Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Bottiglia molotov contro il bar alla rotonda di via del Lido, escluso il racket

bar-residence-latina-24ore-2015La polizia esclude il racket dietro all’attentato incendiario ai danni del bar “Residence” a Latina, alla rotonda tra via del Lido e via dell’Agora.

L’ipotesi al vaglio degli investigatori è quella di una pista interna, forse un contrasto nella famiglia che gestisce il bar. La modalità dell’attentato, l’uso di una bottiglietta di plastica piena di liquido infiammabile scagliata contro le fioriere, è di scarso spessore criminale, quasi un gesto da “dilettanti” del crimine. Gli agenti stanno verificando i filmati delle telecamere di sicurezza che inquadrano l’area del bar “Residence” per individuare gli autori del gesto, comunque molto grave.

Comments

comments

  • ombelicodelmondo

    Che ridente città! … che è diventata Latina!?

  • Oscar Rafone

    secondo Nasso sono innocenti scherzi tra ragazzi…

  • Pincopallino

    Certe cose fino a poco tempo fa si vedevano solo in quel gioco.. Grand Theft Auto.. ora avvengono nella realtà!

  • Bio

    ormai e’ un attentato al giorno. scorse settimane da Moto bici Riccio, prima ancora ad altri…
    come diceva Schiavone (il camorrista morto l’altro giorno), le mafie attecchiscono quando c’e’ la connivenza con la politica

  • minerva

    Una volta che gli agenti verificheranno le telecamere e sapranno chi ha commesso questo vile gesto deve essere arrestato e si potranno fare dovute conclusioni. Si commenta in senso diffuso e fin troppo relativo, collegando discorsi tra possibile e impossibile facendone uso improprio in maniera anonima attraverso la rete Internet. Che i buoni siano diventati cattivi, e questi ultimi siano diventati buoni.. ma c’è poco da credere. Dobbiamo essere vicini alle Forze dell’Ordine che lavorano giorno e notte per la nostra sicurezza, bisogna aver il coraggio di denunciare ciò che riteniamo illecito. Mi rivolgo a chi ha commentato prima dime: chi ha dubbi si rechi nelle dovute sedi.

  • Carlo

    primo ci vuole una divisione della DIA a Latina se proprio dobbiamo parlare di polizia, secondo scendiamo in piazza tutti i giorni scandiamo i nomi di tutti i mafiosi della nostra città dei loro figli delle loro mogli, dichiariamo noi guerra a questi vermi andiamo noi sotto casa loro….
    Ma una cosa è certa se noi cittadini continuiamo a voltarci dall’altra parte a fregarcene..ad avere paura di questi schifosi allora il problema siamo noi non loro…e per riprendere uno spunto precedente… forse è il caso di costringere questa giunta alle dimissioni..noi NON POSSIAMO ESSERE AMMINISTRATI DA UNA GIUNTA DOVE C’è UN NASSO!!!!!!!!!!!!!!

  • Lupino Buzzo

    tanto poi i commercianti negano anche l’evidenza, vedi il caso di Riccio……..

  • minerva

    Carlo, Lei avrà senz’altro letto il mio commento precedente. Lei ha fatto un nome, quindi se ha certezza di quello che dice e scrive si rechi in Questura.

  • Oscar Rafone

    Nasso : “Era la festa della Madonna, sarà partito un petardo a qualche bambino…”

  • MoltoPolemico

    e’ stata autocombustione. Nessuno ha lanciato una molotov, la saracinesca ha preso fuoco da sola…

  • Oscar Rafone

    Nasso : “Evidentemente qualcuno aveva mangiato troppi fagioli e sarà partito qualche peto di troppo! Sono cose che succedono tra ragazzi”

MandarinoAdv Post.