messico del 1847, un’occasione per parlare di fumetto, di emigrazione italiana e di cosa vuol dire oggi per un fumettista scegliere di lavorare a Parigi.

Nella sala del caminetto alle 19 per LievitoAcustica si esibiranno gli Africa Unite con Micol Touadi alla voce, Agostino Casella al pianoforte, Giuseppe Salvagni alle percussioni. Il progetto Africa Unite nasce dalla ricerca della cantante sui diritti civili afroamericani indagati attraverso l’espressione musicale. Dal blues dei campi di cotone – nato dai canti tradizionali africani e dal ritmo che scandiva il lavoro nei campi – al jazz, dal soul al funky fino al rap di denuncia sociale più moderno. Micol ha affrontato gli aspetti più intimi e personali della questione analizzando e scavando l’orgoglio nero e le sue radici africane, scoprendo un’innata propensione ai ritmi e alle melodie del continente nero. Una ricerca scientifica e personale è all’origine della formazione di un gruppo che esegue brani con emozione e divertimento provocando la curiosità e l’empatia del pubblico.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.